L'uomo d'acciaio

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Man of Steel
Anno: 2013
Genere: fantastico (colore)
Note: E non "Superman".
Numero commenti presenti: 27
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Si comincia subito male con una Krypton rossastra soffocata tra il digitale e i movimenti di macchina eccessivi di Snyder, che col 3d peggiorano l'effetto. Tra tonnellate di paccottiglia digitale che non offrono niente di nuovo si muove un Russell Crowe nella scia di Brando che cerca di spiegare ciò che confusamente la regia porta in scena. Ribelli, processi, qualche colpo di laser e il piccolo Superman pronto ad essere spedito sulla Terra, dove verrà allevato da una coppia (Kevin Costner/Diane Lane, ricordiamo loro che magari prima di tuffarsi in un tifone per salvare un cane conviene riflettere un minimo) che spiegherà chiaro al figlio la sua provenienza aliena. Poi la scoperta dei superpoteri tra i ghiacci, con piccoli voli di prova che...Leggi tutto tanto ricordano i balzi devastanti dell'Hulk di Ang Lee. Il copione di Nolan sceneggiato da Goyer è un terribile groviera in cui non si conta un solo dialogo interessante, così non resta che aspettare il lunghissimo finale nella metropoli, quando il film si trasforma in una sorta di GUERRA DEI MONDI e le devastazioni digitali cominciano finalmente a far intravedere il potenziale dei moderni effetti speciali. E' tutto già visto però, e sicuramente il Joss Whedon di AVENGERS aveva saputo dare ben altra spettacolarità e grandiosità allo stesso tipo di rincorse a folle velocità tra grattacieli ed esplosioni di ogni genere. Qui Snyder ogni tanto azzecca l'inquadratura d'effetto, la sequenza d'impatto, ma nel complesso è solo un ripetitivo susseguirsi di bombardamenti azzurri che stuccano presto. E sprecare un ottimo attore come Michael Shannon per un antagonista tanto anonimo è solo uno dei tanti difetti di questa inutile, ennesima ripresa in chiave tecnologica di una storia che necessiterebbe prima di ogni altra cosa di un copione diverso e più fresco, magari con un Superman meno ingessato del traslucido Henry Cavill. Scarsamente originale il design delle astronavi, con le sequenze più spettacolari che acquistano dignità soprattutto grazie allo score del solito Hans Zimmer, tonitruante (con classe) come d'abitudine. Da dimenticare i break al Daily Planet, scialba la Lois Lane di Amy Adams. Regia svelta (indispensabile vista la durata), ma non basta.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/13 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 24/06/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 22/06/13 02:13 - 4485 commenti

I gusti di Puppigallo

Dopo il mediocre remake, questa sorta di Gesùperman ha almeno dalla sua una regia di mestiere, effetti di discreto livello e distruzioni a raffica intervallate da super scazzottate. Anche la parte su Krypton non è poi così male; e serve a far conoscere il cattivo di turno, molto legato alla patria perduta e alla sua gente (purtroppo per gli umani). Il vero nemico di questa pellicola è rappresentato dall'eccessiva durata non giustificata (il concetto era chiaro: o noi, o loro). E l'aver voluto infilare Lois Lane ovunque sa troppo di forzatura, come la stessa Crowe presenza post dipartita.
MEMORABILE: La terraformazione (bel dispositivo), che però dovrebbe chiamarsi Kryptonformazione; Gli scontri con la sgherra del supercattivo (decisamente tosta).

Siregon 23/06/13 12:24 - 353 commenti

I gusti di Siregon

Finalmente Superman si muove come un alieno velocissimo, inarrestabile ma credibile e lontano dal modello del film di Donner che comunque resta un classico. Prende contatto con i suoi poteri e noi con lui attraverso flashback che sono la parte più interessante del film. Il rapporto di Clark con i suoi genitori terrestri dovrebbe essere il fulcro della maturazione dell'uomo d'acciaio e dispiace non vedere Costner più a lungo. Grandi anche se ripetitive le scene d'azione, fantastica Antje Traue, buono Shannon, pessima Amy Adams. Cavill può crescere.

Viccrowley 22/06/13 13:14 - 803 commenti

I gusti di Viccrowley

Pachidermico coacervo di ridondanza tecnologica fine a se stessa, il Superman Snyderiano è la totale vittoria della logica commerciale degli studios sul concetto di cinema. Tutto è opulento, a partire dalla intollerabile durata continuando con le scene create a uso e funzione dell'inutile 3D (le prove di volo, le esplosioni in pop up) e finendo con una Lois Lane presente in ogni fotogramma, imposta come la classica donna tosta che dice/fa cose toste che tanto piace al cinema Usa moderno. Tutto esplode in un'orgia di retorica da due soldi. Orribile.
MEMORABILE: Russel Crowe in una ridicola armatura stile Cavalieri dello Zodiaco; I bestioni alati che tanto ricordano le boiate digitali di Avatar.

Mickes2 22/06/13 14:14 - 1667 commenti

I gusti di Mickes2

Pur limando l’approccio; pur togliendo dalla mente pensieri tendenziosi verso un “regista” più che mediocre; pur avendo un cast stellare; pur avendo un soggetto firmato da Nolan (il che, quanto meno, alza un po’ le aspettative), il risultato è un filmaccio di cartone costellato da scontri à la Dragon ball reiterati all’inverosimile, situazioni ridicole e pretestuose, una sceneggiatura piatta come il Tavoliere, effettistica e montaggio sincopato che in confronto Bay pare Chabrol.

124c 24/06/13 12:48 - 2755 commenti

I gusti di 124c

Fare tabula rasa di tutto quel che si sa su Superman e ricominciare daccapo, come è successo a Batman nel 2005, dimenticandosi dell'incidente del 2006 a firma Bryan Singer. Bei propositi, ma se questo è il Superman di Christopher Nolan e Zack Snyder lasciatemi dire che mi aspettavo qualcosa di leggermente diverso. Certo, c'è molto Russel Crowe ma, ahimé, poco Costner. Inoltre, il costume di Henry Cavill, simile a quello dei fumetti degli ultimi due/tre anni, non è il massimo; ma il peggio è l'armatura del perfido Zod, pesante quanto lui.

Davide87 27/06/13 12:53 - 5 commenti

I gusti di Davide87

Finalmente un film epico sul super eroe per eccellenza... Superman! Da considerare sicuramente la regia di Snyder. Sceneggiatura di Goyer buona; mi aspettavo qualcosa di più ma per iniziare una nuova saga va bene così (per ora). Su tutti spicca Russel Crowe.
MEMORABILE: "E se un bambino sognasse qualcosa di diverso da quello che la società gli impone" (Jor el/Russel Crowe).

Rambo90 28/06/13 01:43 - 6271 commenti

I gusti di Rambo90

Tutto mi sarei aspettato, ma mai di annoiarmi: e invece questo film non è interessante in nessun punto. Si inizia in stile Eragon, si continua con momenti drammatici da soap opera e si finisce in un lunghissimo e lentissimo scontro finale quasi da cartone animato, per come si abbonda in CGI. Il confronto con la saga interpretata da Reeve è perso su tutti i fronti; persino le musiche di Zimmer sono solo ridondanti e già sentite. Cavill è nullo; il meglio lo regalano Crowe, Kostner e Fishburne, ma appaiono a singhiozzo. Infimo.
MEMORABILE: Crowe VS Shannon (unica scena action interessante).

Ryo 3/07/13 17:21 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Grandi aspettative per questa pellicola, che dal trailer mostrava un approccio più maturo e al passo con i tempi sul personaggio di Superman. In parte queste aspettative son state rispettate. Interessanti i vari flashback relativi a vari momenti della vita del giovane Clark. Tutto poi viene ridotto essenzialmente per sfoggiare effetti visivi fini a sé stessi e, tralasciando alcune scelte di sceneggiatura di dubbio gusto, il finale è solamente una gara contro The Avengers a chi distrugge più palazzi. Peccato.
MEMORABILE: Quando Lois sta per pronunciare "Superman" e viene interrotta.

Didda23 11/07/13 19:26 - 2280 commenti

I gusti di Didda23

L'aspetto visivo, a sorpresa, è sconclusionato e confuso e la scelta della telecamera "traballante" invece di sortire un effetto stile "Real Bagatta" nausea e disorienta il povero spettatore. Goyer (lo sceneggiatore della trilogia noliana di Batman) punta quasi esclusivamente su frasi a effetto, condite da una retorica ai limiti dell'imbarazzo. Molto bene Crowe e Costner, ma la vera sorpresa è Cavill, che dimostra di non essere solo un belloccio tutto muscoli e zero recitazione. Svogliata la Adams.

Saintjust 13/07/13 00:32 - 111 commenti

I gusti di Saintjust

Innanzitutto è troppo lungo; la prima metà, in cui non accade nulla, è lentissima e slegata dalla seconda dove pare di vedere, ebbene sì, Transformers. Io odio i film confusi, adorni di sequenze senza senso, dove non si capisce bene quello che accade sullo schermo, ed ecco che gli ultimi 30 minuti sono l'impero della confusione. Ci sono millemila cose che non vanno (colpa della sceneggiatura maneggiata da troppe persone). Ho trovato ottimo il cattivo Zod (merito di Shannon che è attore da fascia A) e la mamma di Clark (una braverrima Lane).
MEMORABILE: La fine di Kevin Costner che avrebbe dovuto emozionare, invece fa ridere; Qualsiasi scena con Antje Traue.

Werebadger 26/07/13 01:55 - 270 commenti

I gusti di Werebadger

Discreto reboot cinematografico per Superman: Snyder registicamente si corregge e la sceneggiatura di Goyer fa il resto; ciononostante il film soffre di buchi di trama evidenti e alcune scene di dubbio gusto (la morte di Costner). Cast ricco, con un Cavill che disegna un Superman molto vicino alle storie a fumetti e uno Shannon nei panni di un cattivo ben delineato. Belle le scene di combattimento, discreta la CGI, c'è anche spazio per una critica sul potere che programma la vita di ogni persona. Poteva andare meglio, ma si fa vedere piacevolmente.
MEMORABILE: Il prologo su Krypton (molto simile, in questa versione, al Coruscant Starwarsiano) con Crowe e Shannon; Lo spettacolare scontro finale.

Galbo 22/10/13 13:48 - 11309 commenti

I gusti di Galbo

Difficile giudicare un film su un personaggio ampiamente sfruttato dal cinema. La storia di Superman trova nuova linfa nel film di Zack Snyder, il cui pregio principale è quello di tentare nuove vie narrative e di impiegare un cast di tutto rispetto, a partire da un credibile protagonista. Peccato che la regia non dimostri una grande personalità e la sceneggiatura non sia adeguatamente sviluppata. Rimane uno spettacolo tecnicamente di tutto rispetto, meritevole di visione.

Greymouser 25/11/13 20:17 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Buon lavoro quello di Snyder. Riesce a reinterpretare con una certa personalità gli elementi narrativi di una storia abusatissima, valorizzandone gli aspetti più spettacolari e sorvolando saggiamente sui passaggi più noti e prevedibili. Non tutto funziona a meraviglia, e in qualche caso la sceneggiatura scricchiola o si affida a forzature inverosimili. Però si tratta, a mio parere, di un discreto giocattolone, e per di più il Superman di turno non è il solito bamboccione insignificante. Promosso.

Myvincent 8/12/13 12:17 - 2501 commenti

I gusti di Myvincent

Dall'olimpo di Krypton viene scaraventato sulla terra il baby-Superman che crescerà diverso e frustrato in mezzo ai suoi simili. Il film s'impernia sulla dimensione mitologica del supereroe, tentandone l'approfondimento personologico, per annoiarci con le solite interminabili battaglie megalattiche e con un protagonista tanto strapalestrato, quanto inespressivo e privo di fascino. Come rovinare la fama di un eroe tanto amato...

Stelio 16/05/14 16:28 - 384 commenti

I gusti di Stelio

Una delle peggiori rappresentazioni delle avventure di Superman: la sceneggiatura di Nolan fallisce clamorosamente a causa di un plot realistico poco adatto al personaggio e al mondo di Clark Kent (differentemente da Bruce Wayne al quale erano calzati come guanti). Insomma, l'esperimento stavolta non riesce, le atmosfere e le storie realistiche sono adattissime a Batman ma palesemente non all'uomo in blu dal mantello rosso. E forse bastava dare una semplice occhiata al vestito per accorgersene... Onore al coraggio, comunque.

Tomslick 21/04/14 12:34 - 205 commenti

I gusti di Tomslick

Essendo Superman un personaggio dei fumetti, si saran detti, facciamoci un bel fumettone su pellicola dove nulla è impossibile e a tutto si è tenuti a credere. Sbagliato: Superman è ormai (da tempo) un Mito e si sa, un minimo di rispetto/reverenza ai miti è dovuta. Scordiamocelo: il Superuomo venuto dallo spazio diventa mero pretesto per inscenare una banale alternanza di situazioni assurde e (spettacolari) scene d'azione, con queste ultime che probabilmente rimangono l'unica ragione per la quale il film andrebbe visto. Ennesimo reboot ciccato.

Redeyes 28/04/14 08:57 - 2127 commenti

I gusti di Redeyes

Si parte con un'esplosione d'immagini, con un trionfo (tonfo) di Kripton e si auspica un abbozzo di storia. Dopo un Costner martire approda invece il monolitico, monoespressivo, glaciale Shannon che la vorrebbe fare da padrone, e un rossa Lois, quasi più simile alla Griffin che a una rampante giornalista. Clark non brilla per recitazione ma intraprende solo molteplici ruzzoloni, capriole e qualche occhiata in stile ciclope degli X-men. Finale interminabile con scazzottata volante. Si giunge alla fine sfiancati e annoiati. Perdibile.

Magnetti 17/07/14 21:27 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Il film mi ha deluso. Le aspettative erano alte e la cosa peggiore che potesse capitare era di annoiarsi. Ebbene, dopo interminabili scontri e distruzioni cosa rimane? Rimane la bella idea del Superman un po' crepuscolare e molto "fumettoso" (grazie al protagonista). L'idea del racconto parallelo sembra un escamotage per concentrare in un solo film i primi due Superman con Reeve. Male il personaggio di Lois Lane e, ancor peggio, quello del direttore del Daily Planet. Si fatica ad arrivare alla fine e non lo so guarderà mai più.
MEMORABILE: Il protagonista che sembra disegnato con la matita da un fumettista.

Nando 5/08/14 17:00 - 3453 commenti

I gusti di Nando

Un fumettone di quasi 2 ore e mezza per narrare la genesi del supereroe per antonomasia. Niente di nuovo sicuramente ma una confezione digital patinata di buon livello con un cast di alto livello: Costner commuove, Crowe pontifica, Fishburne fa il minimo sindacale e la Lane è una madre valida. I protagonisti piacciono in parte: Cavill appare discreto, la Adams non pervenuta e Shannon impalpabile. Fracasso ed emotività per il bersaglio cinematografico, lievemente meno per la visione estemporanea; comunque una pellicola piacevole.

Piero68 30/07/14 13:50 - 2750 commenti

I gusti di Piero68

Tornano insieme Nolan e Goyer per l'ennesima rilettura di un vecchio supereroe. Questa volta tocca a Superman sdoganarsi da vecchi clichè cinematografici. A dire il vero il paragone è un po' improbo, visto che i primi quattro film con Reeve erano poco più che b-movie. Restano comunque da apprezzare lo sforzo produttivo (225 milioni di dollari) e la regia di Snyder per godersi un Superman nuovo nella personalità e nelle potenzialità. Ottimo il cast dove nemmeno Cavill sfigura e, ovviamente, eccellenti effetti speciali con scene davvero ben costruite.

Belfagor 27/04/15 11:01 - 2620 commenti

I gusti di Belfagor

Da prendere come esempio di tutto ciò che è sbagliato negli odierni film di supereroi: durata eccessiva, una profusione di effetti speciali che appesantisce le immagini e sovraccarica i sensi, la difficoltà nel coniugare con naturalezza serio e faceto (qui si aspira all'epico ma si cade nel mortifero), la retorica pesantissima e ormai neanche più suggerita. Snyder e Nolan (produttore) mostrano tutti i loro limiti, sprecando un ricco cast. Cavill è un tocco di manzo abbastanza bollito; meglio Crowe bolso e kitsch, che almeno fa ridere.

Fabbiu 21/06/15 22:23 - 1925 commenti

I gusti di Fabbiu

L'uomo d'acciaio è "l'alieno" e non il solito Superman (tant'è che viene chiamato così solo due volte in tutto il film). Snyder (che con gli eroi sa giocare bene), aiutato da Goyer (che delle avventure di eroi ne è autore) e con il contributo di Nolan che di reboot è un maestro, hanno finalmente dato una nuova seria veste al superuomo di Krypton, rendendolo al passo con i tempi e credibile persino nella tuta (con una spiegazione a quella anacronistica "s"). Genere ultra fantascientifico (pure sin troppo di stile catastrofico), godibile caos.

Taxius 28/10/15 23:53 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Dopo il terribile Superman returns, Zac Snyder decide di resuscitare il super eroe caduto in disgrazia con questo "uomo d'acciaio", in quello che è sicuramente il miglior film su Clark Kent dai tempi del primo con Reeve. Il film è molto veloce, zeppo di esplosioni e distruzioni varie, con effetti speciali davvero spettacolari; classica la trama, col buono che sfida il cattivo, in questo caso Zod. Un po' eccessivo il personaggio di Superman che, in questo caso, più che un eroe sembra Dio, ma ci si può passare sopra.

Jena 26/03/16 10:29 - 1157 commenti

I gusti di Jena

Molto meglio di quello che mi aspettavo, visto anche che Superman non è tra i miei eroi preferiti. Snyder genialmente fonde il I e II della saga storica ampliando la parte sull'origine di Kal El (bella la parte su Krypton) e aggiungendovi il generale Zod e altri pari forzuti di Superman (e gli scontri con questi sono una goduria, mettendo a ferro e fuoco mezzo pianeta). Effetti speciali ottimi, una trama semplice ma ben costruita e rispettosa del mito, attori notevoli (Crowe, kostner, Shannon, anche Cavill se la cava). Mi è piaciuto.
MEMORABILE: Il pianeta krypton; La bella e letale soldatessa di Zod; Crowe che spiega la fine di Krypton; Lo scontro a Metropolis; I Terra formanti...

Mutaforme 27/08/16 15:33 - 392 commenti

I gusti di Mutaforme

Tentativo di modernizzare Superman nascondendo il più possibile sia il nome che il costume ed eliminando la personalità del Clark impacciato con gli occhialoni. Non c'è più spazio nemmeno per la kryptonite, in questo fumettone dal cast stellare. Il risultato è discreto per un'ora, ma quando i cattivi arrivano in astronave si scende ai livelli del pacchiano e dell'americanata, con uso smodato della CGI e una sceneggiatura ridicola. Nonostante sia eccessivamente lungo lascia aperti diversi buchi.

Emil 12/12/16 05:53 - 22 commenti

I gusti di Emil

Una prima metà da sbadiglio: prolissa, verbosa, troppo carica di flashback che rendono il tutto inutilmente complesso e confusionario. Melodramma a go-go, stucchevole e talvolta involontariamente comico. Verso il finale partono le botte e il film si tramuta in una specie di Matrix revolutions sotto steroidi: esagerato e pacchiano, ma efficace nel rappresentare la potenza del protagonista e del suo rivale - il convincente Zod. Qualche punta di interesse a livello visivo c'è, ma non basta.
MEMORABILE: Il ridicolo ed evitabile sacrificio di Costner.

Minitina80 22/05/19 16:35 - 2268 commenti

I gusti di Minitina80

La rilettura della genesi di Superman operata da Snyder stravolge quanto visto fino a quel momento donandogli un abito differente, gonfio di effettistica. Il coinvolgimento, però, è discontinuo e non sempre si riesce a mantenere la giusta connessione, perché la narrazione d’un tratto viene meno e collassa in un interminabile scontro corpo a corpo degno di un videogioco, ma poco consono a un film. Si nota la differenza tra la vecchia guardia e gli attori di nuova generazione, purtroppo a discapito di quest’ultimi. Intrattiene, ma non brilla.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 27/04/15 13:20
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Mi ha piacevolmente colpito e stupito; una bella rivoluzione data al personaggio e secondo me tale film non solo supera tutti gli altri su Superman, ma è anche, per ora, quello meglio riuscito dedicato al personaggio. Belle musiche, sfx da paura, megacast (anche se Costner poteva vedersi di più; buono Cavill come Uomo d'acciaio e Shannon offre un convincente cattivo, anche perchè si presenta in modo molto diverso dal solito) e tanta azione; prima parte votata a riflessione e narrazione, seconda più spettacolare e movimentata. Non mancano i predicozzi morali nei dialoghi, ma praticamente ci sono in tutti i film sui supererori (Batman, Spiderman ecc.) e devo dire che ho apprezzato molto la svolta seriosa data alla storia (proprio come in Superman returns); se Snyder voleva svecchiare il personaggio (pur prendendo vari elementi dai primi due film di Donner, secondo me), c'è riuscito alla grande, superando, ma non di molto, anche Synger. Ci starebbero bene anche vari sequel e, praticamente, la qualità raggiunta è ai livelli dei Batman di Nolan
  • Discussione Didda23 • 27/04/15 13:58
    Comunicazione esterna - 5713 interventi
    Raremirko ebbe a dire: Ci starebbero bene anche vari sequel e, praticamente, la qualità raggiunta è ai livelli dei Batman di Nolan Non sono per nulla d'accordo. La qualità di Nolan è centomila volte superiore.
  • Discussione Galbo • 27/04/15 16:22
    Gran Burattinaio - 3744 interventi
    Didda23 ebbe a dire: Raremirko ebbe a dire: Ci starebbero bene anche vari sequel e, praticamente, la qualità raggiunta è ai livelli dei Batman di Nolan Non sono per nulla d'accordo. La qualità di Nolan è centomila volte superiore. concordo, il film non è male ma tecnicamente Nolan è su un altro pianeta anche se Interstellar mi ha deluso non poco. In questo film a mio parere il protagonista è molto azzeccato...
  • Discussione Raremirko • 27/04/15 20:33
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Didda23 ebbe a dire: Raremirko ebbe a dire: Ci starebbero bene anche vari sequel e, praticamente, la qualità raggiunta è ai livelli dei Batman di Nolan Non sono per nulla d'accordo. La qualità di Nolan è centomila volte superiore. Come Superman recenti preferisci questo o il film di Singer?
  • Discussione Didda23 • 27/04/15 20:44
    Comunicazione esterna - 5713 interventi
    Questo ma di pochissimo. Ripeto I Batman di Nolan sono irraggiungibili.
  • Discussione Raremirko • 27/04/15 21:06
    Addetto riparazione hardware - 3440 interventi
    Didda23 ebbe a dire: Questo ma di pochissimo. Ripeto I Batman di Nolan sono irraggiungibili. Va beh, vediamo, magari qualche seguito lo avrà anche questo film.