A better tomorrow

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Yingxiong bense
Anno: 1986
Genere: gangster/noir (colore)
Regia: John Woo
Numero commenti presenti: 18
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il passaggio di John Woo dai film di cappa e spada agli action è siglato da questo A BETTER TOMORROW, già molto vicino al capolavoro assoluto. Ancora distante dalle suggestioni di Hollywood che lo porteranno a film come SENZA TREGUA o BROKEN ARROW, Woo ambienta nella sua Hong Kong una tipica storia di truci gangster, nella quale inserisce però alcune delle sue tematiche predilette come l'amicizia, la lealtà e il rispetto. Tanto da trasformare un personaggio che logica imporrebbe negativo in una sorta di eroe metropolitano e riducendo invece il fratello poliziotto a un fantoccio immaturo. Comunque, al di là del...Leggi tutto contenuto etico-sociale, il cinema di Woo è innanzitutto virtuosismo registico, montaggio serrato, sangue a fiumi, scontri a fuoco, ralenti (e qui la lezione di Peckinpah è innegabile), violenza gratuita. E sotto questi aspetti A BETTER TOMORROW non può certo deludere. Assecondato da un cast convincente (e tutto orientale, ovviamente), il film scorre molto fluido sulla base di una sceneggiatura solo in apparenza banale, in realtà condita con ingredienti diversi da quelli a cui ci ha abituato il cinema americano. Ci sono maggiore epicità, coinvolgimento emotivo, un tentativo abbozzato di scavare più a fondo nella psicologia dei personaggi. Peccato per il doppiaggio italiano, che certo non aiuta a creare la necessaria drammaticità. Ottima la colonna sonora, che spazia dalla musica classica (nei momenti clou) al moderno pop jazzato e di grande effetto la fotografia ultradefinita. Woo dimostra che non è necessaria una storia complessa per colpire l'immaginazione e ripeterà l'operazione anche nel valido sequel.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 29/03/07 21:42 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Grande prova alla regia per John Woo (che poi bisserà successivamente), secondo me uno dei migliori registi di action movie. La storia è molto bella, all'insegna dell'amicizia fraterna tra uomini. Grande prova interpretativa per Chow Yun Fat, che si avvierà a divenire un attore prolificissimo nell'ambito dei gangster movie. Interessante anche il rilancio dell'attore Ti Lung, ormai avviato ad un declino cinematografico e qui rilanciato alla grande.

Deepred89 18/05/07 14:18 - 3259 commenti

I gusti di Deepred89

Primo film d'azione di Woo e siamo già dalle parti del capolavoro. Coinvolgente, appassionante, epico e commovente; bellissime e intensissime le scene d'azione, anche se il film colpisce soprattutto per la toccante storia di amicizia tra Ho e il fratello Kit (anche se è molto importante anche il rapporto di Ho con Mark, o di Kit con la fidanzata Jackie). Nel cast, Ti Lung è straordinario e Chow Yun-Fan è davvero indimenticabile; bravi anche Leslie Cheung e Waise Lee; bellissima Emily Chu. Colonna sonora straordinaria. Stupendo.

Schramm 28/11/07 18:57 - 2412 commenti

I gusti di Schramm

Penalizzato da un doppiaggio da fitte ai testicoli e ad ogni buon conto troppo annacquato dal registro pedantemente melo, si rivela deludentemente al di sotto della fama cucitagli addosso negli anni. Woo è comunque da ammirata standing ovation quando si affaccia nell'universo a lui congeniale del bullet-ballet.

Flazich 27/07/08 12:03 - 658 commenti

I gusti di Flazich

Colpisce soprattutto per l'idea che il regista trasmetta al pubblico di una malavita con una propria morale. I cattivi non sono più totalmente "neri" e i buoni totalmente "bianchi". Il film ha come protagonisti il killer Mark, il poliziotto Kit e suo fratello Ho che però è affiliato alla triade. La pellicola si ispira a "Story of a Discharged Prisoner" di Patrick Lung. Girato stupendamente, consacrerà il regista di Hong Kong nell'Olimpo degli dei.

Galbo 28/07/08 19:23 - 11318 commenti

I gusti di Galbo

Forse il migliore action realizzato da John Woo prima del trasferimento americano, A better tomorrow è il film che meglio riassume lo stile e la poetica narrativa del regista cinese. Una storia di amicizia e fratellanza tra uomini condita da sequenze di azione adrenalinica realizzate con stile molto personale (e molto imitato in seguito). Molto bravi gli attori (purtroppo trattati male dal doppiaggio nostrano) e bella la colonna sonora.

Matalo! 30/07/08 10:43 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Lo proiettai in una rassegna scegliendolo a scatola chiusa e me ne vergognai; a parte le situazioni con le armi da fuoco il film è davvero imbarazzante e non ha granché da spartire con il migliore The killer, nonostante la regia abbia delle zampate e Chow Yun-fat funzioni egregiamente. Classica la scena, comunque, delle pistole nei vasi delle piante, nel miglior stile Hong Kong.

Bruce 10/02/09 10:39 - 1000 commenti

I gusti di Bruce

Un tuffo nella mafia di Hong Kong, girato con grande abilità da John Woo. Tra le tante scene d’azione, tutte ottimamente realizzate, trovano espressione i temi classici della morale del regista: l’amicizia, l’onore, il sacrificio, il senso di colpa e la Giustizia, a prescindere dalla parte nella quale ci si trova. La bella colonna sonora contiene brani presenti in altri film occidentali, da Forrest Gump a quella di Birdy composta da Peter Gabriel.

Harrys 14/02/10 20:16 - 680 commenti

I gusti di Harrys

Considerato dai più rivoluzionario per la storia dei film action, si dimostra interessante anche dal punto di vista dei "contenuti". L'amicizia, la fratellanza, sono gli unici valori che possano permettere di scampare ad una vita violenta, sfrontata e profittatrice. Ovviamente, quello che alla fin fine rimane più impresso non è di certo il "messaggio", ma la splendida orchestrazione delle sequenze action, volutamente irrealistiche ed esagerate. Di particolare impatto la colluttazione dentro l'appartamento del padre del protagonista. ****

Greymouser 30/05/10 01:50 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Niente da dire sulla confezione registica, come sempre curata e tecnicamente ammirevole, del lavoro di Woo. Però, in tutta la prima parte della sua carriera, il regista cinese mostra una certa tendenza monotematica, così da far nascere la sensazione che "visto uno, visti tutti": il motivo dell'amicizia e del tradimento, insomma, sembra essere una costante assoluta di molti film di Woo. A parte questa nota forse troppo critica, comunque un buon film.

Darkknight 6/01/12 18:58 - 351 commenti

I gusti di Darkknight

Capostipite dell’heroic bloodshed (l’action noir con sparatorie barocche e surreali e largo spazio a sentimenti e valori cavallereschi). Le scene drammatiche sono troppo lunghe ed esasperate, tanto che agli occidentali possono ricordare una sceneggiata di Mario Merola, ma il respiro è epico e trascinante come nei migliori western e le scene d’azione fanno già mordere la polvere a qualsiasi film americano. Se non fosse per The Killer, sarebbe ricordato come il capolavoro di Woo.
MEMORABILE: La sparatoria in cui Mark (Chow Yun Fat) vendica Ho (Ti Lung) e rimane ferito al ginocchio.

Herrkinski 18/07/12 00:49 - 4973 commenti

I gusti di Herrkinski

Esordio col botto di Woo nel genere action. Il regista dà una visione prettamente orientale al suo lavoro, facendo risaltare il lato psicologico dei personaggi, nonchè valori cardine tipici del cinema asiatico come l'amicizia fraterna, il rispetto, l'onore, il senso di sacrificio. Dal lato puramente action il film è straordinario, con coreografie di lotta notevoli e sparatorie al fulmicotone; sanguinoso e spietato, con un'epicità che rimanda a certo Peckinpah (inclusi i ralenti). Favoloso Chow Yun-Fat, ma eccellente anche Lung e gli altri.
MEMORABILE: Mark (Chow-Yun Fat) che fa un massacro nella prima parte del film; Il recupero del nastro.

Cloack 77 22/08/12 20:13 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Il modello perfetto del noir orientale, azione e passione; amicizia al di là del comprensibile, al di là della vita. Sentimenti che si impadroniscono del film e guidano l'azione, quasi non fosse quest'ultima la protagonista della storia, ma solo un corollario alla passione, al legame indissolubile fra due compagni, fra due fratelli. La firma di John Woo è nel fondo di ogni scena, con la concessione ad assoluto protagonista nella vendetta di Mark e delle sue pistole nascoste nei vasi.

Nicola81 13/09/14 23:17 - 1905 commenti

I gusti di Nicola81

A ben vedere, la trama non è certo originale, ma John Woo è bravissimo non solo nella direzione delle sequenze action (diventerà il suo marchio di fabbrica), ma anche nel conferire ai personaggi uno spessore psicologico degno della miglior tradizione noir europea. Peccato che il doppiaggio italiano rischi di svilire le ottime prove degli attori. Imperfetto, ma nel suo genere un grande esempio di cinema, accompagnato da una notevole colonna sonora.
MEMORABILE: La prima sparatoria e quella al ristorante; Il finale.

Ultimo 18/09/14 23:37 - 1338 commenti

I gusti di Ultimo

John Woo si presenta dinanzi al cinema che conta con un gangster movie in versione asiatica: girato a Hong Kong, presenta tutti attori cinesi. La forza della pellicola è data dall'eccellenza della vicenda: è una storia fatta di dramma, di amicizia e sopratutto del difficile rapporto tra due fratelli, l'uno poliziotto, l'altro affiliato con un clan. La fedeltà e il rispetto dei valori sono la colonna portante dell'intera trama, nella quale non mancano sparatorie sanguinose degne degli action movie americani. Semplicemente perfetto!

Rambo90 13/04/15 00:43 - 6282 commenti

I gusti di Rambo90

Uno dei grandi gioielli di John Woo. Una storia epica di redenzione e vendetta, a metà tra il noir e il melodramma, con un gran lavoro sui personaggi che però non tralascia nemmeno il divertimento, con scene d'azione davvero ben fatte ed elaborate. Ottimo il cast, in cui spicca ovviamente Yun-fat, al primo ruolo importante. Buona la colonna sonora, bellissima la sparatoria finale con riappacificazione dei due fratelli.

Vito 4/08/17 15:56 - 636 commenti

I gusti di Vito

Grande film diretto con maestria da John Woo, dall'ottimo ritmo, ricco di sparatorie, spettacolari sequenze action. Amicizia, onore, coraggio e vendetta di tre amici per la pelle contro le pericolose triadi fino al bagno di sangue finale. Segna l'inizio della fortunata carriera, anche oltreoceano, di Chow Yun-fat come eroe d'azione. Molto bravi anche Leslie Cheung e Ti Lung.

Cotola 7/10/19 13:26 - 7409 commenti

I gusti di Cotola

Il primo action-movie di Woo è una notevole pellicola in cui il regista mostra già tutto il suo repertorio dei film successivi. Sia a livello registico-visivo con delle notevoli scene di azione, girate in modo magistrale; sia a livello narrativo con una storia semplice ma dal forte coinvolgimento ed impatto emotivo. Anche i temi sono quelli tipici del suo cinema: l'amicizia virile, la lealtà, il tradimento. Temi classici, da cinema western di cui numerosi sono gli echi, con Peckinpah,nume tutelare, a sorridere dall'alto. Con due seguiti.

Magi94 27/05/20 19:12 - 650 commenti

I gusti di Magi94

Ha rivoluzionato i canoni del cinema d'azione moderno e i suoi effetti si vedono anche oggi. I semplici ma riusciti personaggi vengono presentati con classe fin dalle prime inquadrature, allegre e scanzonate, ma presto cambieranno espressione per via del tipico tradimento. Un piccolo capolavoro la celeberrima scena della sparatoria nel ristorante, con i proiettili che volano come colpi d'arti marziali. Il voto fatica a salire per qualche ingenuità di trama (il tono melò, il gangster che si fa catturare come un pivello...).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.