Cerca per genere
Attori/registi più presenti

RE PER UNA NOTTE

All'interno del forum, per questo film:
Re per una notte
Titolo originale:The king of comedy
Dati:Anno: 1983Genere: commedia (colore)
Regia:Martin Scorsese
Cast:Robert De Niro, Jerry Lewis, Diahnne Abbott, Sandra Bernhard, Victor Borge, Ed Herlihy, Tony Randall, Catherine Scorsese, Charles Scorsese, Martin Scorsese
Visite:1409
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 21
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 17/12/08 14:57 - 10927 commenti

Bel film di Scorsese poco compreso da pubblico e critica, Re per una notte è invece una commedia amara che fornisce lo spunto a numerose riflessioni sul mondo dello spettacolo e soprattutto sulla smania dell' apparire piuttosto che dell' essere. La storia dell'attore sconosciuto che sequestra un celebre presentatore televisivo per costringerlo ad ospitarlo nel suo show, viene raccontata da Scorsese attraverso una sceneggiatura molto incisiva e grazie alle brillanti interpretazioni del cast.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Tarabas 16/8/19 14:38 - 1614 commenti

Con sottile perfidia, Scorsese fa interpretare il ruolo della star tv a un attore ormai fuori dalle mappe dopo vent'anni di successi. Lewis lo ripaga con una grande performance, persino superiore al pirotecnico De Niro nel ruolo dell'aspirante comico senza pudori né remore davanti al crimine. Che paga, per inciso, almeno in questo caso. Anomalo nella filmografia del regista, è un ritratto ben poco accomodante dello show business e del suo pubblico, una commedia grottesca e cattiva; a volte mostra le rughe, ma sprizza ritmo e intelligenza.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 16/12/08 9:25 - 8084 commenti

Flop commerciale, snobbato dalla critica di allora, è una commedia amara e profetica (il delitto paga molto, almeno dal punto di vista mediatico), interpretata in maniera eccellente da Lewis nella parte di un uomo di spettacolo brillante in pubblico, triste e solitario nella vita privata e da uno strabordante De Niro, paranoico immune dall'imbarazzo, il cui principale obiettivo sembra essere, prima ancora del successo, il fatto di essere riconosciuto come individuo (non a caso, nel corso della vicenda, tutti storpiano il suo nome).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le fantasie di Pupkin, l'irruzione nella casa di campagna, le attese nell'atrio dello studio televisivo.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Caesars 5/4/07 9:32 - 2462 commenti

Scorsese dirige una buona commedia brillante che mantiene comunque anche una componente molto amara. Sicuramente la riuscita del film più che alla buona direzione e allo sript comunque valido, è da attribuirsi all'eccezionale talento di Jerry Lewis (in un ruolo lontano da quelli che lo resero famoso) e soprattutto di Robert De Niro. Non un prodotto perfetto, ma sicuramente da vedere in quanto riesce ad essere divertente ma anche profondo.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Matalo! 21/12/08 23:55 - 1358 commenti

Un film nascosto di Scorsese che però la dice lunga su quali sono i mezzi che la mediocrità usa per apparire; e grandissima l'idea di ritrarre un Lewis privato serissimo quasi sgarbato. In realtà il protagonista è alter ego di Travis, stesso orrore dell'anonimato, terrore della vita. Solo che sceglie il ridicolo al posto dell'esaltazione tragica. Il risultato? L'America offre uno spiraglio anche a loro, uomini del sottosuolo. Bello, sottovalutato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La stanza di Pumpkin (che significa zucca) col poster del pubblico, le risate registrate e la mamma che lo chiama perché vada a nanna. Lo show in tv.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Hackett 19/2/14 7:27 - 1599 commenti

La coppia Scorsese/De Niro torna a dipingere il disagio sociale, questa volta usando il registro della commedia amara. Il protagonista, come in Taxi driver, è un alienato che cerca il suo riscatto ma questa volta l'obbiettivo è l'abbagliante e finto mondo televisivo. Curioso e assolutamente originale.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

124c 22/11/16 16:01 - 2682 commenti

Robert de Niro non ha solo la faccia giusta per fare il taxista squilibrato, il capo mafia e il pugile, ma anche l'intrattenitore comico (tipo quelli usciti dal "Saturday night live") e qui si confronta con un mostro sacro come Jerry Lewis. La presenza di "Picchiatello" (doppiato con un tono di voce normale), però, non elimina la patina noir della pellicola di Scorsese, che dirige bene sia i momenti brillanti che quelli drammatici. Ottima la seconda parte, con un Jerry Lewis inedito e cattivo che si merita tutto quel gli capita. Cult.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Lovejoy 19/7/08 14:34 - 1825 commenti

Uno degli innumerevoli classici della filmografia di Scorsese. Bella commistione di commedia e dramma, con personaggi ottimamente approfonditi e resi con bravura da un cast esemplare. Lewis, lontano anni luce dalle interpretazioni del passato, è da Oscar. De Niro, dal canto suo, è esemplare nel ruolo di Pumpkin. A suo tempo poco apprezzato, merita decisamente una riscoperta.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Rambo90 13/7/12 0:28 - 5822 commenti

Un vero e proprio scontro fra titani: Scorsese gira un'interessante commedia nera, cinica e amara ottenendo il meglio anche dai due eccezionali protagonisti. De Niro è bravissimo come sempre, a suo agio in qualsiasi ruolo; Lewis si supera interpretando un personaggio sgradevole e freddo, completamente diverso da quello che aveva interpretato fino a quel momento. C'è qualche lentezza, ma è un piccolo gioiello che va rivalutato, fosse anche solo per il confronto fra i due grandi artisti.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 26/7/13 16:28 - 4099 commenti

Perché Pupkin riesce a far ridere durante il suo breve e rubato show. Perché ha successo pur dicendo delle sciocchezze, anche un po' stomachevoli. Più che il quadro vale la cornice. Una presentazione in pompa magna al Jerry Langford show, a un pubblico, presente o davanti alla tv, comunque già predisposto alla risata, vale più di cento ottime barzellette. La seconda parte del film ha il ritmo giusto e sopportabile; troppo insistita invece la prima, con un Jerry Lewis sempre ineccepibile ma con un De Niro poco appropriato, forzato e inadatto.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Giùan 23/10/11 14:17 - 2635 commenti

King of comedy è uno di quei lusinghieri fiaschi di cui la carriera d'un genio può andar orgogliosa. Scorsese riversa nel film la sua anima nera e i suoi umori acidi sullo swow biz facendone un'opera sporca, cattiva, tecnicamente (se non brutta) poco curata. C'è molta cruda verità nella storia del proto stalker Pupkin/DeNiro (rovesciamento del taxista Travis), disposto a tutto per raggiunger il successo, un esasperato cinismo nel raffigurar un "realizzato" così grigio come Lewis/Langford (Lang-Ford). Gioiello grezzo che arresta qualsiasi consolante risata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La formidabile e scatenata Sarah Bernhard pronta a scaricar la propria libido su Jerry imbavagliato e legato come un salame.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Paulaster 17/6/16 10:18 - 2304 commenti

Una velata critica allo showbiz e alle celebrità degli spettacoli preconfezionati. Scorsese lascia poco il segno come inquadrature ma diventa interessante nei momenti in cui De Niro fantastica sul suo successo. Trama con pochi spunti dove invece spicca Lewis con la sua boriosa serietà; il resto del cast invece è poca cosa. Scarsamente coinvolgente in chiusura, in cui vengono raccontate delle barzellette penose e una rivalsa forzata.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I titoli di testa con il fermo immagine del finestrino; La foto del pubblico che ride.
I gusti di Paulaster (Commedia - Documentario - Drammatico)

Minitina80 13/5/16 18:04 - 1984 commenti

Scorsese firma una commedia intelligente e critica verso alcuni meccanismi perversi del mondo dello spettacolo che portano all’istituzione di falsi miti per opportunismo e convenienza. Si avvale di un sorprendente Lewis e di un De Niro magnifico nei panni di Pupkin; la mimica facciale, la gestualità spesso compulsiva lo rendono perfetto per una figura così controversa e particolare. Non esiste un barlume di positività e anche l’epilogo non deve trarre in inganno. Magnificamente imperfetto.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 24/9/16 1:24 - 1898 commenti

Questo film mi ha fatto letteralmente impazzire: duro, violento, cinico e realistico. Insolite le parti di Jerry Lewis, che interpreta una sorta di se stesso (perché cambiare il cognome a quel punto?) e di De Niro, che da solo regge praticamente tutto il film. Entrambi sfoggiano un'ottima performance, ma è la triste storia di Pumpkin a colpire: deciso a tutto pur di realizzare il suo obiettivo, viene da pensare che sia solo un pazzo, ma nel finale si scopre la triste realtà dei fatti e non è difficile commuoversi.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Mickes2 10/7/14 20:41 - 1551 commenti

Un capolavoro sempre vissuto nell’ombra per motivi francamente poco chiari. La faccia dolceamara e tragicomica di Taxi driver, uno sguardo cinico e ilare sull’ossessione di fama e successo immediati e a ogni costo. Un’analisi sottilmente spietata sulla ricerca di affermazione, la solitudine e l’anonimato attraverso due maschere sopraffine, speculari e simboliche (vecchio e nuovo, indipendente e classico) le quali gettano una luce sinistra e inquietantemente pessimista sul mondo dello show-biz nonché l'intero effimero contorno che lo avvolge.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'esibizione di Pumpkins; Ehm... volevo dire Pupkin!
I gusti di Mickes2 (Erotico - Fantastico - Western)

Il ferrini 22/9/16 23:42 - 1476 commenti

Capolavoro interpretativo di De Niro; Pupkin è ancora più allucinato di Travis e i suoi deliri sono dapprima imbarazzanti poi genuinamente inquietanti. Jerry Lewis, che interpreta più o meno se stesso, è altrettanto efficace nel restituirci la vittima (?) della vicenda, soprattutto nelle scene con Sara Bernhard, perfetta nevrotica, ossessionata dal suo sentimento morboso verso la star della tv. Un film straordinario, ingiustamente ritenuto minore rispetto ad altre opere di Scorsese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: De Niro che si esibisce di fronte al cartonato di una folla adorante.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Jandileida 23/4/17 8:16 - 1130 commenti

Se nella filmografia "minore" di Scorsese ci sono film come questo, ben si capisce la caratura del regista. Maltrattato dalla critica all'uscita e poi quasi dimenticato, "The king" è invece un film non solo girato nella solita poderosa maniera ma è anche foriero di riflessioni sulla superficialità dei media e sulla labilità dell'essere umano che possono essere definite universali. De Niro all'epoca qualsiasi cosa facesse la trasformava in oro, anche il logorroico comico Pupkin, ma a stupire è l'acido Lewis, composto e introspettivo. Gran film.
I gusti di Jandileida (Azione - Drammatico - Guerra)

Almicione 15/7/13 1:17 - 765 commenti

È comprensibile il fatto che non abbia riscosso grande successo tra il pubblico sebbene Scorsese abbia girato di peggio. In effetti all'inizio il film è molto lento e leggermente soporifero; poi, dopo lo stratagemma attuato da Pupkin (interpetato da un De Niro in grande forma) e la sua complice, il film sembra ravvivarsi e diviene coinvolgente fino alla fine. Comunque, nonostante il lavoro sia appena soddisfacente, si possono rintracciare numerosi elementi tipici della regia di Scorsese, i quali migliorano la qualità dell'opera. Non male.
I gusti di Almicione (Drammatico - Gangster - Thriller)

Rocchiola 4/10/18 12:30 - 618 commenti

Un flop commerciale che fa onore a Scorsese, sempre dedito a un cinema intelligente e brillante. Fedele alla profezia di Warhol secondo cui “Nel futuro ognuno sarà famoso per 15 minuti”, il regista riflette sul mito del successo. Film d’attori che mitiga i virtuosismi registi e si affida completamente a un De Niro logorroico che veste completini dai colori assurdi e a un malinconico e silente Jerry Lewis utilizzato contro-ruolo. Esilarante la sagoma della Bernhard. Un film profetico nei confronti dei tanti pagliacci che vediamo oggi in TV.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le storpiature del cognome di Pupkin; L'intrusione di Pupkin negli studi di Jerry; Rupert ripreso dalla madre mentre prova le battute; Il rapimento.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Thedude94 11/1/18 22:56 - 357 commenti

Scorsese dirige in maniera impeccabile un'opera non forse memorabile, ma che ha la sua forza nelle prove attoriali divertenti e convincenti di De Niro e di Jerry Lewis, perfetto per il suo ruolo. La storia scorre in maniera molto fluida e non cade mai in banalità e forzature; la regia è molto solida e non c'è un momento superfluo o inserito a caso. L'iniziale mix tra realtà e sogno è un qualcosa di davvero notevole, sia per come viene mostrato sia per la convinzione che mette De Niro nell'interpretare un tale personaggio bizzarro.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I monologhi in casa; Gli interventi della voce fuori campo della madre.
I gusti di Thedude94 (Drammatico - Gangster - Sentimentale)

Mtine 20/9/14 12:42 - 218 commenti

Scorsese si conferma regista molto poliedrico, capace di toccare generi diversi fra loro pur mantenendo uno stile personale. In questa commedia sul mondo dello spettacolo, che si regge sul cliché del divo vessato da un ammiratore, a farla da padrone è l'ottima interpretazione di De Niro, geniale nei suoi dialoghi immaginari. Jerry Lewis, invece, in questo ruolo per lui inconsueto di vittima appare stanco ed eccessivamente "passivo". Il finale, anche se un po' sbrigativo, regala una morale non banale e chiude in bellezza il film.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Jerry Lewis che prega Robert De Niro di sostituirlo nella conduzione.
I gusti di Mtine (Comico - Giallo - Thriller)