Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Abbattendo un muro all'interno di una casa a Le Havre (nord della Francia) scoprono il cadavere rannicchiato e mummificato di una donna: chi è? Partendo da un topos abbastanza comune, nel giallo, si sviluppa una storia piuttosto ben congegnata, affidata alle indagini di Arane Salles (Cabrita), tosto capitano di polizia con qualche problema col padre (Marie), medico legale al quale viene affidato lo studio del cadavere. Aiutata dal collega Gaspard Lesage (Diefenthal), la donna comincia con l'interrogare i proprietari dell'appartamento in cui è stato rinvenuto il corpo, una ricca coppia in età che vive in una splendida villa di campagna. Nemmeno troppo insistente nelle...Leggi tutto domande, Ariane viene comunque avvisata di non esagerare con gli interrogatori: i due hanno conoscenze molto in alto.

Prova allora a sentire una ragazza (Rodenbour) che al tempo abitava l'appartamento e comincia a imporsi tra i ricordi la figura di una giovane scomparsa e trovata morta qualche anno prima in Argentina: era la figlia della ricca coppia di campagna. Cosa aveva a che fare con l'appartamento teatro della tragedia? Mentre la tortuosa strada per la verità comincia lentamente a delinearsi, si approfondiscono in qualche modo i rapporti di Ariane con suo padre, mentre quelli col collega sono improntati a una bella vivacità che fa scaturire qualche buon dialogo non privo d'ironia. Segno che la sceneggiatura è curata, che la produzione (benché televisiva) ha una sua dignità e che la provenienza europea del lavoro (c'è di mezzo anche la tv Svizzera) è di quelle che garantiscono solidità nell'impostazione.

Certo, a volte la storia si fa un po' fumosa, richiede attenzione per non perdere di vista le diverse ramificazioni lasciando qualche dubbio sull'idea di rendere la protagonista parzialmente dipendente dal gioco (spesso inquadrata al casinò con le fiches davanti), ma l'inserimento di qualche personaggio inatteso (il fratello della ragazza misteriosa) dà varietà e incuriosisce fino a regalarci una soluzione particolare, anche se ai limiti del credibile. Su tutti spicca la brava Barbara Cabrita comunque, sguardo intenso e adeguata per l'interpretazione di una figura tormentata come quella della protagonista, alle prese con problemi personali, una certa anaffettività e non molta voglia di scherzare, nonostante un partner nelle indagini che al contrario tende a prendere tutto molto alla leggera (orario di lavoro compreso). Più poliziesco che giallo, considerata la centralità assoluta del punto di vista delle forze dell'ordine, procede senza grandi intoppi né grandi sorprese, anche se a penalizzarlo parzialmente è una fotografia che non pare all'altezza delle ambizioni generali.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/05/23 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.