LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 9/02/07 17:49 - 4676 commenti

I gusti di B. Legnani

Interessante, pur nella sua modestia. Primo tempo quasi documentaristico, lentuccio anzichenò. Meglio le cose vanno nella seconda parte. Fondamentale la presenza di Gazzara, un vero professionista, mentre molti degli altri non paiono particolarmente ispirati.

Renato 13/02/09 21:46 - 1513 commenti

I gusti di Renato

Un discreto film di mafia, tutto giocato sulla sorpresa finale che poi tanto sorprendente non mi è sembrata. Ma la realizzazione è buona, ed il cast è pieno di facce giuste, almeno viste nell'ottica dell'appassionato (ci sono Corazzari, Puppo, Gaddi, Castellano, Capanna, oltre ovviamente all'ottimo Corrado Gaipa); insomma nulla di speciale ma si può vedere. Forse la cosa migliore è la scena del funerale all'inizio, davvero truce.

Fauno 14/04/10 09:35 - 1901 commenti

I gusti di Fauno

Film d'azione tosto, che non lascia niente al caso e lascia apprezzare luoghi interessanti come la Cappadocia. OK Gazzara, ma impagabile Gaipa con la salsa francese e le frazioni alla lavagna. Eccellenti i night club e la vita notturna di Istanbul, degni di nota gli ambienti diametralmente opposti delle due cupole mafiose, un po' forzato il bluff che ricorda l'omicidio di Oswald da parte di Ruby.
MEMORABILE: La scena iniziale e l'attacco dei predoni, oltre al produttore di oppio nel camino delle fate.

Cotola 13/02/11 12:51 - 7406 commenti

I gusti di Cotola

Discreto film di genere che presenta diversi momenti buoni ma anche qualche piccola fase di stanca o comunque meramente esornativa. Non tutto funziona a meraviglia ma alla fine lo spettacolo si lascia seguire fino in fondo grazie ad un buon ritmo e a diversi colpi di scena, non tutti imprevedibili. Bella prova di Gazzara ma il piccolo contributo di Gaipa è impagabile. Gli amanti del cinema bis nostrano avranno di che divertirsi.
MEMORABILE: La parte iniziale.

Homesick 31/03/11 17:55 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Istanbul-Palermo-New York: il triangolo della droga… Un prodotto di medio valore con un tipico cast – star internazionale e caratteristi specializzati nel noir autoctono - che attesta la capacità di Baldi di destreggiarsi tra diversi set, aprendo con un prologo efficace e dalla tensione crescente e scrivendo la parola fine con un doppio colpo di scena; la parte centrale attraversa invece alti e bassi. Bionde e settentrionali, la Longo e la Greci si fanno per l’occasione more e mediterranee, mentre la già brunita Monti si spaccia facilmente per una bella ragazza turca.
MEMORABILE: Gaipa e le sue battute sulla “salsa francese”.

Cangaceiro 2/04/11 17:14 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Si risolleva nelle battute conclusive questo film di Baldi girato tra la Turchia e New York passando per la Sicilia. Fin lì, incipit funebre a parte, è un sonnacchioso e routinario giro turistico in salsa noir de noantri in cui Gazzara si muove con disinvoltura, centrando quel poco che la sceneggiatura gli offre. Il regista dirige il traffico con sicurezza e mestiere, confermandosi professionista che, perché no, avrebbe meritato migliori fortune. Il colpo di scena giunge in modo spiazzante, l'epilogo è il padre naturale di quello di Italia a mano armata.

Uomomite 25/07/11 04:00 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Ferdinando Baldi gioca a demitizzare tanto i poliziotti quanto i criminali. Le loro azioni non sono ne' eccitanti ne' affascinanti ne' eclatanti. Infiltrarsi è uno sporco lavoro ma qualcuno deve pur farlo. Comprare e vendere droga è un affare come un altro. C'è da tirare sul prezzo, ci sono un sacco di seccature da affrontare, cene di lavoro, concorrenti da eliminare. Banalmente ci si arricchisce, banalmente si finisce in galera, banalmente si muore. Ritmo lentissimo, pochissima azione. Esattamente come nella vita reale.

Il Gobbo 17/04/12 08:38 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Per niente male questo poliziesco condotto da Baldi con mano sicura, dosando azione e trama, talvolta con qualche didascalismo peraltro subito contraddetto (la parte sulla lavorazione dell'oppio, che sfocia nella demenziale scena dell'assalto dei predoni, vestiti come nei pepla desertici alla Alfonso Brescia). Grande inizio. Gazzara impeccabile e circondato da un ottimo cast di contorno con tanti cattivoni amatissimi (impagabile Luciano Rossi che fa il chimico tedesco con latenze nazistoidi)

Cloack 77 22/06/12 16:32 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

La prima parte in Turchia è esteticamente rilevante, solida, quasi documentaristica, ma quando l'azione si sposta in Italia, con cedimenti inspiegabili alla commedia più stupida, il film perde ogni credibilità. La parte italiana sembra davvero uno scherzo, che ferisce a morte il film abbandonandolo in un'America senza tensione e mordente. Il colpo di scena finale purtroppo è troppo "avvezzo" nel poliziottesco per risultare sorprendente e sorprendere in mezzo alla noia e a lungaggini varie diviene impresa titanica.

Nicola81 5/10/12 17:13 - 1905 commenti

I gusti di Nicola81

Da un soggetto di Duilio Coletti, un film che si inserisce con apprezzabile originalità nel filone del poliziesco all'italiana, cui a dire il vero appartiene più che altro per ragioni cronologiche. Abbastanza credibile nel suo sviluppo, con una prima parte dal taglio quasi documentaristico e una seconda più vivace, preludio ad un colpo di scena conclusivo non del tutto imprevidibile. Efficace l'ambientazione, ottima prova di Gazzara coadiuvato da un valido cast di genere. Bella fotografia di Ajace Parolin, discreto score dei De Angelis.
MEMORABILE: L'icipit funerario; L'assalto dei predoni; Il finale.

Trivex 30/12/13 12:31 - 1474 commenti

I gusti di Trivex

Sufficienza piena (**!) per un film dotato di location notevoli e una storia apprezzabile, ma sviluppata in modo esageratamente lento, troppo anche per chi sostiene e si diverte con i prodotti poco dinamici. L'ambizioso di turno, interpretato in modo magistrale dall'ottimo Gazzara, trova non poche soddisfazioni a 360 gradi nello sporco mondo dello spaccio, spingendosi forse oltre i limiti dettati dalla prudenza razionale. Inoltre la pellicola è "ben spiegata", con momenti quasi scientifici nella descrizione del papavero e del suo micidiale nettare.

Furetto60 21/02/14 15:16 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

L'inizio in terra turca, terreno fertile per tutti i b-movie dell'epoca, non tragga in inganno: all'ombra di Santa Sofia si svolge solo la prima parte (ed è anche interessante, così come lo è il resto della pellicola). Accanto a un ispirato Gazzara, vari interpreti del miglior polizi(ottesc)o italiano per un thriller gangeristico che abbina buoni dialoghi, momenti humor (in terra sicula), documentaristici e action. Il trucchetto dei contenitori di droga nascosti lo troveremo anche nel 2° episodio della serie Ultimo di Bova.
MEMORABILE: La spiegazione di come viene ricavata l'eroina; Le serate movimentate con la vedova inconsolabile; La tremenda scena iniziale del funerale.

Motorship 1/04/14 17:45 - 567 commenti

I gusti di Motorship

Buon poliziesco di Baldi praticamente diviso in due parti. La prima quasi documentaristica girata in terra turca è molto lenta e con un ritmo molto blando, la seconda è più vivace con molta azione e un ritmo apprezzabile. Inoltre la sceneggiatura non ha buchi, la regia è professionale e sicura, il finale imprevedibile ma non troppo. Un altro valore aggiunto alla pellicola sono le ottime interpretazioni di Gazzara e di Gaipa. Belle le musiche dei De Angelis.
MEMORABILE: L'assalto dei predoni; La tremenda scena del funerale iniziale.

Tersilli 3/09/15 20:48 - 53 commenti

I gusti di Tersilli

Uno dei migliori mafia-movie italiani degli anni '70. Molta azione e ottimi effetti speciali, inseguimenti e tante botte: il mix perfetto per questo grandissimo film di Baldi. Ben Gazzara è immenso e circondato da tante facce giuste da genere (su tutte Catenacci). La bellissima Silvia Monti, purtroppo, appare poco. Molto buona la musica e bellissime le location siciliane e notevole lo skyline di New York con le Torri Gemelle. Ottimo.
MEMORABILE: Il prologo; Le inquadrature acquatiche; L'inseguimento; Il finale.

Alex1988 28/12/15 18:38 - 631 commenti

I gusti di Alex1988

Particolare gangster-movie all'italiana. Dico "particolare" perché diretto, specie nella prima parte, quasi in maniera documentaristica, un po' come fece Friedkin ne Il braccio violento della legge, mostrando la lavorazione dell'oppio. Nella seconda parte diventa il classico poliziesco in cui la parte spettacolare viene messa in risalto. Buon film.
MEMORABILE: L'inizio e il finale ambivalente.

Giùan 1/09/16 18:48 - 2882 commenti

I gusti di Giùan

Dal ritmo fin troppo assennato, dalla recitazione macchinosamente meditata, è un film d'azione vecchia maniera, assimilabile curiosamente più a certi polizieschi americani anni '50 che ai nostri film di genere del decennio 1970. L'inizio documentario, con la filiera della morfina, è intrigante parecchio, così come dissonante ma di buon mestiere risulta la presentazione dei "Papaveri" palermitani. Poi però Baldi perde il filo e il film diventa narcotico, scosso da rari accessi epilettici. Subitanea e mal contata la svolta "infiltrata" del sulfureo Gazzara.
MEMORABILE: La scenetta "zenzuale" a casa di Don Calogero con le neanche troppo sottaciute profferte di Greci e Longo (bellissima).

Myvincent 1/06/18 17:24 - 2502 commenti

I gusti di Myvincent

Né più né meno la solita vecchia storia di un traffico miliardario di eroina, teso come la corda di un condannato fra New York, Palermo e la Turchia. Si staglia bene in mezzo al tutto la faccia sorniona di Ben Gazzara, specie quando il regista ci regala una ultima mezz'ora bruciante di azione, con un coup de foudre che risveglia lo spettatore dal suo distratto torpore. Girato con innegabile professionalità, ma un po' spento.

Faggi 20/06/19 14:23 - 1479 commenti

I gusti di Faggi

Incipit fulminante, che introduce bene nell'afóso clima di un territorio dove scorrono fiumiciattoli di bollente pece nera. Sulle note inesorabili dei fratelli de Angelis seguirà una piccola perla pulp criminale all'italiana, imperfetta ma non svalutabile. Oggetto votato al pessimismo: lineare nello svolgimento, diretto bene, interpretato con trasporto da Ben Gazzara. I passaggi più ghiotti sono concentrati nella parte siciliana. Ultimi venti minuti dediti all'azione violenta e ai sìbili cupi: chiudono il cerchio con espressività di genere.
MEMORABILE: Le due figlie del boss siciliano (perché lo spirito pulp, a volte, si nasconde anche nei dettagli secondari).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Didda23 • 14/05/11 21:35
    Comunicazione esterna - 5713 interventi
    Interessante puntualizzazione.Grazie Fauno!
  • Curiosità Zender • 7/09/12 12:04
    Consigliere - 43823 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:
  • Homevideo Xtron • 23/07/15 21:04
    Servizio caffè - 1829 interventi
    Ecco il dvd CINEKULT Audio italiano e inglese Sottotitoli in italiano Formato video 2.35:1 anamorfico Durata 1h30m15s Extra: Scene tagliate Immagine a 13:10
    Ultima modifica: 30/07/15 18:04 da Xtron
  • Homevideo Digital • 19/08/16 17:02
    Segretario - 3014 interventi
    Uscito esattamente un anno fa il blu ray Code Red (senza audio italiano). Versione integrale. Durata complessiva 1h40m30s.
  • Homevideo Zender • 19/08/16 19:21
    Consigliere - 43823 interventi
    Spero si veda meglio del pessimo dvd nostrano... Certo se non ha l'italiano...
  • Homevideo Digital • 19/08/16 21:24
    Segretario - 3014 interventi
    Se qualcuno dispone della vhs italiana uncut da 96 minuti circa (a 25 fps quindi traslandola a 23 fps si dovrebbe arrivare al minutaggio del blu ray) potrei aggiungerla manualmente. Il video è nettamente migliore del passaggio tv di mediaset/dvd cinekult!
  • Homevideo Zender • 20/08/16 08:02
    Consigliere - 43823 interventi
    Ma quindi il dvd e la versione tv son tagliati? Non lo sapevo!
  • Homevideo Digital • 20/08/16 10:47
    Segretario - 3014 interventi
    Certo che son tagliati. Intanto il video del blu-ray è questo (la Silvia in alta definizione è impagabile!)
    Ultima modifica: 5/12/16 16:50 da Zender
  • Homevideo Geppo • 4/12/16 19:48
    Addetto riparazione hardware - 3967 interventi
    Qui vediamo la VHS del film "Afyon oppio" uscita per l'etichetta SSV Star Video, direttamente dalla Geppo Collection. La VHS ha una durata effettiva di 01h32m43s.
    Ultima modifica: 5/12/16 20:16 da Zender
  • Musiche Lucius • 14/11/17 00:02
    Scrivano - 8423 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:
    Ultima modifica: 14/11/17 07:31 da Zender