Labyrinth - Dove tutto è possibile

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Labyrinth
Anno: 1986
Genere: fantastico (colore)
Regia: Jim Henson
Numero commenti presenti: 27
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Liberatosi dell'inseparabile Frank Oz (col quale aveva anche co-diretto il suo primo film di pupazzi, DARK CRYSTAL), il creatore dei Muppets Jim Henson incarica Terry Jones dei Monty Python (che aveva appena vinto un premio letterario col suo libro per ragazzi dedicato alle avventure di Erik il vichingo) di stendere la sceneggiatura di LABYRINTH. Questi vi si dedica con passione, ma alla fine avrà modo di dire che Henson ne travisò i significati togliendovene gran parte del fascino. In verità si capisce subito a cosa Henson sia interessato: dopo un breve prologo in cui Jennifer Connelly si lagna coi genitori prendendosela col fratellino che piange sempre, veniamo catapultati nel labirinto...Leggi tutto del titolo, straripante di bizzarre creature e governato dal re di tutti i goblin David Bowie (epocale la sua acconciatura). La Connelly dovrà raggiungerne il castello centrale per riprendere il fratellino rapitole dagli gnomi. Un percorso disseminato di trappole e dove farà incontri di ogni tipo (compreso quello col Hoggle, destinato ad accompagnarla nel viaggio). Strano a dirsi, lo spettacolo di LABYRINTH viene più dalle scenografie animate che dai pupazzi: splendidi le pietre d'angolo che bofonchiano, i batacchi parlanti dei portoni, i gorghi putridi della “Gola del fetore”, le scale impossibili di un finale-tributo al genio di Escher. Il tutto si snoda mentre Bowie si concede tre o quattro parentesi cantate (di qualità inferiore a quanto ci si potrebbe aspettare) e la giovane Connelly mostra a ogni inquadratura quanto magnifico ed espressivo sia il suo volto. Peccato per la regia, troppo piatta e per la modesta resa dei pupazzi, disegnati con poca fantasia.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 19/03/07 01:26 - 1952 commenti

I gusti di Fabbiu

Film delizioso, con i fantastici pupazzi di Henson. Qua siamo ben lontani dai muppet, la protagonista è ossessionata dalle favole e ci finisce dentro per salvare il fratellino. Ci sono cose geniali: personaggi spassosissimi (anche quelli cattivi), la gola dell'eterno fetore, le mani che fanno le facce, gli spazzini, la ragazza che si volta e ciò che aveva lasciato alle spalle è cambiato. Per essere un film anni 80 è fatto veramente molto bene, con dettagli piuttosto curati. Belle le musiche.

Sadako 21/05/07 17:39 - 177 commenti

I gusti di Sadako

Metafora della sindrome di Peter Pan in versione femminile. Il rifiuto di crescere mostrato dalla protagonista (il rifiuto di badare al fratellino è solo la punta dell'iceberg), il legame ossessivo con le fantasie dell'infanzia che la condurrà in un mondo fatato nel quale rimarrà per sempre se non riuscirà a compiere l'impresa richiesta, sono una rappresentazione abbastanza semplificata della crisi adolescenziale di quasiasi ragazza. Allo spettatore rimane solo la grandiosità della scenografia, ispirata ai dipinti di Escher, e poco altro.

Lele Emo 24/07/07 15:10 - 173 commenti

I gusti di Lele Emo

Film di straordinaria portata, superiore in ogni dove ai concorrenti dell'epoca (vedi La storia infinita), sceneggiato in modo magistrale, Labyrinth è in grado di supportare la fantasia del più scevro degli osservanti, riesce a realizzare in modo semplice il complesso teorema di Fromm a proposito del labirinto della fantasia infantile e costruisce nell'astante concetti di superiore portata in fatto di aderenza reale e fantasia infantile. Monumentale il finale sulle scale di Escher, anch'esso richiamo psicologico ancestrale. Enorme Bowie.

Deepred89 19/09/07 15:20 - 3307 commenti

I gusti di Deepred89

Tipico film fantastico. Ottimo per gli amanti del genere, i quali riusciranno a cogliere numerosi rimandi e citazioni, ma piuttosto indegesto per tutti gli altri. La regia non convince e la storia non affascina più di tanto (per la verità alla lunga stanca). Ottimi comunque Bowie e la Connelly.

Galbo 24/01/08 06:03 - 11446 commenti

I gusti di Galbo

Film che esalta il genere fantasy, Labyrinth è frutto del talento visionario di Jim Henson che ha avuto (molto più di autori di altri film del genere) la capacità di associare contenuti visivi pregevoli (il film è segnato da immagini straordinarie nella loro irrealtà) anche un certo spessore nei contenuti che non sono banali, segnalandosi per una buona sceneggiatura e bei dialoghi. Bravi gli attori e buona la colonna sonora.

Redeyes 15/05/08 14:33 - 2160 commenti

I gusti di Redeyes

Non sono un appassionato di fantasy e cosa ben più grave un fan del duca bianco, ma adoro ed ho adorato questo film. l'impianto fantastico è geniale e pesca, in modo eccelso, in tutto un mondo di BauBau, folletti, streghe e uomini neri dell'infanzia, facendoli amalgamare con grotteschi quanto efficaci dipinti dell'animo umano. Bowie geniale, brava la Connelly. Brillante l'impianto narrativo. Nella più immediata superficialità è difficile dimenticare la gola dell'eterno fetore, che ha un suo intrinseco valore al di là di psicologie o rimandi°!
MEMORABILE: La gola dell'eterno fetore.

R.f.e. 12/05/09 13:33 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Sottovalutato e invece eccezionale fantasy, fra i più intelligenti degli anni '80, che sposa mirabilmente stile visivo, simbolismi e morale. La protagonista è una sorta di via di mezzo fra una emula di "Alice in Wonderland" e una "Peter Pan al femminile". Fra i difetti, alcune "creatures" poco indovinate. Ma, in definitiva, un film da recuperare. E taciamo su quanto fosse bella Jennifer e come è "migliorata" in seguito (vedi tette, ehm...).

Luchi78 7/09/10 16:32 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Tutto il film è incentrato sull'impianto scenico di pura ispirazione fantasy e sui ben realizzati goblin e similari. La trama è molto semplice e lineare e non ci sono particolari spunti di interesse. David Bowie ne approfitta per fare qualche cantatina e realizza quel terrificante balletto con lancio del bebè in aria (!). La Connelly è già bravissima.

Mdmaster 3/10/10 01:32 - 802 commenti

I gusti di Mdmaster

Uno di quei fantasy anni '80 come non ne fanno più (ah, prima della CG!), impreziosito da un Bowie in calzamaglia con pacco sempre in evidenza che farà impazzire tutte le ragazzine! Henson ha sfornato un film divertente, che porta come messaggio finale il superare sì i sogni infantili e adolescenziali... ma mai del tutto. Tutte molto azzeccate le creature e le varie trovate, così come i personaggi di contorno: dal pomposo e ardimentoso Sir Didimus, al "bambacione" Bubo e così via. Davvero molto riuscito, buono il doppiaggio italiano.
MEMORABILE: "As the world falls down" ballato e cantato da Bowie in una sala da ballo dentro una bolla di sapone...

Rebis 1/06/11 17:57 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Secondo i punti di vista, una patacca da orchite fulminante o una gemma rigogliosa del cinema anni '80. Certo che già allora questa commistione anarcoide di Escher, Bruegel, Bosh, pupazzi, videoclip e sfrenata idolatria per la plastica dovette suscitare incredulità e sconcerto. Oggi la durata complessiva risulta sproporzionata allo stupore ma il fascino dei due interpreti rimane immutato: Jennifer Connely ha l'intatta grazia per precipitare in un nuovo vortice "carrolliano"; David Bowie ci mette il ghigno e l'ironia sorniona. Sbalorditiva comunque l'effettistica, frutto di vero artigianato.

Hearty76 29/08/11 11:22 - 227 commenti

I gusti di Hearty76

Uno dei manifesti più deliziosi e indimenticabili degli anni ’80. Brillante fantasy in cornice musical ben ispirato da atmosfere letterarie classiche (molto alla “Alice nel paese delle meraviglie” e “Mago di Oz”, per intenderci). Per taluni aspetti rimanda anche alla celeberrima Storia infinita, ma lo ritengo maggiormente introspettivo e d’intrattenimento. Lodevole tutto l’assetto scenografico, senz’altro preferibile all’abusata computer graphic dei giorni nostri. Bravissima la Connelly, fresca e in forma per un grande film.

Kekkomereq 23/12/11 20:45 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Prima di cominciare la visione mi sono preparato; pensavo infatti di dover assistere ad una pessima interpretazione da parte di David Bowie e invece mi sono dovuto ricredere. Fantasy che cerca di assomigliare a una favola per adulti, Labyrinth è realizzato veramente con tanta professionalità, a partire dalle creature che affollano il mondo fatato. Brava la protagonista, ma ancor di più gli sceneggiatori che creano un mondo immaginario molto suggestivo. Validissima la colonna sonora cantata da Bowie.

Saintgifts 24/03/13 00:56 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

L'unico elogio che mi sento di fare è alla fantasia nella creazione di alcuni pupazzi (non tutti), per il resto ho trovato il film piuttosto noioso. Anche la Connelly, di solito piuttosto brava, non si mostra molto convinta di quello che sta facendo; si limita ad usare la sua innata espressività da brava ragazza che sogna il principe azzurro, ma in questo caso si deve accontentare di un Bowie truccato bene finchè si vuole ma che mostra solo di saper maneggiare con abillità alcune sfere di cristallo. Le musiche, invecchiate male, non alzano la media.

Rambo90 28/04/13 16:41 - 6427 commenti

I gusti di Rambo90

Fiaba adatta a grandi e piccoli, di grandissima fantasia e originalità, molto divertente e appassionante. I pupazzi creati da Jim Henson sono coprotagonisti di grande simpatia e la colonna sonora è brillante. La Connelly era già molto bella ed è perfetta nel ruolo, David Bowie è un monumentale cattivo. Un po' di cedimenti verso il finale, ma resta uno dei fantasy più indovinati del periodo.

Rigoletto 20/10/13 19:41 - 1621 commenti

I gusti di Rigoletto

Fantasy (con venature musical) che può piacere ai bambini meno smaliziati ma che oggi non incontrerebbe più il favore di un vasto pubblico giovanile (a meno di non ridurre la fascia di età); i nostalgici del fantasy puro e dei mitici anni '80 lo troveranno ancora gradevole anche grazie al richiamo di opere letterarie per l'infanzia e alla possibilità di confrontarlo con altri prodotti cinematografici sul mercato nello stesso periodo. Se la gioca a carte scoperte e senza timori. La teen Connelly se la cava e Bowie è nel suo mondo ideale. **!

Myvincent 2/05/14 21:58 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

La strada verso la ricerca della parte migliore di sé è un complesso labirinto che porta a un nemico irriducibile. Tale è il succo di questa fiaba-pop con una trama un po' elementare, con pupazzi non straordinari e adatto più alla prima infanzia che altro e dove persino le canzoni di David Bowie non sono indimenticabili. Tutto sommato se ne poteva tranquillamente fare a meno...

Homesick 5/08/14 09:29 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Sarah nel Labirinto delle meraviglie... Pietra miliare del fantasy anni Ottanta, raccoglie il meglio del repertorio del genere in una fiaba avvincente, infiocchettata di piacevoli riferimenti letterari, mitologici e pittorici e animata dal meglio degli effetti speciali dell'epoca; ma oltre all'indubbia tecnica, il valore aggiunto del film è il suo edificante invito all'amicizia e a preservare i sogni dell'infanzia. Dolcissima la Connelly, simpatici gli irresistibili mostriciattoli, istrionico Bowie, anche autore della colonna sonora, spesso proposta in intermezzi musical.
MEMORABILE: Gli amici Gogol, Bubo, Didymus; Gli spazzini; I due battacchi; La Gora dell'Eterno Fetore; La festa nella camera di Sarah ad avventura terminata.

Viccrowley 28/09/14 22:27 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Il talento di Jim Henson è uno di quei doni che si ricorderà per sempre. Il dono di saper dare vita a interi mondi grazie ai suoi pupazzi e alle sue illusioni. Favola incantevole questo Labyrinth, che parla della difficoltà di crescere, di passare dalla fanciullezza all'età adulta senza perdere la capacità di sognare. Una giovane ma già bellissima Connelly si perde in un mondo fatato dominato dal vulcanico Jareth, che altri non poteva essere che il folletto Bowie e tra balli, trabocchetti e invenzioni meravigliose imparerà a crescere.
MEMORABILE: "Magic Dance" cantata da Bowie; Il finale ambientato sulle scale di Escher.

Mickes2 27/09/14 14:20 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Bella e sgargiante fiaba squisitamente artigianale su uno dei temi cardine della cinematografia di tutti i tempi: il passaggio dall’età adolescenziale a quella adulta. Il regista, coadiuvato da altre maestranze, sa trasportare lo spettatore dentro un mondo labirintico dove le scelte intraprese sono quelle della vita stessa così voracemente alla ricerca di coraggio, spirito d’osservazione, intelligenza e capacità d’interagire. Brava una giovanissima Jennifer Connelly. Un film degno erede della fiaba di Fleming.

Samdalmas 20/04/16 16:52 - 302 commenti

I gusti di Samdalmas

Diretto dal geniale Jim Henson, il papà dei Muppets, "Labyrinth" è uno dei migliori fantasy di sempre. I protagonisti veri sono due: la rockstar David Bowie e la raggiante Jennifer Connelly, lanciata anche da Phenomena in tutta la sua bravura e bellezza. Accanto a loro le creature di Henson prendono vita magicamente in un mondo fiabesco. Sullo sfondo il passaggio dall'adolescenza all'età adulta. Si rivede sempre con piacere, da piccoli e da grandi.
MEMORABILE: Il ballo in maschera.

Pinhead80 21/09/16 18:03 - 4002 commenti

I gusti di Pinhead80

Rivisto dopo tanti anni il film non perde una virgola del misterioso fascino che da sempre lo contraddistingue anche grazie alla magia di cui è impregnato. L'eclettico Bowie, qui Re dei Goblin, si aggira nel labirinto come una mina vagante pronta a scoppiare in qualsiasi momento. Il film è lastricato di personaggi buffi e indimenticabili che ci accompagnano in un'avventura ai limiti dell'impossibile. Una fiaba che ci accompagnerà ancora per tanto tempo.
MEMORABILE: La gora dell'eterno fetore e il mitico Bubo.

Emil 16/05/17 01:41 - 22 commenti

I gusti di Emil

Un grande esercizio di creatività, condito da situazioni e creature stravaganti, squisitamente artigianali. Bowie assolutamente in parte nel personaggio di Jareth: subdolo e manipolatore, ma non davvero malvagio. A fare da contraltare c'è la simpaticissima Connelly, capace di riscattarsi a tempo di record dopo un'introduzione volutamente irritante. Fasi cantate perlopiù innocue, con l'eccezione dei mostri rossi nella foresta. Finale un tantino infantile, ma che ispira tenerezza. Notevole.
MEMORABILE: Bubo il bestione gentile; Il labirinto di scale; I pantaloni fin troppo attillati di Bowie.

Minitina80 11/03/18 17:16 - 2392 commenti

I gusti di Minitina80

Una fiaba di stampo classico, di quelle che mettono in evidenza le differenze tra il mondo degli adulti e quello adolescenziale attraverso l’utilizzo della fantasia più sfrenata. Non avvalendosi dell’utilizzo del digitale per la realizzazione degli effetti speciali, ci si ritrova immersi in scenografie vecchio stampo in cui brulicano pupazzi, gran parte dei quali si possono definire riusciti. Difficile giudicare gli attori essendone presenti in carne e ossa soltanto un paio e poco più. In generale rimane un’opera godibile, malgrado gli anni.

Gabigol 30/12/18 09:30 - 418 commenti

I gusti di Gabigol

Uno degli emblemi del fantasy di quel decennio: Bowie, Connelly e la visionarietà di Henson concorrono nel far precipitare lo spettatore in un mondo dominato da geometrie surreali (Escher) e illusioni di carrolliana memoria, con tanto di labirinto a simboleggiare il tortuoso affacciarsi all'età adulta. Indubbio che la messinscena, unita al senso di pupazzoso dei Muppets, faccia la differenza: gli adulti apprezzeranno le tante citazioni del contesto; i bambini godranno della bella morale di fondo, tra un dialogo bislacco e una creatura strana.
MEMORABILE: Sir Didymus con Merlino/Ambrogio; Le doppie porte con custodi; La cittadella dei Goblin; La Gora dell'Eterno Fetore; La vagabonda dei ricordi; Bubu.

Jena 3/02/19 13:41 - 1216 commenti

I gusti di Jena

Lascia abbastanza freddini. E' vero che c'è la notevole visionarietà di Henson (il labirinto) ma troppo spesso sembra di essere in una versione troppo lunga del Muppet show e ci aspetta compaia da un momento all'altro la rana Kermit o Miss Piggy. Cioè il film è troppo infantile per intrigare un pubblico adulto. Non certo memorabili, in questo caso, le esibizioni canore del Duca bianco, spesso oltre il limite del ridicolo (la ballata con i goblin). Il meglio è la Connelly, già allora bravissima. Molto meglio Legend!

Enzus79 15/11/19 22:20 - 1845 commenti

I gusti di Enzus79

Mediocre fiaba che strizza l'occhio ad Alice nel paese delle meraviglie e al Mago di Oz. Diretto dal creatore dei Muppets e sceneggiato da Terry Jones dei Monty Phyton, ci si aspettava un film con ritmi più apprezzabili, in cui il coinvolgimento fosse totale. A salvare tutto ci sono i personaggi di contorno (simpatici) e le canzoni di David Bowie.
MEMORABILE: Le flatulenze dei sassi.

Noodles 12/06/20 16:39 - 934 commenti

I gusti di Noodles

Tra i film fantastici per ragazzi che pullulavano negli anni '80 questo è uno dei meno interessanti. Sono buoni gli effetti speciali e David Bowie non è niente male nel ruolo, ma purtroppo la regia è piatta, la sceneggiatura confusionaria e scopiazza qua e là da vari film del periodo. Jennifer Connelly è qui poco in forma, anche se è sempre bello vederla. Pessimi anche gli intermezzi musicali, che finiscono solo per garantire minutaggio al film, che di idee ne ha veramente poche. Anche il viaggio della protagonista è poco interessante. Molto deludente.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 19/11/07 08:38
    Consigliere - 43730 interventi
    Esce il 21 novembre per la Columbia/Sony l'Anniversary Edition a 2 Dvd con un nuovo master restaurato (Video: 16:9/2.35:1) e oltre 2 ore di Extra: Dietro le quinte + Viaggio attraverso Labyrinth + Commento del costumista Brian Froud
  • Homevideo Fabbiu • 19/11/07 12:47
    Segretario - 655 interventi
    bene, ottima notizia Zender. Hai una idea circa il prezzo?
  • Homevideo Zender • 19/11/07 13:00
    Consigliere - 43730 interventi
    No, mi spiace. non conosco i prezzi (sono abituato a comprare dvd solo sotto i 10 euro :)).
  • Curiosità Lucius • 23/08/10 17:33
    Scrivano - 8308 interventi
    La porta "al rovescio" che si vede nella città dei Goblin è ispirata ad un disegno di M.C.Escher che è anche visibile in camera di Sarah all'inizio del film.
  • Curiosità Lucius • 23/08/10 17:34
    Scrivano - 8308 interventi
    Il libro presente in camera di Sarah è di Maurice Sendak "Nel paese dei mostri selvaggi" e racconta la storia di un ragazzino cattivo che naviga verso un paese abitato da mostri.
  • Homevideo Gestarsh99 • 5/01/12 20:35
    Scrivano - 15036 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc per Sony Pictures:

    DATI TECNICI

    * Formato video 2,35:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese Spagnolo
    * Sottotitoli Cinese Inglese Coreano Italiano Portoghese Spagnolo Indonesiano Tailandese
    * Extra I raccontastorie: Modalità interattiva Picture-In-Picture
    Commento di Brian Froud
    Dietro le quinte - ''Inside the Labyrinth''
    Viaggio attraverso Labyrinth - ''Kingdom of Characters''
    Viaggio attraverso Labyrinth - ''The Quest for Goblin City''
    Ultima modifica: 9/07/18 14:56 da Zender
  • Discussione Buiomega71 • 28/09/14 19:13
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Bellissimo il commento di Mickes2 ad uno dei mie fantasy del cuore (insieme a Legend)
  • Curiosità Buiomega71 • 26/02/15 17:08
    Pianificazione e progetti - 22093 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (Ciclo: "Top film sogni e incubi del 2000", martedì 30 ottobre 1990) di Labyrinth - Dove tutto è possibile: