Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street - Film (2007)

Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Sweeney Todd: The Demon Barber of Fleet Street
Anno: 2007
Genere: musicale (colore)
Regia: Tim Burton
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Non si può che soggiacere estasiati di fronte alla magnificenza delle scenografie di Dante Ferretti (Oscar sacrosanto) fotografate in modo superbo e capaci di generare immagini che rasentano l'opera d'arte. Visivamente Tim Burton realizza forse il suo capolavoro e la coppia Depp-Bonham Carter ci sguazza a meraviglia. Il fascino del film però si esaurisce a livello video, perché per quanto riguarda invece il versante “audio”, musiche e soprattutto canzoni (non dimentichiamo che di musical si tratta) sono lontanissime dalle vette toccate con NIGHTMARE BEFORE CHRISTMAS: monocordi, piatte, molto...Leggi tutto spesso si tratta di dialoghi solo vagamente musicati. Dispiace dover pensare che se il film non fosse stato un musical ci saremmo trovati di fronte a un autentico gioiello: il rosso vivo del sangue che sprizza dalle gole caratterizza in senso splatter una pellicola ricca di sorprese e scene dirette in modo egregio. C'è di che rifarsi gli occhi, insomma. Poi il soggetto, si sa, è quel che è, l'ennesima riproposizione del noto barbiere londinese che farcisce i dolcetti con la carne delle sue vittime (con ovvia metafora annessa). Non migliorano la situazione la vicenda della bella ragazzina e del suo spasimante né l’entrata in scena del bravo Sacha Baron Cohen, che pure nella sua parodia dell'italiano (si chiama Alfonso Pirelli) aveva belle frecce al suo arco. Decisamente meglio la seconda parte: più sangue, più delirio, molte meno canzoni!

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/02/08 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 4/09/08
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 23/02/08 09:59 - 5241 commenti

I gusti di Puppigallo

Il buon Burton dà soddisfazione, seppur non raggiungendo le precedenti vette poetico-dark. Ma il risultato resta notevole. Depp è veramente bravo e convincente nella sua nemmeno tanto lucida follia. Ma un plauso va anche alla sua spalla (la donna che prepara pasticci di carne) in un ruolo comunque non facile, gestito decisamente bene. Colpisce Londra fotografata come un covo di sporcizia e pochezza umana. Gustosamente splatter.
MEMORABILE: Il barbiere Pirelli (Sacha Baron Cohen), inventore della lozione che fa crescere i capelli e che, per il protagonista, "Puzza di piscio". Le rasoiate.

Galbo 4/03/08 05:44 - 12369 commenti

I gusti di Galbo

Bel film di Tim Burton che sfrutta al meglio le potenzialità offerte dalla favola horror in forma di musical scritta da Sondheim. L'abilità del regista è quella di mescolare i generi (il musical appunto, ma anche l'ironia, la farsa, il grottesco e il film sentimentale) in modo estremamente equilibrato grazie all'apporto di prim'ordine delle belle scenografie di Ferretti, delle musiche, dell'ottima fotografia e di attori convincenti: sia Depp che la Carter ma anche Rickman e Cohen offrono buone prove.

MAOraNza 10/03/08 13:02 - 242 commenti

I gusti di MAOraNza

La premiata ditta Depp-Burton-Bonham Carter torna alla stragrande con una pellicola drammatica a metà tra il musical e la commedia nera (tinteggiata di rosso rubino). Costumi e scenografie sfoggiano il solito decadentistico sfarzo gotico-vittoriano che oramai è quasi un marchio di fabbrica di Burton (le scenografie allestite da Dante Ferretti e la moglie Francesca Lo Schiavo vincono, giustamente, l'Oscar). Sangue a volontà, attori meravigliosi: oltre ai due protagonisti, Baron Cohen e Rickman sono bravissimi. Grande prova corale. Da vedere.

Il Gobbo 12/03/08 22:44 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Riuscitissima favola macabra di Burton, girata con maestria, messa in scena superbamente, con una splendida prova del cast: se Depp sta nei film del mattacchione Tim come un topo nel formaggio, la Bonham carter offre una delle sue migliori interpretazioni, e anche i lussuosi comprimari sono all'altezza. Appropriate le musiche e i versi di Stephen Sondheim. Per i cultori del nero e del bizzarro, uno spasso, e il ritorno di Burton su standard che non toccava dai tempi di Sleepy Hollow

Supervigno 12/03/08 22:51 - 229 commenti

I gusti di Supervigno

Sontuoso musical in salsa dark. Per gli amanti dell'estetica gotica, come la sottoscritta, Depp e la Bonham Carter sono una vera delizia per gli occhi. Gole tagliate, occhi bistrati, sangue che cola, fango, povertà e sporcizia, topi e malvagità ci accompagnano nella storia di una vita spezzata e delle distruttive conseguenze di un odio covato troppo a lungo. Bellissime le scene in cui i personaggi sembrano fermarsi in posa, come in un quadro, per lasciare allo spettatore il tempo di assaporarne la tragica e funerea grazia. Da gustare.

Enrikoses 24/03/08 11:38 - 39 commenti

I gusti di Enrikoses

Tragica favola nera del sempreverde TIm Burton. Un Johnny Depp stile Edward mani di forbice, ma cattivissimo e vendicativo, sostenuto dalla ottima dark signora Burton e dal fascinoso Alan Rickman (lo ricordiamo come lo sceriffo di Nottingham in Robin Hood ed altre parti da cattivo). Musiche ottime e scenografie gotiche riuscite. Può anche non piacere il musical ma chi ama Burton e il suo pupillo Depp lo troverà gustoso.

Capannelle 26/03/08 08:46 - 4389 commenti

I gusti di Capannelle

Film bello, detto da uno che non impazzisce per i musical. Fotografia, scenografie e caratteri sono notevoli, con il giusto tocco di ironia e grottesco. La musica è anche bella ma tanta, tanta... Ogni volta che il pathos aumenta ecco che parte un duetto. Beh, non si può avere tutto. Depp e la Bonham Carter offrono un'ottima prova, così come gli altri caratteri minori.

Flazich 15/06/08 11:17 - 667 commenti

I gusti di Flazich

L'opera, perché è di questo che si tratta, di Burton aggiunge un nuovo ed innovativo tassello al tema della "vendetta". La scelta antitetica di un musical stride infatti con l'efferatezza del film ma non per questo stona. Tutto è magnificamente orchestrato a partire dai titoli di testa che anticipano gli elementi cardine del racconto. La desaturazione della pellicola non dà scampo a una società malata, corrotta che trova piacere nell'antropofagia sottolineando come provi piacere a mangiare se stessa. Solo il rosso che tutto inonda sopravvive.

Renato 8/07/08 03:25 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Tim Burton ha raggiunto la maniera ormai da parecchi film e tant'è... C'è comunque del buono in questo suo strano musical. Certo non le musiche, ben poco orecchiabili (e non è un difetto da poco). Ma la storia, dopo un inizio faticoso, cresce con gradualità e diventa via via più interessante. Ottimo il personaggio di Sacha Baron Cohen, che forse esce di scena anche troppo presto. Probabilmente qualche virtuosismo con la macchina da presa si poteva evitare, ma conosciamo Burton e gli concediamo volentieri qualche vezzo stilistico dei suoi.
MEMORABILE: Il finto accento italiano di Sacha Baron Cohen strappa l'applauso... almeno per chi si è visto il film in inglese.

Scarlett 13/07/08 23:19 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Coraggiosa prova di Burton, benchè sia rinomata la scarsa godibilità del musical (a mio parere, ritenendomi tra i profani che non lo amano) per quella noiosa verve in stile disneyano che mette in musica la maggior parte dei dialoghi quando potrebbero essere esaltati da una prosa migliore. Sweeney Todd l'ho guardato mio malgrado e, nonostante la premessa, ammetto di averlo seguito senza battere ciglio trovandolo alla fine anche molto buono. Ho detto tutto.

Tim Burton HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Pee-Wee's big adventureSpazio vuotoLocandina Beetlejuice - Spiritello porcelloSpazio vuotoLocandina BatmanSpazio vuotoLocandina Edward mani di forbice

Sunchaser 2/08/08 14:53 - 127 commenti

I gusti di Sunchaser

Dall'omonimo musical di Stephen Sondheim, vero e proprio cult di Broadway, Tim Burton ha tratto il suo film più violento, livido, cupo e senza speranza. La fotografia, quasi monocromatica, domina il film ed i colori sgargianti cui il regista ci ha abituato corrispondono a due sequenze oniriche (una è un ricordo, l'altra è un sogno). Burton conferma la sua capacità di cambiare parzialmente registro pur rimanendo sempre fedele a se stesso. Attori perfetti e canzoni da antologia. Bello, Bellissimo.
MEMORABILE: Ora il mio braccio è di nuovo armato!

Undying 12/08/08 11:18 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Tra mito, realtà e fantasia riprende corpo la tragica storia del barbiere vendicativo, agile col rasoio e complice della particolare cuoca di nome Lovett. Ispirato dalla leggenda (ambientata in una sporca, tetra e lugubre Londra del XIX Secolo), da una pièce teatrale e da alcune precedenti trasposizioni cinematografiche (le prime sono datate 1926, 1928 e 1936) Burton dirige un musical che si avvale di interpreti in stato di grazia, scopertisi pure buoni cantanti. A parte il cattivo gusto xenofobo (l'italiano Pirelli simboleggia la Nazione nostra tutta) il film gode di una scenografia da Oscar.

Elsup 22/09/08 00:27 - 140 commenti

I gusti di Elsup

Tim Burton realizza un buon musical, con ambientazioni molto tetre e sangue ad ettolitri. La storia non originale (è tratta da un famoso musical) regge bene, gli attori sono bravi sia nella recitazione che nel canto. Come sempre il personaggio principale viene curato in maniera maniacale in ogni sua più piccola sfaccettatura.
MEMORABILE: Mai dimenticare. Mai perdonare.

Supercruel 3/10/08 17:02 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Non mi ha convinto molto. La confezione è ottima, ma non è un grossa novità nelle produzioni del talentuoso Tim Burton. Piuttosto quel che non cattura è la vincenda, troppo poco incisiva, soprattutto nella prima parte e nell'intreccio amoroso. Le canzoni, inoltre, si dimenticano piuttosto in fretta. Ormai Burton sembra intrappolato in una maniera stucchevole. Troppo poco coraggio nelle sue ultime produzioni e la brodaglia gotica inizia a stufare. Questo "Sweeney Todd" fa il paio con quell'altra mezza ciofeca de La Sposa Cadavere. Due pallini.

Ishiwara 28/08/11 16:49 - 214 commenti

I gusti di Ishiwara

Pur non adorando il musical (per usare un eufemismo) direi che le parti cantate che di solito sanno troppo di artificiale qui ben si adattano all'atmosfera del film. Una sorta di favola cupa, che richiama un po' La sposa cadavere (visti anche i due protagonisti) e ricorda vagamente Nightmare before Christmas. La fotografia e gli effetti digitali sono appropriati, così come gli interpreti che se la cavano egregiamente anche col canto. Ben riuscito il personaggio di Pirelli, anche se purtroppo il doppiaggio l'ha un po' banalizzato. Perfetto Depp.
MEMORABILE: "Finalmente il mio braccio è nuovamente intero!"; la gara di rasatura; la poltrona modificata.

Brainiac 3/07/09 18:18 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Se il sangue deve scorrere, che scorra in maniera brutale. Se l'horror deve esserci che sia disturbato, malsano, satanico ma soprattutto mai e poi mai intercalato con leziose canzoni e tocchi di comicità da operetta. Non so perché l'ho guardato; pur amando Burton (tranne Big fish) già dal trailer sapevo che non poteva essere un film per me; riassume infatti tutto ciò che non mi piace vedere al cinema: i film in costume (con costumi barocchi), i film in cui si canta e non si parla e la Bohnam Carter (per un'opinabile e personalissima antipatia). Errore mio.

Rebis 2/07/09 11:25 - 2324 commenti

I gusti di Rebis

Burton, ormai stilisticamente maturo e compiuto, affronta la storia più dickensiana e socialmente impegnata della sua carriera. La classe alta che si mette al servizio del proletariato (nutrendolo...) e la vendetta, che s'acceca trasfigurandosi in furia omicida incapace ormai di riconoscere coloro che vorrebbe riscattare, sono uno spaccato d'oggi affabulato con spettri melò, addensamenti gotici e lacerazioni orrifiche. Maestoso, corpulento lavoro di cromatismi che traduce il gore in boccioli di catartica bellezza. Musicalmente non eccelso, ha invece ottimi interpreti (segnatamente la Carter).

Enricottta 7/09/09 20:09 - 506 commenti

I gusti di Enricottta

Burton si avventura nel terreno minato del musical d'autore. Risultato: ottimo. La stesura del "libretto" affidata a Sondheim si dipana attraverso un canovaccio fatto per metà di visioni (Dante Ferretti) e per metà di suggestioni. La regia ora svolazza leggiadra, ora incide profondi solchi nella tragicomica storia, senza mai dare un preciso punto di riferimento, tanto che gli attori, a dispetto del loro grande talento, recitano il ruolo di comprimari, sotto la schiacciante bravura di Burton.

Pigro 28/03/10 08:25 - 9608 commenti

I gusti di Pigro

Quello del protagonista è un dolore senza più lacrime, sostituite dal sangue che versa copioso in una vendetta talmente cieca da colpire, prima dei veri colpevoli della distruzione della sua famiglia, tanti innocenti. Un dolore talmente cosmico da illividire ogni angolo della città (gioiosamente antropofaga) e ogni personaggio, al punto che dell'amore degli unici due "puri" il film si "scorderà" di mostrarci il lieto fine. Bellissimo musical in esemplare equilibrio di dialoghi e canzoni, interpretato da uno strepitoso Depp.

Belfagor 22/03/10 11:29 - 2686 commenti

I gusti di Belfagor

Quando Burton si trova nel suo elemento, il risultato è meraviglioso: ecco la cupa Londra ottocentesca, perfetta per ambientarvi una storia di vendetta e omicidio con i suoi protagonisti brutti, sporchi e cattivi. Il celebre musical di Sondheim viene portato sullo schermo con maestria, grazie ad un cast perfettamente in parte e ad un uso magistrale della fotografia. Buon equilibrio fra i brani e i dialoghi. C'è spazio anche per una riflessione sul concetto di "homo homini lupus". Imperdibile per i fan di Burton.
MEMORABILE: Todd e Mrs. Lovett che esaminano i potenziali "clienti" mentre cantano "A Little Priest".

Alan Rickman HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Trappola di cristalloSpazio vuotoLocandina Un detective... particolareSpazio vuotoLocandina DogmaSpazio vuotoLocandina Galaxy Quest

Onion1973 26/03/10 22:29 - 163 commenti

I gusti di Onion1973

Un innocuo barbiere di Londra ha rovinata vita e famiglia da un vizioso magistrato che usa la legge a proprio capriccio. Cercherà vendetta. Per raccontare la sua favola più nera Burton usa la narrazione musicale, mostrandoci una Londra "colma di merda" in pieno sviluppo industriale-capitalistico, regno di meschinità e ingiustizia. Allora Edward Mani di Forbice si fa Monsieur Verdoux, un po' vittima un po' carnefice, in bilico tra una furia rivoluzionaria polpotiana e un'autodistruttiva misantropia. Ottime tutte le interpretazioni. Realmente sanguinario.
MEMORABILE: Tutte le rasoiate e la canzone iniziale "No place like London"... "There’s a hole in the world, Like a great black pit..."

Satyricon 24/08/10 22:25 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

dopo molta riluttanza ho visto questo film. Odio i musical. Nonostante le inutili cantate Burton da una grande prova di horror cruento e viscerale, messo in evidenza con una magistrale desaturazione dei colori che evidenziano ancor più il copioso sangue in alcune scene, il gioco di contrasti rende ancora più fetida e sporca l'ambientazione. La coppia Depp/Bohnam Carter è fantastica, ma Depp da il meglio di sè in credibile crudeltà e follia omicida.

Enzus79 29/08/10 15:51 - 2849 commenti

I gusti di Enzus79

Questo film non è pessimo, ma l'ho trovato sotto i livelli standard di Tim Burton. Le belle musiche (anche i testi), le ottime scenografie e la buona interpretazione del cast non ne possono fare un capolavoro, ma un musical come un altro. Il "vecchio" Tim Burton era di un altro pianeta...

Vstringer 19/09/10 13:28 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Il Burton degli anni '80 e '90 non tornerà più: i film un po' leccati che ha girato nell'ultimo decennio rimangono di alto livello e questo non fa eccezione. Non che il vecchio Tim sappia padroneggiare un musical intero (in quel senso funziona solo a tratti), ma le atmosfere sono rese perfettamente, merito anche di un impianto scenico curatissimo e di una buona fotografia. Inoltre si recupera un po' di provvidenziale crudezza. Depp si conferma maschera burtoniana per eccellenza, ma la Bonham Carter svetta sopra tutto il cast.

Daniela 20/09/10 14:44 - 12579 commenti

I gusti di Daniela

Animazione a parte, il migliore fra gli ultimi film del regista, liberamente ispirato ad un fatto di cronaca già portato sugli schermi e sul palcoscenico. Tre sono i punti di forza di questo musical atipico e cupissimo, appena illuminato da spruzzi di umorismo sulfureo: una fotografia livida e putrescente, scenografie di eccezionale suggestione che trasformano Londra nell'anticamera dell'inferno e un cast in stato di grazia, inaspettatamente ben dotato dal punto di vista vocale, capeggiato da Depp, forse mai così bello e disperato.
MEMORABILE: La gara fra parrucchieri, il balletto che si conclude fra le fiamme, la "pietà" sacrilega nel finale

Didda23 22/03/11 14:34 - 2419 commenti

I gusti di Didda23

Direi film molto più formale che sostanziale; infatti balzano agli occhi le scenografie mozzafiato di Ferretti e Lo Schiavo, la fotografia di Wolski è a dir poco incantevole e la regia di Burton si dimostra sempre più egregia. In sostanza però il film l'ho trovato un po' piatto (le musiche non mi hanno molto enstusiasmato). Ottime le prove di Depp e Carter, buono anche il resto del cast. Forse più da vedere che da sentire; purtroppo trattasi di film musicale...

Saintgifts 1/06/11 00:55 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Non è il mio genere di film, ma capisco anche che forse solo così si poteva girare. Se la vista del sangue ti inorridisce, già a metà film non ci fai più caso, anzi si aspetta di vedere come saranno le nuove rasoiate. Tutto l'impianto è perfetto e l'atmosfera creata è quella giusta, tant'è che si rimane meravigliati di fronte ad un paio di scene idilliache (i picnic). Pur essendo un musical mi sembra che le canzoni eccedano. Ottimi gli interpreti, Alan Rickman nell'ennesima parte di cattivo e la Carter ricorda il Frankenstein di Mary Shelley.

Ryo 17/08/11 02:26 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Niente da ridire sul comparto scenografico e costumistico, ma purtroppo il ritmo è eccessivamente lento e le canzoni soporifere, seppur va riconosciuto il merito canoro degli attori. Alla fine le scene migliori rimangono quelle splatter. La storia e soprattutto il finale sono anche molto interessanti, ma la resa in stile musical non mi ha catturato.

Ziovania 30/12/13 11:55 - 337 commenti

I gusti di Ziovania

Il musical applicato al delitto è evento inusuale e la drammaticità della vicenda si concretizza in una colonna sonora cupa che raramente offre quelle aperture in grado di stemperare la tensione. Il canto degli attori non è mai a pieni polmoni ma sofferto, introspettivo e il romance dei due ragazzi sembra solo un diversivo della maniacale ossessione del protagonista (un ottimo Depp) supportato da una strepitosa complice (la Carter). Ne ricavo la lezione che “il sonno della ragione genera mostri”.

Rufus68 15/10/17 17:41 - 3808 commenti

I gusti di Rufus68

Burton possedeva, più che uno stile, una sensibilità. Tale sensibilità è, purtroppo, evaporata condensandosi in una maniera insopportabile e profondamente vacua. Non inganni la confezione leccata, i costumi, il ricercato lividore di una Londra infernale: è tutta fuffa preparata a tavolino da chi vuole replicare sé stesso all'infinito. Di una bruttezza molto trendy, inutile e pacchiana. Resistibili le cantatine.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina à nata una stellaSpazio vuotoLocandina AC/DC Live at DoningtonSpazio vuotoLocandina I told you I was trouble - Amy Winehouse Live in londonSpazio vuotoLocandina The decline of western civilization part II: The metal years

Von Leppe 7/07/18 19:08 - 1249 commenti

I gusti di Von Leppe

Il romanzo aveva una trama quasi da giallo e il barbiere e la signora Lovett erano due loschi figuri esclusivamente dediti ai loro affari criminali. In questo adattamento musicale, invece, i due vengono provvisti di sentimenti e in particolare Sweeney Todd di un passato tragico. Unire splatter e musical non è certo consueto nel cinema, Burton ci riesce fra alti e bassi. Ottimi gli attori, tra cui un Johnny Depp con la frezza bianca e dall'aspetto tenebroso riuscito.

Rambo90 11/08/18 16:39 - 7635 commenti

I gusti di Rambo90

Un Tim Burton ispiratissimo racconta una fiaba nera che colpisce dritto al cuore (e allo stomaco) dello spettatore. La messa in scena è perfetta, con la sua fotografia dai toni cupi e scenografie curatissime che aiutano non poco a descrivere una Londra inquietante e oscura. Depp in gran forma, Carter perfetta e Rickman villain sempre di peso. Musiche non particolarmente vistose ma che anzi accompagnano e portano avanti la trama senza interromperla con balli o coreografie inutili. Da non perdere.

Minitina80 15/03/19 22:39 - 2970 commenti

I gusti di Minitina80

Sorprende la quantità di sangue che sgorga dalle gole, quasi a livello di uno splatter. Stesso dicasi per il pessimismo pervadente e un divenire sempre più nero fino a negare qualsiasi bagliore di positività. Si può definire una tragedia in musica, anche se l’aspetto puramente canoro non evidenzia una ricerca stilistica di alcun tipo. Le voci, infatti, sono degli stessi attori, i quali non posseggono doti canore eccelse e i brani non sono granché. Paradossalmente, proprio sotto questo aspetto brilla meno, condizionando in parte la riuscita.

Alex1988 10/12/19 12:43 - 728 commenti

I gusti di Alex1988

Veramente "diabolico" il barbiere di Fleet Street visto dagli occhi geniali di Tim Burton e coadiuvato dal suo attore feticcio Johnny Depp, il cui trucco estetico non può non rimandare all'Edward mani di forbice che fu. La leggera pecca del film è forse rappresentata dai troppi interventi musicali degli interpreti, che smorzano alcuni momenti rappresentativi della storia. Per il resto Tim Burton è sempre lui. Consigliato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Zender • 24/02/08 13:09
    Capo scrivano - 47635 interventi
    Candidature agli Oscar 2008:
    Miglior attore (Johnny Depp)
    Miglior scenografia
    Migliori costumi
  • Curiosità Cotola • 25/02/08 03:21
    Consigliere avanzato - 3837 interventi
    Il maestro ce l'ha fatta!
    Dopo l'oscar per "The Aviator" Dante Ferretti e la moglie Francesca Lo Schivo portano a casa il secondo oscar della loro carriera.

    Penso resterà il solo riconoscimento al film.
  • Homevideo Undying • 27/04/08 00:35
    Risorse umane - 7574 interventi
    L'edizione DVD per la vendita sarà distribuita dalla Warner Home Video opzionabile a disco singolo o doppio.
    Il rilascio è annunciato per il 17 giugno.

    Si profila una edizione perfetta sul piano del riversamento, anche se tra gli extra (edizione a doppio disco) sono annunciati, per ora, alcuni contenuti molto vaghi:

    - Galleria fotografica
    - Inserti speciali
    - Dietro le quinte
    - Special
  • Homevideo Zender • 17/06/08 11:27
    Capo scrivano - 47635 interventi
    Per il dvd in uscita domani 18 giugno 2008 per la Warner preciso un po' i vaghi contenuti nnunciati tempo fa dal buon Undying:
    Audio: Ita.5.1
    Video: 16:9/1.85:1
    Extra: Burton, Depp, Carter = Todd + Sweeney Todd è vivo, la vera storia del diabolico barbiere + Pandemonio musicale, la versione di Sondheim + La londra di Sweeney + Disegni per un diabolico barbiere + Grand Guignol, una tradizione teatrale + Un affare di sangue + A suon di Lama + Galleria fotografica

    (Fonte: tempio del Video)
  • Homevideo Undying • 7/07/08 21:23
    Risorse umane - 7574 interventi
    L'edizione ricolma di EXTRA, puntualizzata da Zender è quella a DOPPIO DISCO (sui 21 €).

    Circola però anche la versione "singolo DVD" ad un prezzo lievemente minore (sui 16 €) tutto a discapito dei contenuti speciali.
  • Discussione Cotola • 19/09/22 23:16
    Consigliere avanzato - 3837 interventi
    Possiamo considerarlo una versione del film del 1936 ? 
  • Discussione Buiomega71 • 20/09/22 07:36
    Consigliere - 25856 interventi
    Cotola ebbe a dire:
    Possiamo considerarlo una versione del film del 1936 ? 

    Ci sarebbe anche quella di John Schlesinger del 1997
  • Discussione Zender • 20/09/22 08:02
    Capo scrivano - 47635 interventi
    Bisognerebbe capire con certezza cosa c'è in origine però. Un musical? Un libro? Di chi? Di che anno? Perché il primo mi pare addirittura del 1926:

    https://www.imdb.com/title/tt0408236/movieconnections/?ref_=tt_trv_cnn