LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/05/14 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 26/05/14 00:04 - 8347 commenti

I gusti di Cotola

Ovviamente bello: non solo per la grande qualità del romanzo di partenza e per il colpo di scena finale che è ormai un classico del genere, ma anche per l'ottima confezione (in linea con quella delle ultime stagioni) che qui si avvale anche di una notevole fotografia (specie se si pensa che è un prodotto per la tv) che fa ampio uso di filtri. Molto buone anche le prove attoriali del cast. Da vedere in ogni caso: se però non conoscete la soluzione del mistero, vi divertirete di più e vi godrete un gran finale con un colpo di scena notevole.
MEMORABILE: Nel finale: la reazione di Poirot dopo aver comunicato alla polizia la soluzione dell'enigma.

Dusso 8/10/14 12:14 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Forse il mio giudizio è compromesso dal fatto che conosco ampiamente trama e finale; come al solito la riduzione dei film con Suchet è di 90 minuti, un po' pochi per un bel romanzo come questo. Fatto sta che la vicenda procede via filata (forse troppo) senza le gustose sfumature del film del 74. Buonissima confezione e commovente il finale.

Ultimo 10/11/14 17:20 - 1539 commenti

I gusti di Ultimo

Episodio ben costruito, tratto come sempre da un ottimo romanzo di Agatha Christie. Suchet, ormai Poirot da oltre 20 anni, funziona alla grande e non ha certo bisogno di presentazioni. Qui è aiutato dalla trama, che, insieme a Poirot sul Nilo costituisce il punto più alto della scrittrice inglese. Se non conoscete già il finale rimarrete a bocca aperta...

Belfagor 7/03/15 15:59 - 2655 commenti

I gusti di Belfagor

Uno degli episodi migliori della serie, con una confezione davvero pregevole: la fotografia, dal livello pressoché cinematografico, gioca abilmente con luci e ombre per creare la giusta tensione. L'adattamento è molto più oscuro e tormentato rispetto al film del '74, ma la narrazione non ne risente. La durata permette di sviluppare a dovere la psicologia dei vari passeggeri e la soluzione del mistero, per quanto nota ai fan della Christie, colpisce positivamente.

Daniela 6/03/16 14:39 - 11529 commenti

I gusti di Daniela

Sull'Orient Express, Poirot deve scoprire il colpevole di un delitto prima che il convoglio, bloccato dalla neve, riprenda il viaggio ed arrivi in stazione. Dal più bello fra i romanzi di AC, uno degli episodi migliori di questa longeva serie. Col passare delle stagioni, il Poirot dell'impeccabile Suchet ha acquistato uno spessore umano maggiore, venato dalla consapevolezza della solitudine a cui lo condanna la sua stessa intelligenza. Qui, circondato da un cast di rilievo, riesce a rendere la visione appassionante anche a chi conosce bene la trama, già oggetto di una celebre trasposizione.
MEMORABILE: La sequenza finale, con Poirot che si allonta camminando nella neve stringendo il rosario in un mano

Galbo 9/03/16 19:13 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Tra i migliori romanzi della Christie, Assassinio sull'Orient Express ha già goduto di un'ottima riduzione cinematografica diretta dal grande Lumet. Sebbene di livello inferiore, questa versione televisiva non sfigura, anche perché può contare su impeccabili intepretazioni, non solo del bravissimo Suchet (che interpreta un Poirot più malinconconico del solito), ma anche degli altri attori come Jones e Bonneville. Ottimi anche l'ambientazione e la fotografia.

Von Leppe 27/03/16 23:41 - 1145 commenti

I gusti di Von Leppe

Non all'altezza della trasposizione del 1974, soprattutto per per via di un cast meno adatto (tranne David Suchet) e per le scenografie; malgrado ciò il film ha i suoi punti di forza: Poirot risulta più tormentato e indignato per la verità che viene a galla dalle indagini e c'è molta atmosfera durante la spiegazione finale, in un vagone buio mentre fuori fischia la bufera. Ben resa è la sensazione di freddo.

Pigro 26/03/20 10:39 - 8796 commenti

I gusti di Pigro

Ottima trasposizione del capolavoro di Agatha Christie: già di per sé il plot giallo dell’omicidio sul treno è formidabile e reggerebbe a qualsiasi versione anche dozzinale. Ma qui l’impegno è di alto livello, con un buon ritmo, una suggestiva ambientazione, regia e sceneggiatura incalzanti e convincenti, bravi attori (a cominciare da un acuto Suchet) che non fanno rimpiangere troppo la precedente pellicola di Lumet. Da sottolineare il complesso volo concettuale finale che approfondisce la questione della giustizia.

Domila1 22/11/20 09:43 - 63 commenti

I gusti di Domila1

Più si parla di opere emblematiche, più l’attesa di una bella trasposizione in questa serie è grande. Invece quest’episodio è una parziale delusione. Puntare di più sulla componente cupa e drammatica della storia era una buona idea, ma dopo un po’ si arriva a una totale esagerazione, rendendo quasi ridicola la parte finale. Suchet è sempre notevole e la storia in realtà non è stata più di tanto alterata, ma si dà troppa importanza a elementi secondari (vedi l’introduzione francamente inutile) scartando alcuni elementi fondamentali. Peccato. Tra *! e **.

David Suchet HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.