La regola del sospetto

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/05/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 24/05/08 13:32 - 11388 commenti

I gusti di Galbo

Una recluta della CIA si fa notare per i suoi metodi da un veterano il quale gli affida un importante incarico. Buon film di spionaggio dall'impianto narrativo abbastanza tradizionale ma molto efficace in cui è centrale il rapporto tra i due protagonisti dei quali la sceneggiatura approfondisce i rapporti con una discreta caratterizzazione psicologica. Le motivazioni contano in questo caso più della stessa azione e fondamentale in questo contesto appare la presenza di un grande attore come Pacino. Buona anche la prova di Farrell.

Cif 23/02/10 12:33 - 272 commenti

I gusti di Cif

Un Al Pacino luciferino, più Colin Farrell volitivo ed abbastanza a suo agio nella parte. Tutto intorno una storia scritta decisamente bene ed accattivante. Difficile essere originali in un genere come lo spy story, decisamente abusato in questi anni, così come l'ormai onnipresente CIA, letteralmente saccheggiata dal cinema. E invece l'obiettivo è raggiunto. Tutto all'insegna della battuta di Pacino secondo cui "niente è come sembra". Superiore alle aspettative. Bello! 3 pallini e 1/2.

Belfagor 23/02/10 09:23 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Non del tutto convincente. Gli indizi forniti sono o troppi o troppo pochi e in alcuni punti un'eccessiva prolissità va a discapito del livello di tensione. Pacino e Farrell fanno un buon lavoro, il primo come esperto un po' gigioneggiante, il secondo piacevolmente contenuto. Le ambientazioni sono giuste, il livello tecnologico è giusto senza essere soffocante, ma alla fine non si può evitare di porsi una domanda: ne valeva davvero la pena?

Pigro 5/03/10 09:37 - 7794 commenti

I gusti di Pigro

Una recluta della Cia e l'istruttore: il film è tutto sviluppato in questo serrato rapporto di fiducia e di sospetto, del quale però - anziché evidenziare gli aspetti più intimi e complessi (il giovane cerca una figura paterna) - si esalta l'aspetto più spettacolare del thriller e della spy-story. Il titolo italiano mette in guardia, così come gli eccessivi ritorni sull'argomento, e così i colpi di scena non stupiscono mai veramente. D'altra parte alcune tirate e alcuni déja vu sentimentali appesantiscono il tutto. Ma il film si vede con gusto.

Jandileida 5/05/13 08:58 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

Discreta spy-story dalla sceneggiatura solida (o poco originale, dipende dai punti di vista) a cui Donaldson riesce a imprimere un discreto ritmo, cosa che favorisce una comunque soddisfacente e piacevole visione. La recluta, il maestro e le doppiezze del mondo dello spionaggio gli ingredienti usati: tuttavia i colpi di scena stupiscono ben poco e tutto procede, troppo prevedibilmente, su binari ben tracciati e già percorsi. Farrell non sfigura e Pacino, di mestiere, veleggia ai limiti dell'alimentare. Non male ma tutto meno che essenziale.

Rigoletto 4/11/13 16:28 - 1573 commenti

I gusti di Rigoletto

Bel film, che ha tanta buone qualità ma che non lascia del tutto appagati, come se avesse lasciato delle cose in sospeso. Pacino sempre al top, Farrel si cala bene nel personaggio. Una spy-story costruita con una perizia che comunque soddisferà lo spettatore medio facendo correre le quasi due ore senza grossi problemi, valendosi anche di sorprese (a conti fatti non sempre riuscite) che ne aumentano l'interesse. Insomma, buon cinema d'evasione, forse non indispensabile ma che in fondo non dispiace. ***

Rambo90 11/02/14 02:15 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Thriller di spionaggio corretto ma non eccelso, in cui Pacino e Farrell si fronteggiano per bene con il primo che straparla e il secondo che regala una delle prime interpretazioni interessanti. I colpi di scena si sprecano e il ritmo è tenuto costantemente alto dall'esperta regia di Donaldson. Funziona il gioco psicologico, ma manca quel certo non so che per elevarlo. Godibile.

Saintgifts 16/05/16 11:08 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Regola numero uno: mai farsi beccare. È il primo insegnamento che il veterano della CIA impersonato da Al Pacino dà ai giovani aspiranti agenti dell'Intelligence più famosa. Diviso tra le prove da superare da parte delle reclute (interessanti i metodi e i controlli) e la vicenda spionistica vera e propria, intorbidita da una storia d'amore che risente anche lei di un clima dove i sospetti si accumulano sempre più. Regge bene fino a un finale troppo ingenuo rispetto alle sottigliezze propinate lungo tutto il film. Farrell meglio di Pacino.

Bruce 27/11/19 16:21 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Spy story interna alla CIA, protagonisti Colin Farrell e Al Pacino, rispettivamente recluta e istruttore; di contorno qualche inserto sentimentale, reale o presunto. Nonostante l'ottima prova dei due interpreti principali il film non decolla, manca vistosamente di ritmo per tenere alto l'interesse e la tensione. Qualche colpo di scena, finale ingenuo e prevedibile. Non male ma niente di memorabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 3/12/11 00:17
    Scrivano - 14515 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Walt Disney Studios Home Entertainment:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Francese
    5.1 DTS: Italiano Francese
    5.1 PCM: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Francese Inglese NU
    * Extra Scuola di spie
    Scene eliminate
    Commento audio