Cerca per genere
Attori/registi più presenti

L'UOMO INVISIBILE

All'interno del forum, per questo film:
L'uomo invisibile
Titolo originale:The Invisible Man
Dati:Anno: 2020Genere: thriller (colore)
Regia:Leigh Whannell
Cast:Elisabeth Moss, Oliver Jackson-Cohen, Harriet Dyer, Aldis Hodge, Storm Reid, Michael Dorman, Benedict Hardie, Renee Lim, Brian Meegan, Nick Kici, Vivienne Greer, Nicholas Hope, Cleave Williams, Cardwell Lynch, Sam Smith
Visite:379
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 8
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/3/20 DAL BENEMERITO HERRKINSKI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 30/3/20 12:53 - 8951 commenti

Genio nel campo ottico ma possessivo, violento e manipolatore. Quando la sua donna riesce a fuggire dalla lussuosa villa/prigione, l'uomo viene dato per suicida ma lei continua ad avvertire la sua presenza... Riproposizione di un classico sotto forma d'incubo per ogni vittima di stalking. Rispetto alla precedente regia di Whannell, un film meno sorprendente e grintoso, ma ben diretto e ben interpretato da Moss che risulta credibile anche nelle numerose scene in cui interagisce in solitaria. Perdonabili i pochi difetti, tra cui la durata eccessiva e un villain di scarso fascino.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Herrkinski 21/3/20 3:55 - 4884 commenti

Variazione moderna sul tema dell'uomo invisibile ispirato dalla novella di Wells che qui viene declinata in un mix di psycho-thriller e sci-fi. Dopo l'eccellente exploit di Upgrade era lecito aspettarsi qualcosa di più da Whannel; qui pecca forse di superbia, con una durata di due ore che risultano a tratti pesanti mentre invece il ritmo avrebbe beneficiato di qualche sforbiciata. Un peccato, perché alcune scene drammatiche sono efficaci, i twist abbastanza riusciti e l'estetica molto curata; un mezzo passo falso, per quanto ben confezionato.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Hackett 1/5/20 12:51 - 1716 commenti

Intelligente maniera di riproporre lo stantio ma sempre efficace mito dell'invisibilità sfruttando temi tristemente attuali come lo stalking e l'hi-tech. Ne esce un thriller che si distacca nettamente dai canoni del mito originale ma riesce a essere incisivo e a coinvolgere lo spettatore in una vicenda serrata, con colpi di scena studiati abbastanza bene. Operazione non ispiratissima forse, ma furba.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

Rambo90 8/4/20 13:20 - 6240 commenti

Una delusione. Un dramma-thriller prevedibile, dai tempi fin troppo duiliti e dalle molteplici implausibilità (pur nella trama fantascientifica) che rendono l'uomo del titolo oltre che invisibile anche invincibile. Brava la Moss, anche se la sua figura sembra forzatamente inserita in un contesto commerciale post metoo dove i personaggi maschili sono o cattivi o stupidi (il che alla lunga è irritante). Whannell dirige bene, ma manca il bersaglio del divertimento e del coinvolgimento. Nessun legame col capolavoro del '33 se non nel titolo.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Rufus68 29/5/20 0:17 - 2983 commenti

Il fatto che nel film sia coinvolta un'attrice (una vera sorpresa di questi tempi) induce a sopravvalutarlo. Non lo si ricorda per nulla di notevole e poco lascerà ai posteri, ma in un mondo di ciechi l'orbo è re. I confronti col classico di Whale, impregnato di tutt'altra atmosfera, sono implausibili. Qui rilevano una discreta scena d'azione (nell'ospedale) e una buona tensione iniziale che fa dimenticare le consuete incongruenze logiche (leggi: drammaturgiche) disseminate per tutta la (lunga) durata. Decente.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Il ferrini 19/4/20 0:48 - 1621 commenti

Passo indietro rispetto a Upgrade ma comunque un prodotto dignitoso; la Moss ha talento (si vedano le sette stagioni di Mad men) e regge gran parte di un film con varie incongruenze e sviluppi spesso prevedibili. La buona tensione della prima parte, infatti, viene in larga parte vanificata dalla precoce rivelazione del mistero, dopo la quale il thriller psicologico si trasforma in un più banale vengeance movie con relativo finale giustizialista. La messa in scena dell'invisibilità può rammentare L'uomo senza ombra. Non imprescindibile ma discreto.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Kinodrop 19/4/20 19:16 - 1383 commenti

Che c'è di peggio di uno stalker possessivo? Uno stalker che, resosi invisibile, ossessiona la sua compagna con un'escalation di traumi e persecuzioni. Su un impianto decisamente classico, Whannel dirige questo thriller con incursioni sci-fi addossando (forse un po' troppo) al solo talento della Moss quasi tutta la responsabilità di concentrare i vari ingredienti del genere. A parte qualche incongruenza specie nel finale, un solido prodotto anche dal punto di vista tecnico, che non lascia vuoti, disseminando anzi una buona dose di tensione.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I primi indizi della presenza; La ricerca nella mansarda; Il laboratorio di Adrian.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Tonios 18/4/20 15:30 - 25 commenti

L’idea di base è ottima, peccato sia stata impiegata per realizzare un film davvero poco avvincente e con una marea di tempi morti che fanno perdere facilmente l’attenzione; nulla da dire sugli effetti speciali, al contrario del cast abbastanza anonimo e non al top per via delle esigenze di copione. Poco memorabile, da collocare già in anticipo nel lungo elenco di thriller commerciali in penombra e di poca sostanza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L’ostinazione di Adrian, costretto infine a giocarsi la carta della menzogna pur di riottenere il controllo della sua ex; L’apparente suicidio.
I gusti di Tonios (Comico - Commedia - Poliziesco)