Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/10/22 DAL BENEMERITO HERRKINSKI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 26/10/22 01:51 - 7242 commenti

I gusti di Herrkinski

Un lavoro con potenzialità sfruttate solo in parte, in primis le storie parallele e i flashback, che dimostrano stile e dimestichezza del regista, al servizio però di uno script che mette in tavola vari spunti ma apparentemente senza grande connessione con la storyline prettamente horror; i background dei personaggi non hanno grande utilità nello schema degli eventi, che di fatto seguono un canovaccio tra il capitive/survival e il backwoods-horror non particolarmente nuovo. E' però ben girato, il ritmo è sostenuto e le scene d'atmosfera funzionano, ma lascia un senso d'incompiutezza.

Rambo90 28/10/22 16:50 - 7294 commenti

I gusti di Rambo90

Adeguatamente bizzarro e originale (soprattutto nel modo in cui viene raccontato, tra flashback e ripartenze) da intrattenere i fan del genere. La genesi del "mostro" non è molto accattivante ma l'atmosfera c'è e le sequenze di vera paura non mancano, soprattutto nella tesa mezz'ora finale. Buone le interpretazioni, con una brava Campbell e un ritrovato Justin Long in un ruolo diverso dal suo solito. Regia giusta che sa tenere alto il ritmo. Buono.

Lupus73 31/10/22 11:58 - 1345 commenti

I gusti di Lupus73

La deliziosa casetta di nuova fattura, affittata ai pendolari, si trova in una sordida periferia e nasconde chissà quali inimmaginabili segreti nei suoi meandri. Soggetto intrigante in cui Cregger offre una buona prova di regia con montaggio che innesta vite e flashback tra loro con cesure nette e lascia brevemente spiegare a un personaggio il passato della creatura solo al 90' (ci starebbe bene il prequel). Le dinamiche rimangono sempre tali che il livello di attenzione deve rimanere alto per tutta la durata e non mancano momenti splatter/gore. Buona anche la prova della Campbell.

Puppigallo 31/10/22 13:00 - 5009 commenti

I gusti di Puppigallo

L'inizio è intrigante, con due individui che si trovano nel momento - secondo la app - giusto, ma nel posto decisamente sbagliato. Poi il tutto inizia ad avanzare a singhiozzo, con uscite dal seminathorror, che spezzano (negativamente) la tensione creata. Serviva meno discontinuità, anche se l'insieme, contorno compreso, ha comunque il suo perché; e pur non essendo particolarmente originale, ricordando alcune precedenti pellicole, lo si segue senza problemi, con tanto di mea culpa di uno dei protagonisti, che non farà però seguire i fatti alle parole. Non male dopotutto.
MEMORABILE: Come infilare il piumino; La cordicella che era meglio non tirare; "Ehi, prendi la tua bambina!"; Core de "mamma" non corrisposto.

Leandrino 2/11/22 10:41 - 476 commenti

I gusti di Leandrino

Un film horror potente che si distingue per la capacità ormai non comune di generare autentica sorpresa e puro raccapriccio. Sorprende, in particolare, l'abilità del regista di decostruire gli elementi dell'intreccio principale in una più generale tematica relativa alla città e ai suoi problemi sociali, una volta tanto senza ruffianeria; in questo, ricorda la riflessione urbana scaturita dall'esemplare It Follows - anche quello ambientato a Detroit. Molto azzeccata la scelta del cast: dal sempre ambiguo Skarsgard all'inetto Long, passando per la credibile final girl Campbell.
MEMORABILE: La scoperta dei sotterranei; La richiesta di aiuto di Keith; L'arrivo di AJ; Il flashback negli anni '80.

Kinodrop 9/11/22 19:06 - 2504 commenti

I gusti di Kinodrop

Una graziosa villetta in un quartiere malfamato, con tanto di scantinato e un incredibile sottosuolo di cunicoli e anfratti, non può che nascondere qualcosa di inquietante; lo scopriranno a proprie spese i protagonisti, che si trovano per caso a condividere l'appartamento. Da un inizio che resta su toni di attesa, di dubbi e ambiguità, si sfocia nelle regioni dell'horror vero e proprio che però non sa mantenere la giusta tensione a causa di intromissioni di sottotrame e flashback che reiterano con poche varianti ciò che ormai era più che prevedibile. Credibili Campbell e Skarsgård.
MEMORABILE: Sottoterra, sempre più giù; La mostruosa madre nel sottosuolo; La smania di allattare i "suoi bimbi".

Daniela 26/11/22 10:07 - 11953 commenti

I gusti di Daniela

Giunta nella villetta appena affittata in un quartiere periferico di Detroit, una giovane donna ha la sorpresa di trovarla già occupata da un altro inquilino... Diviso in tre segmenti narrativi di cui uno in flashback, un film efficace nella prima parte a carattere thriller che riesce a spiazzare lo spettatore con un inatteso colpo di scena psicotico, mentre la seconda parte virata decisamente verso l'horror risulta inquietante e spaventosa senza ricorrere ai soiliti jumpscare. Peccato per le vistose incongruenze nell'epilogo, anche se non inficiano la godibilità dell'insieme.
MEMORABILE: Justin Long prende le misure con crescente soddisfazione fino a quando...

Bubobubo 30/11/22 12:28 - 1834 commenti

I gusti di Bubobubo

Lo psicotico domino che, nella degradata periferia di Detroit, fa deragliare la convivenza forzata della giovane Tess (Campbell) con lo sconosciuto Keith (Skarsgård) in qualcosa di molto più sinistro e terrificante intende abbattere i residui paletti che ancora separano fra loro i territori di horror politico, fascinazione post-lovecraftiana e blande tematiche di genere. Sebbene il risultato non sia ancora esaltante (qualche forzatura logica di troppo; un finale cruento ma insoddisfacente), la gestione delle dinamiche di tensione e rilascio è buona e il cast attoriale adeguato.
MEMORABILE: Un sudicio materasso, una flebile luce al neon, una telecamera su un treppiede.

Capannelle 3/12/22 00:00 - 4194 commenti

I gusti di Capannelle

Intrigante nella messa in scena, specie nella parte iniziale in cui Keith e Tess devono studiarsi a vicenda e nel flashback che anticipa alcune spiegazioni del tutto. L'entrata in scena di AJ rischia di far tracimare il film e porta con sé un paio di lungaggini iinutili, ma in fondo Long se la cava. Le parti più horrorifiche sfruttano un contesto ben studiato, sanno coivolgere lo spettatore ma sfociano in passaggi ed esiti non del tutto convincenti, nonché in un finale con i soliti colpi di scena ripetuti. Credibile la Campbell in tutte le situazioni.

Thedude94 2/01/23 23:40 - 948 commenti

I gusti di Thedude94

Horror discreto, diretto bene da Cregger, il quale mette in scena una storia abbastanza stramba con un ritmo non sempre continuo e montando il tutto in maniera particolare. Le interpretazioni del cast sono buone, così come azzeccate sono le scene creepy e splatter, non presenti massicciamente ma cadenzate il giusto. Il "mostro" è ben realizzato e, nonostante all'inizio ci siano dei jump scare abbastanza fastidiosi, nella seconda parte la storia prende il sopravvento e coinvolge maggiormente. Un film tutto sommato non male, nel complesso.

Richard Brake HA RECITATO ANCHE IN...

Schramm 6/01/23 15:15 - 3116 commenti

I gusti di Schramm

Tre film in uno che giocano a palla avvelenata, per poi ballare il sirtaki: lancette che prima vanno in senso orario poi antiorario finché il fuso orario non prende anticipi per ritardi. Un gioco delle tre carte di cui due scoperte e una finto-thriller, che rende la sentenza “di cosa parliamo quando parliamo di generi?” più ardua che mai: tutte belle cose se fossero narrate a modo (conta più buchi lo script di un tavolo tarlato) oltre che ben dirette, e se non si tirasse di scherma col risibile. Certo, si snobba l'onnimetaforizzare risaltando il narrato in sé. Che non è granché.

Frakax 11/01/23 13:10 - 21 commenti

I gusti di Frakax

Pregevole horror che merita sicuramente una visione, per quanto il terzo atto risulti piuttosto deludente e lasci la sensazione dell'occasione sprecata. Molto riuscita soprattutto la prima parte, fino a che il film si tiene entro l'alveo del thriller psicologico; efficace anche il rilancio horror e interessante la seconda parte, quando il film sembra cambiare protagonista. Poi però tutte queste ottime premesse, e l'indubbia qualità della confezione, si perdono in un finale stonato e insoddisfacente.

Magerehein 23/01/23 09:36 - 582 commenti

I gusti di Magerehein

Ha il buon merito, complice anche il modo in cui la vicenda viene strutturata, di non risultare immediatamente intuibile (sebbene il tipo di protagonista scelto possa farne prevedere la sorte) e di procedere in modo da mantenere alto l'interesse. Quando serve la tensione è adeguatamente alta, la regia è indubbiamente riuscita e il cast si comporta bene (Long aveva già mostrato di essere adatto a quel tipo di ruolo). Per contro, come spesso accade in simili film, il finale crea troppo baccano e non brilla per verosimiglianza (piuttosto forzato l'ultimo colpo di scena). Buon film.
MEMORABILE: La prima esplorazione dello scantinato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.