Malice - Il sospetto

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Malice
Anno: 1993
Genere: thriller (colore)
Note: Il film è il remake del tv-movie "The Operation" (1990).
Numero commenti presenti: 18
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 15/06/07 08:59 - 4510 commenti

I gusti di Puppigallo

Molto brava la Kidman (il suo non era un personaggio facile). Persino Pullman (il marito), con quella faccia se la cava bene (nel ruolo del boccalone di turno dà il massimo. Sembra nato per la parte). E’ una sorta di tortura psicologica: un’escalation di sospetti e situazioni ambigue che si prestano a più chiavi di lettura, almeno nella prima metà. Buon livello di tensione e qua e là colpi di scena. Non tutto funziona (la sparata di Baldwin sull’onnipotenza è eccessiva) e ogni tanto rallenta un po’, ma resta notevole e da vedere.
MEMORABILE: I glutei della Kidman in penombra. Dalla madre di lei. Al bar con rottura del bicchiere in mano.

Galbo 23/11/07 05:45 - 11392 commenti

I gusti di Galbo

Dopo un thriller molto efficace come Seduzione Pericolosa, il regista Walter Becker riprende il genere con Malice ma l'operazione in questo caso non si può dire altrettanto riuscita. Le premesse (serial killer di studentesse in un college) non sono originalissime e il film è decisamente "infarcito" di eventi (troppi) che confondono più che inquietare lo spettatore come era probabilmente nelle intenzioni degli autori e tolgono al film ogni credibilità. Kidman e Pullman bravi, mentre Baldwin ha una recitazione sopra le righe che innervosisce.

Capannelle 15/04/08 23:47 - 3724 commenti

I gusti di Capannelle

Notevole thriller che non perde mai ritmo e sfida ogni conclusione scontata. Senza bisogno di effettacci, eroi sovrumani o trovate illogiche. Regia solida, fotografia migliorabile. Ottima la Kidman e la conversione del suo personaggio. Pullman è scelto bene per la parte e direi anche Baldwin che di solito non è granchè. Dialoghi e situazioni sono curate e il regista sa dosare con bravura momenti e pathos diversi, sottolineati da buone musiche. Come inquadrare la fase del serial killer? Rimane sullo sfondo, ma anch'essa serve a creare tensione.
MEMORABILE: I glutei della controfigura della Kidman. Lo scoppio del bicchiere.

Cotola 7/05/08 01:38 - 7532 commenti

I gusti di Cotola

Deludentissimo thriller che paga lo scotto di una sceneggiatura troppo confusionaria che mescola mille piste (che c'entra la storia dell'assassino seriale?) e che somministra allo spettatore colpi di scena in eccesso, alcuni dei quali per giunta poco riusciti (oltre che proporre situazioni abbastanza prevedibili). Il classico esempio che non basta una confezione professionale a fare un bel film. Insomma, niente di nuovo sotto il sole.

Lovejoy 9/07/08 14:16 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Thriller scontato e risaputo dalla prima all'ultima sequenza, con risvolti improbabili e personaggi incolori. Becker in cabina di regia non sa dosare né il ritmo né i colpi di scena, che risultano perciò ampiamente prevedibili. Attori, a parte la Bancroft, da dimenticare. In una parola, noioso.

Daniela 12/01/09 12:31 - 9417 commenti

I gusti di Daniela

Ad un certo punto nel film si verificano alcuni omicidi, per cui uno dei personaggi, per allontanare i sospetti, deve sottoporsi ad un esame medico, decisivo per imprimere alla storia "vera" una svolta. Dato che i delitti e il serial killer non c'entrano un tubo con la suddetta storia, non era proprio possibile trovare un altro pretesto? Forse negli USA ci si fa un'analisi solo se indagati? Questa cosa rimane sul gozzo, tanto che i colpi di scena finali... beh, risultano indigesti. Comunque curata la confezione, in parte il cast.

Pigro 11/01/09 10:45 - 7796 commenti

I gusti di Pigro

Una coppia senza figli, un chirurgo che sbaglia un'operazione, e poi la scoperta di un incredibile complotto. Una trama che sarebbe stata perfetta per Hitchcock, con un plot intricato, che inizia con dei delitti che poi non hanno nulla a che vedere con il succo della vicenda, che invece procede nella seconda parte con una raffica di rivelazioni e colpi di scena. Un buon thriller, anche se Becker non è Hitchcock e quindi non va al di là della semplice messa in visione della storia. Convincenti i tre protagonistii.

Mco 23/07/09 14:55 - 2151 commenti

I gusti di Mco

Peculiarità cinematografica che mescola lo slasher ad una trama dal sapor complottistico e noir. Ciò che sembrava essere il fulcro della pellicola (chi ha ucciso le ragazze della scuola) passa in secondo piano da metà metraggio in avanti, concentrandosi sulla diabolica Kidman (che non mostra granché se si eccettuano un fondoschiena da brivido in penombra e un malizioso "footsie" al marito nel finale) e le sue strategie. Avvincente proprio per la sua natura polimorfa.

Stefania 9/01/10 16:22 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Trascinato da una trama poco equilibrata e contorta, questo è un film che mi ha sempre lasciata fredda: se puro meccanismo deve essere, almeno che sia ben congegnato! Qui, molti incastri sono forzati. E la regia non si impegna a regalare fascino alla storia. Non buono.
MEMORABILE: Il figlio della vicina, che la madre lascia solo e fa passeggiate notturne. Però poi...

Stelio 29/06/14 19:08 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Gran bel thriller, forse il miglior film di un regista "inesploso" quale Becker. La sceneggiatura a piramide funziona, l'evoluzione della storia è sorprendente ma allo stesso tempo credibile, perfetti i personaggi principali. Forse si conclude in maniera un po' troppo veloce e semplicistica; un maggiore coraggio avrebbe sicuramente dato all'opera un valore in più.

Nicola81 2/01/15 14:54 - 1958 commenti

I gusti di Nicola81

Un thriller avvincente, ben congegnato e ricco di colpi di scena, il cui unico torto è forse quello di voler mettere troppa carne al fuoco (eccessiva la disinvoltura con cui si passa dalle gesta di un serial killer al complotto ordito da due amanti diabolici). Baldwin a suo agio nei panni del medico egocentirco e donnaiolo, Pullman credibile nei panni del fesso (fino a un certo, a dire il vero...), semplicemente perfetta la Kidman. Belle le musiche di Jerry Goldsmith.

Almicione 24/02/16 00:29 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Un thriller come tanti, con un buona trama di base che non credo sia stata sfruttata in tutto il suo potenziale. Non riesce ad avvincere lo spettatore, forse a causa del cast, forse a causa dei ritmi troppo blandi. Lo stesso colpo di scena, che in effetti è tale, non eccita davvero il pubblico come dovrebbe e questioni secondarie (lo stupratore) sono lì per allungare il brodo e restare morte. La regia talvolta si mostra inesperta. Insomma, film vedibile ma non più di una volta.

Corinne 16/11/16 22:17 - 401 commenti

I gusti di Corinne

Riuscito a metà. La sua forza dovrebbe essere nel colpo di scena, che ribalta una trama che sembrava imperniata su altro, ma quando questo arriva il film si affloscia e finisce anche piuttosto banalmente. Funziona quindi nella prima parte, creando una buona tensione e incuriosendo lo spettatore, con due vicende parallele che non si capisce dove confluiranno.

Ira72 26/01/18 14:54 - 945 commenti

I gusti di Ira72

Gli anni 90 hanno prodotto thriller poco soddisfacenti. Nel genere, i migliori invecchiano male e i peggiori, riguardati oggi, risultano farseschi. Malice si salva, ma lo ricordavo meno artificioso. Non mi dispiace l’intreccio delle storie, mi dispiace invece che si usi come pretesto un serial killer per giustificare il colpo di scena che ne consegue. Troppo forzato. Come il personaggio della Bancroft, esasperato. Comunque. Il film scorre molto bene e gli attori sono in parte, anche alla luce del fatto che dei tre protagonisti non impazzisco per nessuno.

Anthonyvm 19/07/19 22:37 - 1953 commenti

I gusti di Anthonyvm

Il film scorre senza annoiare e si segue volentieri, ma se ci si sofferma a riflettere sulla struttura del plot, sembra di essere presi in giro. Pretesti narrativi che portano a poco o nulla se ne vedono tanti al cinema, ma addirittura il sub-plot di un serial killer stupratore? No, non è così che funziona lo storytelling. Peccato, perché la trama principale è invece contorta e intrigante al punto giusto e i colpi di scena sono ben piazzati. I personaggi non sono particolarmente interessanti, ma il cast funziona. Godibile, tuttavia squilibrato.
MEMORABILE: Il cadavere della Paltrow; Uno sprecato Tobin Bell pre-Saw; La visita alla madre alcolizzata; Il finale a sorpresa in stile I falchi della notte.

Piero68 14/10/19 09:15 - 2760 commenti

I gusti di Piero68

Se la sceneggiatura non avesse disseminato la scrittura di indizi evidenti che già da metà film fanno capire l'inghippo, sarebbe stato davvero un ottimo thriller e soprattutto ben montato. Peccato che l'inutilità di alcuni intrecci e il finale poco a sorpresa ne sviliscono di molto il risultato complessivo. Meno male che almeno Pullman ci regala forse la sua migliore interpretazione di sempre e Baldwin segue con uguale intensità. Meno incisiva invece la Kidman. Apprezzabili i camei di famosi e futuri tali: Bancroft, Scott, Paltrow e Bell.

Darkknight 12/07/20 14:55 - 352 commenti

I gusti di Darkknight

Tra i migliori thriller anni '90. Praticamente uno Psyco al contrario (con un po' de I diabolici). Parte come una caccia al serial killer, ma poi questa è solo un pretesto per mettere in crisi un tutt'altro intreccio truffaldino altrimenti perfetto. Molti lo troveranno confusionario, ma è invece originale, solido, scorrevole e ben confezionato. Da notare, oltre al trio protagonista, Anne “Mrs Robinson” Bancroft, Bebe Neuwirth, Tobin Bell e Gwyneth Paltrow.  
MEMORABILE: La sorpresa finale sul piccolo vicino di casa: farina del sacco di William Goldman (qui consulente)?

Camibella 13/08/20 15:28 - 132 commenti

I gusti di Camibella

Aveva tutte le carte per diventare un buon thriller e invece Becker sforna un guazzabuglio inverosimile che disorienta lo spettatore e nel finale lo lascia alquanto deluso. Buono invece il cast, anche se la Kidman ha spesso la faccia da pesce lesso e Pullman è mono-espressivo, ma il film sembra un motore ingolfato che non riesce proprio a mettersi in moto. Piccola parte ma grande interpretazione per la divina Bancroft.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Kanon • 12/11/14 18:49
    Fotocopista - 814 interventi
    Questo film è il remake del tv-movie "The Operation" (1990) : http://www.imdb.com/title/tt0107497/trivia?tab=mc&ref_=tt_trv_cnn
  • Discussione Zender • 13/11/14 07:50
    Consigliere - 43521 interventi
    Ok, aggiunto in note. Lasciamo anche qui visto che c'è il link.
    Ultima modifica: 13/11/14 07:50 da Zender
  • Discussione Nicola81 • 3/01/15 12:46
    Formatore stagisti - 534 interventi
    DOPPIAGGIO

    Nicole Kidman Antonella Rendina
    Alec Baldwin Paolo Buglioni
    Bill Pullman Carlo Valli
    Anne Bancroft Maria Fiore
    Peter Gallagher Oreste Baldini
    Gwyneth Paltrow Antonella Baldini
    Bebe Neuwirth Cinzia De Carolis
    George C. Scott Mico Cundari
    Josef Sommer Michele Kalamera
    Ultima modifica: 3/01/15 13:08 da Zender
  • Homevideo Digital • 6/06/15 19:48
    Segretario - 3036 interventi
    Finalmente sta per uscire un blu-ray qualitativamente ottimo (ricordo che il dvd - ora fuori catalogo - del Cecco fa pietà). Il blu-ray - import - (marca kino lorber) è comunque privo di doppiaggio italiano (che aggiungerò manualmente).

    Un'immagine catturata dal dvd italico (a 39'40"):

    Ultima modifica: 7/06/15 12:59 da Zender