Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/01/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 11/01/08 05:59 - 11694 commenti

I gusti di Galbo

Un agricoltore dell' Iowa, dopo avere sentito una misteriosa voce, si indebita (osteggiato da tutti) per costruire sulla sua terra un campo di baseball sul quale assisterà ad eventi straordinari. Film poetico, è una moderna favola che ha come tema principale la nostalgia e la realizzazione dei sogni, a dispetto di tutto. La sceneggiatura mescola abilmente temi sportivi a quelli sentimentali ma riesce a non essere mai stucchevole o sdolcinata mandenendo un alone fantastico che ne fa un film molto godibile. Bella interpretazione di Costner.

Pigro 1/10/08 09:08 - 8513 commenti

I gusti di Pigro

Una voce chiede a un agricoltore di costruire un campo di baseball nelle sue terre coltivate, e lui obbedisce. La storia è bellissima e ricca di sensi: il bisogno di coltivare la memoria va a braccetto con la necessità di nutrire l'uomo di sogni e utopie, ecc. Una vera miniera di poesia e morale. Peccato che il regista non sia altrettanto visionario del suo protagonista, e che il pasticcio dell'americanata si riaffacci quasi ogni minuto.

Rigoletto 8/11/14 21:39 - 1663 commenti

I gusti di Rigoletto

Film che ha in sé quella punta di ingenuità che lo rende un prodotto abbondantemente superiore alla media. Va lento ma accelera sempre più fino alla stretta conclusiva e quando hai finito di vederlo ti rimane dentro qualcosa di speciale. Costner se la cava bene ma quello grandioso è James Earl Jones, lui sì veramente in grado di polarizzare l'attenzione. A loro va aggiunto un Burt Lancaster che, sebbene appaia pochissimo, incede come un monarca, sapendo che non saranno i minuti in scena a decretare i migliori in campo. Da vedere.

Lou 20/08/16 01:11 - 1046 commenti

I gusti di Lou

Il mito del sogno americano declinato in stile fantastico, con qualche buona trovata ma eccessivamente enfatico. Una favola ambientata nel mondo del baseball, dove Costner segue una voce interiore che lo spinge a inseguire il suo sogno (la realizzazione di un campo di baseball in cui far giocare i campioni del passato), a dispetto di tutto e di tutti, per riscattare il fallimento del padre. Le soluzioni adottate per recuperare i miti del passato ricordano a tratti Ritorno al futuro. Confuso e melenso.

Rambo90 26/02/16 23:45 - 6857 commenti

I gusti di Rambo90

Commedia fantastica quasi poetica nel suo messaggio e incantevole nello svolgerrsi di una trama all'apparenza inspiegabile ma che mano mano comincia a mettere bene a posto tutti i suoi pezzi. Ritmo veloce, tante belle sorprese e anche un finale molto commovente ma senza essere eccessivamente melenso. Ottimo Costner nel ruolo del sognatore protagonista, ma non da meno tutti gli altri, con i vecchi Jones e Lancaster davvero formidabili. Buone musiche e regia notevole.

Hackett 9/01/20 18:45 - 1807 commenti

I gusti di Hackett

Un Kevin Costner ancora non ultra-divo dà vita al protagonista di una storia di amore padre-figlio incompiuta, condita di sport e molto spirito americano. Buone sia la regia che la fotografia, che indugia nei colori e nei grandi spazi della campagna statunitense. La storia è ben scritta, dolce ma non sdolcinata e probabilmente solo il volto sognante del giovane Kevin avrebbe saputo rendere il personaggio di Ray Kinsella. Uomo pronto a giocarsi tutto per un sogno.

Paulaster 26/08/20 09:40 - 3302 commenti

I gusti di Paulaster

Agricoltore costruisce un campo da baseball sacrificando il raccolto. Storia favolistica che incarna lo spirito americano fatto di nostalgia, baseball e libertà anni 60. Sebbene la retorica sia sempre dietro l'angolo e la chiusura zuccherosa, avvince nella bella storia di conciliazione e di rifiuto economico. Costner riesce ad essere convincente nella sua ricerca personale; nota per il carisma di Lancaster, una spanna sopra tutti. Regia che non fa grandi sforzi e che utilizza bene le inquadrature dall'alto.
MEMORABILE: Il gruppetto che esce dal granoturco; Lancaster che passa da giocatore a dottore; La coda di macchine.

Daniela 14/05/21 22:10 - 10749 commenti

I gusti di Daniela

Seguendo una voce nella sua testa, un fattore dello Iowa costruisce un campo da baseball nel suo campo, anche a costo di indebitarsi fino a collo, mettere a rischio il matrimonio e passare per matto... Storia di un sognatore nella terra che del "sogno americano" ha fatto la sua bandiera, incentrato sullo sport nazionale più amato ed anche frequentato dal cinema a stelle e strisce: inevitabile mettere in conto una dose massiccia di retorica ma il film non è privo di pregi, a partire dalla prestazione sentita di Costner, e riserva anche qualche momento di commozione. 

Josephtura 8/09/21 12:10 - 183 commenti

I gusti di Josephtura

Somewhere over the rainbows where dreams come true? Nell'Iowa c'è un mago di Oz come nel Kansas? Un film che probabilmente ha in un contagioso e onesto entusiasmo la sua parte migliore. La parte migliore è probabilmente quella con un mai domo Burt Lancaster in una delle sue ultime interpretazioni. La trama racconta di come i figli si allontanino dai loro genitori, per poi scoprire tardivamente quanto si finisca per assomigliarsi e rimpiangersi in un'America che allo stesso modo perde sè stessa alla continua ricerca del benessere finanziario.
MEMORABILE: Archibald (moonlight) Graham, in tutte le età; Il rconoscimento del padre; La fine: ..."no è il tuo! (dolore)".

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.