Un urlo dalle tenebre

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1975
Genere: horror (colore)
Note: Aka "L'esorcista n. 2"; "L'esorcista numero due". La regia accreditata a Elo Pannacciò è da intendersi come compiuta - di fatto - da Franco Lo Cascio, più noto come Luca Damiano. Il film venne distribuito all'estero come apocrifo (terzo capitolo) della serie Esorcista.
Numero commenti presenti: 20
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/05/07 DAL BENEMERITO UNDYING POI DAVINOTTATO IL GIORNO 2/10/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 28/05/07 19:13 - 3837 commenti

I gusti di Undying

In seguito al successo economico riscontrato dal film L'esorcista, per alcuni anni le sale dei cinema furono riempite da imitazioni più o meno riuscite. In gergo cinematografico, le riproduzioni a tempo di record (atte a cavalcare il successo di un titolo) vengono definite spin-off: questo è italiano e, tra i tanti cloni, figura come il peggiore (pur se godibilissimo sul piano esclusivamente visivo), accostabile solo al paritetico spagnolo L'eretica. Le scene saffico/erotiche sono molto spinte, e Sonia Viviani (giovane) è sempre un bel vedere.
MEMORABILE: il posseduto ai chiesaioli: "caproooniii!!! Luridissimo branco di caproni!!!"

B. Legnani 25/11/07 01:47 - 4838 commenti

I gusti di B. Legnani

Sgangheratisssimo film esorcistico, semidilettantesco, con incredibile presenza di Françoise Prévost (muore in fretta) e di Richard Conte (avrà lavorato mezza giornata). Incipit davanti a San Pietro con la gente che guarda in macchina e, poi, vicenda pazzesca. Patrizia Gori, carina coi capelli a zero, e Sonia Viviani, sensualissima, sono fra i pochi motivi del film, girato pure alle cascate di Monte Gelato e a Calcata. Poverissimo, misero, quasi incredibile. Imperdibile, pertanto...
MEMORABILE: Le adorabili cascate e il volto di Sonia Viviani.

Cotola 24/05/08 16:49 - 7694 commenti

I gusti di Cotola

Definire questo film brutto e ridicolo non rende minimamente l'idea di quello che aspetta gli sventurati spettatori che volessero visionarlo. Sulla scia dei film sugli indemoniati, il regista Pannaciò, garanzia assoluta di film inetti ed orripilanti, costruisce una storiella (si fa per dire) infarcita di luoghi comuni triti e ritriti del genere, che non riescono minimamente ad interessare né a generare un minimo di tensione. In definitiva una porcheria di rara bruttezza che, forse, piacerà agli amanti del trash.

Ciavazzaro 16/06/08 11:38 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Probabilmente il peggiore epigono creato dalla saga de L'esorcista e non viene difficile da credere che il regista non abbia avuto il coraggio di firmarlo. Qualche nome curioso nel cast: la Prévost (che si spoglia pure!!!), la Viviani, ma per il resto sciattume e spazzatura. Confezione da far piangere e il diavolo tentatore ridicolissimo, come il finale e tutte le sequenze. Da evitare come la peste. Può essere definito l'erede di Nuda per Satana.

Deepred89 4/09/08 14:21 - 3332 commenti

I gusti di Deepred89

Notevolissimo trashone sulla scia dell'Esorcista. Delirio allo stato puro dalla prima all'ultima sequenza, con regia semiamatoriale, montaggio assolutamente folle, dialoghi esilaranti, assurdi flashback ambientati in manicomio e uno degli indemoniati più ridicoli della storia del cinema. Sprecati alcuni elementi del cast (che comunque non si impegnano minimamente) e mal sfruttate le ambientazioni. Un disastro.

Manowar79 19/11/08 14:57 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Spudorato clone de L'esorcista con qualche incursione (fin troppo rapida) nell'erotismo. Tuttavia, a cuor leggero, il film diverte e fa sorridere, specialmente quando tenta in tutti i modi di proporre remake di sequenze dal film originale. Non il peggiore tra gli "esorcistici" italiani, ma si tende a preferire Malabimba di Bianchi... fosse solo per la rivisitazione in chiave marcatamente erotica.

Homesick 2/02/09 08:03 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Nelle mani di Assonitis e De Martino il demoniaco italiano aveva prodotto risultati brillanti ed originali, ma in quelle degli sventurati Lo Cascio-Pannacciò è solo uno squallido clone de L’esorcista al cui repertorio classico di urla, turpiloquio e vomito verde si unisce una buona dose di sesso. La Prévost e la Viviani escono presto di scena, Vernè è un ridicolo sosia maschile di Linda Blair, mentre il povero Conte non poteva chiudere la sua gloriosa carriera in modo peggiore. La figura della suora e il finale preludono a Malabimba.
MEMORABILE: Il rito satanico officiato da Garofalo, con Baccaro tra gli adepti.

Daidae 19/09/09 15:57 - 2789 commenti

I gusti di Daidae

Preso alla leggera può anche risultare digeribile. Gli attori non sono poi così male; da questo regista (che finirà a girare porno) non mi aspettavo niente di buono. Un clone dell'Esorcista che suscita ilarità e tenerezza. Troppo comica la scena iniziale...
MEMORABILE: "Lurido branco di caproniiiiiii!"

Trivex 28/05/10 18:32 - 1520 commenti

I gusti di Trivex

Un mostro di film! Visto in gioventù in visioni private notturne (ma credo senza le scene delle orge, un po'spinte per la tv), rivisto con le parolacce in lingua inglese, con il titolo di "Cries and Shadows". Più sexploitation che horror, con numerose scene lesbo, è un pasticcio all'italiana celebrativo del trash sessuale, i cui tentativi di adombrarsi in qualche atmosfera insana, risultano quasi sempre falliti. Resta insomma un vecchio calderone, polveroso in larga parte, ma con alcune punte sulfuree anche avvertibili. Le attrici sono molto sensuali! **
MEMORABILE: L'inizio con l'improbabile discorso papale; la faccia del posseduto (sembra un ubriaco, con l'apparecchio dentale di colore nero).

Caesars 22/09/10 11:51 - 2821 commenti

I gusti di Caesars

Definire pessima questa cialtronata italica, nata per sfruttare il successo del film di Friedkin, è farle un complimento immeritato; la regia non esiste e gli interpreti, così come la storia raccontata, sono da dimenticare. Purtroppo non ci si riesce neanche a divertire, perché la noia regna sovrana per tutta la durata della pellicola. Richard Conte è l'esorcista chiamato a salvare l'indemoniato di turno (unica nota originale: non è una donna a finire sotto le grinfie del demonio); fa tristezza vederlo coinvolto in questa operazione.

Elo Pannacciò (Angelo Pannacciò) HA DIRETTO ANCHE...

Lucius 31/10/10 01:54 - 2820 commenti

I gusti di Lucius

La regia rozza e sordida contribuisce a dare quel minimo di suspence ad una delle tante pellicole nate sulla scia de L'esorcista, ma tutto è stato già fatto e meglio, pertanto questa non può che costituire una brutta copia dell'originale. Qualche buona trovata come il letto rotante, ma i trucchi difettano e tutto appare approssimativo. Da rivedere.
MEMORABILE: I flashback violenti, il taglio di gola a distanza, il letto rotante.

Max92 31/12/11 11:22 - 104 commenti

I gusti di Max92

Il miglior film di Pannacciò (figuriamoci gli altri!), regista umbro dalla filmografia pazzesca, attivo nel sottobosco dei film di serie Z degli anni '70. Le incursioni nell'erotismo quasi pornografico tanto amate da Pannacciò rimangono perlomeno solo delle parentesi e gli attori ci mettono un briciolo di professionismo (Richard Conte e Franco Garofalo sono accettabili), anche se Patrizia Gori nelle vesti di suora casta e pura è credibile tanto quanto un rabbino intento a fare la comunione. Si intravede Sal Baccaro.
MEMORABILE: Le orride parentesi lesbo, da Olimpo del trash.

Fauno 5/05/13 21:25 - 1955 commenti

I gusti di Fauno

In effetti si vede che non è tutto di Elo; in quanto noncuranza, estrema spontaneità negativa, sensazione di non avere scampo, in breve tutti i suoi parametri appaiono solo nella prima parte di film. In seguito, a dispetto dei titoli stranieri, l'opera non è una scopiazzatura da Friedkin & co. e il racconto di due secoli prima che viene proposto non è male, come anche l'esorcismo ha una sua peculiarità che fa sorridere; ma quel che crolla è l'impatto emotivo... si arriva così al traguardo senza carburante e nella prevedibilità più assoluta.
MEMORABILE: Il demonio interpretato dalla Biscardi; Il rito satanico del bravo Garofalo; "Vai a leccare il culo al tuo impresario".

Ronax 12/09/15 02:13 - 936 commenti

I gusti di Ronax

Proprio come nella prima scena, in quegli anni Paolo VI ammonì i fedeli che il diavolo non era una un simbolo ma un essere reale più che mai all'opera nel mondo. Gli autori del film devono aver preso sul serio l'avvertimento e conferiscono al signore delle tenebre le concretissime rotondità di Mimma Biscardi, con tutto le conseguenze del caso. Pannacciò non è ancora al livelli di delirio etilico di Comincerà tutto un mattino" o Holocaust parte seconda, ma è già sulla buona strada. Mitica la Viviani, ma Belzebù la toglie subito di mezzo.
MEMORABILE: La messa nera con tanto di orgia satanica, in stile squisitamente polselliano.

Faggi 13/05/17 12:54 - 1510 commenti

I gusti di Faggi

Esorcistico bis esaltato, ovvero un'altra perla nera dai bassifondi del patrimonio trash italico; imperdibile per ovvi o ineffabili motivi; oppure: per dissezionare oggetti che trascendono la logica del gusto. Fattura di notevole caratura grezza che cuoce a suo modo le gesta di un indemoniato alle prese con Satana in forma di donna avvenente e affamata di sesso, lo sgozzamento a distanza della sua fidanzata, messe nere (con orge) e altro materiale all'unisono; tutto in un'atmosfera squilibrata, che in certi passaggi si fa estenuante.

Minitina80 8/07/17 13:44 - 2460 commenti

I gusti di Minitina80

Uno dei tanti epigoni del filone esorcistico iniziato pochi anni prima e indiscutibilmente di scarso valore. Non apporta nulla di nuovo a quanto visto fino a quel momento risultando addirittura ripetitivo riproponendo pedissequamente sullo schermo quanto fatto in altre pellicole. Fastidiosi i continui flashback che tormentano la visione senza alcuna pietà, oltre che non immediatamente contestualizzabili. Qualche perplessità sorge anche dalla colonna sonora, non sempre congrua al tipo di immagini. Inutile e superfluo.

Gmriccard 5/07/18 19:04 - 118 commenti

I gusti di Gmriccard

Non riesco a condannarlo. Non si tratta di mera esercitazione calligrafica, non fosse altro per l'ambientazione nostrana credibile, poi la colonna sonora è centratissima e bravi sono i personaggi di contorno (Garofalo su tutti). La palma della migliore interpretazione spetta a Mimma Biscardi, diabolica e tentatrice non dotatissima artisticamente ma di grande dedizione. Peccato per l'impiego di Richard Conte limitato a un piano sequenza e poco più (questione di cachet indubbiamente).
MEMORABILE: La Viviani si lascia consolare dalla suocera Prévost per gli atteggiamenti del figlio.

Il Dandi 8/04/20 02:55 - 1892 commenti

I gusti di Il Dandi

Terribile imitazione de L'esorcista che Pannacciò ebbe il coraggio di firmare senza (a quanto pare) nemmeno esserne responsabile, dove l'adolescente posseduto è un sosia maschile (ma dal capello mullet à la Bowie) di Linda Blair particolarmente pestifero ai danni della sorella suora. Prima di arrivare all'esorcismo (ad opera di uno spaesato Conte) si fa minutaggio con riti, leggende e lesbicate. Brutto senza nemmeno essere divertente, tanto raffazzonato che vari ruoli minori vengono affidati a membri del cast tecnico.
MEMORABILE: L'incipit rubato in piazza San Pietro sotto la pioggia, dove una folla ignara guarda in camera in attesa del Papa è, strano a dirsi, la cosa migliore.

Panza 16/05/20 22:06 - 1524 commenti

I gusti di Panza

Centone comprendente tutti i vari cliché del genere, per di più infarcito di inutili lungaggini, che ha poco da dire e cerca solamente di accodarsi a un filone. Una trama tutto sommato lineare e semplice non permette di concentrarsi sulla creazione di una climax ascendente di tensione e di paura, soprattuto perché l'indemoniato non spaventa e le sue contumelie generano solamente involontario umorismo. Persino le scene erotiche, seppur ben fotografate, sono troppo prolungate. Lo tengono a galla la buona regia e l'impegno di alcuni attori.

Bubobubo 6/07/20 11:17 - 1327 commenti

I gusti di Bubobubo

Per quanto i primi minuti di riprese esterne rubate in piazza San Pietro facciano subodorare il peggio, lo spudorato rip-off esorcistico di Pannacciò si limita a sguazzare in un'esangue mediocrità che mai cade nell'inguardabile. Vi sono alcuni segmenti cult (il pittoresco rituale satanico officiato ad inizio film), il montaggio è semidilettantesco e l'utilizzo abbondante di nudi fa cadere da subito il palco sulle reali intenzioni del prodotto, ma nella produzione di Pannacciò questo titolo è il meno peggio. Di discreto fascino le scene alle cascate di Monte Gelato.

Richard Conte HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 11/04/20 13:07
    Consigliere - 14083 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Buono, riesci a vedere la prima di questo film? Potrebbe non essere 1975 come scritto, secondo Deepred... E temo fortemente che abbia ragione (il che significa cambiare tutte le date alle location, allo speciale...).
    Imdb segnala un 23 Agosto 1975 per l'Italia ma non capisco in base a cosa...



    Confermo ppp 23 Agosto 1975
  • Discussione Zender • 11/04/20 17:45
    Consigliere - 43929 interventi
    Ok, grazie, meglio così allora.
  • Homevideo Caesars • 27/04/20 16:19
    Scrivano - 11666 interventi
    Per un'analisi approfondita delle varie versioni reperibili (tra essa nessuna hard):
    https://www.nocturno.it/un-urlo-dalle-tenebre-un-caso-ancora-aperto/
  • Homevideo Deepred89 • 27/04/20 16:27
    Comunicazione esterna - 1433 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Per un'analisi approfondita delle varie versioni reperibili (tra essa nessuna hard):
    https://www.nocturno.it/un-urlo-dalle-tenebre-un-caso-ancora-aperto/


    Redatta dal sottoscritto, quindi se servono delucidazioni non esitare a chiedere!
  • Homevideo Caesars • 27/04/20 17:10
    Scrivano - 11666 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Caesars ebbe a dire:
    Per un'analisi approfondita delle varie versioni reperibili (tra essa nessuna hard):
    https://www.nocturno.it/un-urlo-dalle-tenebre-un-caso-ancora-aperto/


    Redatta dal sottoscritto, quindi se servono delucidazioni non esitare a chiedere!


    Scusa Deep, non avevo idea che fosse tua la scheda.
    Davvero ben fatta e molto interessante (anche se il film a me non piace proprio).
    Ultima modifica: 27/04/20 17:19 da Caesars
  • Homevideo Deepred89 • 27/04/20 20:13
    Comunicazione esterna - 1433 interventi
    Ma scusa di che! Anzi, grazie per averla condivisa.
    Sul film, come si evince dal commento, mi trovi totalmente d’accordo. Magari con la copia Mediaset guadagna un minimo di suggestione nelle ambientazioni, ma resta a mio avviso invalutabile.
  • Homevideo Ciavazzaro • 28/04/20 01:07
    Scrivano - 5619 interventi
    La cosa buona di questo film è che ho potuto identificare un generico accreditato solo in questa pellicola.

    Per il resto, mi fa tristezza vedere Conte che chiude la carriera con questa cosa...

    Veramente terrificante (e non nel senso buono di un horror devo dire !).
  • Homevideo B. Legnani • 28/04/20 10:39
    Consigliere - 14083 interventi
    Ciavazzaro ebbe a dire:
    La cosa buona di questo film è che ho potuto identificare un generico accreditato solo in questa pellicola.




    Beh… dicci almeno chi è!
    Ultima modifica: 28/04/20 10:40 da B. Legnani
  • Homevideo Ciavazzaro • 28/04/20 23:07
    Scrivano - 5619 interventi
    Perdonami Buono, intendevo non di recente, è il secondo frate durante il flashback, questo:
    https://www.thrillingforum.com/phpbb/viewtopic.php?t=194
  • Discussione Caesars • 28/10/20 09:21
    Scrivano - 11666 interventi
    Adesso su Imdb come co-regista è indicato Luca Damiano, con pseudonimo inglese Frank G. Carroll. Quindi parrebbe che in qualche versione estera compaia anche nei titoli di testa (come Pannacciò che è accreditato, sempre su Imdb, col nome Frank C. Lucas). Boh...
    Ultima modifica: 28/10/20 10:27 da Caesars