Tutti dentro

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
In attesa di comparire nel box Ultimi commenti: Ultimo (18/01/21 11:06)
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 23/07/08 13:38 - 1970 commenti

I gusti di Fabbiu

Il nostro Albertone Nazionale interpreta (è il caso di dire magistralmente) un giudice modesto, liberale ma allo stesso tempo impassibile e spietato che, errando nell'adoperare troppo zelo nei suoi compiti, finisce nell'esser vittima di nemici più astuti e furbi di quanto avesse immaginato. La pellicola è particolare, non diverte eccessivamente, ma si lascia guardare e apprezzare; al contrario di quanto Morandini sostiene smuove alla riflessione, anticipando, d'altra parte, le faccende di Mani pulite. Validissimi comprimari tra cui Joe Pesci.
MEMORABILE: La riflessione finale: "Poiché non lo riesce ad essere la giustizia, speriamo almeno che l'ingiustizia sia uguale per tutti".

Galbo 7/10/09 07:23 - 11516 commenti

I gusti di Galbo

Anni prima dell'avvento di Mani pulite e delle polemiche relative alla presunta invadenza della magistratura nella vita civile, Alberto Sordi dirige ed interpreta un film che ha per protagonista uno zelante magistrato romano.Pur godibile grazie all'istrionismo del protagonista (qui in una particolare versione "capellona") il film non colpisce più di tanto, a causa della scarsa propensione dell'autore per la satira. Da questo punto di vista la sceneggiatura avrebbe avuto bisogno di un rinforzo e maggiore incisività.

Homesick 29/06/10 08:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia profetica, anticipa di più di un lustro le inchieste di Tangentopoli e i problemi sull’invadenza della magistratura, ma la necessaria vis comica e gli stimoli alla riflessione che dovrebbero conseguire da ogni satira politico-sociale sono compressi da una regia trasandata e da una sceneggiatura intorpidita da tautologiche lungaggini. Sordi non smentisce invece le sue qualità davanti alla macchina da presa, aggiungendo il ricciuto e irreprensibile giudice Salvemini alla sua ampia collezione di maschere italiane. Ultimo lavoro sul grande schermo per la sempre leggiadra Giorgia Moll.

Franz 17/09/10 13:52 - 110 commenti

I gusti di Franz

Dopo tanto tempo ho rivisto questo film, trovandolo, sorprendentemente, più che buono. Questo giudice solerte, arrivista, in carriera, riprende nelle fattezze e nei gusti "discotecari" il De Michelis di allora, ma, inconsapevolmente, anticipa il Di Pietro arrembante di tangentopoli. Da questa storia così profetica escono spunti non banali sui giochi di potere e affari tra magistratura, economia, politica. Gli acuti Sordi e Sonego non riuscirono però a prevedere l'imponderabile, cioè che potenti p. m. un giorno si sarebbero dati alla politica...
MEMORABILE: I boccoli di Sordi! Joe Pesci prestato a un film italiano! Il canestrino o giardinetto...

124c 17/09/10 17:48 - 2785 commenti

I gusti di 124c

Tangentopoli secondo Albertone, otto anni prima che scoppiasse il vero putiferio politico, con la partecipazione di Joe Pesci e la sempre bella Dalila di Lazzaro. Film di denuncia molto divertente e riuscito, con un Alberto Sordi in grande forma. Decisamente riuscita la parte degli arresti illustri, ma anche le scene del giudice con "l'amico"/nemico Joe Pesci sono ben girate. Alberto Sordi sappiamo che, più o meno, se la cava sempre, ma anche il Joe Pesci "italiano" non è male. L'unico mio rammarico è di non essermi goduto questo film in sala.
MEMORABILE: Alberto Sordi ad una nervosa Dalila di Lazzaro: "Si rilassi, si distenda!"

Cotola 2/04/11 19:29 - 7692 commenti

I gusti di Cotola

Men che mediocre, sia come satira che come semplice divertimento. Sordi regista, si sa, è troppo qualunquista e le “critiche” non raggiungono mai i bersagli poiché di grana troppo grossa. Bisogna però ammettere che il film ha precorso i tempi ed alcune parti sono quasi “profetiche”. Inoltre qualche risata qua e là la strappa. Patetici gli inserti cartolineschi dei paesaggi esteri. Chissà perché Joe Pesci è stato coinvolto nel film.

Rambo90 3/03/12 02:34 - 6513 commenti

I gusti di Rambo90

Un Sordi in forma smagliante interpreta il giudice incorruttibile Salvemini, anticipando quella che sarà "Mani Pulite". La satira di questo film coinvolge, colpendo nel segno, anche se risate vere e proprie non ce ne sono. Poi i difetti del Sordi regista li ritroviamo tutti, ma ciò non toglie che sia una pellicola con una buona sceneggiatura e che si lascia guardare. Joe Pesci poi, è una spalla d'eccezione. Gradevole.

Daidae 6/03/12 03:30 - 2789 commenti

I gusti di Daidae

Non male questa insolita commedia di ambito giudiziario che anticipa tangentopoli. Buon cast, in primis Sordi con un curioso taglio (che gli stava malissimo), bella la Di lazzaro, passabile Pesci. Tutto sommato sufficiente, ma Sordi ha fatto di molto meglio.

Nando 2/07/12 00:33 - 3498 commenti

I gusti di Nando

Anticipando il triste fenomeno di Mani pulite, Sordi dirige e interpreta questa pellicola graffiante ma lievemente edulcorata in cui si denuncia il grande clima correttivo e mazzettaro che vige in Italia. Buona l'idea di partenza, ma la narrazione propende per una certa forma di qualunquismo. Comunque dignitoso e apprezzabile.

Fabiorossi 15/01/13 20:56 - 67 commenti

I gusti di Fabiorossi

Nihil sub sole novi: potrebbe essere questo il motto del film diretto e interpretato da un Alberto Sordi che nel 1984, quindi circa otto anni prima, pare raccontare la storia di una vicenda giudiziaria senza precedenti, quella di mani pulite. Il personaggio del giudice Annibale Salvemini è talmente realistico da apparire ancora più vero del vero, attribuendo alla pellicola ancora oggi doti di grande attualità. Come sempre bollino blu per una sceneggiatura targata Sordi-Sonego.

Alberto Sordi HA DIRETTO ANCHE...

Il Gobbo 5/03/13 18:33 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Superficiale, facilone, qualunquista? Passi, eppure è uno dei due soli film (insieme, si parva licet, al capolavoro di Risi) su "tangentopoli". E il fatto che tutti e due siano di molto anteriori la dice lunga su parecchie cose... Fra una caricatura e l'altra Sordi e Sonego prefigurano gli arresti inutilmente spettacolari, la carcerazione preventiva come tortura per estorcere confessioni, insomma buona parte del rito ambrosiano. Poi, certo, non tutto funziona. D'altronde il grottesco ha dei limiti che la realtà italiana non conosce.

Mco 13/03/13 18:15 - 2163 commenti

I gusti di Mco

Sordi si diletta in un ruolo che si aliena dalle solite macchiette di costume per rivestire quello di un "magistrato dalla lunga criniera". Tal Salvemini si adopera per ripulire il sistema da certi intrallazzi di alto bordo che coinvolgono un po' tutti gli strati dell'alta società. Tra cenette a bordo piscina, assegni e telefonate, si dipana un plot più affine ai film di denuncia che a quelli di timbro commediale. Il protagonista recita da par suo e, come lo spettatore, si lascia sedurre dai giochi di una splendida Di Lazzaro. Gradevole.
MEMORABILE: I misunderstanding tra Sordi e la Di Lazzaro nell'incontro marocchino.

B. Legnani 19/03/13 00:47 - 4835 commenti

I gusti di B. Legnani

Al di là di un che di profetico (compreso l'innamoramento di un giudice per una bella indagata...), il film mostra i consueti difetti del Sordi regista: lentezza, prolissità, mediocre direzione degli attori (Pesci sprecato, Di Lazzaro mediocrissima), il migliore dei quali è il grande Tino Bianchi, ma per classe sua. Curioso il recupero della dolcissima Giorgia Moll ad alcuni lustri dalla sua ultima prova. Da notare - ironia della sorte in ottica PSI-Tangentopoli - il comportamento alla De Michelis (capelli e danza) del giudice Salvemini... Alla fin dei conti strappa un **...

Samuel1979 25/06/13 23:59 - 477 commenti

I gusti di Samuel1979

L'unico merito di questo film è quello di aver anticipato (non si sa quanto volontariamente),il fenomeno di Mani Pulite, ma al di là di questo si tratta, a mio avviso, di un film ripugnante; l'attore romano tra l'altro sembra spento e poco adatto a una parte del genere e, a dirla tutta, la sua capigliatura è orrenda. Inspiegabile la partecipazione di Joe Pesci, mentre la Di Lazzaro si lascia vedere (ma non per le sue qualità di attrice).

Gabrius79 8/07/13 20:01 - 1215 commenti

I gusti di Gabrius79

Alberto Sordi tenta nuovamente la carta di regista/attore con un risultato piuttosto monotono. La storia (seppur attuale) non avvince e non convince lo spettatore, dando così il via a una serie di sbadigli. Si sorride poco. Bravo Joe Pesci, ma non basta a salvare le sorti del film.

Deepred89 14/06/16 18:47 - 3332 commenti

I gusti di Deepred89

In un primo momento il personaggio principale sembra una qualsiasi macchietta (in questo caso politicizzata) non riuscita del'attore romano, poi si evince che lo scopo del film non è tanto divertire (il numero di gag e battute è limitatissimo) quanto offrire un semplicistico ma coerente affresco fantapolitico che, come molti noteranno, si rivelerà sorprendentemente anticipatore. Grazie a tale meccanismo il film galoppa spedito fino al non sorprendente finale, nonostante interpretazioni non memorabili (Pesci compreso) e musiche dance fuori luogo.

Vito 7/08/16 18:55 - 669 commenti

I gusti di Vito

Sordi regista, sceneggiatore (insieme al fidato Sonego) e interprete di questa commedia che anticipa di otto anni la bufera di Tangentopoli e le polemiche sullo strapotere della magistratura. Il suo giudice Salvemini non guarda in faccia nessuno e avvia un'inchiesta contro personaggi dello spettacolo, della finanza, della politica e si allude persino ad appartenenti di spicco dei Servizi Segreti, delle logge massoniche. Almeno fino all'amaro finale. Bravo anche Joe Pesci e bellissima Dalila Di Lazzaro. Profetico.

Puppigallo 2/10/19 18:15 - 4545 commenti

I gusti di Puppigallo

Pellicola, che può risultare piuttosto simpatica, almeno finchè il protagonista, un Sordi al limite della caricatura, sbatte tutti in galera, "amici" compresi. Poi però, non potendo reggere fino alla fine con lo stesso copione, il tutto viene poco per volta ribaltato, finendo però per suscitare un certo disinteresse in una vicenda, che già saltava un po' troppo dalla commedia, al quasi serio, risultando, alla fine, un ibrido cinematografico. Vedibile e nulla più.
MEMORABILE: "Canestrini" e "giardinetti".

Minitina80 5/11/19 07:16 - 2460 commenti

I gusti di Minitina80

Le chiavi di lettura sono molteplici e sempre attente alle vicende del periodo storico di appartenenza. Impossibile, infatti, non riconoscere il collegamento con le vicende della P2 e il caso Tortora. Purtroppo il film si rivelerà anche profetico sotto altri punti di vista, aumentando a distanza di tempo lo spessore contenutistico dell’opera. Sordi interpreta bene il magistrato zelante, mentre non convince il contorno. La Di Lazzaro non brilla e forse non era necessario scomodare Pesci per sfruttarlo in quel modo. Si lascia vedere, almeno una volta.

Enzus79 3/01/20 13:17 - 1882 commenti

I gusti di Enzus79

Alberto Sordi profetizza in un certo qual modo quello che avverrà una decina di anni dopo in Italia: Tangentopoli. Ovviamente lo fa a modo suo, ma questa volta l'impresa riesce a metà. L'evolversi della storia appare un po' troppo macchinoso (per colpa anche della durata) e si notano alcune incoerenze. Attori di contorno mediocri; spicca (in senso negativo) Joe Pesci.

Joe Pesci HA RECITATO ANCHE IN...

Pessoa 3/12/20 22:37 - 1352 commenti

I gusti di Pessoa

Film straordinariamente premonitore (o solo lungimirante?) che pone Sordi in una situazione a lui non nuova (Il vigile, Il commissario) ma il cinismo e la strafottenza dei tempi d'oro sono ormai un vago ricordo. La sceneggiatura, rimanendo sul vago, preme sul pedale della commedia togliendo grinta anche ad un impeccabile Pesci, che lavora molto sul corpo e sul ritmo. Alcuni elementi del buon cast ricordano politici dell'epoca ma gli strali piuttosto spuntati si perdono quasi sempre nel vuoto. Un film guardabile, che non ha abbastanza coraggio per essere devastante.
MEMORABILE: La mimica facciale di Joe Pesci nei suoi duetti con Sordi.

Ultimo Ieri 12:04 - 1407 commenti

I gusti di Ultimo

Pellicola senza infamia e senza lode in cui Sordi interpreta un magistrato incorruttibile che si trova ad indagare su eventi molto simili al futuro scandalo delle tangenti nei primi anni '90. Il film si lascia apprezzare per l'interpretazione dell'attore romano, ma in diversi momenti la sceneggiatura latita e in fin dei conti ci si annoia. Si risolleva un po' nell'amaro finale, tra l'altro piuttosto prevedibile. Tra gli altri, Joe Pesci ha senza dubbio vissuto tempi migliori.
MEMORABILE: La capigliatura di Sordi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Markus • 17/09/10 16:57
    Scrivano - 4805 interventi
    Si, diciamo che è sempre stata una mia passione trovare dei punti in comune tra i film anche se non propriamente dello stesso genere. Ti ringrazio per l'apprezzamento Franz.
  • Discussione Franz • 18/09/10 13:52
    Galoppino - 220 interventi
    Pas de quoi, Markus, pas de quoi ;)
  • Discussione Cotola • 2/04/11 19:28
    Consigliere avanzato - 3653 interventi
    Ecco il finale lapidario della recensione di
    Morandini al film. Non sono solito postare le
    critiche altrui, ma questa mi ha colpito e perciò ho ritenuto di inserirla.

    Qualcosa di peggio di un brutto film: una cattiva azione.
  • Discussione Zender • 3/04/11 10:31
    Consigliere - 43927 interventi
    D'accordo, però andrebbe specificato che vuol dire. Perché una cattiva azione?
  • Curiosità Fabiodm102 • 1/06/11 20:49
    Disoccupato - 347 interventi
    Joe Pesci è doppiato da Carlo Sabatini.
  • Curiosità Daidae • 6/03/12 03:33
    Compilatore d’emergenza - 892 interventi
    Compare per l'ultima volta anche il caratterista Salvatore Baccaro, che morirà l'anno stesso.
  • Homevideo Comix • 28/09/13 01:11
    Disoccupato - 17 interventi
    ''Tutti Dentro'' uscirà per la prima volta in dvd il 22/10/2013
  • Homevideo Zender • 28/09/13 08:58
    Consigliere - 43927 interventi
    Ci han messo un po' ma era ora... Anche se l'han dato su Raimovie infinite volte ormai.
  • Homevideo Geppo • 28/09/13 11:21
    Addetto riparazione hardware - 4018 interventi
    Esce per la Medusa?
  • Homevideo Comix • 5/10/13 18:32
    Disoccupato - 17 interventi
    Uscirà per la Mustang Entertainment
    Ultima modifica: 5/10/13 18:33 da Comix