Io vi troverò

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Taken
Anno: 2008
Genere: action (colore)
Note: Seguito da "Taken - La vendetta".
Numero commenti presenti: 48
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Se a Charles Bronson la figlia l'ammazzavano, a Liam Neeson va meglio: si limitano a sequestrargliela mentre felice se ne stava a Parigi in vacanza con un'amica. Il tempo di conoscere un ragazzo brillante all'aeroporto che le accompagna in taxi, di raggiungere la casa dove alloggiano ed ecco che in un attimo i cattivoni albanesi entrano nell'appartamento e le rapiscono, proprio mentre lei è al telefono col padre. Il quale ha persino modo di parlare con il sequestratore in persona e di dirgli con voce stentorea: "Se lasciate andare mia figlia la storia finisce qui, ma se non lo farete io vi cercherò, vi troverò e vi ucciderò". La risposta? "Buona fortuna!" Con un passato...Leggi tutto nei servizi segreti Bryan Mills sa bene come agire in questi casi e di avere pochissimo tempo a disposizione prima che della ragazza non si abbiano più tracce. Preso l'aereo si ritrova nella capitale francese e comincia le indagini a modo suo, ovvero lasciando dietro sé una larga scia di sangue. Scritto (con Robert Mark Kamen) e prodotto da Luc Besson (che non a caso porta quasi subito i protagonisti in Francia e ce li lascia), il film è diretto con gran senso del ritmo da Pierre Morel, aiutato da un montaggio serratissimo che nelle scene d'azione usa sì cento stacchi ma con stimabile consapevolezza. La vicenda è impostata ovviamente in modo elementare, ma la sceneggiatura utilizza costruzioni meno banali del consueto pur ricorrendo ai luoghi comuni del caso: in bocca a un ottimo attore come Liam Neeson si riveleranno ideali per liberare reazioni di rara immediatezza che il nostro sciorinerà senza concedersi un briciolo d'ironia (e forse per fortuna, o ci saremmo trovati di fronte all'ennesimo clone di Schwazenegger o Bruce Willis); d'altra parte deve trovare al più presto sua figlia e la voglia di scherzare proprio non ce l'ha. Azione concitata girata tecnicamente al meglio anche nei corpo a corpo, fotografia raffinata che esalta gli scenari parigini ma regge bene anche negli interni, decisioni prese sempre in tempo zero che velocizzano il ritmo e portano il protagonista a non porre tempo in mezzo: se c'è da sparare si spara. Subito. Naturalmente questo porta a una semplificazione nel disegno dei personaggi e a un'escalation di violenza: si spara quasi sempre per uccidere, si tortura con l'elettricità, si mette in mezzo spietatamente anche chi proprio non c'entra (esemplare la scena spiazzante con la moglie dell'amico poliziotto centrata da Mills a tavola a puro scopo intimidatorio!), si riprendono senza vergogna tutti gli stilemi del genere. Il risultato è un prodotto di largo consumo solido e ben recitato, che ci trascina a forza nel vorticare degli eventi e non ci molla fino allo sdolcinato quanto inevitabile epilogo. Potrà irritare per la dose di faciloneria mista a un evidente improbabilismo elevato a sistema (bilanciato però dalla credibilità insolita regalata da Neeson al protagonista), per la rozzaggine con cui vengono dipinti personaggi e interi popoli, potrà inevitabilmente prestare il fianco ad accuse di ogni genere e dare l'impressione di compiacere una visione "destra" del mondo, ma l'effetto che si prefigge lo ottiene, svincolandosi in parte dai prodotti americani analoghi in virtù di una buona ricercatezza nei fulminei botta e risposta e nell'implacabilità dell'agire di Mills, eroe umano che sa ispirare simpatia senza ricorrere a facili espedienti e pronto a immediate repliche che infatti non mancheranno.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/08/08 DAL BENEMERITO G.GODARDI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 11/04/18
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Furetto60 7/07/14 12:54 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Esagerato e adrenalinico action movie: il titolo è una promessa, si parla di vendetta e caccia e le promesse sono mantenute. Non ho tenuto un conto preciso di qunti ne faccia secchi il buon Liam, ma alla fine siamo vicini alla trentina. Imbattibile nel corpo a corpo, resistenza alla fatica, furbizia innata acuita dall'esperienza... un uomo che da solo vale un'armata! Richiama altri film del genere, pur differenziandosene per una notevole dose di spietatezza.
MEMORABILE: Il duello con la guardia del corpo dello sceicco; La ricostruzione del rapimento.

G.Godardi 17/08/08 17:50 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Può un ex agente della CIA, a cui è appena stata rapita la figlia a Parigi dalla malavita albanese, starsene con le mani in mano? Ovviamente no. Prodotto e cosceneggiato da Luc Besson, è un adrenalinico action che non dà tregua fino alla fine. Ideologicamente più che discutibile, reazionario e destrorso, ma a livello d'intrattenimento non sbaglia un colpo. Neeson in formissima nel suo primo ruolo totalmente d'azione, ruolo che pare essere venuto fuori dai primi film di Schwarzy o Seagal, ma con un vago sapore anche da Hardcore di Schrader. Divertente.

Galbo 22/08/08 05:56 - 11613 commenti

I gusti di Galbo

Scritto da Luc Besson e diretto dal suo operatore (nonchè direttore della fotografia) Pierre Morel, Io vi troverò è un adrenalinico e ipercinetico action movie che si colloca a metà tra Il giustiziere della notte e Rambo. Molto godibile se non si presta particolare attenzione alla trama (ricca di elementi poco probabili e plausibili) e decisamente ben realizzato, il film presenta però il grosso limite dell'attore principale (Liam Neeson), inadatto ad un ruolo decisamente più consono ad attori come Bruce Willis.

Manulele81 20/08/08 18:26 - 83 commenti

I gusti di Manulele81

Ottuso e insopportabile tentativo di riesumare il cinema action anni '80, attraverso la trappola ricattatoria della figlia in pericolo: il problema è che il film punta su tutto l'armamentario ideologico peggiore, dal razzismo al reazionarismo, dal fascismo (l'uso impunito di torture da parte di un ex-soldato) alla paranoia parentale, dal paternalismo al ricatto. Passando, purtroppo, per un film in cui la sceneggiatura è tanto facile, liscia e piatta da non provocare sussulti e lo spettacolo si limita a qualche scazzottata. Deteriore.

Cotola 23/08/08 14:22 - 7871 commenti

I gusti di Cotola

A prescindere dall'ideologia a dir poco revanchista, quel che non convince del film è tutto il resto ed in primo luogo l'inverosimiglianza dell'insieme: vedere una bravo attore come Liam Neeson (che probabilmente aveva estremo bisogno di soldi) fare il Rambo di turno che si sbarazza con estrema facilità di decine di avversari è triste oltre che ridicolo e penoso. Cadaveri che fioccano come la neve, violenza a fiumi e null'altro.

Stubby 28/08/08 08:18 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Trama assolutamente inverosimile ed a tratti confusionaria. Detto questo il film diverte parecchio grazie alle moltissime scene action che tengono incollati allo schermo. Dal punto di vista dell'innovazione non offre nulla di nuovo, tutto è gia visto e rivisto (ad esempio Commando). Se lo si guarda senza cercare di incastrare i pezzi del puzzle (tanto è impossibile) risulta certamente gradevole.

Elsup 9/09/08 01:18 - 140 commenti

I gusti di Elsup

Classico film d'azione stile americano, anche se girato da un francese. Il film non presenta proprio niente di nuovo, ma comunque tiene alta l'attenzione soprattutto grazie alle scene dove l'arte marziale la fa da padrona. Liam Neeson fa veramente paura nel film, mentre non si può dire lo stesso per il resto del cast.
MEMORABILE: Io non so chi siete, non so cosa volete. Se cercate un riscatto sappiate che non possiedo denaro, però possiedo delle capacità molto particolari che ho acquisito durante la mia lunga carriera e che fanno di me un incubo per gente come voi.

Supercruel 23/02/09 14:40 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Rape & revenge in salsa action, in poche parole una sorta di moderna declinazione di Death Wish alla luce dei Trasporter e dei Crank. La trama non è che un banale pretesto per sguinzagliare il bravo Liam Neeson tra inseguimenti in automobile, sparatorie e cazzotti nel solito contesto uno contro mille. Alla fine della visione una certezza: ci si diverte. Tutto già visto, s'intende, ma ben relizzato ed adranalinico al punto giusto.

Schramm 5/03/09 20:04 - 2562 commenti

I gusti di Schramm

Ok. Morel sarà un cafonaccio, un fracassero, ma il suo cinema esagitato, fanfarone, ultra-iperbolico e caciarone senza vergogne lascia regolarmente divertiti come bambini. Rollercoaster capitanato da un Neeson ammazzatutti e spaccamarmo a due passi da Rambo, Norris o Seagal, clamorosamente miscasted e proprio perciò ficcante. Su sovradeterminate letture di presunta ideologia destrorsa e manichea meglio applicare una doverosa tara: ciò che resta è tanto gusto e tutta forza.

Deepred89 21/03/09 00:18 - 3385 commenti

I gusti di Deepred89

Spassoso thriller d'azione francese. La sceneggiatura non è molto superiore a quella dei b-movies con Seagal e Norris: elementare, svelta, reazionaria e piena di inverosimiglianze. La regia invece è di tutto rispetto, impone al film un ritmo velocissimo, dirige e monta alla grande le scene d'azione (sembra di avere a che fare con un Woo meno elegante) e fortunamente evita gli effetti digitali/videoclippari alla Crank. Liam Neelson nei panni dell'eroe indistruttibile non è credibilissimo, ma va bene lo stesso. Nulla di che, ma ci si diverte.

Famke Janssen HA RECITATO ANCHE IN...

Giapo 10/08/09 13:55 - 234 commenti

I gusti di Giapo

Action-thriller che lascia ben poco all'immaginazione, tuttavia intrattiene per la pregevole qualità delle scene d'azione, la spettacolarità e il ritmo incalzante. E poi ci si fa ingenuamente coinvolgere perché in fondo tutti vorremmo essere delle macchine della morte per poterci fare giustizia, o no? E allora tutti a tifare l'eroe di turno, anche se sappiamo fin dall'inizio come andrà a finire. Banale ma ben fatto.

R.f.e. 11/08/09 15:55 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Amo le produzioni di Luc Besson! Mi piace la serie "The Transporter" (3 film finora), Kiss of the Dragon e simili. Questo poi, è ottimo, sembra quasi di rivedere Commando, ma con un interprete e situazioni più credibili. Non capisco assolutamente le accuse al film d'essere "reazionario" dei soliti critici leftist. Non è un film banalmente basato su una "vendetta personale" (in tal caso non lo gradirei per niente) ma l'idea del padre ex-agente che va a riprendersi la figlia, pur non essendo originale, è ben sviluppata.

Harrys 14/08/09 17:33 - 683 commenti

I gusti di Harrys

Guarda caso, una banda organizzata albanese coinvolta nel giro parigino della prostituzione (!), va a rompere le uova nel paniere proprio ad un ex agente segreto (?), la cui vita è basata (24h su 24) sulla più totale venerazione nei confronti di una figlia viziata, odiosa e che, in realtà, il pubblico vorrebbe veder essere sbattuta al più presto su un marciapiede, tra villosi clienti e strisce di coca. Purtroppo sappiamo tutti come andrà a finire. Un "Jason Bourne" senza pretese narrative di sorta. Bravo Liam Neeson. Prodotto futile.

Ale56 29/08/09 16:31 - 225 commenti

I gusti di Ale56

Azione sfrenata e adrenalina a mille sono i componenti di questo dignitoso action francese di stampo americano. Un buon interprete principale (il bravo Liam Neeson, il quale sa muoversi con dimestichezza nell'action) e una sceneggiatura che pesca anche nell'attualità e sopratutto punta sulla normalità, ovvero ragazze che vanno ad alcuni concerti. Morel sa adattarsi ai tempi iper-veloci dell'action, ci sono dei buoni interpreti di contorno e si vede la mano di Besson (ha messo le mani al mio action preferito Transporter 2). Più che buono.
MEMORABILE: Lo sfrenato combattimento finale tra Neeson e gli albanesi sulla barca.

Capannelle 4/09/09 09:40 - 3875 commenti

I gusti di Capannelle

La trama attinge dal repertorio seagalliano ma diverte lo stesso, con un Neeson che non dispiace. Da dimenticare le scene di inseguimento (brutte come solo i francesi sanno fare), acquista punti con le battute e i fendenti menati senza risparmio dall'ex agente Cia che, se non lo fermassero, sarebbe capace di raggiungere anche gli avi dei rapitori in Albania. Bella la scena dell'interrogatorio con la corrente elettrica e la successiva carrellata tra le stanze delle ragazze segregate.
MEMORABILE: Una volta appaltavamo queste cose ai paesi del terzo mondo ma lì la corrente elettrica era poco stabile. Allora erano costretti ad estrarre le unghie.

Rambo90 13/02/10 03:57 - 6732 commenti

I gusti di Rambo90

Splendido action scritto da Luc Besson (ormai sempre più raramente in cabina di regia) e diretto da Pierre Morel con un ottimo senso del ritmo e della velocità. La storia non è un monumento all'originalità (e ricorda nello spunto iniziale e nel finale Ashanti) ma il film è ottimo grazie all'interpretazione ispirata di Liam Neeson e all'ingegnosità delle scene di combattimenti. Da vedere assolutamente se si cerca un action solido e scorrevole come se ne facevano un tempo.

Soga 16/04/10 15:18 - 125 commenti

I gusti di Soga

Francesi, arabi e albanesi! Le tre incarnazioni del Diavolo che si sono alleate per rompere le scatole al buono e tenebroso ex-agente americano Liam Neeson, rapendogli la figlia (odiosa) il primo giorno che mette piede in Francia. Un mix di paternalismo, razzismo, conservatorismo che per fortuna non si allarga troppo e rimane a fare da sfondo ad un susseguirsi di scene d'azione che in fondo sono godibili. Perché, Liam?

Puppigallo 14/04/10 23:38 - 4613 commenti

I gusti di Puppigallo

Neeson veste i panni dell'ex agente segreto iperprotettivo con ex moglie troppo permissiva nei confronti della figlia (alla fine, sul sedere dell'ex metà avrebbe dovuto, come minimo, imprimere a fuoco un bel "Te l'avevo detto!!!"). La pellicola si trasforma presto in una caccia senza tregua, ma nonostante questo, non ci si riesce ad appassionare più di tanto e le decine di morti provocate dal protagonista, oltre a trasformarlo in una sorta di Terminator, non fanno che sottolineare l'inettitudine dei cattivi, manco capaci a sparare. Il classico film kleenex (vedibile, ma usa e getta).
MEMORABILE: Il protagonista, per avere informazioni dal suo ex collega, gli spara alla moglie; Al ragazzo: "Con questo pugno la tua costola va nel polmone".

Luckyboy65 14/04/10 23:41 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Più Frantic che Commando questo film che si fa guardare e passa senza lasciare troppe tracce, tanto che persino Parigi sembra una città qualsiasi. Nella realtà i veri agenti segreti non hanno le sembianze di Bruce Willis, ma quelle di un anonimo funzionario. E qui Liam Neeson è inaspettatamente in grande forma. Eccessive le mattanze di cattivi e assurda l'asta per ragazze che farebbero fatica a trovare un posto in discoteca, ma comunque godibile.

Magnetti 3/05/10 13:38 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Un film con una trama molto prevedibile e poco orignale che però si lascia guardare, e anche qualcosa in più, grazie al buon ritmo e alle scene di azione molto ben fatte. Su Liam Neeson non avrei scommesso un centesimo nel ruolo di ammazza tutti e invece funziona proprio bene (è anche ben doppiato): chiunque si metta fra lui e la ricerca della figlia finisce male (ricorda il K. Bacon di Death sentence). Anche la sua interpretazione fisica è convincente: mena e spacca senza mai essere impacciato.

Pierre Morel HA DIRETTO ANCHE...

Bruce 27/07/10 10:23 - 1006 commenti

I gusti di Bruce

Action thriller francese con Liam Neeson protagonista assoluto che, in puro stile videogioco sparatutto, ne uccide cento per salvarne una. Dopo l'introduzione iniziale il film parte in quarta e non si ferma più. Inverosimile, prevedibile e monotono, talmente incalzante da non poter essere noioso ma, tutto sommato, inutile.

Cangaceiro 17/10/10 13:10 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Besson dev'essere ossessionato dal rapporto tra uomo maturo, possibilmente sanguinario e incazzato e ragazzina (in tal caso sono padre e figlia), visto che questo elemento lo si ritrova in quasi tutti i suoi film. Qui c'è una rimasticatura di Commando con meno mezzi e una regia pedestre, quando invece l'opera di Lester era in primis un meraviglioso spettacolo pirotecnico. Efferatezza e violenza però abbondano copiose e il personaggio di Neeson è un panzer tostissimo e inarrestabile: la sua carneficina è una delle più impressionanti del cinema recente.
MEMORABILE: La tortura coi chiodi infilzati nelle cosce.

Redeyes 28/03/11 16:13 - 2261 commenti

I gusti di Redeyes

Andando oltre la trama in sè e per sè, o meglio non dimenticando cosa stiamo vedendo, ci si può anche sollazzare, con questo film. Neeson, a cui non avrei dato un euro, non dispiace affatto. Sono accattivanti le scene di lotta, anche se sembra quasi di vedere Seagal, tanto è devastante il daddy. Facilone, come ciascun film del genere, non per questo fa disperare. Vedibile.

Il Gobbo 2/03/11 12:28 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Più che buon thrillerone sparatutto, certo con corredo di esagerazioni di Besson e cattivi che, come avrebbe detto Kit Carson, "sparano peggio dei coscritti": ma "that's entertainment!". La carta vincente è proprio il punto debole sulla carta, ossia Neeson, faccia e pedigree artistico in patente contraddizione con questo tipo di film ma prova credibile che lo trattiene a un passo dalla totale scemenza cartoonistica. Esilaranti le imputazioni di ogni sorta di nequizia ideologica, dato l'assunto cos'avrebbe dovuto fare, citofonare Emergency?

Enzus79 3/03/11 10:27 - 2009 commenti

I gusti di Enzus79

Un Liam Neeson straincazzato per un film che ha i suoi pregi specialmente nelle scene di azione: gli inseguimenti in auto e i combattimenti uomo ad uomo sono girati benissimo. Il resto è ciccia, specialmente il finale che ho trovato molto forzato. Besson alla sceneggiatura.

Herrkinski 6/03/11 17:23 - 5780 commenti

I gusti di Herrkinski

Autentica stupidaggine che mixa il cinema action americano ed europeo prendendo il peggio di entrambi. L'insospettabile Neeson interpreta il superuomo di turno ricalcando le orme dei vari Bronson, Schwarzenegger, Stallone, Seagal & co., ma senza averne la faccia, il fisico e il carisma. Il film in sè diverte abbastanza, ha un ritmo molto alto e le incredibili assurdità fanno spanciare dal ridere; ma queste caratteristiche sono anche il limite stesso del prodotto, che finisce per far sentire lo spettatore un decerebrato. Va bene tutto, ma...
MEMORABILE: La pistolettata alla moglie dell'ex-collega; i dialoghi improponibili.

Greymouser 29/03/11 17:38 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Neeson è un attore che apprezzo in modo particolare, e quindi ho probabilmente una prevenzione favorevole verso questo film improbabile ed eccessivo, che mette nel tritacarne ogni barlume di logica e verosimiglianza per frastornarci con un ritmo folle e farci fare il tifo per il giusto vendicatore. I limiti sono pazzeschi, si è capito, però è tanto, tanto divertente...

Didda23 12/07/11 12:50 - 2317 commenti

I gusti di Didda23

L'opera è assolutamente irreale ed iperbolica, ma nonostante ciò si lascia vedere senza noia ed il merito è da imputare soprattutto all'ottimo ritmo. Neeson è abbastanza credibile nel ruolo, sono i dialoghi (in qualche situazione) a risultare oltremodo imbarazzanti. Il film è girato con mestiere ed abilità, ma non si segnalano "trovate" di un certo livello. Senza entusiasmi, si può vedere.

Ale nkf 7/08/11 21:36 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Uno spassoso film di azione diretto da un Besson in gran forma che riesce a stupire e intrattenere lo spettatore con ottime riprese. La trama può sembrare troppo inverosimile, ma Neeson riesce, a mio avviso, a far mantenere la tensione altissima. Insomma, anche per chi non ama tanto il genere può piacere.

Pol 10/11/11 01:08 - 589 commenti

I gusti di Pol

Liam Neeson può apparire una scelta azzardata ma lui ci crede tantissimo e si rivela la carta vincente di questo serrato action che, dopo un'introduzione necessaria a farci entrare in empatia con il protagonista, parte a 1000 stando sempre sul pezzo senza mai tirare il fiato tra inseguimenti, sparatorie e scazzottate girate con notevole brutalità. Morel dimostra di sapere quello che fa e senza troppi voli pindarici va dritto al sodo prendendo talvolta scorciatoie forzate, tipiche del genere, su cui si può chiudere un'occhio.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Rullo 2/06/12 13:47 - 388 commenti

I gusti di Rullo

Se si riesce a soprassedere all'originalità, praticamente nulla, questo film risulta anche ben riuscito. Un giustiziere alla Rambo ma interpretato da Neeson, un ruolo abbastanza diverso dal solito per lui e anche per noi, che pur di raggiungere il suo obiettivo non si fa alcuno scrupolo. Azione e cadaveri a non finire per un film che centra in pieno il suo obiettivo. Morel bravo in regia (aiutato da un certo Besson allo sceneggiato) e interpretazioni credibili.

Disorder 1/08/12 11:01 - 1414 commenti

I gusti di Disorder

Gli rapiscono la figlia oltreoceano e lui, ex-agente a riposo, ha circa 72 ore per ritrovarla prima che sparisca nel nulla. In pratica un mezzo-remake di Commando, solo più drammatico e realistico (ma neanche tanto) e forse per questo meno divertente. Bisogna tuttavia riconoscere a Morel un notevole mestiere nel girare scene d'azione e soprattutto una grande padronanza dei tempi cinematografici: la tensione è sempre alta, si arriva alla fine in un lampo. Se non si cerca originalità a tutti costi, ci si può anche divertire.
MEMORABILE: "Io vi troverò e vi ucciderò" "Buona fortuna!"

Gestarsh99 12/10/12 21:18 - 1385 commenti

I gusti di Gestarsh99

Spropositatamente strapazzato da critiche ufficiali spurie, travisanti e allarmistiche, il film di Morel è senza inutili malizie un buon action autoritario e ipermovimentato, che al di là di insussistenti onanismi politologici guarda ai propri contenuti con gli occhi umidi e rabbiosi della sovraeccitazione emozionale, radicalizzando nel puro entertainment l'empito istintivo di un padre per la propria figlia in pericolo. Il rubizzo Neeson non si da pace nemmeno per un dannato istante, indefessamente proteso sotto una grandinata di manritti, ginocchiate, piombo fischiante e scarrozzate extra codice fuori e dentro Parigi.
MEMORABILE: L'elettrocuzione somministrata attraverso i due grossi chiodi infilzati nelle ginocchia del criminale albanese...

Homesick 14/06/14 08:00 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Riscattandosi dello sfigatissimo Darkman, Neeson questa volta si trasforma in un giustiziere infallibile, che distrugge la malvagità con le sue stesse armi eterodosse, affinate con l’esperienza di ex agente segreto e l’abdicazione ad ogni buonismo: ed ecco finalmente una vendetta vera, con colpi bassi e torture ai danni dei malvagi. Lo script di Luc Besson non va oltre questo semplice assunto, tradotto in una frenetica sequela di scene action in cui l’agguerrito protagonista emula le gesta dei vari Stallone, Seagal e Schwarzenegger per un prodotto d’intrattenimento senza pretese artistiche.
MEMORABILE: «Io vi cercherò. Io vi troverò. E vi ucciderò.»; la tortura con la sedia elettrica.

124c 18/03/15 17:57 - 2808 commenti

I gusti di 124c

Sorta di remake alla francese di Commando, con discrete scene d'azione, numerose scazzottate, ma con nemici poco interessanti. Liam Neeson rilancia la sua carriera affidandosi al produttore Luc Besson e al regista Pierre Morel. La figura dell'agente di sicurezza separato dalla moglie, attaccatissimo alla figlia adolescente in vacanza a Parigi con l'amica di scuola, funziona sopratutto nella prima parte, quando dà istruzioni col cellulare alla figlia prima che venga rapita. Notevole Maggie Grace, peccato per le poche scene con Famke Janssen.
MEMORABILE: Liam Neeson: "Io vi cercherò, vi troverò e poi vi ucciderò tutti!"

Chimera70 6/04/15 15:12 - 34 commenti

I gusti di Chimera70

Ecco l'ennesima pellicola che smuove il fascistello che c'è dentro ognuno di noi. Dopo i vari Bronson, Stallone, Van Damme, Steven Seagal adesso c'è l'idea geniale di metterci il volto di un attore navigato come Liam Neeson, ex CIA a cui rapiscono la figlia. Il Nostro si trasforma naturalmente in un lucido e sanguinario giustiziere visto milioni e milioni di volte sullo schermo. Facce diverse per film sempre tristemente uguali e uguali e uguali...

Ultimo 15/05/15 10:57 - 1456 commenti

I gusti di Ultimo

Classico "giocattolone" d'azione con un Liam Neeson nei panni di uno pseudo Rambo ex agente segreto al quale hanno rapito la figlia. Sicuramente godibile, con buone scene d'azione che non guastano mai, ma a mio parere gli stessi action movie dei vari Bruce Willis, Stallone o Schawrzeneggher restano superiori. Sceneggiato da Luc Besson, merita due palle e mezzo, nulla più.

Parsifal68 26/11/15 08:31 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

A primo impatto ho provato un senso di tristezza nel vedere l'ottimo Neeson travestirsi da Rambo e sgominare da solo un'intera banda di trafficanti di donne, uccidendo decine di malfattori con irrisoria facilità, devastando Parigi e poi partire via come se nulla fosse successo. Peccato, perché in cabina di regia c'è un certo Luc Besson che, forse ingolosito da un facile successo al botteghino, confeziona un film inverosimile e patetico. Gli effetti speciali, davvero notevoli, non bastano a salvare il tutto dal baratro. Neeson farà di peggio!

Hanon 10/02/16 19:04 - 27 commenti

I gusti di Hanon

Adrenalinico film d'azione in cui Liam Neeson veste i panni di un moderno Rambo e devasta tutta Parigi per ritrovare la figlia rapita. Il risultato è un concentrato di violenza, in certi casi quasi immotivata, con una trama a dir poco improbabile. C'è poco da salvare in questo film sceneggiato da Luc Besson. Pure Liam Neeson recita male, in un ruolo che poco si adatta alle sue qualità.

Daniela 26/02/16 16:44 - 10339 commenti

I gusti di Daniela

Ragazza americana antipatica e viziata in vacanza a Parigi viene rapita da una banda di albanesi scopo tratta femmine; il babbo della pulzella, agente dei servizi segreti pensionato ma ancora arzillo, non la prende mica bene... Sarebbe stato un filmetto forcaiolo e razzista qualsiasi, con cattivi multietnici inetti ammazzati a decine, se non fosse per la presenza di un attore di peso - in tutti i sensi - come Neeson che qui inaugura il filone action della sua carriera all'insegna del motto: "toccate la mia stirpe e faccio una strage". Ulteriore aggravante, la totale assenza di ironia.
MEMORABILE: Eppure li aveva avvertiti per telefono, ma quelli niente, duri come pigne; Ma delle altre ragazze, amica compresa, non frega niente a nessuno?

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Viccrowley 4/04/16 21:08 - 804 commenti

I gusti di Viccrowley

Capostipite di certo tipo di action moderno e spartiacque nella carriera del bravo Neeson, ormai sempre più spesso confinato in ruoli da ammazzasette. Diretto ufficialmente da Morel, è però un prodotto tipicamente bessoniano e la mano del regista francese si vede in ogni aspetto della produzione. Trama ridotta all'osso con il pregio di entrare subito nel vivo, quasi cento minuti di azione ininterrotta condita da una violenza non comune per l'action mainstream. Neeson se la cava egregiamente grazie anche a ottime coreografie. Con due sequel.
MEMORABILE: Mills nella cucina dei rapitori e sullo yatch dello sceicco.

Piero68 25/07/16 09:26 - 2831 commenti

I gusti di Piero68

Primo di una lunga trilogia, Taken è il classico action iper adrenalinico e abbastanza caciarone. Nonostante tutto però è abbastanza vedibile e godibile visto che per me Neeson è un ottimo attore, versatile, capace sia di interpretare ruoli drammatici che ruoli da duro tutto muscoli e cervello. La sceneggiatura non è gran cosa ovviamente ed è anche un po' assurda. Ma le scene dei combattimenti sono davvero ben fatte e sono una gioia per gli appassionati di questo genere di film. Montaggio buono e regia spigliata.

Pinhead80 19/03/17 11:52 - 4089 commenti

I gusti di Pinhead80

Tralasciando alcune grosse incongruenze in fase di sceneggiatura e una sorta di menefreghismo di fondo che accompagna il nostro eroe per tutto il film (arrivando a essere irritante) non si può dire che Taken non sia un action poderoso e ruvido. Tantissime le scene d'azione degne di nota tra inseguimenti mozzafiato a piedi e in auto; le ossa rotte si sprecano in nome di una violenza rabbiosa e cieca. Si fa un po' fatica nel vedere Neeson trasformato in un vendicatore senza scrupoli ma va bene così.

Jdelarge 2/05/17 11:58 - 904 commenti

I gusti di Jdelarge

Film rabbioso e dinamico che non lascia neanche un secondo per rifiatare risultando, per questo motivo, avvincente dal primo all'ultimo minuto. I personaggi sono stereotipati a tal punto che l'attenzione dello spettatore si sposta solo ed esclusivamente sull'azione, che è la vera protagonista del film. Un prodotto commerciale ben confezionato che non dice nulla di più rispetto a ciò che si vede.

Anthonyvm 5/04/19 22:16 - 2734 commenti

I gusti di Anthonyvm

Buon esempio di action senza fronzoli e senza lezioni morali alla base: ci sono i buoni (o meglio, il buono, solo contro tutti, governo compreso) e ci sono i cattivi, naturalmente stranieri e senza pietà. Non è il caso di farne un discorso troppo politico: bisogna prendere il film per quello che è, ovvero novanta minuti di pura adrenalina e con pochissime pause. Ottime scene d'azione, interpretate da un Neeson in forma. Certo che l'inverosimiglianza, soprattutto nella seconda parte, mette a dura prova la sospensione dell'incredulità. Godibile!
MEMORABILE: Neeson tortura uno dei rapitori per farlo parlare; Neeson non si fa problemi a ferire e minacciare la moglie di un suo conoscente corrotto.

Lou 9/09/18 10:38 - 1036 commenti

I gusti di Lou

Un sorprendente Liam Neeson, nella parte del giustiziere, da solo riesce a sgominare l'organizzazione criminale che aveva rapito sua figlia a Parigi, facendo fuori tutti i membri della banda uno dopo l'altro in un florilegio di massacri. Morel non va tanto per il sottile e anche se il ritmo si mantiene sempre alto si tratta pur sempre della solita storia banale del buono (americano) contro i cattivi (albanesi/arabi), con tanta azione inverosimile e spettacolare e null'altro.

Pigro 7/04/19 11:05 - 8409 commenti

I gusti di Pigro

Passi (e non si dovrebbe) per l’ennesima storiaccia razzista e machista del bianco americano che fa strage di stranieri per salvare la figlia in un gratuito tripudio di violenza e arroganza yankee. Ma, a parte il ritmo molto sostenuto e avvincente, il film è un concentrato di banalità e ovvietà in un crescendo kitsch. E soprattutto ha una sceneggiatura che punta al nocciolo grezzo (che evidentemente per gli autori è costituito dall’action più truce) fregandosene della logica e dei necessari passaggi narrativi.

Camibella 1/03/21 13:19 - 277 commenti

I gusti di Camibella

Quando sua figlia viene rapita a Parigi da un'organizzazione che vende ragazze come prostitute, un ex agente della CIA vola in Francia per cercarla. Esagerato, fracassone e inverosimile ma comunque un buon film adrenalinico che mostra le arti combattive dell'immarcescibile Neeson e anche una gran quantità di ottime scene d'azione. Certo, fa sorridere che il Nostro possa uccidere tutti senza problemi e poi tornare in patria come se niente fosse, però se non si è troppo schizzinosi si può passare una buona serata.
MEMORABILE: "Se lasciate mia figlia la storia finisce qui, ma se non lo farete, io vi cercherò, vi troverò e vi ucciderò" (Bryan).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 14/08/11 14:52
    Scrivano - 16900 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per 20th Century Fox:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 DTS: Italiano Spagnolo Tedesco Russo
    5.1 DTS HD: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Inglese Spagnolo Tedesco Russo
    * Extra In tempo reale: missione segreta
    Making of
    Anteprima
    Dentro l'azione
    Disco 2: Il film in DVD
  • Curiosità Redeyes • 5/04/13 08:44
    Formatore stagisti - 884 interventi
    Nell' episodio 20 della Decima stagione dei Griffin, possiamo trovare la parodia di "Io vi troverò". Peter risponde al telefono come Mills nella pellicola originale, ma ovviamente dice esattamente il contrario del protagonista, predicando Nervosismo, tensione e panico. A salvare Meg andranno Stewie e Brian. Meg verrà venduta, ma ad un bellissimo e dolcissimo nonchè stra-ricco figlio di un arabo. Il ragazzo non ha alcuna intenzione ne di obbligare Meg, ne di farle del male. Stewie per quanto la sorella ne sia già innamorata finirà per ucciderlo, salvo poi cancellarle la memoria.