Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• WILLY PRINCIPE DI BEL-AIR (148 EPISODI)

All'interno del forum, per questo film:
• Willy principe di Bel-Air (148 episodi)
Titolo originale:The Fresh Prince of Bel-Air
Dati:Anno: 1990Genere: fiction (colore)
Regia:Vari
Cast:Will Smith, James Avery, Alfonso Ribeiro, Tatyana M.Ali, Joseph Marcell, Janet Hubert-Whitten, Daphne Maxwell Reid, Karyn Parsons, Ross Bagley, DJ Jazzy Jeff
Note:Aka "Willy il principe di Bel Air" o "Willy, il Principe di Bel-Air"
Visite:3696
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 24
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/7/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 23/3/09 15:12 - 10903 commenti

Serie televisiva che ha rivelato il talento (ancora acerbo all'epoca) dell'attore Will Smith. E' innegabile che Il principe di Bel Air sia cucito intorno alla simpatia e del suo attore protagonista ma anche presi a sè gli episodi risultano piuttosto divertenti grazie anche alla bravura del cast dei comprimari che lo rendono un prodotto gradevole.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 15/4/09 10:59 - 7273 commenti

Giovane rapper uscito dal ghetto si ritrova a vivere nientemeno che in una villa del ricco quartiere di Bel-Air: le scintille si trasformano in divertenti fuochi d'artificio in cui ha la meglio l'anticonformista giovanotto. Scoppiettante sit-com a base di allegria e musica (supervisione nientemeno che di Quincy Jones), che ha come fulcro l'ottimo Will Smith.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Puppigallo 14/7/07 9:56 - 4316 commenti

Un Will Smith giovane e caricato a mille in questa serie riuscita. E' il dominatore assoluto dei dialoghi, delle battute; e con la sua massima imprecazione "Santo rep!", diventa subito un personaggio che non si scorda. Ma anche alcuni di quelli che lo affiancano, meritano: lo zio, che lo ospita nella sua lussuosa villa per farlo studiare e che lo sopporta a malapena, il cugino, vestito firmato, media altissima (che ne è la spalla ideale) e la di lui sorella, svampita, che completa bene l'opera. Nota di merito per il maggiordomo sarcastico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'amico di Willy, che sbava dietro la sorella del cugino (chi non lo farebbe) e che viene regolarmente lanciato fuori dalla villa.
I gusti di Puppigallo (Comico - Fantascienza - Horror)

Renato 23/3/09 15:14 - 1495 commenti

Divertente, anche se oggi lo trovo precocemente invecchiato. Willy arriva in una famiglia alto-borghese di Los Angeles e sono subito guai; la forza della serie era soprattutto negli scontri di Will Smith con "zio Zucchino", ma anche Carlton e Jeffrey sono personaggi ben delineati ed efficaci. Peccato che la ruffianeria di molte puntate sia quasi insostenibile, per non dire disturbante. Comunque meritata menzione d'onore per l'amico Jazz, regolarmente defenestrato da zio Zucchino ogni volta che osava presentarsi in casa sua.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Tarabas 29/8/11 11:15 - 1608 commenti

Da Philadelphia a Bel Air, un po' come Will Smith, anche il personaggio del telefilm passa dai quartieri bassi alle ville in collina. Divertente, nei limiti di questi prodotti tv e dominato dalla verve del protagonista, sfrutta il classico espediente del tizio naive fuori posto che fa saltare gli schemi. Spassoso il personaggio di Jazzy Jeff (sodale del duo rap di Smith all'epoca), che cerca di piazzarsi a sbafo nel villone. Evoluzione della specie rispetto a George & Wizzie: la middle class nera qui aveva definitivamente "moved up".
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Ciavazzaro 23/3/09 16:03 - 4722 commenti

Anni fa lo vidi con molto piacere, ora lascia decisamente il tempo che trova. Will Smith è indubbiamente istrione, il cast secondario invece funziona a livelli alterni (lo zio e il maggiordomo sono molto bravi). Cito l'episodio con Milton Berle. Non dico che ora lo ritengo pessimo, ma sicuramente vale molto meno, 2 pallini con punto esclamativo. Se lo trovate però un occhiata la merita.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Markus 4/12/12 12:12 - 2874 commenti

Concettuale variazione di Arnold in chiave anni '90: un giovane rapper (squattrinato) di colore è adottato da degli zii miliardari a Los Angeles; costui porta simpatico entusiasmo e scompiglio in una famiglia che fino allora viveva nella normalità più assoluta. Nerbo della sit-com è la felice sceneggiatura, in cui un'allora sconosciuto Will Smith dà il meglio di sè. Di fatto la serie fu per lui il trampolino di lancio verso l'Olimpo degli attori promettenti.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Cangaceiro 27/3/09 18:13 - 982 commenti

Esordio coi fiocchi per un Will Smith primigenio, fresco e graffiante in questa ottima sit-com ben scritta ed interpretata. I vari personaggi sono caratterizzati molto chiaramente e simpaticissimi; su tutti ovviamente il protagonista, il burbero "benefico" zio Phil, il cugino "secchia" Carlton ed il maggiordomo dalla fulminante stilettata verbale sempre pronta. Hilary Banks (Karyn Parsons) poi è una gran bella figliola. Da applausi la sigla ed il doppiaggio italiano. Mettetevi pure comodi e buon divertimento!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La puntata "Lezione di sopravvivenza" (terza stagione) con Willy, Carlton e lo zio Phil dispersi nel bosco e costretti a passare la notte in una grotta.
I gusti di Cangaceiro (Commedia - Gangster - Western)

Gugly 30/7/10 15:42 - 971 commenti

Una serie cult degli anni 90. La simpatia del giovane Will Smith è innegabile, ben coadiuvata dagli altri interpreti che costituiscono un universo un po' folle (la cugina modaiola, lo zio burbero, il cugino sempliciotto) ma proprio per questo avvincente da seguire (cosa combineranno i nostri eroi oggi?). Particolare plauso va all'edizione italiana del doppiaggio, canzoni comprese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il maggiordomo dalle battute fulminanti.
I gusti di Gugly (Commedia - Horror - Teatro)

Magnetti 16/7/07 12:50 - 1103 commenti

Partendo dai due membri del gruppo rap "DJ Jazzy Jazz and the Fresh Prince", si decise di lanciare questo telefilm con protagonista Will Smith (nickname Fresh Prince, da cui il titolo). Gli fu affiancato, in ruolo minore ma gustoso, il suo collega Jeffrey A. Townes con lo stesso nome da rapper, Jazz. E' un telefilm spassoso tutto sul groppone di Will Smith e con personaggi azzeccatissimi, su tutti il maggiordomo. E' una versione ancora più black (e meno bunonista) dei Robinson, con dialoghi tutti da gustare. Bene.
I gusti di Magnetti (Animali assassini - Avventura - Horror)

Stubby 20/9/07 19:59 - 1147 commenti

Cult assoluto, questo serial tv che ha fatto da trampolino di lancio per Will Smith nel dorato mondo della cinematografia. I personaggi sono tutti ottimi e divertenti e soprattutto azzeccati come caratterizzazione. Il mio preferito è il cugino Carlton (Alfonso Ribeiro). Risate assicurate dunque, ma ogni tanto ci scappa anche il finale con messaggio positivo. Da vedere e rivedere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Zio zucchino!
I gusti di Stubby (Azione - Horror - Western)

Harrys 21/3/09 18:45 - 679 commenti

Il telefilm che ha lanciato Will Smith. Già da qui si può notare un'innegabile talentuosa verve comica da parte dell'attore afroamericano. Un mio cult dell'infanzia: ricordo ancora la spassosa sigla a memoria. A parte Smith, molto azzeccati il resto dei comprimari: dal maggiordomo Geoffrey al fratello Carlton, dalla sorella Hilary alla zia Vivian. Ancora oggi se passa in tv me lo riguardo con sommo piacere. Indimenticabile.
I gusti di Harrys (Comico - Fantastico - Horror)

124c 29/3/10 12:40 - 2669 commenti

Trampolino di lancio della star Will Smith, all'epoca giovane rapper nero scoperto da Quincy Jones. Il tutto è un mix fra I Jefferson, I Robinson e Il mio amico Arnold, dove il nostro amoreggia con l'ennesima bonazza di turno, prende in giro il cugino idiota e si becca le ramanzine dallo zio ciccione. Smith rischiava di non uscire dall'adolescente che va a vivere con gli zii ricchi di Bel Air, invece ce l'ha fatta; ha dimostrato d'essere superiore a questa sit-com, dove si permettono di intonare pessime versioni italiane delle sue canzoni.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Redeyes 30/10/14 8:01 - 2022 commenti

Uno Smith acerbo, ma, aggiungerei, molto meglio che in tanti film successivi. Uno Smith che matta letteralmente con giochi di parola, vita da rapper da ghetto rileccato e slinguazzate con belle donne puntata per puntata. Il resto del cast non demerita comunque e a loro volta trova il modo di mettersi in luce. Forse alla lunga perde un po' la brillantezza dei primi episodi, ma una risata la strappa sempre. La sigla varrebbe in solitario un tripallinaggio, anche per un adattamento italiano riuscitissimo.
I gusti di Redeyes (Drammatico - Fantascienza - Thriller)

Lovejoy 25/2/08 23:15 - 1825 commenti

Telefilm di grande successo all'epoca, grazie sopratutto a battute efficaci e ad attori in splendido stato di grazia. Smith venne consacrato star da questo ruolo. Degli altri, James Avery, Alfonso Ribeiro e sopratutto il maggiordomo interpretato da Joseph Marcell sono altrettanto eccellenti.
I gusti di Lovejoy (Comico - Horror - Western)

Mco 2/9/09 19:01 - 2063 commenti

Ne imparai a memoria la sigla italiana per ripeterla come un tormentone dopo ogni episodio. Storielle di vita semplice, con l'istrionico Smith che si caccia spesso in mari di guai per essere poi salvato dal generoso cugino e dalla sua amata "seconda famiglia". Forse, col tempo, perde un po' del suo effetto esplosivo ma resta comunque un telefilm da guardare.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Piero68 23/9/15 15:45 - 2639 commenti

La sit-com che ha lanciato nell'Olimpo un giovanissimo rapper di nome Will Smith, scoperto e voluto da Quincy Jones. Non è certo il massimo dell'originalità eppure funziona bene grazie alle variegate caratterizzazioni dei personaggi. Il maggiordomo, lo zio, i continui duetti con il cugino sono le principali fonti di gag e battute quasi sempre riuscite. Ma a parte Smith è comunque tutto il cast che funziona bene.
I gusti di Piero68 (Azione - Fantascienza - Poliziesco)

Ryo 25/8/15 21:02 - 1875 commenti

Una delle serie televisive-icona degli anni 90. Ha lanciato tormentoni, mode e sopratutto ha lanciato un giovanissimo Will Smith (che dà il nome anche al personaggio), all'epoca rapper semi-sconosciuto. Il cast è ottimamente amalgamato e offre meravigliosi conflitti dalle risate assicurate.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Disorder 13/7/09 13:04 - 1382 commenti

Bella serie americana, tipicamente anni 90 in ogni suo aspetto; Will Smith mattatore ma non assoluto, visto che anche i coprotagonisti sono all'altezza: lo zio Phil, Geoffrey e Charlton su tutti, ma anche Jazz, nelle poche volte che compare, lascia sempre il segno. La serie è molto disimpegnata, ma qualche momento di serietà c'è. Si rivede sempre con piacere.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Jazz, lanciato regolarmente fuori dalla porta dallo zio Phil; Le battute di Willy sull'altezza di Charlton.
I gusti di Disorder (Avventura - Commedia - Drammatico)

Ultimo 24/4/15 16:04 - 1230 commenti

Serie TV tipicamente americana che ho sempre amato: da piccolo morivo dal ridere già solo a vedere la sigla. Detto questo, il format è quello tipico delle sit com Usa, con storie quasi sempre divertenti e dialoghi brillanti, ambientate prevalentemente all'interno delle mura di casa. La carriera di Will Smith è iniziata qui, con una serie davvero notevole!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Smith che bussa come un pazzo alla porta (nella sigla).
I gusti di Ultimo (Commedia - Giallo - Thriller)

Ale nkf 12/5/09 13:58 - 803 commenti

Serie tv con un giovanissimo Will Smith che se preso un po' di anni dopo non avrebbe mai accettato la parte in questo telefilm. Classica fiction americana che punta come sempre sul ridere anche se non riesce. La sigla è invece più che apprezzabile, con un meraviglioso doppiaggio in italiano.
I gusti di Ale nkf (Commedia - Giallo - Poliziesco)

Raremirko 8/2/10 7:41 - 482 commenti

Ennesima storica serie tv all black, rappresentante una famiglia (questa volta più ricca del solito però), con le sue vicessitudini, i suoi clichè, i suoi capricci, i suoi problemi. Da Oscar certe caratterizzazioni di alcuni personaggi, cugino di Willy e maggiordomo in primis. L'unico che però da questo serial ha avuto un successone è però stato il solo Willy Smith, come sempre davvero bravo. Vale la pena ribadire la cura per il doppiaggio, sia per le canzoni che per le singole voci dei personaggi, davvero ottimo/i. Un indiscutibile cult.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'indimenticabile rap della sigla iniziale, sicuramente il più bel risultato di un doppiatore italiano nel creare/adattare un testo in lingua original.
I gusti di Raremirko (Giallo - Horror - Thriller)

Dengus 21/1/11 8:53 - 349 commenti

Un talento, lo è già dagli inizi (sarà che qui Willy è ben contornato da validissimi attori e un copione su misura), e la resa è ottima. Situazioni comiche e a volte (pochissime) drammatiche; comici gli scambi di battute con il cugino "barattolo" Carlton, l'amico Jazz, il maggiordomo Geoffrey (che mi ricorda Florence) e lo zio Avvocato ciccione. Willy gigioneggia con le pupe, in stile vitellone anni '90! Splendida Hilary, superficiale ma da rifarsi gli occhi; preferivo la prima madre, la seconda è meno incisiva ed affascinante. Diverte sempre!

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Geoffrey in generale; Phil Banks che sbatte fuori casa Jazz a modo suo!
I gusti di Dengus (Comico - Commedia - Sentimentale)

Zio bacco 28/10/14 14:49 - 225 commenti

La miglior sitcom dei primi anni '90, di cui respira appieno l'edonismo del tempo. Ottime le caratterizzazioni dei personaggi, con un Will Smith straripante e in rampa di lancio cui si affiancano validi attori di contorno. Malgrado il contenuto disimpegnato ne faccia un prodotto comico, non mancano momenti di riflessione che portano a finali sempre lieti. Il riferimento ai Robinson o a Arnold è evidente, ma l'affiatamento fra gli attori (tolta la prima Vivian) rende molto godibile la serie, che con merito non viene protratta troppo a lungo.
I gusti di Zio bacco (Comico - Commedia - Drammatico)