I segni del male - Film (2007)

I segni del male

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/04/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 7/04/07 10:17 - 4930 commenti

I gusti di Puppigallo

In una cittadina della Louisiana succedono cose a dir poco singolari… Dignitoso horror, ben recitato, con pochi, discreti effetti (la palude, il barbecue, le mucche, le rane, il ragazzino, le cavallette). Bella la prima scena con prete viscoso. Qualche rumore da salto sulla poltroncina. Non sarà originalissimo (sul demonio ormai c’è un archivio cinematografico infinito), ma qui si rimane un po’ interdetti, perché sembra che Dio punisca anche chi sbaglia in buona fede (vedi il prete). Deliziosa la spiegazione scientifica alle piaghe d’Egitto.

Donner R. 20/04/07 22:10 - 2 commenti

I gusti di Donner R.

Se dovessi dire qual'è il più grande velleitario e innocuo regista del secolo direi sicuramente Stephen Hopkins. Eppure dei buoni film nella sua filmografia ci sono (Spiriti nelle tenebre e Cuba libre). Però la cosa che non concepisco è come un regista possa tremendamente prendere per i fondelli il povero spettatore pagante. Perchè rifare Claude Miller? E il film su lost in the space? Ora alle nefandezze del regista Jaimacano c'è da aggiungere questo The Reaping, minestrone citazionistico di oltre 1000 film. Da evitare per non sopperire.

Undying 23/12/07 14:14 - 3812 commenti

I gusti di Undying

Il regista di Nightmare 5, Predator 2 ed alcuni episodi dei Tales from the Crypt torna dietro la M.d.P. e dirige un horror che si regge unicamente sul fascino (e sulla preparazione artistica) della bella Hilary Swank (Ore 11:14, The Black Dahlia). Per il resto la storia delle 10 piaghe ha uno sviluppo caotico ed il finale sembra ispirato alla figura di Jennifer (Phenomena), per come la bambina protagonista interagisce con le locuste e a Carrie, per le improvvise emanazioni di palle infuocate dal cielo. Film ben realizzato, ma privo di spessore.

Capannelle 23/02/08 16:36 - 4105 commenti

I gusti di Capannelle

Storia traballante condita da una serie di effetti poco speciali e con poco senso. Molti ripresi da altre parti, gli altri fanno ridere: dal barbecue impazzito per finire alle palle di fuoco. La recitazione non è male, la regia per due terzi pure, ma la continua ricerca del colpo a sensazione rende inutile qualsiasi riflessione sullo scontro tra fanatismo e scienza, tra bene e male, tra visioni e realtà. Non sarà un bel ricordo per la Swank e per il produttore Zemeckis.
MEMORABILE: La spiegazione scientifica alle 12 piaghe.

Herrkinski 28/05/08 16:59 - 6942 commenti

I gusti di Herrkinski

Interessante film del filone soprannaturale-apocalittico. A parte la presenza di buoni attori (su tutti la bella Swank) il film mantiene alto l'interesse dello spettatore con la sua sfida tra scienza e religione, degli ottimi effetti speciali ed alcune sequenze apocalittiche visivamente entusiasmanti. Bellissima l'ambientazione paludosa della Louisiana, già apprezzata di recente in The Skeleton Key. Un buon film, che non rimarrà nella storia ma che può far passare una gradevole serata. Peccato per il finale mistico, che è troppo esagerato.

Redvertigo 8/11/08 12:27 - 78 commenti

I gusti di Redvertigo

Nonostante non sia completamente riuscito riconosco al film un certo fascino. Interessante e coinvolgente tutta la prima parte mentre l'elemento che secondo me fa svaccare la pellicola è la parte finale (con tanto di spiegone) ed i suoi effettacci (alcuni davvero fintissimi altri già più credibili). Gli riconosco comunque un certo impatto visivo e la Swank, nonostante la pellicola non sia proprio di "altissimo livello", regge bene e fisicamente l'ho trovata più gnocca (e meno cavalla) del solito!

Scarlett 8/02/09 23:19 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Solito film da repertorio sul tema pseudo-horror-religioso. Non mi è sembrato di trovare veramente niente che meriti di dare un'occhiata a questa pellicola, nessuna idea nuova... è un film formalmente ben girato, ma privo assolutamente di anima almeno quanto la recitazione degli attori, tutti un blando contorno alla protagonista (che nemmeno offre più di tanto allo spettatore). Un finale francamente scontato.

Jandileida 26/12/09 11:32 - 1416 commenti

I gusti di Jandileida

Ad un certo punto il film mi ha ricordato il fenomeno paranormale di Sordi; solo che qui il far ridere non era probabilmente lo scopo per cui questo film è stato girato. Sorretto da una sceneggiatura con più buchi di una fetta di groviera, il film si perde inutilmente in scene che dovrebbero far saltare sulla sedia e che invece sono ridicole e senza senso, con effetti speciali veramente troppo casarecci. La Swank, che almeno prova a risollevare il film, deve aver ricevuto un gran bel cachet per partecipare ad un film del genere.

Belfagor 25/01/10 12:20 - 2660 commenti

I gusti di Belfagor

Il titolo originale è "The Reaping", ovvero la mietitura (di luoghi comuni, approssimazioni, assurdità e pallide citazioni, immagino). Seguaci di questo filone, se volete continuare a prendere in giro gli scienziati, almeno provate a dare all'operazione un minimo di credibilità, se non volete continuare a sfornare simili sciocchezze. La presenza di due bravi attori quali Stephen Rea e Hilary Swank salva il film dal misero pallino.

Rebis 29/01/10 16:27 - 2202 commenti

I gusti di Rebis

Ancora un horror che, aldilà delle pesanti contaminazioni con il filone demoniaco, deve tante grazie a “La Festa del Raccolto” di Thomas Tryon. Hopkins - non proprio un novellino nel genere - riesce a conferire alla prima parte un clima malsano e limaccioso che ha il suo culmine visuale nella sequenza delle paludi inondate di sangue; mano a mano che la sceneggiatura gioca le sue carte però, il film si banalizza e va in frantumi nel pirotecnico finale. La Swank cerca di non (ri)metterci troppo la faccia e di portare a casa lo stipendio in dignità. Discreto il colpo di coda in chiusura.

David Morrissey HA RECITATO ANCHE IN...

Greymouser 2/07/10 18:27 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Buon cast, ma trama da saldi di fine stagione e regia del tutto impersonale. Il risultato è un film confezionato in carta elegante, ma privo di ogni necessaria sostanza. O meglio, la sostanza sta tutta in una compilation di sequenze praticamente già girate da qualcun altro, senza alcuna aggiunta di un tocco d'inventiva. Mediocre su tutta la linea.

Satyricon 6/11/10 00:46 - 147 commenti

I gusti di Satyricon

Solito plot horror-paranormale che cerca di mischiare le carte tentando di sviare lo spettatore da quello che sembra già ovvio; ci riesce per poco tempo, dopodiché è un susseguirsi di deja-vù che non fanno più clamore, effetti rindondanti e sceneggiatura povera. Il finale è una miscellanea di sapore Emmerichiano con una vena compassata (I predatori dell'arca perduta). Film senza infamia e senza lode!

Piero68 27/09/13 11:34 - 2889 commenti

I gusti di Piero68

Nonostante i temi e i personaggi siano i soliti stereotipi e il soggetto sappia di ultra deja-vu The realing era un film che, nonostante tutto, aveva delle potenzialità. Per l'ambientazione, per il tema trattato delle 10 piaghe, per lo scontro scienza/religione. Poi però mi sono accorto che mancava qualcosa di importante per essere un horror e solo dopo l'ho capito. Il grande assente era il pathos o la tensione, se volete. Perché non solo la regia cicca sotto questo aspetto ma anche il sonoro e il montaggio sono a livelli davvero bassi.

Simdek 26/03/14 10:45 - 95 commenti

I gusti di Simdek

Thriller misto religioso/esoterico con una Swank appena sufficiente e una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti. Alcune situazioni ed effetti speciali sono degni di nota, ma questo film, basato sulle inflazionatissime piaghe raccontate della Bibbia, non sveglia mai l'interesse in chi lo guarda e non fa mai sobbalzare dalla sedia. Tentativo fallito.
MEMORABILE: L'incornata del toro alla macchina.

Galbo 9/09/14 05:45 - 11932 commenti

I gusti di Galbo

A parte le piaghe bibliche che segnano la vicenda, il vero peccato mortale è avere coinvolto in questo horror senza capo né coda una grande attrice come la Swank. Negli improbabili panni di un'ex missionaria, l'attrice è totalmente spaesata e offre una delle sue prove più opache. Accettabile nella parte iniziale, il film diventa poi una sagra del luogo comune, profondamente debitore (in senso negativo) di film come Carrie e L'esorcista, ma senza un briciolo della loro classe. Discreti alcuni effetti speciali. Regia anonima.

Rigoletto 5/01/19 22:05 - 1737 commenti

I gusti di Rigoletto

In una cittadina dell'America profonda una comunità avversa un ragazzina rea di aver scatenato il male. Discreto horror che, ammicando alle piaghe bibliche che afflissero gli egiziani, riesce a destreggiarsi non senza qualche scossone. La Swank, brava e bella, si cala nella parte con intelligenza e offre un contributo valido alla riuscita del film. Più anonimo, invece, il resto del cast, diretto comunque bene da Hopkins.
MEMORABILE: La pseudo-spiegazione scientifica delle piaghe.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.