Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• 3. LA CASA DEL SORTILEGIO

All'interno del forum, per questo film:
• 3. La casa del sortilegio
Dati:Anno: 1989Genere: horror (colore)
Regia:Umberto Lenzi
Cast:Andy J. Forest, Sonia Petrovna, Susanna Martinková, Marina Giulia Cavalli, Paul Muller, Maria Stella Musy, Alberto Frasca, Maria Cumani Quasimodo, Tom Felleghy (n.c.)
Note:Fa parte della serie di tv movie "Case maledette" per Reteitalia. Aka "La casa dei sortilegi".
Visite:2638
Filmati:
Approfondimenti:1) SERIE DI FILM HORROR (ITALIANI) IN TELEVISIONE
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)


Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 10/5/07 1:43 - 3875 commenti

Il migliore (sulle dimore maledette), arricchito dalla sceneggiatura - opera congiunta di Clerici/Lenzi/Stroppa - che colloca, al centro della vicenda, un edificio maledetto, frequentato da una strega e celato tra solitari sentieri extraurbani (toscani). La commistione sogno (premonitore) e magia (nera) viene "coagulata" dal buon reparto di trucco, supervisionato da Ferranti. Nient'affatto obliabile l'ottima sound track (opera di Simonetti), tantomeno la ferocia di alcuni delitti: certamente improponibile, rebus sic stantibus, nei palinsesti TV.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Puppigallo 23/12/07 10:06 - 4316 commenti

Cosa si può dire di questo film…Che, a parte un minimo di atmosfera (la casa, o villa che dir si voglia, aiuta) e qualche momento in cui appare un’ombra di tensione, ci si deve più che altro rassegnare a un insieme di luoghi comuni dell’horror, disseminati qua e là (rumori sospetti, finestre in frantumi, vento improvviso, oscure presenze, buio). Lo sbadiglio è in agguato e attori e dialoghi non aiutano molto. Anche gli effetti sono al risparmio e, nonostante un certo mestiere, il risultato non può che essere mediocre e perdibile.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le visioni del protagonista. Il cieco che parla delle ossa della strega.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Homesick 23/2/08 17:54 - 5737 commenti

Altro pessimo film diretto da Lenzi per il famigerato ciclo “Case maledette”, che questa volta tira in ballo una strega alle prese con un pentolone (!) e tremendi incubi che inevitabilmente diventano realtà… Oltre alla ridicola trama e alla sciatteria del tutto, si aggiungono effetti splatter vergognosi (vedi la super-fintissima testa mozzata nel finale) e la solita accozzaglia di luoghi comuni del genere horror che Lenzi cerca invano di reiventare. Nel cast la Cumani Quasimodo, vedova del Sommo Poeta.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Cotola 23/3/08 17:01 - 6968 commenti

Terzo film per la tv incentrato sulle case maledette che non si distacca molto per qualità dalle altre pellicole. Regia ai minimi sindacali, sceneggiatura che non brilla certo per originalità ed attori che avrebbero fatto meglio a scegliere un altro mestiere. Il livello insomma è piuttosto basso anche se non il peggiore della serie.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Ciavazzaro 2/11/09 10:29 - 4722 commenti

Neanche troppo malvagio, anche se non è gran cosa. Il cast è davvero pessimo (salvo solo Muller, la Quasimodo e c'è pure Tom Felleghy ispettore!). Lenzi offre una regia più che discreta, c'e meno sangue della media di questi film, ma la sceneggiatura è scontata (colpo di scena finale compreso). Belle le ambientazioni in compenso.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 19/7/07 19:51 - 3101 commenti

Insieme a La casa nel tempo il migliore dei 4 horror girati nell'89 per Reteitalia. Gli attori e i dialoghi sono decisamente scarsi, ma la regia di Lenzi è sicuramente efficace (le ambientazioni sono sfruttate molto bene) e la sceneggiatura, nonostante qualche lentezza nella parte centrale, non è affatto da buttare (anche per l'inatteso colpo di scena finale). Discrete le musiche di Claude King, alias Claudio Simonetti. Gli appassionati gradiranno di certo.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Herrkinski 15/5/08 15:22 - 4368 commenti

Discreto film stregonesco di Lenzi. Il protagonista purtroppo è espressivo come un cubo di porfido, ma il film in sè funziona benino. Bella l'ambientazione rurale toscana e valide alcune scene splatter. Molto bella la scena della nevicata in cantina, efficace la strega che bolle la testa del protagonista nel pentolone. Non un capolavoro, ma si lascia guardare. Buone musiche di Simonetti. La Cumani Quasimodo s'era già vista in Nosferatu a Venezia di Caminito.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Cangaceiro 16/11/12 21:34 - 982 commenti

Il sempre valido Lenzi deve raschiare il fondo del barile per dare un po' di senso a questa sciagurata operazione horror/televisiva rimasta per anni nel limbo assieme a una manciata di altri titoli. Non c'è praticamente alcun punto di forza che riesca a vivacizzare e contraddistinguere questo ricettacolo di topoi del cinema della paura (qui inesistente). Gatti neri, streghe, folate di vento e pugnalate non fanno quasi effetto, proposte così pigramente e per inerzia. La mazzata finale la danno gli attori impresentabili, eccetto l'ormai senile Muller.
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Daidae 24/2/09 14:24 - 2584 commenti

Più che un film dell'orrore è un misto tra fiaba nera e fantastico. La scena del sogno con la strega che bolle il pentolone è da antologia: la tipica strega come se la immagina un infante. Cast vomitevole (eccetto il buon Muller, qui sprecato) e finale tirato con le molle. Perlomeno si vede la Cavalli seminuda.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La Cavalli seminuda.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Ghostship 5/1/10 20:59 - 394 commenti

Filmettino per la tv che poteva riuscire molto, ma molto meglio. Purtroppo i soldi sono quello che sono, ma se a ciò si aggiunge una sceneggiatura costellata di termini inadeguati (difetto tipico di Lenzi che quando dà la parola ai giovani si copre di ridicolo utilizzando termini tipo "squinzia"), degli attori molto mediocri e qualche pecca che in altre circostanze sarebbe perdonabile ecco fatta la frittata. Migliore il gemello La casa delle anime erranti.
I gusti di Ghostship (Giallo - Horror - Thriller)

Giapo 8/6/07 14:31 - 224 commenti

Innocuo horror televisivo che si distingue sostanzialmente per i dialoghi raccapriccianti. Peccato perché la storia, una classica favola-horror sulle streghe, non sarebbe nemmeno male e la mano di Lenzi si vede eccome, non solo nelle suggestive riprese davvero terrificanti della strega ma anche nella regia, ma nemmeno un buon finale può riequilibrare le sorti di una sceneggiatura talmente sciagurata. Pessime le interpretazioni di tutti gli attori.
I gusti di Giapo (Gangster - Horror - Thriller)

Pinhead80 15/12/10 19:31 - 3427 commenti

Altro film della serie e altra incredibile ciofeca confezionata da Umberto Lenzi. Tra tutto quello che di negativo si può trovare (e le cose sono molte), abbiamo una recitazione al limite dell'osceno ed effetti speciali ridicoli (le uccisioni sembrano delle comiche). Il guaio è che passa per film horror. Pessimo.
I gusti di Pinhead80 (Documentario - Fantascienza - Horror)

Minitina80 12/9/16 19:53 - 1972 commenti

Difficile trovare qualcosa di originale per emergere tra le tante pellicole sulle case infestate. Lenzi almeno non scade nell’inguardabile e realizza un horror discreto, sebbene la trama sia facilmente intuibile. Si affida troppo a soluzioni abusate mille e più volte in contesti uguali o simili: tuoni e lampi, grida, venti che aprono finestre e altre amenità tipiche del campionario. Il carniere è ragguardevole, anche se la ferocia e il sangue sono contenuti e la modestia degli attori e dei dialoghi non sempre aiuta a dare una scossa.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La nevicata dentro la cantina.
I gusti di Minitina80 (Comico - Fantastico - Thriller)

Ryo 14/7/13 2:53 - 1875 commenti

Niente male la sceneggiatura, che per essere degli anni 80 offre parecchi spunti innovativi e qualche trovata originale. La confezione risulta però eccessivamente televisiva e a volte "sbrigativa". L'attore protagonista che mantiene sempre la stessa espressione mal si addice al ruolo che dovrebbe interpretare. Ottima invece la vecchina nel ruolo della strega: veramente paurosa e inquietante!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'incidente della Renault, davvero spettacolare.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Stefania 10/3/09 17:36 - 1600 commenti

Come la megera dell'incubo, Lenzi getta nel calderone tutti i luoghi comuni dell'horror stregonesco: premonizioni, ville isolate, antenate misteriose, gatti neri, scheletri murati... Poi, esegue il compitino, diligente ma impacciato, quasi inibito: proprio lui! Gli attori li aveva sempre scelti e diretti bene: qui, un disastro. Altrove, i suoi dialoghi erano brillanti: qui sono sciatti e ridicoli. La nevicata in cantina è un bel guizzo, ma come cosa a se stante, non lega con tutto il resto. Un pallino e mezzo.
I gusti di Stefania (Commedia - Drammatico - Giallo)

Il Dandi 3/1/19 17:11 - 1577 commenti

Insieme a Fulci, autore dei primi due episodi, Lenzi era uno dei pochissimi in grado di portare la nave in porto alle infauste condizioni imposte dalla produzione (budget e cast): infatti lo fa ma col pilota automatico, tanto più che la "nave" si rivela una bagnarola (lampi, cigolii e risate diaboliche sembrano quelle di un vecchio luna park). La storia è un giallo weird nella media, ma come al solito è il comparto tecnico a qualificare tutto (fotografia, effetti speciali e musica, al punto che Simonetti si firma sotto pseudonimo).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La personificazione finale della morte armata di falce.
I gusti di Il Dandi (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Jena 19/5/19 8:53 - 1012 commenti

Niente affatto male questo stregonesco di Lenzi, che si dimostra ancora una volta regista capace e buon sceneggiatore. Nei limiti di una produzione di Reteitalia dà qualche buon brivido, in particolare quando è in azione l'orrida strega. Non ci risparmia in crudeltà, come quando vengono pugnalati i due adolescenti. Tanti i materiali mescolati: i gatti neri, Evelyn che uscì dalla tomba, la casa e perfino Hansel e Gretel (la strega che bolle nel pentolone la testa). Bel colpo di scena finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La corsa iniziale di Forest in stile La casa; La tipa uccisa con la picozza mentre nevica in cantina; La strega.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Anthonyvm 12/6/18 23:29 - 919 commenti

L'idea da cui parte il film non è malvagia. Le streghe hanno sempre un certo fascino fiabesco, legato ai timori infantili e il cinema italiano ha dimostrato più volte di saperne fare buon uso. Il sogno ricorrente del protagonista è, se non propriamente inquietante, comunque suggestivo. La regia di Lenzi è come al solito corretta, anche se gli stilemi da film televisivo (attori scadenti compresi) sono sempre in agguato. Lo svolgimento è godibile anche se non riserva molte sorprese, colpo di scena finale incluso. Non pessimo ma trascurabile.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Maik271 25/12/14 20:44 - 436 commenti

Pellicola poco riuscita a causa di un soggetto già molto sfruttato, con la solita casa maledetta al centro della storia e un cast di scarsissimi attori. Il film, prodotto per la televisione, non coinvolge praticamente mai nonostante il pur diligente lavoro di Lenzi che non riesce comunque a sollevarne le sorti. Alcune sequenze sono valide e ricche di pathos me purtroppo non bastano.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena nella cantina innevata.
I gusti di Maik271 (Giallo - Poliziesco - Thriller)

Acid burn 10/2/16 16:37 - 40 commenti

La storia parte interessante, una bella ambientazione e bei paesaggi, musica d'atmosfera, molti ingredienti classici della stregoneria, comprese forti visioni; alcune scene danno phatos e originalità: la serra seccata, la neve in cantina... Certo, alcuni dialoghi sono proprio forzati e fuori luogo, alcune scene recitate male, certi effetti speciali era meglio non mostrarli, la logica nella parte finale è carente. Ma nel complesso il film è ben riuscito, coinvolge e incuriosisce.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: "Senti che cattivo odore? Sembra puzzo di zolfo" "No, non è di zolfo. E' lo stesso odore che emanano i cadaveri in putrefazione. Odore di morte!".
I gusti di Acid burn (Fantascienza - Giallo - Horror)