Mai dire mai

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Never Say Never Again
Anno: 1983
Genere: spionaggio (colore)
Note: Fa parte, anche se non ufficialmente, della serie di film dell'agente 007 (James Bond).
Numero commenti presenti: 19
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

“Thunderball”, o meglio il romanzo dal quale trasse “Thunderball”, Ian Fleming l’aveva scritto qualche anno prima assieme a Kevin McClory (il titolo era “James Bond, secret agent”). Questi, vistosi sottrarre al tempo l'idea da Fleming, fece causa e la vinse, ottenendo di girare in pratica una sorta di remake di THUNDERBALL. NEVER SAY NEVER AGAIN, che non appartiene alla saga ufficiale di 007 (all'epoca c'era Roger Moore, impegnato nel deludente OCTOPUSSY), è quindi un Bond apocrifo, problema al quale McClory rimedia richiamando per il ruolo nientemeno che Sean Connery,...Leggi tutto colui che già aveva interpretato THUNDERBALL quasi 20 anni prima e che per molti resta l'unico vero, inimitabile James Bond. Niente prologo con titoli di testa riconoscibili quindi, un logo nuovo di 007 che appare in apertura e nuovi volti per “M”, “Q” e Moneypenny. Ritrovare Connery nel suo ruolo più celebre dà subito l’impressione di aver a che fare con un Bond migliore: la sua ironia (valorizzata da una sceneggiatura intelligente che ne fa la sua arma vincente) è ficcante, la classe è quella di un tempo e la recitazione del bravo attore scozzese è nel frattempo migliorata. La storia invece, non proprio identica al film del 1965, è al solito complessa e densa di personaggi (ad accogliere Bond alle Bahamas troviamo perfino un giovanissimo Rowan Atkinson/Mr. Bean), mentre l'ambientazione caraibica non riesce a splendere con la stessa solarità di THUNDERBALL. Klaus Maria Brandauer sostituisce il nostro Adolfo Celi (che gli resta superiore per l'impatto quasi fumettistico) e una Kim Basinger piuttosto scipita fa da partner al protagonista senza brillare. Uno pseudo remake gradevole soprattutto nella prima parte, perché poi scivola nei soliti luoghi comuni.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 22/10/07 20:46 - 11573 commenti

I gusti di Galbo

Connery torna ancora una volta nei panni di Bond ma troppi anni sono passati e anche l'agente segreto più noto non è più quello di una volta. Lo scozzese è imbolsito come il film, un inutile remake di Thunderball. Certo risulta ancora vincente il fine humor che lo ha reso celebre, ma è imbrigliato in una sceneggiatura scontata, insipido mix di azione e rievocazioni nostalgiche (la Spectre ancora una volta) che fanno di questo film (il titolo è comunque bello) un Bond fuori tempo massimo.

Lovejoy 14/07/08 15:03 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Torna Connery nel ruolo di Bond in questo remake abbastanza inutile di Thunderball. Nonostante la buona prova dell'attore scozzese, infatti, vi è poco altro da salvare. La storia non è granché, le scene d'azione son poca cosa e i personaggi scialbi. Il cattivo Brandauer non vale quello interpretato dal grande Celi. Buon ritmo ma l'originale era un altra cosa, decisamente.

Capannelle 30/01/09 10:49 - 3837 commenti

I gusti di Capannelle

Contemporaneo a Octopussy, lancia la sfida ai produttori ufficiali. Direi che regge il confronto con l'originale per un tempo, in forza di un Sean Connery ancora in forma e di passaggi ben dosati (la fuga in moto, la clinica, i duetti con la conturbante Barbara Carrera). Dopo lo yacht del cattivo, dove Bond si applica pure ai videogame, però si scade nel banale e si scivola verso il solito finale. Brandauer e la Basinger se la cavano ma sono un po' stereotipati.

124c 3/04/09 17:56 - 2799 commenti

I gusti di 124c

12 anni dopo l'addio alla serie regolare con "Una cascata di diamanti", Connery riprende i panni e il parrucchino di James Bond per interpretare quello che è un remake fuori serie di "Thunderball", del 1965. Grandi bellezze (Kim Basinger e Barbara Carrera), grandi scenari marini, grandi cattivi (Klaus Maria Brandauer e Max Von Sydow) e grande suspence. A me un po' spiace che il miglior 007 di Sean Connery non vada oltre "Thunderball"; anche un soggetto inedito sarebbe stato apprezzato dai fan.
MEMORABILE: Barbara Carrera mentre punta una 357 Magnum a Bond: "Il mio godimento più grande, l'ho avuto in una barca a Nassau, per merito di Fatima Blush."

R.f.e. 21/02/10 14:38 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Barbara Carrera e Kim Basinger sono davvero bellissime in questo film e c'è da rimpiangere che non abbiano impersonato (ciascuna) una Bond-girl ufficiale in uno dei precedenti film della serie regolare. Ma tale constatazione non basta a far salire ai vertici le quotazioni di questo remake francamente pleonastico - anche se abbastanza godibile e sufficientemente divertente - di Thunderball. Klaus Maria Brandauer e Max von Sydow sono due bravi attori, ma qui appaiono entrambi sprecati.

Giacomovie 23/03/10 09:25 - 1361 commenti

I gusti di Giacomovie

Film valido, ma essendo stato realizzato come "altamente tecnologico", visto oggi mostra tutti i difetti di questa tipologia: dopo quasi 30 anni sembra già invecchiato e datato, come un vecchio modello di computer o cellulare, a differenza di altri film che, ancor più vecchi, conservano ancora oggi il loro fascino. Ma ha il pregio di mantenere un elevato livello di ritmo e gli intrighi sono stati sviluppati con trovate originali. Belle le presenze femminili. ***

Disorder 17/12/10 09:29 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Di certo non è un brutto film, ma potrebbe passare alla storia come il "remake più inutile di tutti i tempi": va bene il voler subito monetizzare la causa legale vinta con la MGM, ma che senso ha richiamare Connery, dopo quasi vent'anni, a rifare un suo stesso film? Che poi l'unico punto debole è proprio lui (per l'età, non altro), il resto del cast è di alto livello e la realizzazione impeccabile. Resta il fatto che Thunderball era un'altra cosa...

Lucius 11/02/13 01:32 - 2882 commenti

I gusti di Lucius

Il ruolo dell'agente segreto 007 cozza con l'età anagrafica di Connery, di conseguenza il film si traduce in un Bond insolito, con poche e mirate scene di azione, una commedia di classe condita da tanta avventura. Vedere Connery a quest'età indossare la tutina alla Diabolik è come vedere Stallone in John Rambo: la credibilità del personaggio è minata. Restano la gran classe dell'attore e la bellezza e la bravura di Kim Basinger al servizio di una bella commedia. Il confronto col passato non è sempre facile, ma va lodato il tentativo di averci provato.

Piero68 7/10/13 09:05 - 2806 commenti

I gusti di Piero68

Uscito in concorrenza con la produzione ufficiale dei Bond-film, si segnala per il ritorno del grande Connery nei panni di 007. Ma è un Connery già attempatuccio e si vede, e il suo fascino non è quello degli anni passati. Storia abbastanza stereotipata con tutti i cliché del genere. Senza infamia e senza lode insomma. Pregevoli soltanto le riprese subacquee (tante) e l'incontro con gli squali tigre. Davvero ben fatte. Soprattutto se si considera che le riprese sono tutte naturali, senza cioè l'apporto di CG o effetti similari.

B. Legnani 27/05/14 21:16 - 4891 commenti

I gusti di B. Legnani

Credo che, dopo aver visto Al servizio segreto di Sua Maestà, sia quasi impossibile vedere uno 007 migliore di quello citato. Figuriàmoci se si ha una sceneggiatura che pare divertirsi a ritrarre i nemici di Bond come i più deficienti dell'Universo, che escogitano i sistemi più baroccchi e più fallibili per risparmiare in colpo di pistola, dandogli l'opportunità di usare ciò che Q gli ha da poco dato. Segno di mancanza di idee. Banale il rapporto col giovane M, Basinger di rara inespressività, von Sidow sprecato, Brandauer interessante.

Kim Basinger HA RECITATO ANCHE IN...

Cotola 23/06/14 22:06 - 7803 commenti

I gusti di Cotola

Bond deve salvare il "mondo" (in realtà solo gli Stati Uniti) da pericoli nucleari. Di nuovo direte voi? Sì. Però nonostante l'originalità non sia certo il tratto distintivo della pellicola, lo spettacolo è abbastanza godibile e divertente. Sarà, forse, per il ritorno di Connery (non proprio in formissima), per le dosi massicce di umorismo (tutta la prima parte con 007 a dieta, ma non solo) o per le nuove diavolerie ad appannaggio del nostro. Le due ore scivolano così via abbastanza veloci, senza intoppi ma anche senza di una penna stilografica british molto particolare. ma anc
MEMORABILE: La penna stilografica ed il suo uso.

Lou 5/09/16 15:01 - 1026 commenti

I gusti di Lou

Rivedere oggi Sean Connery in questo 007 (non ufficiale) del 1983 fa piacere soprattutto perché si può ammirare nuovamente il fascino ironico e distaccato dell'attore scozzese, tornato a interpretare James Bond dopo 12 anni (da cui il titolo). Per il resto, il solito concentrato di eventi rocamboleschi e spettacolari in un film piuttosto caotico nella sceneggiatura. Prima apparizione cinematografica per Rowan Atkinson, futuro Mr. Bean.

Alex75 18/04/16 09:32 - 710 commenti

I gusti di Alex75

Da segnalare quasi esclusivamente per il ritorno di Sean Connery nei panni di James Bond. L’attore scozzese è sufficientemente in forma per dare credibilità all’agente 007 e per oscurare il resto del cast. Nel complesso, pur non aggiungendo nulla al filone, il film è godibile, per il piglio umoristico, per il buon ritmo e per le diavolerie tecnologiche dispiegate. Pregevoli riprese subacquee.

Liv 3/09/16 17:51 - 237 commenti

I gusti di Liv

Fece piacere rivedere il vecchio Sean, sia pure con qualche dubbio. Per motivi di diritti d'autore, furono costretti a rispolverare Operazione tuono. La sceneggiatura non è granché. Bisognava lasciar perdere i giochini elettronici e la computeria, che allora era il tema più caldo (si vede persino un Olivetti M20, fra le apparecchiature di Largo!). La scelta degli attori neppure convince. Rivisto recentemente, mi è ancora piaciuto, complice la bassa qualità dei film in circolazione.

Saintgifts 30/06/17 12:21 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Bond invecchiato? Più che naturale, tutto l'incipit del film parla della sua messa a riposo con conseguente cura del suo corpo abusato, pieno di cicatrici e della sua psiche (inguaribile, naturalmente). Connery ci sta alla grande quindi, con il parrucchino rimodellato ma ancora in grado di dire la sua come titolare del personaggio con licenza di uccidere. Affiancato da notevoli spalle, anche se poco sfruttate e con un peggioramento nelle sostituzioni di mister M e Q (avrei richiamato in servizio almeno mister Q, ancora in vita). Mai dire mai.
MEMORABILE: La nuova miss Moneypenny che si stupisce, non capendo, quando 007 le dice che deve eliminare tutti i radicali liberi (Lois Maxwell avrebbe capito).

Daniela 2/09/18 20:44 - 10112 commenti

I gusti di Daniela

Uno di quei casi in cui forse era meglio se il "mai" rimaneva tale. Apocrifo rispetto alla saga ufficiale, uno dei capitoli meno felici, nonostante la partenza promettente nel segno dell'auto-ironia: Connery è sempre affascinante ma appare svogliato, la Bond-girl di turno Basinger è ovviamente bellissima ma espressiva quanto una tinca, i lussuosi comprimari sono sotto o mal utilizzati, la sceneggiatura non brilla ed anche la regia è corretta ma piuttosto anonima. Cosa salvare? Barbara Carrera negli attillati panni di un'infermiera molto poco amorevole.

Mco 11/05/20 18:18 - 2174 commenti

I gusti di Mco

C'è Bond ma non siamo nella serie di film dedicata all'agente segreto più famoso al mondo. Il Pentagono è in pericolo e Connery non può che mettersi in azione, conservando fascino e agilità nonché un savoir faire a dir poco speciale. L'azione è di quelle avvincenti, pugni, fughe, risate e inverosimiglianze all'ordine dei minuti. Il godimento, soprattutto nella prima ora, si assesta su buonissimi livelli. La Carrera è dea d'inafferrabile bellezza e seduce più di una sirena dell'Ade, la Basinger è la sua antagonista dolce. Divertente.
MEMORABILE: La Carrera e Connery sulla barca.

Rambo90 11/11/20 16:14 - 6665 commenti

I gusti di Rambo90

Connery torna in servizio attivo e anche se un po' appesantito compensa col suo grande carisma. L'avventura non è ufficiale e si sente la mancanza di alcuni trademark, soprattutto le musiche (qui mediocri). Comunque ci si diverte perché il ritmo è quello giusto e la regia di Kershner sa inventarsi buone sequenze action e di tensione (su tutte quella con gli squali e quella del videogioco). Brandeur è un ottimo villain, la Basinger una bellissima Bond girl, un po' eccessiva invece la Carrera e pleonastico Atkinson. Piacevole ma il Moore coevo era migliore.

Daidae 25/11/20 01:06 - 2829 commenti

I gusti di Daidae

Poteva uscire un gran film. Il ritorno di Sean Connery come 007 era un'ottima idea; non altrettanto quella di realizzare un remake di Thunderball. Girato nel 1983 ha un aspetto molto moderno per i tempi, la fotografia è ottima, le ambientazioni sono suggestive, ma il film resta mediocre e davvero poco avvincente. Nel cast sono da salvare solo Sean Connery e Barbara Carrera. Molto bella la colonna sonora.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Xtron • 5/03/12 17:21
    Servizio caffè - 1854 interventi
    Il dvd 20th Century Fox ha una durata di 2h08m25s

  • Discussione Manzetto • 15/11/12 14:59
    Disoccupato - 142 interventi
    Il film vede uno dei primi ruoli di Rowan Atkinson, l'attore di Mr. Bean.
  • Curiosità Raremirko • 12/05/13 00:08
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Per questo film Connery ha chiesto lezioni di arti marziali nientepopodimeno che a Steven Seagal!

    Fonte: extra (Pillole di cinema) del dvd Anatomia di un rapimento di Akira Kurosawa.
  • Musiche Lucius • 7/09/13 13:15
    Scrivano - 8441 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 7/09/13 17:59 da Zender
  • Curiosità Buiomega71 • 21/05/18 19:08
    Pianificazione e progetti - 22526 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("I filmissimi", mercoledì 23 aprile 1986) di Mai dire mai:

  • Discussione Raremirko • 21/05/18 21:15
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Ad ogni modo 'sta cosa del "remake forzato" non l'ho mai capita...

    E' tipo come successe per Il padrino 3, che Coppola dovette girare in extremis, e molto lontano dal 2, sennò i diritti finivan?


    Someone answer me!
  • Discussione Daniela • 21/05/18 21:41
    Gran Burattinaio - 5454 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Ad ogni modo 'sta cosa del "remake forzato" non l'ho mai capita...
    Someone answer me!


    Credo che la produzione di Mai dire mai sia legata alla vittoria di Kevin McClory contro la MGM per i diritti del soggetto originale da cui Ian Fleming aveva tratto il suo romanzo Thunderball, poi trasposto in film nel 1965.
    Una volta rimesse le mani sui diritti del soggetto dopo tanti anni di battaglia legale, era naturale che McClory avesse voglia di "monetizzarlo" il prima possibile.

    Trovi qualche stringata informazione in proposito sulla scheda in italiano dedicata a Thunderball:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Agente_007_-_Thunderball_(Operazione_tuono)
    Molto più dettagliate le schede in inglese di entrambi i film.
  • Discussione Raremirko • 21/05/18 22:36
    Addetto riparazione hardware - 3629 interventi
    Daniela ebbe a dire:
    Raremirko ebbe a dire:
    Ad ogni modo 'sta cosa del "remake forzato" non l'ho mai capita...
    Someone answer me!


    Credo che la produzione di Mai dire mai sia legata alla vittoria di Kevin McClory contro la MGM per i diritti del soggetto originale da cui Ian Fleming aveva tratto il suo romanzo Thunderball, poi trasposto in film nel 1965.
    Una volta rimesse le mani sui diritti del soggetto dopo tanti anni di battaglia legale, era naturale che McClory avesse voglia di "monetizzarlo" il prima possibile.

    Trovi qualche stringata informazione in proposito sulla scheda in italiano dedicata a Thunderball:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Agente_007_-_Thunderball_(Operazione_tuono)
    Molto più dettagliate le schede in inglese di entrambi i film.



    A McClory presero i diritti in modo scorretto, senza chiederglieli bene?
  • Discussione Daniela • 21/05/18 23:10
    Gran Burattinaio - 5454 interventi
    Non conosco i termini esatti della questione, ma credo proprio che si sia trattato di diritti d'autore non pagati a tempo debito.