[3.2] Colombo: L'uomo dell'anno

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Any old Port in a storm
Anno: 1974
Genere: giallo (colore)
Regia: Leo Penn
Note: E' un episodio della serie tv "Colombo".
Papiro: elettronico
Lo trovi su
Colombo SPECIALE COLOMBO

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

ANY OLD PORT IN A STORM è sicuramente da annoverare tra gli episodi più conosciuti di sempre, nella storia di Colombo. Donald Pleasance, che vi interpreta il raffinato conoscitore di vini nonché proprietario (col fratello) di un importate vigneto Adrian Carsini, è uno dei migliori antagonisti visti nella serie: recita divinamente, controllato e gigione al tempo stesso, ispiratissimo dalla prima all’ultima scena. Le sue risate isteriche, la classe sopraffina, l’eccentricità conferita al suo Carsini ci dicono di un’aderenza straordinaria al personaggio. Una performance memorabile che, unita ad una sceneggiatura (di Stanley Ralph Ross) superiore alla media ancorché imperfetta (e con qualche incongruenza) capace di sfruttare la lunga...Leggi tutto durata dell’episodio (un’ora e mezza) fanno di ANY OLD PORT (il riferimento è al vino, il Porto) IN A STORM un vero classico. Peter Falk sta molto bene al gioco, s’istruisce sui vini e fa anche un breve corso per non sfigurare troppo con la sua preda. Infine ha un numero al ristorante (il maitre è Vito Scotti, che tornerà in piccoli ruoli in molte altre puntate), sempre con Pleasence e con Julie Harris (interpreta la segretaria di Carsini) di quelli da ricordare. Avrebbe dovuto essere lì presente anche la fantomatica moglie del tenente, ma non avendo trovato una baby sitter (Colombo ha quindi almeno un figlio, a quanto pare) la signora ha dovuto declinare l’invito. Non troppi indizi, sparsi nella puntata, ma di fronte a un tale saggio di recitazione e a una regia notevole (Leo Penn) è un difetto sul quale si può soprassedere. Gary Conway è la vittima designata, ma ha poco spazio così come quasi tutti i personaggi secondari. Perché questo è un duetto; e che, duetto!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 26/02/07 09:06 - 4882 commenti

I gusti di Puppigallo

Quando Colombo attraversa una piscina con ragazzi in costume che ballano, sembra un alieno. E’ solo l’inizio di un grande episodio dove l’assassino (padrone di un’azienda vinicola) e il tenente duetteranno alla grande. Lui è un fissato maniacale del vino, mentre Colombo gli dice subito che pur essendo italiano non canta e non beve. Fantastico quando zittisce l’ubriaco e chiede a tutti il tempo di martedì, o quando stupisce l’assassino indovinando il vino. Occhio alla temperatura. Imperdibile!

G.Godardi 28/06/07 16:23 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Raffinato, sottile e imprevedibile episodio, impreziosito da un grande Pleasence che interpreta un assassino (più per caso a dire il vero) all'apparenza freddo, cinico e compassato, ma capace di bruschi cambi d'umore improvvisi (e sarà proprio un tale scatto d'ira a smascherarlo). Da menzionare la scena in cui Colombo, cui di vini non s'intende per nulla, indovina di che vino si tratta solo grazie alla deduzione. Ma il fiore all'occhiello è il finale, vagamente misogino (occhio al rapporto assassino-segretaria...)
MEMORABILE: "Scrivo così male, a volte, che penso che avrei dovuto fare il medico!"

Mfisk 16/09/07 22:12 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Il migliore dei 69 episodi della serie ha l'unico difetto che Peter Falk viene un po' relegato in secondo piano dalla classe sopraffina di D. Pleasance. Tutto il film è un meraviglioso duetto condito di battute, ammiccamenti, simpatia reciproca. La trama gialla è geniale, il finale di alta classe e l'ultimo dialogo memorabili (forse un unico per Colombo che di norma disprezza i suoi colpevoli). La regia statica e banale non riesce a togliere nulla alla gioia di rivedere per l'ennesima volta la puntata.
MEMORABILE: Colombo al telefono fischietta per la prima volta nella serie "This Old Man"

Lovejoy 18/02/08 17:24 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Episodio memorabile reso prezioso dal duetto Pleaseance/Falk. È soprattutto il primo a dominare la scena nel ruolo dell'esperto di vini Carsini, regalando grandi momenti di recitazione, con alcuni scatti d'ira davvero impressionanti. Falk lascia comunque il suo marchio con alcune osservazioni fulminanti.

Ciavazzaro 16/03/08 12:24 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ottimo episodio fino alla conclusione, che rovina il tutto (la soluzione finale è davvero poco convincente). Peccato perché la tensione che si crea (soprattutto nel pre-finale) non è niente male e Donald Pleasence si dimostra un ottimo assassino. Nota d'onore anche per la ricattatrice Julie Harris e per il tema musicale ossessivo di Dick De Benedicitis. Da vedere.

Zender 8/05/08 01:08 - 299 commenti

I gusti di Zender

Classico tra i classici, "L'uomo dell'anno" presenta un Donald Pleasence strepitoso che domina su tutti, Falk compreso: la sua espressività, i suoi intercalare (che Lionello doppia straordinariamente) sono la quintessenza di una delle puntate più memorabili della serie. Poco importa, per una volta, che gli indizi siano pochi e futili. Di fronte a una performance simile anche la sceneggiatura di Larry Cohen (che pure ha passaggi nient'affatto banali) passa in secondo piano. Un one-man show da consegnare ai posteri.
MEMORABILE: Colombo offre la cena ma non trova i prezzi sul menu. "Se li vuol sapere significa che non se li può permettere..."

Daniela 9/12/08 08:01 - 11534 commenti

I gusti di Daniela

Dando per scontata la bravura di Peter Falk, quasi sempre quello che contraddistingue un episodio riuscito da altri meno è la classe dell'antagonista. E qui l'antagonista è un formidabile Donald Pleasance, il cui personaggio è tanto ben delineato ed umanamente caratterizzato da restare impresso anche al di là dell'episodio. Per una volta un rilievo non convenzionale ha anche la segreteria, interpretata dalla brava Harris, che risulta più antipatica dell'omicida. In definitiva, uno degli episodi migliori che si conclude con uno splendido testa a testa tra i due attori. 
MEMORABILE: Il pranzo al ristorante, in cui Colombo getta l'esca.

Chase 8/03/09 19:45 - 1 commenti

I gusti di Chase

Un episodio veramente intrigante... non per niente è uno degli episodi più amati e più ricordati. Scarsi gli indizi ma ben connesse le risposte e le battute tra Colombo e Carsini. Donald Pleasence interpreta splendidamente il vinicultore eccentrico. Bella anche la trappola che usa Colombo...
MEMORABILE: Colombo offre del vino a Carsini e questi riponde: "Lei si è fatto una cultura sa..." e Colombo: "Grazie è un complimento che gradisco molto".

Ale nkf 16/03/10 12:57 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Episodio davvero eccezionale. Pleasence (lo si ricorda in Altrimenti ci arrabbiamo, soprattutto quando uno dei "cattivi" gli inforca la mano con una forchetta) è un ottimo assassino ed instaura, al contrario di molti altri, un buon rapporto con Colombo. Il personaggio di Carsini è ricchissimo di particolari, come se lo si conoscesse già da tempo. I dialoghi fra Pleasence e Colombo sono fra i migliori ed è interessante come il tenente riesca ad arrivare a molte conclusioni nel corso della puntata.

Siregon 9/03/10 23:14 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Un capolavoro. Grandissima prova di Pleasence che letteralmente ruba la scena ogni volta che è inquadrato e mette in condizione Falk di esprimersi al meglio in sottili e strepitosi dialoghi. Perfetto l'omicidio e l'indagine di Colombo risulta molto verosimile e logica. Superbi il pre-finale al ristorante e l'ultimo dialogo fra cacciatore e assassino ormai smascherato. Interessante il personaggio della segretaria fredda e sottomessa. Ottima la regia, attenta e precisa nel seguire i due fantastici protagonisti.

Dana Elcar HA RECITATO ANCHE IN...

Otis 8/05/10 16:11 - 40 commenti

I gusti di Otis

Capolavoro assoluto della serie. Qui Donald Pleasence recita con una classe e una bravura senza pari, duettando magistralmente con Colombo. Anzi, forse per l'unica volta in tutti gli episodi l'assassino ruba un po' la scena al Tenente. Il personaggio di Pleasence è raffinato, posato, ma facile agli scatti d'ira. In definitiva molto umano e risulta più simpatico sia dell'assassinato che della segretaria. Da sottolineare anche il perfetto doppiaggio di Pleasence del compianto Oreste Lionello.

Il Dandi 30/12/10 16:18 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Ottimo episodio, nel quale l'assassino (il grandioso Pleasence) subisce un'evoluzione che porta progressivamente lo spettatore a simpatizzare con lui. Colombo dal canto suo lancia frecciate più impertinenti e penetranti del solito, sebbene le mascheri col solito finto-candore. Eccellente la soluzione finale e il duetto-confessione, in cui il sofisticato ed emotivo Pleasence mostra al Tenente tutta la sua sincera ammirazione. Notevole.
MEMORABILE: La spiegazione finale: "Il resto lo ha fatto lei" -"eh sì" risponde l'assassino divertito e ammirato "eccome se l'ho fatto!"

Sedelfs 31/10/11 14:52 - 7 commenti

I gusti di Sedelfs

Grande episodio! Carsini esperto enologo eccentrico, si crede impotente alla decisione del fratello di vendere l'azienda vinicola, lo uccide in un atto d'ira e cerca di escogitare un falso incedente di annagamento. Il nostro Colombo con i soliti nodi che devono combaciare per scrivere "il rapporto" mette alla prova l'assassino intervallandosi con duetti divertenti. Grande anche la presenza (in retroscena) di Dana Elcar (Peter Torton in McGyver). Consigliato.

B. Legnani 29/07/12 17:17 - 5198 commenti

I gusti di B. Legnani

Puntata molto bella (***½), con un interprete straordinario, l'adorabile Pleasence, che qui si lancia in una gamma di piccole e di grandi espressioni che sono azzeccatissime. Tutti gli altri (per certi aspetti lo stesso Falk) quasi scompaiono. Molto divertente la scena al ristorante. Finale zoppicante, non molto chiaro, a dirla tutta.

Markus 22/03/13 09:38 - 3513 commenti

I gusti di Markus

Un’azienda vinicola italo-californiana fa da singolare cornice a un episodio “monumentale”; non tanto per la vicenda gialla in sé (il classico trafugamento di cadavere e dei moventi), tanto per la felice craterizzazione dell’assassino qui incarnato dal carismatico Donald Pleasance (le sue buffe espressioni del volto, la teatralità dei suoi gesti e non ultimo il nostrano doppiaggio del compianto Oreste Lionello). La puntata, a mio avviso, si caratterizza anche per una sommaria analisi dei rapporti umani tra fratelli e colleghi di lavoro.

Didda23 1/04/13 22:36 - 2355 commenti

I gusti di Didda23

Chi l'avrebbe detto di trovare un'antagonista in grado di eclissare totalmente il nostro caro tenente? Ebbene sì: Carsini è un personaggio dipinto magnificamente, colto, intelligente, amante della bella vita e soprattutto con qualcosa da insegnare al nostro amato Colombo! Purtroppo la trama avvince poco e il finale sembra essere troppo fumoso e non articolato a dovere. Restano meravigliosi duetti e una regia accorta che non sbaglia mai nella messinscena. Un filino sopravvalutato.

Furetto60 25/11/13 09:17 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Puntata enologica, una delle migliori di sempre, con un grandissimo Pleasence. La durata superiore alla media, un’ora e mezza, permette sia di scolpire al meglio la personalità dell’improvvisato killer sia di entrare nel mondo dell’enologia, dalla produzione alle manie collezionistiche. Inutile rimarcare che la spiegazione finale è più che debole, sembra anzi un marchio di fabbrica; quel che conta è la godibilità dell’opera, da assaporare come un buon vino, conservato alla giusta temperatura...
MEMORABILE: Colombo assaggia e commenta un vino, azzencandole tutte.

Lelio62 7/12/13 12:53 - 6 commenti

I gusti di Lelio62

Capolavoro di sceneggiatura e regia che affidano a un superlativo Donald Pleasence da Oscar il ruolo di mattatore assoluto. Il suo personaggio viene definito nella sua più intima umanità fino al punto di renderlo simpatico allo spettatore oltre che allo stesso Tenente Colombo, con il quale alla fine c'è una scambio di rispettosa cordialità. L'episodio è magistralmente ambientato nel mondo dei vini, del quale il tenente si farà una cultura indispensabile per la soluzione del caso.
MEMORABILE: Il brindisi finale tra Colombo e l'assassino, che suggella il rapporto di reciproca stima e rispetto ormai instauratosi fra i due.

Tony 2/04/14 19:05 - 11 commenti

I gusti di Tony

Episodio memorabile, grazie a uno straordinario colpevole, superbamente interpretato da Donald Pleasence a cui Oreste Lionello ha dato con la sua voce quel quid che rende Adrian Carsini uno dei cattivi più grandi della serie. Non trovo difetti di nessun tipo.
MEMORABILE: Come si riconosce un buon vino? Dal prezzo.

Vesco 10/01/15 18:39 - 42 commenti

I gusti di Vesco

Uno degli episodi più godibili grazie a un Pleasence straordinario nell'interpretazione, fulcro dell'intera puntata. Il tutto ambientato nel piacevole mondo dei vini. L'indagine poliziesca è scarna e il giochetto al ristorante è tanto intelligentemente sottile quanto assurdo come prova. Il finale è deludente, con l'assassino che si consegna in pratica al tenente, ma il tutto passa in secondo piano data l'alta bellezza della storia e dell'interpretazione dei protagonisti. Un episodio dunque non completo ma molto piacevole; buoni sceneggiatura e ritmo.
MEMORABILE: I mimi e le movenze di Pleasence e Falk; Nello studio di Carsini, Colombo dice che il vino gli dà alla testa, ma ha appena bevuto un sorso...

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Ultimo 14/01/15 19:00 - 1540 commenti

I gusti di Ultimo

Un episodio da ricordare, grazie alla magistrale interpretazione del viticultore assassino da parte di Donald Pleasance, perfetto nei movimenti, nelle espressioni e reso ancor più convincente dal doppiaggio italiano di Oreste Lionello. La puntata scorre che è un piacere sino alla fine, ma purtroppo non può raggiungere il massimo dei voti a causa di un finale plausibile ma stentato. Come sempre bravo Falk, che raggiunge il suo apice nella scena al ristorante.

Gordon 13/03/15 18:13 - 236 commenti

I gusti di Gordon

Un buon episodio, anche se un po' sopravvalutato. Pleasence (Carsini) dipinge perfettamente il suo personaggio: colto, raffinato, un po' snob e si intrattiene in magnifici duetti con Colombo anche se si conoscono a metà episodio. Nonostante questo e un'ottima regia di Leo Penn l'episodio non decolla mai del tutto, soprattutto per una trama gialla non molto elaborata. La parte più deludente è il finale, con una prova finale che non dimostra nulla...
MEMORABILE: Colombo che decanta il vino.

Lythops 20/05/15 18:29 - 982 commenti

I gusti di Lythops

Graditissima interpretazione di Donald Pleasence nel ruolo di un appassionato imprenditore vitivinicolo che uccide il fratello reo di voler vendere l'azienda distruggendo tutti i suoi sogni. Purtroppo commette errori grossolani sui quali il buon Colombo fa leva per smascherarlo. Ben diretto, piacerà molto agli enologi (e non solo). Bellissimi i dialoghi tra Carsini - cattivo per il quale viene spontaneo tifare - e Colombo.
MEMORABILE: Colombo che, nonostante le lezioni prese da un sommelier, non impugna correttamente il calice.

P_falco 21/07/16 10:47 - 28 commenti

I gusti di P_falco

Pur senza molti indizi e con qualche punto di sceneggiatura deboluccio, siamo di fronte all'eccellenza. Forse mai come in questa puntata il duello tenente/assassino è stratosferico: Pleasence regala un Adrian Carsini con sfaccettature psicologiche infinite, come i colori e i sapori dei vini che ama più di ogni altra cosa. E Falk non è da meno nel tenere recitativamente testa a cotanto personaggio. Ogni scena è curata al massimo: rimane memorabile quella al ristorante (presente anche un'ottima Harris), il cui gustoso climax resta un classico.
MEMORABILE: Donald Pleasence. Sempre!

Ira72 21/04/17 17:46 - 1180 commenti

I gusti di Ira72

Crepi l'avarizia: 5 pallini. Parte col botto questa terza serie con un magnifico Pleasence che non si risparmia in sagaci citazioni, quali "il Signore dà" (vitigni a profusione) "e il Signore toglie" (vite fraterne, per l'esattezza). L'intero episodio è particolarmente sottile e curato nei dialoghi e l'omicida è caratterialmente atipico e divertente: fanatico, invasato, maniaco dei vini per i quali ha scialacquato l'intero patrimonio, con un aplomb talvolta goffo. Splendida la scena al ristorante, in particolare le varie gaffe di Colombo.
MEMORABILE: Il parcheggiatore del ristorante blasonato, riferendosi all'auto di Colombo: "ma come?! girano ancora queste bagnarole!?"

Xamini 12/06/20 02:12 - 1124 commenti

I gusti di Xamini

Supportato dalla voce eccellente di Lionello, Donald Pleasance apre le scene per rimanere immediatamente impresso: personaggio razionale, misurato, elegante, raffinato eppure capace di slanci emotivi non indifferenti e anzi particolarmente significativi. Il duetto con Colombo non funziona sulla consueta logica del disprezzamento contro tortura, ma si sposta su un piano più raffinato, in cui trova spazio una certa intesa (il tenente cerca di farsi una cultura in merito di vini). Esemplare, in tal senso, tutta la fase finale in cui c'è posto per qualcosa di più dei solito scambio di battute.

Striscia 18/11/20 23:39 - 25 commenti

I gusti di Striscia

Grande Pleasence antagonista di Colombo, viticoltore maniacale, eccentrico e simpaticissimo. L'omcidio in questo caso non sembra studiato a tavolino, come spesso accade nella serie, ma è frutto di un'azione istintiva, e la costruzione dell'alibi, ricca di errori madornali, è un percorso che l'assassino attua strada facendo. Colombo qui, al di là degli indizi raccolti e degli scivoloni di Carsini durante e dopo l'omicidio, trova la chiave di volta nella segretaria e nel suo rapporto con il "padrone". La piazzata di Carsini al ristorante è una goduria!
MEMORABILE: L'assassino che preferisce la galera piuttosto che sposare la segretaria; Colombo dal venditore di vini.

Anthonyvm 10/02/21 15:29 - 3884 commenti

I gusti di Anthonyvm

Bellissimo episodio con un Donald Pleasence magnificamente detestabile, raffinato ma impulsivo, snob e dissimulatore, in grado di intrattenere col tenente dialoghi molto ben costruiti. Il ritmo è giustamente lento (molte le sequenze dedicate a decantazioni, aste e lezioni enologiche, che vanno a particolareggiare i personaggi e il loro mondo), con l'ottimo script (collabora alla stesura pure il mitico Larry Cohen) e la buona regia di Penn Senior a tenere stretta l'attenzione del pubblico. Peccato solo che il subplot con Julie Harris non trovi alla fine una vera chiusura. Memorabile.
MEMORABILE: Colombo e Pleasence, distanti l'uno dall'altro, si scambiano battute alzando la voce come Marc e Carlo in Profondo rosso; La scenata al ristorante.

Nicola81 7/04/22 19:30 - 2421 commenti

I gusti di Nicola81

Per l'originalità del pre-Colombo (in cui abbiamo uno dei pochi delitti commessi d'impulso e non premeditati), la caratura dell'antagonista (un Pleasence perfettamente raffinato e snob) e la qualità dei suoi duetti con il tenente, verrebbe voglia di assegnare un voto altissimo, tanto più che abbiamo anche un'ottima Julie Harris segretaria lontanissima dai consueti stereotipi. Purtroppo la prova decisiva è una delle più deboli dell'intera saga, e per un astemio è difficile farsi conquistare dall'ambientazione vinicola. Resta una puntata notevole, ma con difetti non trascurabili…
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Noncha17 • 3/09/16 20:28
    Magazziniere - 1072 interventi
    Dimmi Ale.. :)
  • Discussione Ale nkf • 4/09/16 00:25
    Risorse umane - 14031 interventi
    Ciao, niente di importante volevo solo dire che non l'avevo mai notato e mi domandavo se come possibile (ma remotissima) spiegazione di questa scelta ci fossero delle immagini d'apertura, magari di un tramonto, che oscurassero dei titoli gialli e allora i grafici avevano optato per il colore bianco. Da quella che hai postato non si direbbe però non mi vengono in mente altre motivazioni se non una "semplice" svista.
    Ultima modifica: 4/09/16 00:26 da Ale nkf
  • Discussione Noncha17 • 4/09/16 02:20
    Magazziniere - 1072 interventi
    Avevo postato tutte e quattro le schermate..ma, nessun motivo che li portasse a cambiare il colore dei caratteri!

    Secondo me, è stata una scelta voluta: artistica, insomma! ;)
  • Discussione Ale nkf • 4/09/16 10:54
    Risorse umane - 14031 interventi
    Può essere una valida alternativa l'opzione della scelta artistica, ma se fossi stato tra i capoccia della serie non l'avrei mai permesso!
  • Discussione Lucius • 30/11/16 20:27
    Scrivano - 8804 interventi
    Quindi se passano anche le location di Colombo, oltre a tutte quelle di Romanzo criminale potrei sapere come mai non posso postarne di nuove della serie de La piovra? Grazie.
  • Discussione Zender • 30/11/16 20:32
    Pianificazione e progetti - 45842 interventi
    L'ho già spiegato Lucius: quelle di Colombo è una cosa fatta per il decennale del sito (che è nato con Colombo) e perché sono usciti i bluray, di Romanzo ho già spiegato. Altrimenti potresti dirmi perché no per qualsiasi altra serie. Ad ogni modo se la piovra 1 uscirà in bluray ti prometto che le mettiamo. Anzi, se hai il dvd originale e c'è due o tre location che ci tieni a mettere mettile pure.
    Ultima modifica: 30/11/16 20:36 da Zender
  • Discussione Blondie666 • 24/05/19 15:10
    Galoppino - 69 interventi
    Questo episodio assieme a “Una Trappola di Colombo” credo siano gli unici due (per me Colombo “termina” con l’episodio “i cospiratori”), dove l’assassino uccide per un raptus momentaneo e non premeditato!
  • Discussione Ciavazzaro • 22/10/21 17:43
    Scrivano - 5617 interventi
    Per gli omicidi non premeditati vanno aggiunti:

    Bella ma letale e Testimone di se stesso

    SPOILER
    Anche se in questi 2 casi solo il primo omicidio, il secondo in entrambi i casi è ultrapremeditato !

    FINE SPOILER

    Per quanto riguarda il finale è vero che questo insieme alla Signora in nero è uno degli episodi dove la confessione è essenziale

    SPOILER

    In entrambi i casi, non ci sono prove secondarie che sommate insieme possono creare un caso circostanziale e così portare a una condanna.
    Basta vedere la faccia preoccupata di Colombo quando chiede a Carsini se vuole confessare !
    Mentre invece in episodi come L'ultimo scacco matto di altre prove secondarie che tutte unite porteranno a una condanna ve ne sono varie  (movente, la lista dei medicinali, la penna, mancanza di alibi etc.)

    Ma come dice lo stesso Adrian la libertà è un concetto assai relativo, si può essere molto più liberi all'ergastolo rispetto che libero ma con quella megera come moglie !
    E tra i due ergastoli tutto sommato sceglie quello meno peggio !

    FINE SPOILER

    Una cosa bella del rapporto tra Colombo-Pleasence che non si coglie totalmente al 100 percento nel pur stupendo doppiaggio italiano con un Lionello straordinario è proprio nell'ultimo dialogo che in originale mostra ancora meglio il legame tra i due

    SPOILER
    Nella nostra versione quando Carsini gli dice lei si è fatto una cultura sa ?, Colombo gli dice grazie è una cosa che apprezzo moltissimo
    In originale invece: lei ha imparato molto bene e Colombo questo è il più bel complimento che mi abbiano mai fatto in tutta la vita

    SPOILER

    Ecco questo dialogo originale mostra ancora di più il rispetto reciproco tra i due.
  • Discussione Daniela • 22/10/21 21:02
    Gran Burattinaio - 5810 interventi
    Il colloquio finale in auto tra Falk e Pleasence è indimenticabile, uno dei più belli di tutta la serie - da accostare a quello, altrettanto intenso, tra lo stesso Falk e Cash in Il canto del cigno.
  • Discussione Zender • 23/10/21 07:50
    Pianificazione e progetti - 45842 interventi
    Naturalmente concordo. Per quanto la prova regina sia non troppo sostenibile in processo come decisiva, quel colloquio credo lo ricordi ogni fan del tenente!