Discussioni su Giallo - Film (2009) | Pagina 1

DISCUSSIONE GENERALE

481 post
  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Zender • 30/04/08 16:42
    Capo scrivano - 47916 interventi
    Ho letto una cosa simpatica: Vincent Gallo, scelto come protagonista, ha detto che non gli va assolutamente di recitare a fianco di Asia Argento (cosa per certi versi comprensibile), così pare che ci si sia buttati su Adrien Brody...
  • Caesars • 30/04/08 16:55
    Scrivano - 16819 interventi
    Adrien Body dovrebbe essere anche produttore del film. Inoltre Asia Argento, fortunatamente non dovrebbe essere della partita (in quanto incinta) e verrà sostituita da Emanuele Seigner (non dovrebbero esserci tutte e due). C'è qualche speranza che venga fuori un film con attori degni di questo nome.
  • Zender • 30/04/08 17:06
    Capo scrivano - 47916 interventi
    Vediamo. Speriamo, perché ancora un Argento con Asia no... Peccato per Vincent Gallo, comunque, che ha deviato sul nuovo Coppola, TETRO.
  • Gugly • 2/07/08 11:52
    Portaborse - 4710 interventi
    Incrociamo tutte le dita.
  • Zender • 2/07/08 17:22
    Capo scrivano - 47916 interventi
    Intanto si vociferava che il titolo fosse stato cambiato in SANGUE... mah... E comunque il film par di aver sentito che è ampiamente finito e Argento stia già iniziando il casting per il film successivo...
  • Cotola • 2/07/08 19:15
    Consigliere avanzato - 3852 interventi
    Effettivamene le riprese sono state portate a termine a Torino il 29 giugno.
    La buona notizia è la conferma che Asia Argento non ha partecipato al film, sostituita dalla Seigner. L'altra buona notizia è che Argento non ha scritto la sceneggiatura (Pare vi abbia partecipato solo marginalmente)e non c'è che da esserene felici visto lo scempio delle ultime pellicole.
    La notizia non tanto buona è che il film non è un giallo, come si potrebbe pensare dal titolo, ma in realtà un thriller basato sulle gesta di un serial killer. Speriamo bene.
    Intanto la locandina, se sarà quella definitiva (speriamo di no) non promette nulla di buono.
    Zender permettendo la metto qui.
    http://www.darioargento.it/



    In ogni caso per tutte le altre notizie sul film vi consiglio di andare sul sito ufficiale di Darione dopo potrete leggere tante curiosità sfiziose ed articoli interessanti (vi consiglio quello sui riferimenti biografici nei film di Argento [da cui magari potrei estrapolare qualcosa e metterlo nella sezione curiosità di ogn film (se Zender crede possa essere utile)]
    Ultima modifica: 3/07/08 22:49 da Zender
  • Rebis • 2/07/08 19:44
    Compilatore d’emergenza - 4423 interventi
    mamma mia, la locandina è mortale!

    pare che Argento a Pesaro abbia espresso dubbi sulla riuscita del film, ma la cosa dovrebbe farci solo ben sperare considerati i precedenti...

    «Non so come sia venuto. Può darsi bene, o magari una stronzata, be’ una stronzata forse no». Su A. Brody. «Maniacale. Dev’essere tutto vero. In una scena doveva bere un bicchiere di whisky, noi avevamo messo tè, come s’usa. Niente da fare: senza whisky non gli veniva bene».
  • Zender • 3/07/08 14:52
    Capo scrivano - 47916 interventi
    La locandina credo sia in concorso attualmente come peggior locandina dai fratelli Lumiere a oggi...
    Per Cotola: fai pure quello che vuoi, la cosa è interessante. L'importante è sempre specificare con chiarezza la fonte.

    Ho sentito anch'io dire che Dario non si sarebbe detto molto contento del film e la penso esattamente come Rebis: la cosa dovrebbe farci solo ben sperare...
    Ultima modifica: 3/07/08 22:53 da Zender
  • Gugly • 3/07/08 17:32
    Portaborse - 4710 interventi
    a questo punto la locandina vorrei vederla anche io....quanto al film se non piace al Dario nazionale, piacerà a noi ( spero) ;)
  • Zender • 3/07/08 18:51
    Capo scrivano - 47916 interventi
    la locandina la vedi qui sotto, nel post di Cotola, Gugly. Prima non si vedeva così l'ho aggiunta solo oggi. Guardatela e stupisci: manco la peggio fiction...
  • Gugly • 3/07/08 18:56
    Portaborse - 4710 interventi
    E' quella la locandina??????????????? Help.....
  • Cotola • 3/07/08 19:26
    Consigliere avanzato - 3852 interventi
    Io comunque credo (o almeno lo spero vivamente)che si tratti solo di una locandina temporanea che verrà poi modificata per l'uscita del film nei cinema.
  • Rebis • 3/07/08 21:37
    Compilatore d’emergenza - 4423 interventi
    Su film TV della scorsa settimana c'è un bell'articolo su Giallo. Dicono che:

    - la sceneggiatura di Jim Agnew e Sean Keller (quelli del prossimo Carpenter L.A.Gothic, e irriducibili fan di Argento) mescola tutti gli elementi che hanno reso grande il suo cinema ma secondo un'ottica hollywoodiana che però non concede niente al buonismo americano.

    - Jim Agnew è stato sempre presente durante le riprese per supervisionare la costruzione delle scene e della storia e dare continui suggerimenti agli attori sulla psicologia dei personaggi.

    - vedremo location davvero inquietanti e spettrali, tra le quali: il fatiscete palazzo dell'Enel in via Bertola, il Museo di Anatomia, il mercato del pesce di Porta Palazzo.

    - scorrrerà molto, molto sangue...

    Aggiungete inoltre che:

    - alla sceneggiatura il nostro ha partecipato in modo molto marginale;

    - Brody è un attore bravissimo e maniacale (praticamente incapace di improvvisare..);

    - la Seigner sappiamo...

    Ora, io non voglio fomentare false speranze, perché quello che è riuscito a fare alla chiusura delle Madri è assolutamente indecente, ma ho davvero l'improbabile, suicida sensazione che sta volta Argento non sbaglierà, che Giallo sarà un buon film, oppure che se sbaglierà, considerati i presupposti di qui sopra, con i quali neanche Ed Wood potrebbe sforzarsi di produrre uno z-movie, allora ragazzi Argento non esiste proprio proprio più...
  • Undying • 3/07/08 21:39
    Risorse umane - 7574 interventi
    Vi prego, non scherzate: ditemi che la locandina è un fake....
  • Rebis • 3/07/08 21:40
    Compilatore d’emergenza - 4423 interventi
    è sul sito ufficiale di Argento...
  • Undying • 3/07/08 21:42
    Risorse umane - 7574 interventi
    Va bene che "l'abito non fa il monaco", ma -graficamente- fare di peggio è impossibile....

    Iniziamo male....
    Ultima modifica: 4/07/08 05:43 da Undying
  • Rebis • 3/07/08 21:50
    Compilatore d’emergenza - 4423 interventi
    dai Undying, rincuorati con le news che ho postato qui sotto....
  • Zender • 3/07/08 22:53
    Capo scrivano - 47916 interventi
    Ottime news Rebis. Chissà perché ma anch'io quando ho sentito che lui nella sceneggiatura ha fatto poco ho cominciato a pensare che forse... Insomma, le speranze in ogni nuovo film di Argento sono sempre e comunque altissime. Non ricordo un suo film recente per il quale l'attesa non fosse spasmodica...
  • Il Gobbo • 4/07/08 14:37
    Segretario - 762 interventi
    Speriamo che Brody abbia chiesto whisky per meticolosità, e non per dimenticare. Suppongo che la foto della locandina sia stata presa al quinto bicchierino...
  • Rebis • 17/07/08 12:31
    Compilatore d’emergenza - 4423 interventi
    Per stemperare l'attesa vi posto un estratto dell'intervista di Maria Pia Fusco al buon Brody (fonte www.delcinema.it )

    Conosceva Dario Argento?

    "Avevo visto i suoi film e conoscevo Dario indirettamente, sono amico di Asia. Ho scoperto una bella persona, comunica a tutti il suo entusiasmo. Nei primi incontri parlavamo di violenza, gli chiedevo di non esagerare, ce n'è già troppa nel mondo. Durante le riprese ho visto che il suo modo di rappresentare la violenza non è naturalistico ma visionario, non disturba e a volte è perfino divertente. Penso che con Giallo, Dario sia tornato allo stile dei suoi primi film."

    Lei è tra i pochi attori americani a lavorare spesso con registi europei.


    "Credo di aver lavorato più all'estero che negli Usa, mi piace uscire, mi fa sentire parte del mondo. Dipende dalle origini della mia famiglia (madre ungherese e padre polacco emigrati negli Usa dopo il 1956) ma è anche il fisico, non assomiglio al bravo ragazzo americano. Secondo me noi americani abbiamo pochi amici nel mondo perché amiamo troppo restare nelle nostre città, nei nostri quartieri, chiusi nel limite del nostro orgoglio nazionale. Giriamo tutto il mondo più che altro da turisti o con le armi addosso..."

    Seguono considerazioi su Il Pianista.
    Ultima modifica: 17/07/08 20:31 da Rebis