John Wick 3 - Parabellum

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: John Wick: Chapter 3 - Parabellum
Anno: 2019
Genere: action (colore)
Numero commenti presenti: 12
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Se il primo John Wick era un action senza gran pretese tutto azione e violenza, col secondo già si individuavano i primi punti cardine di quella che sarebbe diventata una saga dal sapore fumettistico talmente sopra le righe da guadagnarsi un suo spazio tra gli appassionati del moderno bizzarro. Col numero 3 si aumentano ulteriormente gli ingredienti base raggiungendo vette parossistiche che sconfinano nell'esilarante, con personaggi sempre più eccentrici e una violenza grafica che diventa cifra stilistica definitivamente caratterizzante. Basti vedere il primo lungo corpo a corpo a colpi di calci, pugni e tremende coltellate...Leggi tutto per capire quale sia la direzione intrapresa: l'attenzione sta tutta nella messa in scena, nelle coreografie iperboliche di lotta in cui le scenografie diventano parte integrante di una danza sanguinaria girata a velocità folle e immersa nello splatter. Tanto che, a scontro concluso, il ritorno ai ritmi normali di una narrazione piuttosto classica segna una frattura immediatamente avvertibile, che fa venir voglia si riprenda quanto prima a menar le mani o a sparare all'impazzata. Perché seguire la storia, in cui si vorrebbe lasciare spazio alla personalità gelida della Giudicatrice (Dillon) per dare forma concreta al nemico chiamato ad uccidere l'invincibile John Wick, non dà la stessa soddisfazione, c'è poco da fare. Lo scambio di monete simbolo, i riferimenti continui ai patti spezzati con la Gran Tavola aggiungono poco, così come i siparietti con Laurence Fishburne. L'unica componente che continua ad avere una sua importante forza simbolica è l'Hotel Continental di New York, territorio neutrale nel quale è bandito per norma condivisa dai killer ogni scontro a fuoco. Winston (McShane), il direttore, è personaggio carismatico e amico del protagonista, ricco al punto da potersi permettere di non pensare ai 14 milioni di dollari promessi dalla Gran Tavola a chiunque uccida Wick e per questo sconfessato dai suoi superiori. Teatro di un finale pirotecnico, l'hotel è la sola, vera location chiave della serie, che per il resto si sposta in questo caso da New York a Casablanca (una meraviglia le riprese sulle dune desertiche del Marocco) per seguire le peripezie di Wick, al quale un Keanu Reeves ormai 55enne riesce ancora a dare esplosività straordinaria. E proprio a Casablanca, nella villa di un alto papavero della Gran Tavola, si consuma una delle più incredibili sparatorie della saga, condita dagli interventi di cani feroci che saltano addosso e sbranano, corrono e mordono senza pietà mentre i loro padroni (Reeves è qui affiancato alla sempre affascinante Halle Berry) sparano nel contempo all'impazzata in un tripudio di sangue, azione e acrobazie cui la cinepresa si affianca eseguendo movimenti non meno arditi. Grazie a scenografie ricchissime, una fotografia dai contrasti cromatici quasi baviani e un'inventiva davvero non comune nella resa dei corpo a corpo (si pensi alla lotta tra le teche frantumate nel finale), il terzo capitolo diventa il più arty e brillante, donando insospettabile ragion d'essere a un film in sé vuoto come pochi. Discutibili gli interventi di Anjelica Houston e il suo corpo di ballo, ai confini della logica molti faccia a faccia, eccessivamente prolungato il confronto finale. Eppure ci si diverte non poco.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/05/19 DAL BENEMERITO RAMBO90 POI DAVINOTTATO IL GIORNO 26/05/19
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 16/05/19 20:27 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Ripartendo esattamente dal precedente, il film ripropone il medesimo mix di azione ed eleganza (soprattutto di scenografie e fotografia), con combattimenti incredibili, un ritmo frenetico e una sceneggiatura che sa come portare ai massimi livelli i punti di forza del franchise. Reeves è scatenato e per buona parte spalleggiato da un'altrettanto dinamica Berry. Buono anche il recupero di Dacascos come villain, mentre le figure di contorno hanno il giusto tono di ambiguità. Notevole.

Digital 18/05/19 11:59 - 1119 commenti

I gusti di Digital

Wick riceve una scomunica ufficiale per aver ucciso un membro della “Gran Tavola” all'interno dell'Hotel Continental. Con una taglia da quindici milioni di dollari non sarà facile restar vivo. Terzo capitolo di una saga giustamente assurta a status di cult. Formula vincente non si cambia e quindi abbiamo l’usuale moltitudine di scontri a fuoco, sanguinosi combattimenti corpo a corpo e rocamboleschi inseguimenti. Nel cast a prevalere è il solito, immenso Reeves; la Berry non lascia minimamente il segno mentre Dacascos è un ottimo villain.

Bruce 27/05/19 10:44 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Action puro. Trama e dialoghi minimali, pura azione alla massima potenza. Il regista è un ex stuntman, conosce molto bene il mestiere e quindi il divertimento è assicurato. Per gli amanti del genere è una vera goduria: scazzottate, sparatorie, duelli con tutte le armi da taglio immaginabili, combattimenti e inseguimenti di ogni genere, con cani e cavalli compresi. Oltre a tutto ciò (e non è affatto poco) c’è un gusto sopraffino per le riprese delle scene d’insieme, simile al miglior cinema di John Woo, con alcune sequenze davvero memorabili.

Hiphop 3/06/19 10:28 - 34 commenti

I gusti di Hiphop

Terzo episodio della saga di John (Jonathan) Wick, con il nostro silenzioso killer che continua a far strage di nemici con tutti i possibili mezzi. La taglia di 14, poi 15 milioni su di lui emessa dalla misteriosa tavola lo rende boccone appetitoso a tutte le latitudini (Marocco compreso). E lui, il nostro eroe, cosa deve fare? Mena, spara, accoltella, strangola, annega, acceca; il tutto a velocità da videogioco fuori controllo. Halle Berry è sempre una bella donna. Consigliato non solo agli amanti del genere.

Blutarsky 4/06/19 19:53 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Parabellum? Minga tropp!... Se da un lato l'azione è portata al parossismo e per un'oretta intrattiene egregiamente, dall'altro la storia langue in una landa di nonsense e il vuoto cosmico della sceneggiatura non riesce a essere colmato da un'epica da quattro soldi, in cui rituali, tavole conciliari e supercazzole assortite forniscono solo un'esile cornice agli infiniti scontri a fuoco, con il rischio che alla fine anche lo spettatore sia nel conto delle vittime schiacciato da una durata eccessiva.
MEMORABILE: L'uso alternativo dei cavalli nel combattimento; Il self service all'arma bianca.

Ryo 6/06/19 12:16 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Il film è così collegato ai precedenti capitoli che chi lo guardasse senza averli visti soffrirebbe la frustrazione di non trovargli una collocazione logica. La sceneggiatura, pur avendo un ritmo forsennato, è ripetitiva, tamarrissima e inconcludente. I combattimenti sono scarsi e, pur avendo a volte delle buone idee, sono coreografati artificiosamente e con poca energia. John Wick, nonostante tutto, è sempre pulito e in abito completo perfetto. Ma mi faccia il piacere...

Didda23 4/07/19 09:18 - 2287 commenti

I gusti di Didda23

Tornano le mirabolanti avventure, nel sottobosco spietato della criminalità, di John Wick e il risultato finale è decisamente sopra le attese. Gran parte del merito va riconosciuta al gusto dell'inquadratura di un talentuoso Stahelski che confeziona scene action di godurioso ed edificante divertimento. La sceneggiatura è quanto di più basilare si possa immaginare, ma di fronte a tale meraviglia di effetti speciali e combattimenti coreografati magnificamente, passa in secondo piano. Reeves, nonostante l'età, regge ancora alla grande il ruolo.
MEMORABILE: Il combattimento fra le stalle di cavalli; Il viaggio nel deserto; Gli inseguimenti in motocicletta.

Daniela 10/07/19 18:57 - 9369 commenti

I gusti di Daniela

Giunto al terzo capitolo, l'uomo che sussurrava ai cani potrebbe dire di se stesso, parafrasando Moretti: "ammazzo gente, sfascio cose". In film di questo genere la trama è spesso un mero pretesto ma qui proprio non esiste: il mondo è un universo parallelo popolato solo da sicari da fumetto e persone ad essi collegate, tutti parlano strano e agiscono seguendo regole strampalate. Le scene action sono molte e anche ben fatte ma la mancanza di un tessuto connettivo inibisce qualsiasi forma di coinvolgimento. Non si fa il tifo per John Wick e neppure contro John Wick, lo si guarda soltanto.

Taxius 9/09/19 21:30 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Inizia esattamente dove finiva il secondo, con il nostro eroe in fuga dopo aver ricevuto la scomunica. Dopo un secondo capitolo leggermente sottotono la saga di John Wick si rialza e torna a livelli altissimi. Trama e dialoghi sono sempre minimali ma ciò che fa brillare gli occhi dello spettatore sono la bellissima fotografia e la spettacolarità degli infiniti combattimenti. Action raffinato ed elegante lontanissimo dallo stile macho/muscolare della media del genere. Finale aperto che lascia intendere un (già annunciato) sequel.

Galbo 24/10/19 15:43 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Direttamente collegato al capitolo precedente, è migliore del predecessore per la parte (visivamente molto riuscita) ambientata in Marocco e impreziosita dalla presenza della fascinosa Hale Berry e per un finale stilisticamente eccellente. Tutto il resto è all’insegna della routine, sebbene tecnicamente di alto livello (la fotografia e le coreografie dei combattimenti). Visto che tre è il numero perfetto, speriamo non ne facciano un quarto.

Redeyes 15/03/20 10:03 - 2141 commenti

I gusti di Redeyes

La pecca maggiore di questo film, fra calci, pugni, pugnali, pistole, Marocco, bielorussi e giudicatori è che tutto appare superfluo, forzato, quasi fastidioso nella sua costruzione, e anche quanto di buono orchestrato prima va a farsi benedire. Si guarda, si tende al tedio, si aspetta il quarto capitolo, ma passivamente, in rassegnazione, quasi. Mo' basta!

Il ferrini 22/06/20 01:04 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Sì riparte dagli ultimi (e unici meritevoli) fotogrammi del secondo capitolo: John Wick è in fuga braccato dalla Tavola e dovrà trovare un accordo per sopravvivere. Frenetico quanto e più del primo film, questo terzo episodio può contare su molte sequenze di grande impatto, soprattutto quando è in scena la Berry con i suoi cani. Ancora una volta fantastico Reddick, che dovrà perfino imbracciare le armi senza tuttavia rinunciare alla sua invidiabile flemma. Cinema  divertito e divertente. 
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.