Cerca per genere
Attori/registi più presenti

IL SALARIO DELLA PAURA

All'interno del forum, per questo film:
® Il salario della paura
Titolo originale:Sorcerer
Dati:Anno: 1977Genere: drammatico (colore)
Regia:William Friedkin
Cast:Roy Scheider, Bruno Cremer, Francisco Rabal, Amidou, Ramon Bieri, Peter Capell, Karl John, Friedrich von Ledebur, Chico Martínez, Joe Spinell
Note:Remake di "Vite vendute".
Visite:2382
Il film ricorda:Vite vendute (a Rocchiola)
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 22
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Dedicato a Henry Georges Clouzot, regista di LE SALAIRE DE LA PEUR (da noi VITE VENDUTE, film di cui questo THE SORCERER è il remake), il lavoro di Friedkin è un film di avventura dai toni forti (tipici dell'autore di L’ESORCISTA o VIVERE E MORIRE A LOS ANGELES), notevole per il casting (i quattro protagonisti sono Roy Scheider, Francisco Rabal, Bruno Cremer e Amidou) ma debole nella narrazione. L'intera prima parte, ad esempio, è stiracchiata e piuttosto superflua, nonché poco chiara: gli allenamenti si susseguono in rapida successione, ma nessuno di essi viene veramente spiegato. Siamo bombardati da attentati, rapine, fughe in auto senza capire quasi nulla, come se tutto fosse già scontato. In realtà ciò che avviene non è poi così importante. Ciò che conta è che quattro delinquenti (un killer, un bancarottiere, un terrorista e un rapinatore) si trovano contemporaneamente in uno sperduto paesino nei pressi di Managua. Verranno incaricati di condurre due camion stipati d’esplosivo attraverso la giungla in una sorta di pericolosissimo “Camel trophy”. E qui comincia finalmente il film vero, cioè il racconto del viaggio, costantemente sommersi di pioggia e fango: i passaggi dei camion sui fragilissimi ponti di legno sospesi sulle paludi sono diretti magistralmente, con un senso dello spettacolo incredibile, valorizzati anche dalle belle musiche dei Tangerine Dream. Tuttavia, assieme ad altre tre o quattro belle sequenze quasi thriller (e almeno un colpo di scena totalmente inatteso) e a una professionalità non comune della confezione (ottima la fotografia) il film si trascina stancamente. Peccato, perché una storia simile prometteva bene.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 15/11/11 18:52 - 10980 commenti

Benchè segnato da una trama piuttosto convenzionale e che richiama molti altri film del genere, Il salario della paura è un film più che godibile. Il valore aggiunto è costituito dalla grande abilità del regista (che dirige con stile assai personale) e dall'ottima prova degli interpreti tra i quali eccelle Roy Scheider. Di ottimo livello anche la colonna sonora.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Homesick 7/6/15 17:08 - 5737 commenti

La trama, che stagna vaga e prolissa per un'ora intera, scatta nervigna nella seconda, quando ha finalmente inizio la missione impossibile dello "sporco quartetto" e Friedkin, forte anche dell'alto budget, può dar sfogo alla sua magistrale competenza tecnica: le gigantesche esplosioni e soprattutto la lunga e minuziosa sequenza sotto la pioggia del camion che attraversa il ponte di legno nella giungla costituiscono aurei pezzi di Cinema. Decisive le musiche dei Tangerine Dream, indispensabili come quelle dei Popol Vuh nei titanici film di Herzog. L'epilogo in sospeso dà il tocco finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La miseria e lo squallore del villaggio del Sudamerica; il periglioso attraversamento del ponte; l'indigeno dispettoso; il contrattacco ai terroristi.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Schramm 8/6/08 14:57 - 2355 commenti

Gran rabbia per un Friedkin che si perde in un diluito e resinoso preambolo che pare un festival dell'interlocutorio, per sfoderare il suo impressionante e invidiabile mestiere solo dopo un'ora, quando finalmente si entra nel vivo seguendo un preciso vettore narrativo. La scena della tempesta sul ponte diroccato è un immenso esempio di affabulazione filmica (forse il più alto mai dato dal regista)che da solo vale la visione di un insieme faticosamente digeribile e frutto di tensioni e capacità narrative diseguali. Peccato davvero, potato dell'inessenziale poteva essere IL film di Friedkin.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Cotola 15/4/09 23:07 - 7075 commenti

Pur essendo poco conosciuto e generalmente sottovalutato, è un bel film di Fridklin (che rifa, in tono minore, un grandissimo lavoro di Clouzot), il quale conferma ancora una volta di non essere uno dei tanti mostrando doti tecniche non comuni. Da un punto di vista narrativo non tutto funziona (a causa di una sceneggiatura un po' troppo prolissa) e, infatti, ci sono dei cali vistosi; ma lo spettacolo e la tensione sono, a tratti, assicurati. Da rivalutare.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Rebis 14/7/14 19:50 - 2075 commenti

Oltre un'ora di deriva umana nel cuore di tenebra della civiltà: luoghi oscuri e putrescenti, in cui dilaga il tanfo della morte. È il preambolo di un film spaccanervi che nelle sue premesse torrenziali trova senso e sostanza, rivelando una concezione metafisica del male che paralizza e annienta. Grande lavoro di montaggio e sonoro, con un culmine spasmodico visuale nella celebre sequenza dell'attraversamento, ancora oggi un pezzo di cinema inarrivabile. Musiche dei Tangerine Dream e psichedelìa finale in anticipo su Apocalypse Now; chiusura beffarda, come in un noir d'altri tempi.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Caesars 17/4/09 18:03 - 2486 commenti

Buon remake, anche se non all'altezza dell'originale, diretto da Friedkin, aiutato in questa occasione dalla bella colonna sonora dei Tangerine Dream. Certo bisogna fare i conti con una lunga fase iniziale "preparatoria", ma quando finalmente il film ingrana ci troviamo davanti ad un'opera di notevole impatto, anche visivo. Ottimo il cast che può vantare, nei ruoli principali, quattro attori che non hanno bisogno di presentazioni.
I gusti di Caesars (Drammatico - Horror - Thriller)

Capannelle 14/8/08 9:57 - 3581 commenti

Cavolo, mi aspettavo il film del '56 e ho invece sbagliato il download. Così mi becco il remake e quell'ora di inutile prologo che altri hanno già descritto. Il film è diretto con mestiere ma non ha il collante giusto tra le scene, forse a causa dei tagli imposti dalla produzione. Gli attori non eccellono in fatto di appeal e amalgama, salvo solamente Cremer. Degni di nota l'attraversamento del ponte sospeso (diventato l'emblema del film) e la location finale dove Scheider quasi impazzisce, cioè l'Angel Peak National Park, nel New Mexico.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Rambo90 11/11/11 15:04 - 5925 commenti

Un po' lento e confuso all'inizio, ma da quando si arriva nel paesino vicino Managua il film si risveglia e diventa un'avventurosa spedizione piena di tensione, dove Friedkin dimostra tutta la sua bravura. Il cast è ottimo, la colonna sonora è azzeccata e le numerose scene di imprevisti che affrontano i protagonisti coinvolgono davvero. Peccato appunto per la parte iniziale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il tronco sulla strada.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Saintgifts 7/2/14 10:00 - 4099 commenti

Friedkin non è d'accordo sul fatto che si giudichi un remake questo suo Sorcerer; di fatto però lo dedica a Clouzot. Forse la sua intenzione era omaggiare il regista francese. La sostanza del film comunque è quella del suo precedente (a mio avviso inarrivabile), ma è vero anche che le differenze ci sono. Drammatico ai massimi livelli il lavoro di Clouzot, in un più incisivo bianco nero, avventuroso, spettacolare, ma con meno pathos questo di Friedkin. Se Clouzot ci faceva entrare in un mondo fuori dal mondo, Friedkin ci resta con tutte le scarpe.
I gusti di Saintgifts (Drammatico - Giallo - Western)

Nando 8/2/14 9:30 - 3337 commenti

Remake di un film di Clouzot, la pellicola si segnala per il clima torbido e inquieto che presenta quell'aura di tensione dovuta anche alle sudaticce atmosfere centroamericane. Friedkin realizza una discreta pellicola che si avvale di un cast di prim'ordine e di una colonna sonora incalzante e a tratti ipnotica.
I gusti di Nando (Commedia - Horror - Poliziesco)

Lucius  4/7/10 23:54 - 2754 commenti

Non all'altezza dei capolavori del regista ma godibile nella sua interezza. Girato con mestiere e ottimamente fotografato, costituisce un remake isterico e allucinato del classico di Clouzot, che come fu per il remake di Diabolique, grazie anche al taglio documentaristico e all'ottimo cast supera l'originale. Una natura incontaminata, una missione da brivido e il destino dietro l'angolo alcune delle carti vincenti della pellicola. Ottima la colonna sonora dei Tangerine Dream.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Rufus68 3/3/19 22:07 - 2688 commenti

Replicare a un capolavoro è dura. Friedkin cita e inventa e non dispiace. Meglio la prima parte in cui vengono delineate le storie e moventi dei quattro personaggi; il prosieguo sembra troppo forzato: la tensione che in Clouzot si sviluppava con una scenografia fisica e morale essenziale e scabra qui si depotenzia per troppo accumulo di effetti sonori. Le sottolineature politiche sono superficiali pur se efficaci nel tratteggiare una terra infernale e senza redenzione. Bene il cast.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giùan 8/2/13 13:28 - 2664 commenti

Abbaglio artistico-commerciale di Friedkin il quale, nel tentativo (ammirevole nelle intenzioni) di far un passo avanti rispetto alle atmosfere di angoscia immanente de L’esorcista e all’itinerario filosofico-criminale de Il braccio violento della legge, precipita nel vicolo cieco d'un cinema ieraticamente straniato. Il grande Bill, distanziandosi dalla precisione cronachistica dell’originale Clouzotiano, approda ad un mal-inteso documentarismo che non acquista mai alcuna trascendenza. Molte scene van a segno, ma il film, come la faccia di Scheider, lascia increduli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’attraversamento “herzogiano” del ponte.
I gusti di Giùan (Commedia - Horror - Thriller)

Buiomega71 13/11/11 13:12 - 2050 commenti

L'inizio è davvero folgorante: pezzi di cinema nero friedkiano che rimandano ai suoi polizieschi feroci e disperati. Poi diventa un fangoso e "putrido" adventure movie, anche qui senza speranza e pessimistico nello stile del grande regista. Gli esterni di miseria sudamericani mi hanno portato alla mente l'Iraq nel prologo dell'Esorcista, il finale nero e sospeso a quello di Cruising. Qunintessenza del cinema puro friedkiano, antispettacolare e molto "europeo", un po' farriginoso nello script ma con momenti di grande cinema. Un cult sottovalutato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le visioni/incubo di Scheider; L'incidente con l'auto; L'inizio spezzettato; I camion sul ponte; Il finale sospeso.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Nicola81 9/1/17 18:05 - 1716 commenti

Non avendo visto l'originale di Clouzot, mi limito a valutare questo film come un notevole esempio di suspense avventurosa. Personalmente ho trovato godibile anche la prima parte, ma è nella seconda che Friedkin sprigiona il suo talento, trascinando letteralmente lo spettatore all'interno della vicenda e costringendolo a trepidare per la sorte dei protagonisti, a dispetto della loro negatività. Location azzeccate e ottime prove di Scheider e Cremer, ma anche il ghigno di Rabal lascia il segno. Discrete le musiche dei Tangerine Dream.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ovviamente le scene dell'attraversamento del ponte, che da sole giustificherebbero la visione.
I gusti di Nicola81 (Gangster - Poliziesco - Thriller)

Rigoletto 23/9/14 16:11 - 1405 commenti

Tutta la prima parte del film è condotta in maniera lenta, quasi assonnata e sembra influire negativamente sulla prosecuzione della pellicola; poi qualcosa cambia e Friedkin si ricorda di essere Friedkin: solo allora comincia il vero film e il regista sciorina numeri d'alta scuola che fanno la felicità di chi cerca l'adrenalina. Assolutamente monumentali sia Scheider (per me un attore cult) e Cremer, entrambi in forma eccellente. Chi ha deliberatamente evitato questo film faccia mea culpa e corra a procurarselo: ne varrà la pena.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il reclutamento dei camionisti; Il ponte; "Sono le 9 meno 5 adesso, a Parigi!".
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Jena 25/5/15 18:53 - 1047 commenti

Girato da Friedkin nel suo periodo d'oro, rimane una delle sue opere più riuscite. Potenza visiva herzoghiana nella parte splendida dell'attraversamento della foresta con alcune scene memorabili (il camion sul ponte sospeso), esprime alla perfezione il trionfo del destino su ogni sforzo umano che a esso si oppone. C'è sia la passionalità friedkiana sia il fondo di amarezza che pervade i suoi film, di fronte alla vittoria del Male (e all'inizio compare anche Pazuzu, coem demone inca), Ottimi attori, su tutti gli eccellenti Cremer e Scheider.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Lythops 10/5/16 20:54 - 972 commenti

Friedkin, "un nome, una garanzia" confeziona un discreto film andando a pescare situazioni comuni ad altri che lo hanno preceduto. Opera come sempre diretta con mano sicura e trama avvincente che tuttavia non va oltre il cliché cercando di unire psicologia ad azione. Il titolo italiano vorrebbe richiamare il capolavoro di Clouzot, ma da lui siamo ben lontani. Impreziosito dalla presenza di Bruno Cremer, non si va però oltre i due pallini... anzi, magari ci sta anche il mezzo.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Rocchiola 15/1/16 14:31 - 668 commenti

Uno dei film più sottovalutati della storia del cinema. Capolavoro maledetto che con il suo fallimento commerciale decretò la fine della generazione di prod-autori della New Hollywood, è un adventure teso e pessimistico in cui i protagonisti vivono una vera e propria stagione all’inferno sullo sfondo di una natura selvaggia di herzoghiana memoria. E non c’è riscatto nemmeno per chi vince. Uno dei pochi casi di remake che supera l’originale (Vite vendute). Innovativa anche la musica elettronica dei Tangerine Dream. Un plauso a Scheider e Cremer.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il prologo noir che introduce i quattro protagonisti; L'attraversamento del ponte sotto il nubifragio; Il finale beffardo e cupo tipico di Friedkin.
I gusti di Rocchiola (Guerra - Poliziesco - Western)

Vitgar 8/6/15 14:37 - 586 commenti

Inevitabile il confronto con Vite vendute. Per un appassionato come il sottoscritto di b/n di qualità, la preferenza non può che essere per la versione di Clouzot. Ciò non significa che il remake di Friedkin non sia un buon film, anzi, curato in tutti i dettagli con una narrazione coinvolgente e con la giusta tensione nei momenti topici. La colonna sonora dei Tangerine Dream, per quanto apprezzabile, mal si confà alla trama e alle ambientazioni del film.
I gusti di Vitgar (Commedia - Thriller - Western)

Alex1988 28/5/18 18:37 - 560 commenti

Il film ebbe la sfortuna di uscire in contemporanea con Guerre stellari e anche per questo passò inosservato al grande pubblico. I critici lo accolsero in maniera fredda e Friedkin finì per diventare un regista "maledetto". Rivisto oggi, rimane uno dei suoi film più audaci: pur essendoci tempi fin troppo diluiti, la tensione che caratterizza tutta la storia resta sempre viva. Da grande cinema, poi, la scena del ponte.
I gusti di Alex1988 (Azione - Poliziesco - Western)

Shannon 17/9/10 16:46 - 72 commenti

Non si comprende per quale motivo Friedkin abbia avuto la balzana idea di rifare Vite vendute: dal confronto con il capolavoro di Clouzot, "Il salario della paura" esce con le ossa rotte. Il lungo inizio dell'originale era lenta introduzione al dramma, qui è inutile complicazione; il viaggio dei camion, che era soprattutto un viaggio nella paura dei protagonisti, ora diventa un semplice susseguirsi di situazioni critiche da affrontare: un film drammatico ridotto a film di avventura. Ecco: si tratta di un buon film di avventura.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Victor che se la svigna: divertente. I camion in difficoltà sul ponte sospeso, sotto la pioggia torrenziale: il gran mestiere di Friedkin.
I gusti di Shannon (Avventura - Drammatico - Thriller)