Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/03/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 24/03/08 09:41 - 11876 commenti

I gusti di Galbo

Attore di non grande successo, si traveste da donna per farsi assumere a casa della ex moglie e stare vicino ai propri figli. Piacevolissima commedia diretta dall'esperto Chris Columbus e letteralmente monopolizzata dal bravissimo Robin Williams che conferisce credibilità al suo personaggio regalandogli autentiche connotazioni femminili e materne. Il film ben sceneggiato, risulta diretto con grande brio e ritmo, senza momenti di stanca e con lieto fine obbligato. Molto gradevole.

Redeyes 27/03/08 12:05 - 2295 commenti

I gusti di Redeyes

Gradevole commedia che scorre via senza creare noia. Ovvio che gran parte del successo del film sia dovuto ad un Robin Williams che ancora una volta si fa notare per una bella performance. Ovvio il finale, anche perché il prodotto mi pare evidentemente da bimbi. Se non altro la cosa non stucca come molto spesso accade. Godibile!

Gugly 25/03/08 18:56 - 1055 commenti

I gusti di Gugly

Discreto film come al solito sorretto da uno straripante Robin Williams, a cui però fanno degno contorno Sally Fields e soprattutto l'adorabile figlia minore. Buon ritmo, buona comicità ma mi è rimasto sempre un dubbio: dato che in America anche le sceneggiature sono seguite con il massimo scrupolo, come è potuto passare quell'incredibile buco fra la prima scoperta dei figli e quella finale? Così la pellicola ha perso (per me) il 50%.

Caesars 4/04/08 11:37 - 3364 commenti

I gusti di Caesars

Briosa commedia ben diretta dallo specialista Chris Columbus. Buona parte della sua riuscita spetta però a Robin Williams che ben interpreta il ruolo dell'attore che, per poter passare del tempo accanto ai suoi figli, si fa assumere come domestica dalla ex-moglie. Non tutto è riuscito, alcune parti sono inevitabilmente un pochino melense, ma il divertimento, in puro stile hollywoodiano, è assicurato. Non imperdibile ma vedibile.

Capannelle 18/04/08 09:10 - 4052 commenti

I gusti di Capannelle

Commedia vivace e abbastanza godibile anche se si sgonfia nel finale. La trama e il contesto sono scontate, talvolta ripetitive, ma Williams e gli attori più giovani, ben affiatati, riescono a dare un buon ritmo. Un insolito Brosnan (tenuto a freno) e la Field buoni comprimari.

Pigro 16/06/08 20:51 - 8796 commenti

I gusti di Pigro

Marito esuberante ritorna nella casa familiare dopo il divorzio spacciandosi per la governante. Un film costruito su Robin Williams, più virtuosistico che bravo (come sempre). Qui la sua stucchevole strabordante esibizione di gag mimico-verbali è ben contenuta da una sceneggiatura con una storia divertente e da una regia che privilegia il ritmo generale. Insomma, Williams esagera al solito, ma qui si gusta con piacere grazie all’insieme ben orchestrato (bravo Chris Columbus).

Ciavazzaro 22/11/08 14:42 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Commedia bella e divertente. Robbie Williams è davvero molto in parte e nei panni della tata Mrs Doubtfire (travestito da donna) è davvero irrefrenabile, spassosissimo. Non male anche il cast di contorno, a cominciare da Brosnan playboy senza cervello o dalla Field ex-moglie. Si ride, molto piacevole.
MEMORABILE: La doppia cena, un classico ma ben realizzato.

Renato 6/03/09 22:32 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Il tema centrale del film è quello della famiglia moderna, con i genitori separati e gli ovvi problemi che devono subire i figli. Questo solo in teoria, perché in pratica il talento di Robin Williams si mangia letteralmente il film, e tutto sommato è un bene: sì perché di mediocri riflessioni su questo tema ne possiamo avere quante ne vogliamo, mentre la performance del comico di Chicago in abiti da tata è qualcosa di molto più prezioso. Da vedere comunque in inglese, nonostante il buon doppiaggio di Carlo Valli.

Daniela 14/04/09 18:10 - 11528 commenti

I gusti di Daniela

Robin Williams & Robin Williams: ce n'è tanto di Robin Williams in questo film che si rischia l'indigestione e per chi, come me, talvolta fa fatica a sopportarlo quando fa un solo ruolo dei suoi abituali (ossia quasi sempre), la versione double/face è una dura prova. Bravo? Ma si... e probabilmente senza di lui questa commedia non si sarebbe retta in piedi, però sarebbe poi stato un gran male? Bah, certo che dopo un po' non ne potevo già più, tanto da trovare terribilmente simpatico persino Brosnan. Commedia asfittica.

Rebis 26/08/09 16:33 - 2183 commenti

I gusti di Rebis

Le premesse alla crisi coniugale sono ben congegnate, plausibili e non banali (la competizione – fallimentare – tra un padre istrione e irresistibile e una puntuta madre modello). Le conseguenze invece sono esattamente quelle che ci si aspetta e per le quali si accettano le forzature di una sceneggiatura che chiede sovente ammenda alla performance esuberante (e retorica) di Williams, che, - va detto - da asso nella manica spesso si commuta in baraccone ingombrante. Le gag che meglio funzionano sono quelle che meno ammiccano al pubblico, ma non mancano le grossolanità (la dentiera). Spiritoso.

Chris Columbus HA DIRETTO ANCHE...

Ale nkf 26/05/10 15:38 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Discreta commedia americana con un cast alla soglia della sufficienza, in cui nemmeno Robin Williams, il quale avrebbe dovuto prendersi l'intera scena, sembra interessarsi a recitare al meglio. La storia può essere piacevole e originale (forse non altrettanto verosimile), ma gli attori sono pietosi. Complimenti solo alla scenografia.

Magnetti 25/05/10 09:49 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Commedia per famiglie divertente che grazie al bravo regista e agli attori, ognuno al posto giusto, ottiene un buon successo. L'idea di travestire R. Williams da donna è quasi fantascientifica, lui che è un tracagnotto peloso. Obiettivo però raggiunto grazie alle imbattibili doti dell'ex Mork fra le quali spicca una verve recitativa fuori al comune. Buono anche il trucco. Con il procedere del film ci si stanca un pò salvo il guizzo finale della cena in due tavole diverse.

Stefania 8/05/10 01:18 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

La trama, semplicemente, è un pretesto per dar modo a Williams (che, tra l'altro, vestito da donna è veramente caricaturale), di esibirsi in numeri che talvolta sfiorano il vaudeville. Il gioco degli equivoci (Williams che deve ascoltare impassibile certe confidenze anche... intime che lo riguardano), e i momenti farseschi (la cena al ristorante, dove Williams si fa in due!) sono ciò che più si apprezza del film, il cui messaggio di fondo - per scoprire le sue qualità migliori l'uomo deve femminilizzarsi - è superficiale e abusato. Divertente.

Funesto 6/09/10 14:26 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Da una trama spassosissima e geniale nasce un film gradevole, mieloso ma limitatamente, più che altro moralista contro il divorzio. Si scherza con intelligenza però sulla separazione coniugale e alla fine la pagliacciata suona nemmeno troppo stupida (chiunque potrebbe travestirsi da donna per farsi assumere come baby-sitter dalla moglie. Però poi ricordatevi di NON pisciare in piedi!). Buono il cast, dove troviamo un Robin Williams scatenato e ben in parte. Peccato che poi la storia perda interesse dalla scoperta dell'identità della colf...
MEMORABILE: La scoperta che l'anziana signora è in realtà un uomo; lo scherzo cattivissimo al nuovo compagno della Field al ristorante.

Cotola 13/03/11 01:43 - 8347 commenti

I gusti di Cotola

Commedia molto sopravvalutata, dalla trama esile e dagli esiti scontati. Si regge in piedi soprattutto grazie all'interpretazione di Williams, al solito strabordante ma certamente bravo. Banale, senza particolari guizzi, ma alla fine abbastanza gradevole e tutto sommato passabile.

Nando 22/03/11 12:25 - 3641 commenti

I gusti di Nando

La trasformazione di un geniale ma fanciullesco padre in una brillante e dinamica colf. Due personaggi interpretati magistalmente dall'istrionismo di Williams ben coadiuvato dal resto del cast. Con leggerezza ma adeguatamente si descrive l'annoso problema del'affidamento dei figli durante una separazione coniugale. Finale buonista ma di buon livello.
MEMORABILE: L'esilarante situazione al ristorante.

Markus 31/08/11 14:35 - 3512 commenti

I gusti di Markus

Diciamolo subito: il film è tutt’altro che originale, infatti, i prestiti - con qualche variante nella vicenda - da Toostsie sono evidenti; qui, però, il duplice ruolo uomo-donna è affidato al trasformista Robin Williams. La pochade prevede una rutilante successione di farseschi equivoci, ritmo, uno o più attori istrionici e il gioco è fatto. Sappiamo tutti che la situazione è poco credibile, ma essendo cinema d’intrattenimento lo spettatore sta al gioco; così è stato. Ci si diverte.

Max92 6/12/11 19:46 - 104 commenti

I gusti di Max92

Il film è bello, divertente, pieno di ritmo, classe ed inventiva; gli interpreti sono tutti in forma smagliante (in primis Robin Williams, semplicemente in stato di grazia) e Mara Wilson, oltre che brava, è di una simpatia contagiosa. Ma tutto è già stato visto! È semplicemente incredibile come spunti e situazioni siano un plagio bello e buono di Tootsie, di cui questo Mrs. Doubtfire è un'evidente copia. Ed il giochetto alla lunga stanca, senza contare oltretutto che, nella parte finale, la storia diventa insopportabilmente zuccherosa.
MEMORABILE: Mrs. Doubtfire (Williams): "Se trovo quel maledetto misogino che ha inventato i tacchi alti lo strozzo!"

Mutaforme 24/12/11 23:44 - 402 commenti

I gusti di Mutaforme

Ottima commedia: simpatica, esilarante, romantica. Robin Williams, superlativo nei panni di Mrs Doubtfire, riesce a far ridere e ad intenerire. L'unico fuori tema è Pierce Brosnan, poco più che anonimo. È una sorta di favola moderna, adatta a tutta la famiglia. Film consigliato.

Rigoletto 12/07/12 14:09 - 1727 commenti

I gusti di Rigoletto

Non è la prima volta che gli attori si prestano ad un "cambio di sesso" per esigenze di copione (come Dustin Hoffman in Tootsie) ma in questa spassosissima commedia Robin Williams utilizza tutto il suo enorme repertorio e lo fa da grande artista quale è; la sua interpretazione risulta così travolgente da essere contagiosa. Tutti gli si comportano bene, soprattutto Sally Field e Harvey Fierstein. Regia solida e un po' fiabesca con un tono anglosassone ma dal ritmo bruciante, ben integrata la musica. Da non perdere. ***1/2
MEMORABILE: Williams in vestaglia e parrucca che allo specchio esprime il suo disprezzo esclamando: "Il pazzo di Psycho!". La visita dell'assistente sociale.

Harvey Fierstein HA RECITATO ANCHE IN...

Rambo90 31/01/13 00:07 - 7111 commenti

I gusti di Rambo90

Uno dei classici intramontabili con Robin Williams: divertente e simpatico, dal ritmo frizzante e con qualche momento dolce e commovente. Williams è straordinario, si sdoppia in due senza alcuna fatica mettendo in ombra il resto del cast (comunque in parte). Ottimo il make up, un po' sdolcinato verso il finale.

Paulaster 28/02/13 09:56 - 3645 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia blockbuster disegnata su misura per far rendere al meglio l’estro di Williams. Storia basata su buoni sentimenti e balletto degli equivoci che non sarebbe neanche male, però viene infarcita di scenette da baraccone (vedi il balletto con la scopa o vampate varie) sempre per carpire il sorriso facile. La Field è sufficiente mentre è buono il rimanente cast di caratteristi.

Smoker85 23/02/14 14:57 - 445 commenti

I gusti di Smoker85

Nonostante le sue continue buffonerie, il protagonista vive il dramma della perdita dei suoi amati figli a causa della separazione con la moglie (una Field che bene incarna il personaggio di moglie "guastafeste") e dell'incapacità di trovare un lavoro che valorizzi le sue qualità. Williams offre una prova molto positiva, il suo umorismo - sospeso tra il fanciullesco e qualche battuta "spinta" - riesce a evitare che il film (diretto da uno specialista del genere "per famiglie" come Columbus) divenga troppo zuccheroso. Gradevole.
MEMORABILE: Williams e il conducente del bus notturno.

Stelio 5/06/14 20:35 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Una sceneggiatura passabile ma non eccelsa viene letteralmente esaltata dalla straordinaria prova di Robin Williams che, praticamente da solo, tiene in piedi un discreto film. Mediocri i tre protagonisti giovani, oscurati - per fortuna - da un'ottima Field.
MEMORABILE: "Signor Hillard, lei si considera divertente?" "Sì, lo credevo. Ma oggi lei mi ha aperto gli occhi, grazie".

Zio bacco 4/11/14 18:52 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Divertente commedia incentrata sul divorzio e sull'affidamento conteso dei figli. La recitazione è di alto livello, con un istrionico Williams attorniato da ottime spalle (Field, Brosnan, ma anche i ragazzi). La regia è molto accurata, al pari della buona sceneggiatura. Le scene divertenti non si contano, con il mattatore Williams a dare libero sfogo alla sua fantasia, malgrado il retrogusto amaro della trama. La storia non ha un ritmo particolarmente elevato, eppure nel complesso il film si lascia vedere piacevolmente. Molto godibile.

Ultimo 7/01/17 17:58 - 1539 commenti

I gusti di Ultimo

Un padre separato si traveste da governante per poter vedere i figli tutti i giorni. Buon film, tra i migliori del compianto Robin Williams, costruito su una sceneggiatura non male, ma elevato dalla prestazione "doppia" del protagonista. C'è anche Pierce Brosnan, ma non lascia il segno. Williams truccato da donna è un vero spasso e non si dimentica facilmente. A tratti ci si commuove. Riuscito.

Jandileida 8/12/15 10:07 - 1399 commenti

I gusti di Jandileida

Discreta commediola tutta basata sulla voglia di un padre di stare vicino ai suoi figli, voglia così forte che lo spinge a mascherarsi da vecchia tata. Mentre la sceneggiatura regge senza troppi problemi (almeno fino all'immancabile lieto fine di dieci minuti), pur sapendo che bisogna aver rispetto per chi ci ha lasciato, personalmente io Williams non lo reggo: anche qui le sue smorfie e le sue vocine che tanto dovrebbero divertire mi sono venute a noia dopo tre minuti, zavorre in fondo inutili. Se sopportate Mork è anche un buon film.

Alex75 10/12/15 09:20 - 778 commenti

I gusti di Alex75

Commedia per famiglie con qualche riflessione sulla crisi dei ruoli tradizionali all’interno della coppia. Nell’insieme è godibile, anche per le ottime caratterizzazioni di Robin Williams (straripante anche in abiti femminili) e di Sally Field, però al tempo stesso a tratti è prevedibile e lascia una sensazione di “già visto”. A Columbus va comunque riconosciuto il merito di non aver fatto affogare il film nella melassa.
MEMORABILE: La cena.

Parsifal68 26/02/16 11:37 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Un uomo, lasciato dalla moglie, trova il modo di stare accanto ai propri amatissimi figli riciclandosi travestito da governante. Una serie vorticosa di lazzi ed equivoci vari per un film che trova nel talento di un eccezionale Williams il motivo di tanto successo. La regia di Columbus, supportato da un'ottima sceneggiatura, è tutta incentrata sull'istrionismo del protagonista anche se il finale è un po' rivedibile. Assolutamente godibile.
MEMORABILE: La visita dell'anziana assistente sociale con Williams costretto a sdoppiarsi; Il figlio di Williams scopre in bagno la vera identità del padre.

124c 1/03/16 17:58 - 2832 commenti

I gusti di 124c

Cosa gli tocca fare a Robin Williams per poter vedere i suoi figli, in questo film... Guardando a Tootsie, ma anche alla Mary Poppins disneyana, l'attore si traveste da domestica inglese, facendola in barba a giudici, assistenti sociali ed ex-mogli che cercano di rifarsi una vita sentimentale con il bel bisteccone Pierce Brosnan. Vademecum della famiglia allargata Usa, una delle maschere cinematografiche più riuscite di Robin Williams anche se, rispetto al Dustin Hoffman in abiti femminili, Williams perde perché... è fin troppo "maschile".

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Ryo 9/05/16 10:16 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Uno dei film più celebri con Robin Williams. Simpatica l'idea, niente male la realizzazione. Fantastico Williams, che si ritaglia numerosi siparietti improvvisati dando sfoggio della sua simpatia e versatilità; forse la regia in questo ha anche abusato (vedi la scena del colloquio). Personalmente ho sempre provato avversione per le scene in cui un personaggio si deve "sdoppiare" per essere presente in due luoghi diversi e qui risulta ancora più senza senso. Il finale strappalacrime ha almeno la decenza di non scadere in uno scontato lieto fine.
MEMORABILE: Le frecciate velenose a Pierce Brosnan.

Piero68 5/08/16 11:50 - 2877 commenti

I gusti di Piero68

Come in quasi tutti i film di Williams anche questa commedia si regge sulle sue doti istrioniche e di interprete sopra le righe. Perché per il resto la sceneggiatura latita e la Field non è proprio quel mostro di bravura capace di reggere un mattatore del genere. Anzi, sembra anche fin troppo agée per il ruolo ricoperto. Resta comunque un buon prodotto con discreti spunti diventato col tempo un cult simbolo degli anni 90. Bene Brosnan qui ancora non all'apice del successo (che arriverà di li a pochissimo grazie a 007).
MEMORABILE: Al ristorante; I colloqui con le potenziali governanti.

Lou 3/05/18 17:31 - 1081 commenti

I gusti di Lou

Una commedia ben fatta e divertente, molto ancorata al valore irrinunciabile della famiglia tradizionale, anche se nel finale passa il messaggio che ciò che conta per la felicità dei figli è l'amore dei genitori, in qualunque forma si presenti. Al di là del buonismo smaccato e mieloso, resta un godibile spettacolo, che sfrutta al massimo le doti istrioniche e pirotecniche di Williams, vero mattatore.

Muttl19741 2/12/18 13:15 - 143 commenti

I gusti di Muttl19741

Il tema del travestimento, che è anche cambiamento interiore, è stato affrontato magnificamente da Tootsie; in questo film è ripreso con altrettanto successo per questioni differenti e forse anche più nobili. La sceneggiatura, gli interpreti (dal protagonista al più piccolo dei ruoli), la regia sono perfetti. Un film che è un esempio di commedia per le generazioni a venire. Visto e rivisto per decine di volte, fa scoprire sempre qualcosa di nuovo. Un film da avere sempre con sé.

Thedude94 2/01/19 23:57 - 851 commenti

I gusti di Thedude94

Interpretazione iconica dell'ottimo Williams, che trascina con sé un film che ha una buona base di idee, le quali vengono sviluppate con troppa ripetitività e molta patina. Columbus dirige modestamente, ma carica molto di buoni sentimenti tutta l'opera, che si perde in alcune lungaggini e scene da classici per famiglie; ma l'attore protagonista, assieme ai suoi bambini e alla sua esilarante trasformazione in tata tuttofare, fa sì che il divertimento superi la logica delle azione e rende godibile la visibilità del tutto. Non male.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 17/06/12 21:58
    Gran Burattinaio - 5809 interventi
    Era infatti soprattutto a queste due ottime interpretazioni che stavo pensando, cui aggiungerei quella in The final cut, anch'essa interessante anche se si tratta di un film irrisolto e poco convincente.
  • Discussione Ruber • 26/02/14 17:42
    Contratto a progetto - 9143 interventi
    Spero vivamente nel sequel che dovrebbe prendere corpo nel 2014/15 dopo tante sceneggiature riscritte nel corso delgli anni.

    Lo sempre trovato un film stupendo, non tanto per la storia in sè semplice (anche se molto divertente) ma per l'aspetto educativo (molte scuole lo avevano fatto vedere agli alunni) e sopratutto per il finale non buonista e per il discorso finale di Mrs. Doubtfire sui genitori divorziati e sui figli, lo trovo non solo attualissimo (anzi più che attuale) ma di una profondità enorme viste le stupidaggini che girano al giorno d'oggi. Williams ha sempre avuto un rapporto straordinario con il pubblico dei giovani e la conferma che i suoi più grandi successi sono film che hanno a che fare con il mondo dei giovani come "L'attimo fuggente" o come "Patch Adams" tanto per dirne due. Spero vivamente che il seuqel non utilizzi la CGI ma che il travestimento sia reale come fù nell'originale perchè più realistico e visivamente più divertente.
  • Discussione Ruber • 19/04/14 18:00
    Contratto a progetto - 9143 interventi
    Confermano quello che già avevo scritto sul sequel.

    http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/2014/notizia/mrs-doubtfire-dopo-21-anni-in-cantiere-il-sequel-della-commedia-cult_2039990.shtml
  • Discussione Galbo • 20/04/14 09:09
    Consigliere massimo - 3915 interventi
    sarà dura tirare fuori una sceneggiatura decente...
  • Discussione Daniela • 20/04/14 10:20
    Gran Burattinaio - 5809 interventi
    Galbo ebbe a dire:
    sarà dura tirare fuori una sceneggiatura decente...

    gli faranno fare la baby sitter dei nipotini?
    "nonno per sempre"
  • Discussione Markus • 20/04/14 11:14
    Scrivano - 4811 interventi
    La macchina produttiva di Hollywood da qualche anno sta raschiando il barile.
  • Discussione Motorship • 20/04/14 17:29
    Fotocopista - 273 interventi
    Concordo perfettamente!!! Certo, non è che noi siamo messi chissà tanto meglio, ma comunque loro di lezioni a noi davvero non ce ne devono fare manco mezza, visto le cose che vedo e sento di Hollywood.
  • Discussione Ruber • 21/04/14 01:01
    Contratto a progetto - 9143 interventi
    La piccola di casa sicuramente non ci sarà e lo dice anche chiaramente, vedremo chi altri del cast originario si tirerà fuori dal sequel, al momento sembra che il tutto sia spinto dal solo Williams.

    http://cinema.fanpage.it/mara-wilson-non-ci-saro-in-un-mrs-doubtfire-2-i-sequel-fanno-schifo/
  • Discussione Alex75 • 3/06/16 17:55
    Call center Davinotti - 670 interventi
    Gestarsh99 ebbe a dire:
    A volte i trailer cinematografici vengono recepiti dall'audience in maniera troppo fiduciosa, ossia presi eccessivamente alla lettera, sottovalutandone alla grande le astute capacità mistificatorie.
    Quante volte siamo andati a vedere un film convintissimi di ritrovare quanto propinatoci nelle varie prevue pubblicitarie, salvo poi restar delusi e sbattere il muso su un prodotto ben diverso o addirittura inferiore alle aspettative maturate.

    Il motivo di questo piccolo inconveniente "proditorio" risiede quasi per intero nell'ingegnosa coordinazione strumentale di montaggio, musiche ed effetti speciali, tre elementi che se intrecciati simbioticamente in maniera adeguata posso anche arrivare a snaturare una pellicola intera, trasbordandola in extremis persino da un genere all'altro.

    Il giochino sperimentale attuato su Mrs Doubtfire è di per sè emblematico e altamente spassoso:

    MRS DOUBTFIRE - HORROR TRAILER



    Concordo. E secondo me questo potere mistificatorio è ancora più evidente nei trailer relativi ai film trasmessi in televisione, per la loro brevità che costringe a concentrare la promozione e a mostrare le scene migliori in un tempo ancora più breve.
  • Curiosità Mauro • 22/07/16 12:00
    Disoccupato - 10834 interventi
    Il doppiatore che nella versione italiana doppia Pierce Brosnan è lo stesso che dà la voce a Kovacs, il pupazzo che "duetta" con Ifigenia Doubtfire nelle scene del programma televisivo. Si tratta di Tonino Accolla