Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: It's a mad mad mad mad world
Anno: 1963
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "Questo pazzo pazzo mondo".
Numero commenti presenti: 16
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Una caccia al tesoro in cui vale tutto: saputo dagli ultimi rantoli di un gangster che c'è un grosso malloppo sepolto all'ombra di una “grossa W” a Santa Rosita, un gruppo di automobilisti parte per la ricerca. È chiaro che il primo ad arrivare prende tutto e così chi in auto (la maggior parte), chi in aereo si lancia attraverso i deserti del Mojave (California) incontrando mille inconvenienti. A osservarli “via elicottero” c'è un intero Comando di Polizia, guidato da Spencer Tracy, che sa dell'esistenza della refurtiva ma non ne conosce l'ubicazione. Chi vincerà la gara? Il regista Stanley Kramer segue tutti, alternando le vicissitudini dell'uno e dell'altro come in un film a episodi intrecciati. Tanti sono gli imprevisti che IT’S...Leggi tutto A MAD, MAD, MAD, MAD WORLD raggiunge in originale le tre ore e dieci (ridotte da noi fino anche, a seconda delle versioni, a due ore e mezza, perdendo molte delle fasi intermedie). L'idea è buona, originale e dà la possibilità di innescare corse pazze nel deserto dando vita a una comicità fracassona, a volte un po' ingenua ma spassosa. Il cast (Spencer Tracy a parte) è composto da star di seconda fascia (Milton Berle, Edie Adams, Mickey Rooney, Terry-Thomas...) più qualche partecipazione straordinaria (Peter Falk, Buster Keaton...) e punta pure sull'effetto speciale (tutto lo storico finale, sulla scala dei pompieri, lascia stupefatti ancora oggi). Una farsa troppo sguaiata ma piena di energia, corse e paesaggi di grande suggestione. La sceneggiatura è inferiore al soggetto, che forse poteva offrire di più, ma l'operazione è nel suo complesso valida. Molti i rifacimenti più o meno espliciti: da RAT RACE al nostro TUTTI GLI UOMINI DEL DEFICIENTE.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 24/02/07 15:51 - 4746 commenti

I gusti di B. Legnani

Non male, per carità, ma mi aspettavo molto di più, perché troppe volte il meccanismo della farsa prevale su quello atteso, vale a dire quello della commedia sofisticata. Strappa qualche risata, ma un numero non inferiore di tediose lungaggini rendono il film non indimenticabile.

Caesars 6/06/07 08:59 - 2722 commenti

I gusti di Caesars

Commedia un po' troppo fracassona che comunque offre anche spunti divertenti; un metraggio inferiore avrebbe giovato alla pellicola rendendo il ritmo un po' più serrato. Buoni gli interpreti a cominciare, ovviamente, da Spencer Tracy. Ben relizzate, per l'epoca, le scene d'inseguimento in automobile, anche se a mio avviso sono un po' troppe. Un film vedibile, ma datato: non male, dopotutto.

Lovejoy 14/12/07 17:14 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Commedia on the road molto divertente, con personaggi simpatici e attori strepitosi a dar loro volto e corpo. Dominato da un divertito Spencer Tracy, il cast comprende nomi quali Sid Caesar (particolarmente divertente), Terry Thomas, Peter Falk e, in una fulminante apparizione, Jerry Lewis. Kramer alla regia ha buona mano e gestisce al meglio la storia. Grande ritmo e scene memorabili a volontà.
MEMORABILE: Il primo tentativo di fuga dopo la notizia del tesoro; i due coniugi rinchiusi nel negozio; tutta la parte finale.

Puppigallo 20/01/09 19:56 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Smisuratamente lungo (alla fine avevo un paio di capelli bianchi), ma nonostante questo, grazie ai molteplici personaggi, all'azione quasi costante, agli scambi spesso piacevoli e a momenti di buona comicità, lo si riesce a vedere tutto senza particolari problemi (e non è poco). Naturalmente, alcuni personaggi sono più incisivi di altri. Tra tutti, una nota di merito va sicuramente al camionista spaccatutto, alla suocera insopportabile e al figlio scemo della suocera, che si lancia in un pazzesco inseguimento con tamponamenti. Tracy è un po' sprecato, mentre l'inglese antiamericano non è male.
MEMORABILE: Al poveretto sfracellato su una roccia: "Crede di essersi fatto male da qualche parte?". E il moribondo: "Ma che...sta scherzando?".

R.f.e. 28/06/09 11:43 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Pellicola davvero molto divertente (che purtroppo i troppi passaggi in tv non fanno altro che danneggiare, perché ormai l'hanno vista tutti e ben più di una volta) con interpreti spassosi e gustosi cammei (Jerry Lewis compare per pochi secondi) e un ritmo davvero strepitoso. Direi che la lunghezza è funzionale alla storia. E poi c'è la mia adorata Dorothy Provine, che non parla molto ma alla fine avvista l'enorme "W". Un classico della commedia statunitense.

Rambo90 8/04/10 01:27 - 6386 commenti

I gusti di Rambo90

Capolavoro del cinema comico americano, anche se un po' lungo, questo film riesce a innescare un ritmo che non lascia mai spazio alla noia, pieno zeppo di gag e disavventure vissute dai protagonisti a caccia del denaro. Grandissimo cast, da Spencer Tracy a Mickey Rooney, da Milton Berle a Phil Silvers (antipatico e divertente allo stesso tempo). Un film ancora oggi fresco e originale, che ha avuto vari epigoni mai alla sua altezza e che per me sarà sempre un capolavoro.

Galbo 9/04/10 17:21 - 11417 commenti

I gusti di Galbo

Un gruppo di star del presente (siamo nel 1963) e del passato in questa commedia che racconta di un'eterna caccia al tesoro (in palio una fortuna nascosta da un galeotto). Molto dinamico, il film alterna momenti davvero divertenti ad altri più fiacchi: l'eccessiva lunghezza e il suo limite ma un certo divertimento è assicurato. Buona la prova del veterano regista Kramer.

Saintgifts 29/02/12 20:18 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Lo vidi quando uscì e l'ho rivisto ora dopo 49 anni. Devo dire che ricordavo quasi tutto e non mi succede spesso di ricordare i particolari di un film dopo tanto tempo. Rivedendolo non sono restato impressionato come la prima volta, non come se rivedo un film di Totò (scusate l'accostamento), che conosco bene, ma che ancora mi diverte come la prima volta (e forse più), però l'ho ancora gustato, specie il personaggio del camionista forzuto che è meglio non far arrabbiare. I personaggi sono variegati, un buon campionario di americani anni '60.

Lupoprezzo 14/09/12 12:16 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Kramer aggiorna la rincorsa all'oro, in questo on the road spassoso, che vede coinvolti un mucchio di attori noti (c'è anche Jerry Lewis in un brevissimo e buffo cameo), impegnati in incredibili gag e sequenze a volte interminabili. L'apologo sull'avidità perde colpi sotto l'ala demenziale (mi chiedo cosa ne sarebbe venuto fuori negli anni 80) che sorvola l'intera pellicola. La durata è oceanica, dimostrando ancora una volta la prolissità cronica del regista. Spencer Tracy è un po' sprecato, ma è sempre un piacere vederlo recitare.

Pinhead80 15/09/12 17:06 - 3966 commenti

I gusti di Pinhead80

Commedia fracassona diretta bene dal fluviale Kramer. Il film è una sorta di caccia al tesoro on the road, dove i protagonisti danno tutti il meglio (o il peggio a seconda della prospettiva) di sè. Alcune trovate sono molto divertenti e capita di sorridere più di una volta. Il problema però è che Kramer finisce per scivolare nel suo peggior difetto, ovvero l'eccessiva durata delle sue opere. Il risultato è che due ore e mezza di film appaiono davvero troppe.

Zelig46 31/10/12 10:04 - 22 commenti

I gusti di Zelig46

L'unico film a rivaleggiare con Hellzapoppin' (esempio di cinema nonsense) è questo film in bilico tra on the road, commedia e slapstick, con attori a volte impacciati (Rooney) altre in stato di grazia (Ethel Merman/Signora Marcus e Milton Berle/Russel Finch). Hanno considerato questo film il più divertente della storia del cinema; senza arrivare a questo mi permetto di dire che lo si guarda sempre volentieri. 4 versioni: 154/174/182/192 minuti (la prima è l'europea). Grandioso il commento musicale (Ernest Gold), con meritata Nomination all'Oscar.
MEMORABILE: Nessuno riuscira a farmi volare! (detto dalla Signora Marcus un attimo prima di volare sul serio con la complicità di un camion pieno di mobili).

Lythops 8/01/15 08:00 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Commedia anni '60 che, a seconda dei momenti, dimostra o rende invisibili tutti gli anni che ha. Grande successo ai tempi, divertì tonnellate di bambini per l'immediatezza delle gag e dei personaggi, che oggi appaiono molto caricati. Resta un film da antologia per la partecipazione di molte star di allora (gustosissimo Jerry Lewis che in pochi secondi rende più che nei suoi film da un'ora e mezza). Fu invitato anche Stan Laurel, che dopo la morte dell'amico Hardy declinò. Nonostante qualche tempo morto e saltuarie retoriche, un film da vedere.

Capannelle 28/12/15 23:31 - 3730 commenti

I gusti di Capannelle

Che dire, con estremo rammarico? Che conviene concentrarsi sulla prima ora e sull'ultima mezzora, quelle in cui emergono di più i caratteri dei protagonisti rispetto agli sgangherati inseguimenti e alle traversie che si ripetono in modo stucchevole e troppo farsesco. I primi sono indovinati e si muovono con ritmo, le seconde danneggiano un film che andava mozzato senza pietà di certe parti dove bastavano rapidi accenni, senza dover descrivere tutto per filo e per segno. Buona anche la scena finale della gru.

Alex1988 9/03/19 19:24 - 657 commenti

I gusti di Alex1988

Poteva essere un ottimo film comico, se non fosse che, probabilmente, chi è alla ricerca di un prodotto di facile fruizione lo eviterà. Invece, grazie a una sapiente regia che alterna momenti di relativa lentezza ad altri molto più incalzanti (tutte le corse automobilistiche) e all'affiatato cast, le due ore e mezza di durata scorrono via che è un piacere. Un cult.
MEMORABILE: I vari camei.

Rocchiola 17/10/19 08:21 - 872 commenti

I gusti di Rocchiola

Scatenata commedia d’inseguimento che unisce la comicità slapstick del cinema muto a un sarcasmo più moderno che punta il dito contro l’avidità e l’egoismo che alberga in ogni essere umano. Ritmo e gag non sono sempre all’altezza delle aspettative, ma questa lunga caccia al tesoro è ancora in grado di divertire il pubblico odierno. E poi c’è uno splendido uso del cinemascope, l’unico formato che può contenere nella stessa inquadratura tutti i personaggi. Gli appassionati si divertiranno a scoprire i numerosi camei sparsi lungo il percorso.
MEMORABILE: Il guidatore dispettoso che schiaccia il cappello di Tracy; Il calcio al secchiello del morente Smiler; Sulla scala antincendio; La risata finale.

Michelino 22/09/20 14:57 - 24 commenti

I gusti di Michelino

Capolavoro che si lascia guardare e riguardare senza mai stancare. Sceneggiatura indovinata con ritmo serrato, niente tempi morti, trovate indimenticabili, risate a non finire. Le due ore e mezza non sono affatto eccessive perché scorrono senza noia e rendono più realistico lo svolgimento della vicenda nell'arco di una giornata. Avvincente la scelta del progressivo coinvolgimento di sempre più persone in questa particolare caccia al tesoro. Ben recitato da tutto il cast e camei di star dell'epoca. Il film acquista verve comica grazie alle disavventure di Sid Caesar e consorte.
MEMORABILE: Il cappello dalla finestra; Pike polverizza la stazione di servizio; Melville e Monica nel magazzino; Peter Falk tassista con accento siculo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Zelig46 • 29/10/12 22:11
    Galoppino - 94 interventi
    L'esecuzione originale fu eseguita per la traccia del film dalla Los Angeles Philharmonic Orchestra con 106 elementi diretti da Ernest Gold in persona, le Session Recording per il settore dei dischi, con nastri magnetici da 2", furono eseguite con la stessa orchestra ma ridotta a 65 elementi.
    Le registrazioni di allora sono servite anche per gli attuali CD (rimasterizzate a 24 bit).
    (Fonte diretta dal libretto della Edizione Deluxe del CD MGM/United Artist/Ryko.
    Esistono 2 versioni principali del disco (ma parecchie edizioni di etichette diverse), ma sostanzialmente differiscono per la presenza in una delle due, per dei dialoghi aggiuntivi (inutili(IMHO)).
  • Discussione Zelig46 • 2/11/12 23:39
    Galoppino - 94 interventi
    Un pò lunghetto ma divertente.....è pensare che avete visto solo la versiona più corta (155 min).
    In un mio viaggio a Parigi, credo da Virgin sugli Champs Elysèes negli anni 90, ho tenuto in mano i Laser disc con la versione introvabile di 182 Min, ma li lasciai sul posto perchè non erano in Italiano.
    Ancora oggi a distanza di 20 anni considero quel giorno Lutto Nazionale.
    Ma non è la versione più lunga, esiste anche una versione in VHS di 192 minuti....in preview vision i pochi fortunati se la viderò nella versione temporanea di 210 Minuti.....L'anello dei Nibelunghi forse dura meno e mi hanno detto che si portano i panierini con la merenda al seguito.
    Ultima modifica: 2/11/12 23:45 da Zelig46
  • Homevideo Zelig46 • 3/11/12 00:00
    Galoppino - 94 interventi
    Il procedimento del Cinerama è quello con 3 proiettori affiancati, e utilizzando questo metodo sono stati fatti solo due film e svariati documentari:

    1) "La conquista del West"
    2) "Avventure nella Fantasia" (il primo in assoluto a soggetto, ma di questo film non esistono più negativi originali, perchè andati a fuoco subitò dopo la prima, per la verità non fu il fuoco, ma l'acqua dei pompieri che combinò il maggior danno.

    3) svariati documentari antecedenti ai film, di cui "This Is Cinerama" è il primo uscito nell'autunno del 1954

    Tutti gli altri film che si fregiano del marchio Cinerama non usano lo stesso procedimento, compreso "Questo pazzo pazzo pazzo pazzo mondo", "Il grande sentiero", "La battaglia dei Giganti", girati in un "semplicissimo" 70mm Superpanavision (il marchio CINERAMA in questi casi è una semplice operazione commerciale).



    Nel corso del tempo hanno rispolverato il marchio per rinverdire "Ben Hur" "2001" "Khartoum" e una sfilza di grandi film che niente hanno a che vedere con il procedimento originale.


    I film che ho citato (a parte "Avventura nella Fantasia, mai arrivato in Italia con le tre pellicole) li ho visti tutti in prima visione e posso dire che tra i due procedimenti non c'è paragone che tenga.

    La Russia copiò con diversi anni di ritardo l'intero procedimento Chiamandolo "Kinopanorama"
    Ultima modifica: 5/11/12 20:57 da Zelig46
  • Homevideo Zender • 5/11/12 19:30
    Consigliere - 43600 interventi
    Ok, per fortuna parlando via mail poi tutto si risolve. Zelig, a questo punto guarda il post qui sopra e dimmi cosa c'è di sbagliato che lo sistemiamo come preferisci.
  • Homevideo Zelig46 • 5/11/12 21:03
    Galoppino - 94 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ok, per fortuna parlando via mail poi tutto si risolve. Zelig, a questo punto guarda il post qui sopra e dimmi cosa c'è di sbagliato che lo sistemiamo come preferisci.

    Ti Ringrazio per la disponibilità dimostrata.

    Ho già integrato la scheda con delle altre informazioni e corretto un mio errore.

    Tanks
  • Curiosità Buiomega71 • 31/12/15 10:19
    Pianificazione e progetti - 21999 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (domenica 9 marzo 1986) di Questo pazzo, pazzo, pazzo, pazzo mondo (trasmesso in due parti nella versione integrale):

  • Discussione Capannelle • 31/12/15 10:59
    Scrivano - 2506 interventi
    Buio l'immagine è così grossa che se ne vede solo un pezzo, forse non è impostata la larghezza?

    Film simpatico che poteva diventare un cult se tagliato a dovere.
  • Discussione Buiomega71 • 31/12/15 11:08
    Pianificazione e progetti - 21999 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Buio l'immagine è così grossa che se ne vede solo un pezzo, forse non è impostata la larghezza?

    Film simpatico che poteva diventare un cult se tagliato a dovere.


    Sì, Capa, ci pensa poi Zendy a sistemare il tutto e a portare il flanetto a dimensioni normali e leggibili
  • Homevideo Rocchiola • 17/10/19 08:25
    Call center Davinotti - 1142 interventi
    La recente ristampa in doppio DVD della A&R è la migliore edizione home-video di questo film pubblicata sul mercato italiano. Infatti presenta un video rimasterizzato in HD con immagini pulite e ben dettagliate sicuramente migliori della più vecchia edizione MGM. Probabilmente è stato usato il master dell'edizione in bluray americana approntata appunto dalla MGM che però ha una durata indicata di 159 minuti contro i 163 del DVD A&R,ma c'è anche un bluray della Criterion che però offre la versione estesa di 198 minuti. L'audio italiano 2.0 è chiaro e discretamente potente. Per una volta la A&R ha fatto le cose in grande con un intero disco di extra ed una copertina degna di questo nome decisamente più bella di quella del DVD MGM.
    Ultima modifica: 17/10/19 08:36 da Rocchiola
  • Homevideo Rocchiola • 17/10/19 08:34
    Call center Davinotti - 1142 interventi
    Un piccolo riassunto sulla durata di questo film che varia parecchio da un'edizione all'altra. Il BD americano della Criterion offre la versione di 198 minuti che credo sia la più lunga disponibile in home-video, in quanto la versione di 210 minuti vista nelle anteprime cinematografiche dell'epoca non è mai stata recuperata per l'uso casalingo. Esiste poi una versione cinematografica di 175 minuti che però non credo sia mai stata edita in home-video. Proseguendo in ordine decrescente tocca al DVD della A&R che utilizza una versione da 163 minuti, contro i 159 del BD MGM che in versione DVD si riducono a 154 per la diversa velocità di riproduzione dei due supporti.
    Ultima modifica: 17/10/19 09:04 da Zender