LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/05/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 30/05/07 09:42 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Tangentopoli ante-litteram a Roma, dove Publio Cornelio Scipione e il fratello sono accusati di peculato da Catone il censore. L'Africano si difende dalle accuse, ma il fratello... Magni si prende una vacanza dall'era papalina ma di fatto ripropone la sua ricetta di commedia in costume capitolina con riferimenti all'attualità. Così così (come sempre Magni), anche se Mastroianni è notevole e il ruolo di co-protagonista del fratello, decorato montatore, aggiunge curiosità al tutto.
MEMORABILE: "Gajardo, arisemo schiavi!"

124c 5/03/12 12:46 - 2762 commenti

I gusti di 124c

Simpatica pellicola minore in costume per Marcello Mastroianni e Vittorio Gassman, che ha il pregio di farci conoscere il fratello del primo, Ruggero, solitamente montatore di film, che qui ricopre il ruolo di fratello di Scipione l'Africano. Un po' commedia, un po' inchiesta, regge per la presenza degli attori in campo. La storia è quella che è, ma gli attori sono più grandi della sceneggiatura stessa. È stato persino scomodato un duro come Woody Stroode, qui re africano, doppiato da Renzo Montagnani. Piccola commedia e nulla più.

Fabbiu 6/04/13 18:18 - 1930 commenti

I gusti di Fabbiu

Simpatica commedia in costume che della semplicità fa il punto forte: la commedia storica come sapevano fare in italia, con location azzeccatissime e l'irrinunciabile dialetto, persino per Giove (non contattato tramite gli auspicia, "appare" in prima persona all'Africano dispensando consigli e filosofie). Bravi gli attori, sia i fratelli Mastroianni (gli Scipioni) che Gassman (Catone), ma tra le comparse varie un merito particolare per Ennio Antonelli, schiavo con lo stuzzicadenti in bocca (non vuole essere liberato).

Rambo90 17/09/13 02:17 - 6316 commenti

I gusti di Rambo90

Commedia storica, nel tipico stile di Magni, non fra le sue più riuscite ma ugualmente incisiva e godibile. Azzeccati i dialoghi in dialetto romano, con molte battute divertenti infilate qua e là in discorsi seri, molti dei quali (soprattutto l'ultimo di Catone) validi anche nel mondo odierno. Gran cast: Mastroianni e il fratello (una rivelazione) sono perfetti, Gassman ha la consueta classe e c'è un bel mucchio di caratteristi adeguati. Buono.

Saintgifts 10/12/13 20:17 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Prima di tutto viene la Repubblica. Se le verità possono creare danni meglio le bugie; tutto deve rimanere come è, persino gli schiavi non vogliono essere liberati. Siamo nel 187 a. C. ma sembra di assistere ai lavori di un Parlamento odierno e la parlata romanesca aiuta questa "sensazione". La peculiarità di questa commedia è senz'altro la parola, le affabulazioni furbe di Catone (Vittorio Gassman) e le sincerità di Scipione l'Africano che ama la chiarezza e non capisce il filosofeggiare greco; più smaliziato il fratello (vero), l'Asiatico.

B. Legnani 7/12/14 20:12 - 4688 commenti

I gusti di B. Legnani

Film debole, che meglio funziona nelle cose piccole che nelle grandi. Perdente l'idea d'ambientare il tutto fra edifici romani in rovina (se era una metàfora, non ha funzionato), perdente quella di far parlare tutti in romanesco (perfino il moro Massinissa-Stroode, il che causa quasi ilarità), perdente quella di tentare un paragone coi tempi moderni (finendo nel qualunquismo). Meglio alcuni caratteri, come quello di Ruggero Mastroianni. Poi, è ovvio, qualche tocco del di lui fratello e di Gassmann va a segno. Da notare la presenza di Giachetti. Deliziosa la Torosh.

Matalo! 8/02/15 09:28 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

La produzione fece causa a Morandini per averlo sconsigliato. Il film è molto teatrale e vuole essere una riflessione sulla contemporaneità. A me non spiace il tono malinconico di Magni, qui coadiuvato dalle musiche di Gazzelloni. Romanissimo de Roma con tutto il disincanto tipico dei romani (da cui il senso dell'uso del romanesco oltre che per far volar piano le storie antiche), ha dei pregi, anche se annoia. Non è tempo d'eroi quando i tempi son piccoli. Talvolta irritante. Ruggero Mastroianni sembra un non attore pasoliniano. Statico ma non sciocco.

Rufus68 7/01/18 10:15 - 3049 commenti

I gusti di Rufus68

Nonostante la profusione di grandi stelle, solidi attori di rincalzo e conosciuti caratteristi il film mai decolla, anche per gli evidenti limiti del cinema di Magni. Ricreare la latinità con il romanesco da periferia può vantare una sua funzione liberatoria (nei confronti del sussiego accademico) e dissacratoria (verso la tradizione): alla lunga, però, involgarisce e strema anche lo spettatore bendisposto. La trama, poi, non riesce a elevarsi oltre l'aneddoto storico (salvo pallidi riferimenti agli scandali - italiani - del tempo). Uno sfizio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Geppo • 22/03/09 08:13
    Addetto riparazione hardware - 3999 interventi
    Prossimamente in DVD per la "01 Distribution".

    Occhio al link!
    http://www.videociak.net/customer/product.php?productid=22027&cat=188&page=13&more_pages=1
  • Musiche Columbo • 19/09/10 16:05
    Magazziniere - 1103 interventi
    Raffinata colonna sonora del grande flautista Severino Gazzelloni.
  • Musiche Lucius • 12/09/15 01:00
    Scrivano - 8345 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 12/09/15 07:51 da Zender
  • Musiche Graf • 12/09/15 01:56
    Call center Davinotti - 916 interventi
    Un disco con il mitico Severino Gazzelloni uno dei più grandi flautisti della storia della musica...
    Un vinile prezioso, Lucius....
    Peccato che l'insolito e allegorico film di Magni non ebbe successo all'epoca della sua uscita e ancora oggi risulta essere semisconosciuto.
    Ultima modifica: 12/09/15 02:00 da Graf
  • Musiche Lucius • 12/09/15 09:32
    Scrivano - 8345 interventi
    Si infatti.Grandissimo Gazzelloni.
    Pare che per il cinema abbia curato le colonne sonore di soli tre film:
    questo, "La messe dorèe" e "Notturno con grida",
    mentre leggevo che la sua ultima esibizione live venne organizzata per la realizzazione del film di immagine della Sartoria Brioni a Palazzo Taverna a Roma.
    Ultima modifica: 12/09/15 09:35 da Lucius