La terra contro i dischi volanti

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Earth vs. the Flying Saucers
Anno: 1956
Genere: fantascienza (bianco e nero)
Note: Effetti speciali di Ray Harryhausen. Aka "Earth versus the Flying Saucers".
Numero commenti presenti: 17
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Flazich 26/08/07 23:37 - 659 commenti

I gusti di Flazich

Mediocre b-movie degli anni cinquanta americano che, più di un film di fantascienza, sembrava uno spot militaristico americano. Sorvolando su questo aspetto, che al giorno d'oggi lascia il tempo che trova, la pellicola è decisamente debole a causa di una trama banale e ingenua. Degno di nota l'effetto speciale del campo di forza delle navicelle spaziali aliene: il resto è da dimenticare.
MEMORABILE: - Ma questo casco è leggerissimo - Sì, dopo attente analisi, siamo giunti alla conclusione che è composto da corrente solidificata.

Puppigallo 1/09/07 17:00 - 4587 commenti

I gusti di Puppigallo

I dischi volanti dei cattivi alieni minacciano i terrestri. Cosa fare? Detto così, potrebbe anche sembrare interessante, pensando ai possibili sviluppi, ai combattimenti, insomma, in poche parole, alla “Guerra dei mondi”. Peccato che la pellicola, a parte quando compaiono i dischi in stop-motion (realizzati da Ray Harryhausen), sia di un noioso ai limiti del soporifero. Tanti discorsi, molti piani (quindi parecchia aria fritta). Segnalazione d’obbligo per l’arma a ultrasuoni. Solo per veri appassionati del genere.
MEMORABILE: Il povero generale gettato dal disco volante come spazzatura maleodorante.

Ciavazzaro 12/03/08 14:45 - 4768 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Buon film derivato dal famosissimo La Guerra Dei Mondi. In questo caso gli alieni ultracentenari in cerca di un nuovo pianeta sembrano in un primo tempo disponibili al dialogo, che però si rivelerà essere solo una tattica, con grande distruzione finale della capitale Washington. L'animazione e gli effetti speciali sono in gran quantità e faranno piacere agli amanti della fantascienza. Lodevole il cast, tra cui cito la Taylor e di nuovo Curtis.

R.f.e. 19/06/09 11:51 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Sarà stupida, sarà "mediocre", ma questa scopiazzatura in stop-motion di La guerra dei mondi (con un pizzico di Gli invasori spaziali) fu per me, ed è tuttora, uno dei più spassosi B-movie di tutti gli anni '50. Il fatto curioso è che Harryhausen animò proprio TUTTO in stop-motion, tanto che perfino gli edifici distrutti si spezzettano e le macerie cadono al suolo... a scatti! Ispirato a un un saggio sull'ufologia uscito all'epoca (e pubblicato anche in Italia col titolo "La verità sui dischi volanti").

Buck ii 17/06/10 09:56 - 55 commenti

I gusti di Buck ii

Drive in cult da gustare in una chevrolet del 56' con la propria ragazza mentre una cameriera in rotelle arriva con hamburger e coca-cola (ma forse questa è un'alta epoca sigh!). Cult-movie fantascientifico dei tempi d'oro. Gli alieni vogliono conquistare la terra, ma sanno che sono troppo avanti con la tecnologia, distruggere la terra significherebbe restare in un mondo vuoto, troppo facile a che pro attaccarci? Gli umani studiano un'ottima difesa e la contro-partita sarà la sconfitta (per quanto tempo?) degli alieni. Da collezione.
MEMORABILE: I dischi volanti.

Uomomite 28/02/11 06:45 - 174 commenti

I gusti di Uomomite

Le sequenze, un po' ridicole, un po' "impressionanti" con le navi spaziali che attaccano Washington, distruggendone, in stop motion, i simboli, sono uno stracult del cinema di fantascienza anni '50. Del resto del film che dire? Plot non particolarmente originale (eufemismo per dire che è scopiazzatissimo dalla Guerra dei mondi). Dialoghi "sostenibili" e interpreti discreti ma un po' troppo "legnosi". Mars Attacks! di Tim Burton è un "tenero" omaggio.

Von Leppe 21/06/11 20:08 - 1083 commenti

I gusti di Von Leppe

Fantascienza anni 50 con gli ingredienti più classici del genere, cominciando dall'esercito e gli scienziati che ragionano per trovare la soluzione contro l'invasione aliena, ma soprattutto i dischi volanti che si vedono sui cieli di tutto il mondo (scena tipica, con qualche monumento famoso, come la torre Eiffel per riconoscere Parigi). Gli extraterrestri indossano tute non male, sembrano dei robot. Interessanti gli equivoci dovuti alle differenti lingue e frequenze.

Pigro 23/06/11 07:38 - 8323 commenti

I gusti di Pigro

Incongruenze e ingenuità si sprecano, come in tutti i film s/f di questo periodo, anche se qui c'è un po' di ritmo, il collegamento con spezzoni documentari è decente, e le scene spettacolari nel climax catastrofico finale che coinvolge Washington piuttosto evocative. Per il resto le sciocchezze si moltiplicano, soprattutto a livello narrativo e "tecnologico" (con alcuni momenti involontariamente esilaranti, come il fatto che gli alieni sbagliano lunghezza d'onda per dialogare con i terrestri, facendo nascere un equivoco).

Kekkomereq 19/10/11 19:54 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Amo la fantascienza anni '50, perché è ingenua e ci sollazza con alieni e mostri che non farebbero paura a nessuno. Qui la storia era ben articolata e fantasiosa, tra alieni con caschi fatti di elettricità, barriere impenetrabili e comunicazioni aliene accelerate. Gli effetti speciali sono ben realizzati, come le esplosioni e lo stop motion. Divertente, non annoia lo spettatore. Lo consiglio agli amanti dello Sci-fi anni '50.

Furetto60 1/06/13 16:58 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Come per altri film fs dell'epoca, non si pone tanto l'attenzione alla complessità della trama, e ingenuità o contraddizioni sono frequenti; quel che conta è puntare al conflitto (la pace non è scenica...) in modo da poter mostrare gli effetti speciali. E questi, nelle sapienti mani di Harryhausen, sono memorabili: ogni disco che crolla fa un disastro, poco importa che a buttarlo giù sia un'antenna a padella di quelle che oggi stanno sulle ringhiere.
MEMORABILE: Dei monumenti di Washington resta poco; "Non senti qualcosa?" E alle loro spalle spunta un disco volante!

Fred F. Sears HA DIRETTO ANCHE...

Rebis 14/06/13 13:59 - 2110 commenti

I gusti di Rebis

Ha segnato l'infanzia di Stephen King e l'immaginario di Tim Burton; è lo specchio di quel rimosso nazionale su cui Spielberg pianificherà incontri ravvicinati; è l'anticamera a Independence Day… Pur con le sue ingenuità narrative e l'ideologia spartana (nessuna diplomazia, solo armi di distruzione…) il film di Fred Sears resta un'icona del cinema fantastico. Gli audaci effetti speciali in stop-motion di Ray Harryhausen (per la prima e unica volta alla prese con gli alieni) sono un apporto autoriale indistinguibile nella resa del film. Immaginifico l'impianto visivo, sostenuto il ritmo.

Faggi 2/03/16 17:53 - 1513 commenti

I gusti di Faggi

Tra i caposaldi della s/f americana anni '50 e non solo. Denso di invenzioni e di immagini potenti e golose (anche d'archivio). Ha contribuito a generare fantasmi semiotici dell'immaginario collettivo (design UFO, rapimenti, incontri ravvicinati, sfere di luce, anatomie aliene). È un po' ingenuo, ma anche incisivo e - tenendo conto dell'epoca - spettacolare.

Jurgen77 18/03/16 10:16 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Un altro "classico" della sci-fi statunitense degli anni 50 sulla scia della Guerra dei Mondi. Attori ed effetti speciali di basso livello, ma il tutto è nel complesso gradevole (almeno per l'appasionato). Dialoghi e interpretazioni nello standard del periodo. Stupende, come sempre, le locandine di questo tipo di film. Valore aggiunto gli effetti speciali di Harryhausen.

Mandrakex 3/02/17 23:58 - 87 commenti

I gusti di Mandrakex

Uno scienziato entra in contatto con una razza aliena apparentemente pacifica. Ma l'invasione della Terra è ormai imminente. Film emblematico delle invasioni aliene anni '50, d'importanza capitale non solo per il suo valore storico ma anche per quello artistico. Infatti, oltre che ispirare molti registi (tra cui Tim Burton), ha un buon ritmo, coinvolgenti scene di distruzione e dialoghi non banali. Salvo qualche ingenuità (le macerie che cadono al ralenti), Harryhausen fa magie con la stop motion delle navicelle. Efficace anche dopo sessant'anni.
MEMORABILE: Gli scienziati rapiti dal disco volante; L'attacco delle navicelle a Washington; Il campo di forza che protegge gli alieni.

Daniela 27/03/17 01:21 - 10132 commenti

I gusti di Daniela

Magari non avevano in partenza cattive intenzioni ma, dopo essere stati presi a cannonate appena scesi, gli extraterrestri non la prendono bene: pensare che è stata tutta colpa di un messaggio malinteso... Produzione con maggiori ambizioni spettacolari rispetto ad altre del periodo ma questo paradossalmente mette ancora più in risalto le sciocchezze para-scientifiche di cui è disseminata. Fra una chiacchera e l'altra, qualche cosa buona c'è (il look dei dischi alieni, l'attacco a Washington) e comunque il film conserva una certa importanza per aver ispirato altre pellicole dello stesso genere.
MEMORABILE: La domanda sulla squadra vincitrice del Campionato; I corpi dei due umani scaricati come spazzatura

Jdelarge 28/11/17 02:21 - 900 commenti

I gusti di Jdelarge

Ottimo esempio di film fantascientifico che rappresenta un po’ lo stereotipo della fantascienza del periodo, in cui l’argomento “UFO” è senz’altro predominante rispetto ad altre tematiche. Il film in questione non si perde eccessivamente in chiacchiere e, complici buone trovate ed eccellenti effetti speciali, riesce a coinvolgere dall’inizio alla fine. Alcune scene diventano “icone” nel momento stesso in cui le si ammirano e questo è chiaramente il più grande merito del film.

Rufus68 4/03/21 22:28 - 3328 commenti

I gusti di Rufus68

Lo schema classico scienza-esercito (lo scienziato ha ovviamente al fianco una bella signorina) contro alieni birichini stavolta funziona leggermente meglio del solito. Al netto delle ingenue chiacchiere parascientifiche, abbiamo qualche soluzione brillante (la foggia del disco volante, le tute da robottoni) e le scene apocalittico-distruttive vantano un certo fascino. Nulla di rilevante, un gradevole intrattenimento per cultori.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Zender • 11/01/08 11:27
    Consigliere - 44334 interventi
    Il 23 gennaio 2008 dovrebbe uscire una Special Edition firmata Columbia/Sony a 2 Dvd che contiene 2 versioni del film: in Bianco e Nero e per la prima volta in una straordinaria edizione a colori!
    Audio: Ita.mono
    Video: 16:9/1.85:1
    Extra: Ricordando il film Earth vs. the Flying Saucers + Il processo di colorazione + Uno sguardo alla tecnica dellostop-motion al giorno d’oggi + Incontro tra Tim Burton e Ray Harryhausen + La campagna pubblicitaria originale + Intervista con l’attrice Joan Taylor + David Schecter parla della realizzazione delle musiche + Commento audio di Ray Harryhausen e degli artisti degli effetti visivi + I dischi volanti contro la Terra - il fumetto
  • Homevideo Ciavazzaro • 11/01/08 15:59
    Scrivano - 5621 interventi
    Ma gli extra sono gli stessi della vecchia edizione paramount,che ho purtroppo gia' ordinato ?
    Perche' se c'e' in piu' solo l'edizione colorata,allora sono felicissimo dell'acquisto...
  • Homevideo Zender • 11/01/08 17:49
    Consigliere - 44334 interventi
    non ne so nulla, Ciavazzaro, della vecchia edizione Paramount. però se l'hai ordinata magari sai più tu di me che extra ci trovi dentro a quella e fai il confronto con l'elenco di extra che ho incollato io e riferiti alla nuova edizione...
  • Homevideo Ciavazzaro • 11/01/08 21:16
    Scrivano - 5621 interventi
    Per ora non li so ancora nel dettaglio,la scheda su kult video non riporta informazioni troppo precise,grazie comunque !!!
  • Curiosità Fabbiu • 27/03/09 21:05
    Segretario - 662 interventi
    Ho visto questo film tantissimi anni fa e non me lo ricordo molto bene, ma una cosa me la ricordo ancora. Per uno strano motivo i doppiatori continuano più volte a pronunciare Missìli (accentuando la i) anzichè Missili. Mi sono sempre chiesto per quale assurdo motivo...
  • Curiosità Fabbiu • 20/06/09 09:20
    Segretario - 662 interventi
    Interessantissime informazioni, grazie mille
  • Homevideo Xtron • 7/08/12 15:49
    Servizio caffè - 1854 interventi
    Il dvd Sony 2dischi ha una durata di 1h20m18s
    Ecco un'immagine dalla versione colorizzata:

    Ultima modifica: 7/08/12 17:43 da Zender
  • Homevideo Furetto60 • 1/06/13 17:03
    Call center Davinotti - 45 interventi
    Non ho l'edizione a doppio disco, vorrei comunque segnalare che anche quella da un disco, in b.n., del 2007 (Sony) contiene oltre un'ora di extra, tra cui una bella intervista ad Harryhausen, e soprattutto con sottotitoli in italiano (che, per chi l'inglese parlato non lo capisce oltre how are you, come me, è decisamente un sollievo).