LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/22 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 22/06/22 02:22 - 6832 commenti

I gusti di Herrkinski

Atteso ritorno di Cronenberg al tema delle mutazioni corporee, con il primo script da lui firmato dai tempi di eXistenZ. È quello che ci si sarebbe potuti aspettare prima del cambio stilistico di Spider; un futuro distopico tra organismi modificati, creazioni biomeccaniche, operazioni chirurgiche come performance-art, libido deviate che riportano al miglior cinema del regista, ma anche una riflessione sull'arte come sacrificio. Visionario e splendido il primo tempo, poi purtroppo cala un po', lasciando la sensazione dell'occasione parzialmente mancata; resta comunque di alto livello.
MEMORABILE: "Surgery is the new sex"; La performance dell'uomo pieno di orecchie; Mortensen e la Seydoux che si sollazzano tra tagli di bisturi e ferite aperte.

Schramm 25/06/22 19:27 - 2995 commenti

I gusti di Schramm

Crimes of the past: la postorganicità del corpo mutante, la dimensione eucaristica e prostitutiva della più estrema neo-body art, il transumano dove politica chirurgia sesso creano energivora crasi, tilt cosmico, antropofobia. Tardo epigone/manierista di se stesso, Cronenberg si rifocalizza nella sintesi superiore di regimi filosofici che si fanno corpo che si fa arte e compagini industriali di postgenetica; rimastica tecnospiritualità, ingegneria esoterica, apocalisse culturale con dialoghi che paiono scritti dalla terza mano di Stelarc. Ipersonico, se solo fossimo negli anni 80.
MEMORABILE: "Ho un nodulo sull'addome: che ci vedete? Picasso? Duchamp? Bacon, magari?!"

Bubobubo 5/07/22 19:31 - 1722 commenti

I gusti di Bubobubo

A furia di evocarli, i futuri distopici si sono perfettamente mimetizzati con la realtà: gloria e vita alla vecchia carne, prosperi l'erotizzazione della chirurgia (provaci ancora Julia...), si consumi il tip-tap spionistico accennato sul taglientissimo filo di un rasoio ecopolitico di Damocle, si celebri la dimensione performativa della malattia e della caducità corporea. Una vita di ossessioni condensata in un'ultima sinfonia, maestosa e lucidamente pessimista per quanto a tratti criptica. Verrebbe da dire che il gran maestro è tornato, se solo non se ne fosse mai andato.
MEMORABILE: La palette oscura; Un gustosissimo cestino di plastica; Divani fondi come tombe; Doppia trapanazione cerebrale; La dreyeriana immagine conclusiva.

Kristen Stewart HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Schramm • 28/06/22 16:22
    Scrivano - 7336 interventi
    ... infine e per giunta: cercando interviste/dichiarazioni attorno a motivazioni sulla mancata realizzazione di painkillers, mi è saltato fuori un articolo di 20 anni fa che rivela non solo che il film si ispirava proprio alle scorribande chirurgiche  di orlan, ma che quest'ultima avrebbe dovuto essere proprio la protagonista del film (!!!)

    se ho fatto subito tana alla sua ombra e al suo fantasma lungo il film (il modo in cui si concia il viso la seydoux nella seconda parte  – scarificazioni e corna additive - è pressoché identico e non lascia margini di dubbio), ignoravo invece che intendeva addirittura scritturarla e spingere il discorso su un piano anche metabiografico: quest'ultimo aspetto porta il bubusettete fattogli e tutto quanto fin qui detto riguardo le polveri e le ragnatele di crimes al di là di ogni ragionevole dubbio, mio incluso.

    a questo punto guardo già in là. sono più curioso di vedere che cosa combinerà con the shrouds che interessato a rivedermi questo, 
  • Discussione Herrkinski • 29/06/22 17:15
    Consigliere - 2490 interventi
    Ma sì, il discorso non fa una piega nell'ottica in cui la vedi tu (tolta la parte su Climax, che io ho trovato invece nato vecchio), alla fine può essere quasi tutto vero e condivisibile, credo che qui entrino in gioco solo le aspettative; nel mio caso forse troppo basse e nel tuo troppo alte. Parliamo pur sempre di un regista di ottant'anni, quindi se da un lato era prevedibile un film un po' di maniera, dall'altro è difficile dire se avrebbe potuto far meglio a questo punto della carriera. Forse un aiuto a revisionare lo script per aggiungere qualche spunto più imprevedibile avrebbe giovato. Potevo dare mezzo punto in meno? Probabile, però in linea generale penso non sia un film dove si possa andare sotto il 2 palle e mezzo, anche a volerlo valutare solo per il mestiere. Ma d'altro canto io ho monopallinato Noé, quindi a ognuno il suo :-D
    (tra parentesi, ho Vortex sulla pista di lancio. Si salvi chi può!)

    Molto curioso per The Shrouds, che dalla sinossi sembrerebbe qualcosa nel suo stile. Staremo a vedere, lo script l'ha comunque scritto di suo pugno quindi i limiti da te riscontrati in questo potrebbero nuovamente mostrarsi.
    Ultima modifica: 29/06/22 17:18 da Herrkinski
  • Discussione Schramm • 29/06/22 21:25
    Scrivano - 7336 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    credo che qui entrino in gioco solo le aspettative; nel mio caso forse troppo basse e nel tuo troppo alte.
    tutt'altro. più o meno pari alle tue.
    ho smesso di morire di hype per cronenberg da eastern promises. l'ultima sua cosa ad avermi dato un certo affocamento è stata a history of violence. prima (spider) e dopo sono sempre rimasto perplesso e di film in film me la sono messa sempre più via. alcune cose degli ultimi 3 lustri non mi sono neanche spiaciute ma eccettuando history niente di suo è più riuscito a mettermi il fuoco addosso.
    peraltro non sono mai stato del tutto acritico verso david, quel che mi è piaciuto, mi è piaciuto per sempre e sempre più col passare degli anni, ma vi sono episodi della sua prima fase che non mi hanno mai pienamente convinto o appassionato (scanners, inseparabili, madame butterfly tra questi, per quanto riconosco che allora non disponevo della necessaria maturità per recepirli e comprenderli, e sarebbe forse il caso e l'ora di rispolverarli).
    a crimes sono arrivato non dirò rassegnato, ma del tutto neutrale.
    dall'altro è difficile dire se avrebbe potuto far meglio a questo punto della carriera. 
    shrouds will tell. ;)
    a mio avviso, tenuto conto di tutto quanto fin qui "contestato",le possibilità c'erano. tutto stava, come già detto, nel proiettare in avanti e nel dare nuova veste a quel che già nel 2002 era demodè.
    Molto curioso per The Shrouds, che dalla sinossi sembrerebbe qualcosa nel suo stile. Staremo a vedere, lo script l'ha comunque scritto di suo pugno quindi i limiti da te riscontrati in questo potrebbero nuovamente mostrarsi. 
    per quanto anche in quel campo (il lutto inelaborabile, la possibilità di ricongiungersi coi propri cari attraverso la tecnologia) rischia di arrivare che quasi tutto è già stato detto e ribadito..
    (tra parentesi, ho Vortex sulla pista di lancio. Si salvi chi può!)
    usti, invidia a centomila!! sono mesi che almeno due volte la settimana vedo se è saltato fuori, e ancora oggi non se ne parla. è in streaming su netflix, prime et similia?
    peraltro dovrai davvero spiegarmi perché ti incaponisci ancora su noè se ti dà così tanto ai nervi e a qualcos'altro di più cronenberghiano... :D


    Ultima modifica: 29/06/22 21:50 da Schramm
  • Discussione Herrkinski • 30/06/22 02:33
    Consigliere - 2490 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Herrkinski ebbe a dire:
    (tra parentesi, ho Vortex sulla pista di lancio. Si salvi chi può!)
    usti, invidia a centomila!! sono mesi che almeno due volte la settimana vedo se è saltato fuori, e ancora oggi non se ne parla. è in streaming su netflix, prime et similia?
    peraltro dovrai davvero spiegarmi perché ti incaponisci ancora su noè se ti dà così tanto ai nervi e a qualcos'altro di più cronenberghiano... :D
    È uscito in America su alcuni canali di streaming/pay per view, in lingua originale hardsubbato in inglese. (ps: mi è piaciuto, ma ne parliamo tra qualche giorno nella scheda apposita).

    Sul fatto di seguire anche autori che mi han deluso, dovresti saperlo meglio di me :-D Gli si dà sempre una chance, quantomeno per le emozioni che ci han regalato in alcune opere passate. Poi seguendo comunque le nuove uscite, sono autori e film che anche solo per poterne discutere vanno visti, specialmente se rientrano nel mio range di gusti, a prescindere che poi il film possa piacermi o meno.

    Ultima modifica: 30/06/22 02:34 da Herrkinski
  • Discussione Schramm • 30/06/22 12:41
    Scrivano - 7336 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    È uscito in America su alcuni canali di streaming/pay per view, in lingua originale hardsubbato in inglese. (ps: mi è piaciuto, ma ne parliamo tra qualche giorno nella scheda apposita).
    ottimo. pronto alla visione pur'io: gioco! partita! incontro! il dibattito cronoènberg continua!
    qualcosa mi dice che a me non piacerà. non perché sia piaciuto a te, ma l'idea di un gemello eterozigote di amour girato come lux aeterna non mi manda propriamente al settimo cielo (ecco questo sì che sarebbe un noè nato vecchio). però noè è noè, finora non mi ha mai mandato a casa scontento. chi vorticherà vedrà.
    Sul fatto di seguire anche autori che mi han deluso, dovresti saperlo meglio di me :-D Gli si dà sempre una chance
    boh dipende, anche no. per esempio sokurov con me dopo faust il credito chance l'ha esaurito senza possibilità di ripristino.
    e qui meglio chiudere la parentesi o zender ci fa inghiottire barrette energetiche alle microplastiche!

    Ultima modifica: 30/06/22 12:43 da Schramm
  • Discussione Raremirko • 12/07/22 22:16
    Addetto riparazione hardware - 3825 interventi
    Letto tutto, come al solito, le interessanti discussioni; mi stupisce solo che Schrammy non abbia citato Cosmopolis...
  • Discussione Schramm • 12/07/22 23:39
    Scrivano - 7336 interventi
    non capisco perché e a che proposito avrei dovuto, sono due opere distantissime tra loro. la sola cosa che le accomuna è la presenza di mortensen. tu ci vedi strette correlazioni?
  • Discussione Raremirko • 26/07/22 23:18
    Addetto riparazione hardware - 3825 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    non capisco perché e a che proposito avrei dovuto, sono due opere distantissime tra loro. la sola cosa che le accomuna è la presenza di mortensen. tu ci vedi strette correlazioni?

    Ciao mitico Schramm, scusa il ritardo nella risposta (ma comunque chiamami/chiamatemi sempre con l'apposita funzione); avevo citato Cosmopolis perchè ricordo che nell'apposito commento ti piacque moltissimo il film, proprio come successe a me, mentre nella discussione di questo Crimes of the future, tra i film da te amati di Cronenberg, non hai messo quello con Pattinson protagonista, secondo me un capolavoro assoluto.

    Detto questo, non ricordo Mortensen in quest'ultima pellicola tratta da De Lillo...
  • Discussione Schramm • 27/07/22 10:49
    Scrivano - 7336 interventi
    due cose buffe: aver sovrascritto mortensen su pattinson (a david forse l'idea piacerebbe) e soprattutto avere un ricordo emotivo pari a zero di un film che, andando a ripassare in DG, effettivamente apprezzai e che dovrei anche avere in archivio. defalcato ciò, lo trovo davvero distante da questo e fatico a trovare un tematico o stilistico grado di separazione. sicuramente disquisendo di crimes, cosmopolis è l'ultimo titolo che riesco a coinvolgere nel discorso. quando lo vedrai capirai perché.
  • Discussione Raremirko • 3/08/22 22:17
    Addetto riparazione hardware - 3825 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    due cose buffe: aver sovrascritto mortensen su pattinson (a david forse l'idea piacerebbe) e soprattutto avere un ricordo emotivo pari a zero di un film che, andando a ripassare in DG, effettivamente apprezzai e che dovrei anche avere in archivio. defalcato ciò, lo trovo davvero distante da questo e fatico a trovare un tematico o stilistico grado di separazione. sicuramente disquisendo di crimes, cosmopolis è l'ultimo titolo che riesco a coinvolgere nel discorso. quando lo vedrai capirai perché.
    Va bene, quando vedrò ti farò sapere; comunque ricordo che Cosmopolis ti piacque parecchio; io lo trovo un vero capolavoro.