Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONCineprospettive

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

In un genere profondamente maschile in cui di norma le donne sono relegate in cucina o a crescere i figli, il fatto che proprio una donna (interpretata da Lidia Alfonsi) sia al centro della storia distingue in qualche modo il film e ne segnala l'originalità. Tolto questo, tuttavia, non c'è molto altro da segnalare, e le dinamiche non si differenziano in nessun modo da quelle caratteristiche del mafia-movie propriamente detto.

Costanza è la moglie di un boss di New York che, appena finito un discorso di presentazione a una festa d'anniversario, viene assassinato durante un agguato in grande stile. Prima di morire riesce appena a bisbigliare "Palermo"...Leggi tutto a Costanza che lo soccorre inutilmente, spingendo la donna a partire per la Sicilia in cerca di vendetta. Con sguardo fiero, ma ai confini dell'apatico, Costanza è vittima di un attentato già in aereo (anche se non ci viene mostrato) e mentre percorre una strada in altura si accorge che le hanno sabotato i freni dell'auto: tutte cose che ti fanno capire di non essere esattamente bene accetto, in loco... Ma lei non si ferma, contatta il vecchio amico Tommaso Russo (Venantini) e gli svela senza mezzi termini il nome del boss da eliminare, sicuramente responsabile dell'attentato a suo marito. Ohibò, ne siamo certi? Non se lo chiede nessuno. Donna Costanza sa quel che dice, un po' meno sanno quel che fanno Russo e i suoi scagnozzi, che finiranno trucidati come polli dal nemico aprendo una guerra di mafia che decimerà le famiglie.

E il giornalista (Steffen) che sta indagando su una barca proveniente dall'America che c'entra? Ci vorrà un po' a capirlo, anche perché la trama si contorce spesso non dissipando i tanti dubbi che lascia aperti; sembra più un personaggio inserito tanto per fornire un'alternativa al tema della moglie vendicativa: si prova a dargli una caratterizzazione decente, lo si affianca a una prostituta con cui d'abitudine s'accompagna (De Santis), ma il risultato è perlopiù desolante, appena sollevato da una buona fotografia e dai suggestivi scorci di una Siracusa che è teatro piuttosto desueto, per il genere.

La Alfonsi si propone come donna tutto d'un pezzo, dallo sguardo fisso e ininterpretabile, praticamente priva di slanci umani, apparentemente passiva, rispettata solo in quanto moglie di un importante boss defunto. Un po' di violenza (superiore alla media), sparatorie in strada, niente sesso (l'unico nudo - generoso - lo offre la De Santis) e un copione terra-terra, che s'inserisce nel solco del già visto senza mai brillare. Il cambio di prospettiva, insomma, non corrisponde ad alcun vero cambio d'impostazione: se al posto di una donna ci fosse stato un uomo, le uniche differenze le avremmo notate nell'espressione più dura, ma non basta certo questo a dare un senso all'operazione. E le ostinate inquadrature delle locandine del PADRINO sullo sfondo (assieme al Fernet Branca che spunta ovunque) sembran solo rozzo metacinema privo di significato...

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/04/10 DAL BENEMERITO DAIDAE POI DAVINOTTATO IL GIORNO 10/08/23
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daidae 25/04/10 18:08 - 3151 commenti

I gusti di Daidae

Rarissimo poliziesco (per modo di dire... è un mafia movie) che si avvale di un ottimo cast di caratteristi (Maurice Poli, Claudio Undari, Renzo Rinaldi, Venantino Venantini) ma che parte già male con una trama ridicola e alcune scene che sfiorano l'assurdo. Trattandosi di un "poveristico" gli concediamo le attenuanti. Alcune scene sono particolarmente violente, buona la colonna sonora; alla fine è appena guardabile.
MEMORABILE: L'attentato con lanciarazzi!

Fauno 27/06/14 20:48 - 2202 commenti

I gusti di Fauno

La femminilizzazione del cult coppoliano non è né stolta né tronfia e anzi questo film minore è da rivalutare alla grande. Come è nello stile di Vari, uccisioni e regolamenti di conti vanno per le spicce, ma non risparmiano violenza e proseguono fino a fare il vuoto biologico. Come si risponde in maniera più efficace? Con la classe più pura, che è quella femminile... Il tutto condotto da un valzer gradevolissimo, che diventa ossessivo proprio per come vanno a finire gli eventi, ma anche il casus belli, dichiarato alla fine, si rivela ottimo come impatto.
MEMORABILE: L'eliminazione del procuratore, ma ancor più l'ammazzamento finale... Fulci raggiungerà un livello del genere sette anni dopo!

B. Legnani 18/03/21 20:11 - 5505 commenti

I gusti di B. Legnani

Di rara disuguaglianza gli elementi che formano il film. La Alfonsi è bravissima (recita con gli occhi, con piccole espressioni, con voce bassa ma modulata), Orchidea e Danieli sono credibili, Vari costruisce bene la sorpresa di tre ammazzamenti riusciti. Purtroppo è la trama che, compressa in 95', non sviluppa appieno la massa di informazioni che dovremmo seguire e digerire, per non dire di vicende rilevanti delle quali lo spettatore è informato quasi per inciso (il rischio di incidente aereo!), il che fa pesare la differenza fra pretese e scarse possibilità realizzative. Peccato.
MEMORABILE: L'elemento distraente nel caso della cabina telefonica.

Trivex 23/03/21 09:33 - 1734 commenti

I gusti di Trivex

Gangster/noir realizzato con cura, ben diretto e ottimamente interpretato, con nota di merito per la brava protagonista. Ritmo non elevatissimo per una vicenda complessa ma non complicata da seguire, qualche pestaggio davvero cruento e una lista piuttosto lunga di morti ammazzati. Originale il fatto che alcuni partecipanti principali non giungano al termine della storia, lasciando lo spazio a un finale non completamente scontato. Alcune location sono davvero affascinanti, sostenute dalla bella fotografia. Film tosto, da vedere.
MEMORABILE: Le esecuzioni in città; Il killer che ascolta la musica con i tappi nelle orecchie.

Herrkinski 31/03/21 14:18 - 8001 commenti

I gusti di Herrkinski

Film girato per lanciare la Alfonsi, moglie del produttore, che se non altro se la cava; ma il film è pieno di "belle facce" a cui si regalano spesso primi piani, tra caratteristi e protagonisti del nostro cinemabis su cui spiccano il sempre carismatico Venantini e la conturbante De Santis. E' in sostanza un mafia-movie/noir con echi del cinema di Di Leo, tra una violenza piuttosto spinta (memorabili alcune esecuzioni) e intrighi di potere in una Siracusa ben fotografata. Lo script risulta un po' troppo arzigogolato e richiede una soglia dell'attenzione alta, comunque non male.

Nicola81 24/04/21 21:23 - 2811 commenti

I gusti di Nicola81

Il titolo può suonare farsesco, ma il film non lo è affatto, è anzi un mafia/movie dalla trama abbastanza ben congegnata (anche se un paio di snodi di sceneggiatura vengono risolti troppo frettolosamente) e con un tasso di violenza piuttosto elevato, che si traduce in una serie di ammazzamenti non solo efferati ma anche inattesi. I mezzi erano evidentemente limitati, ma l'ambientazione a Siracusa è interessante, la Alfonsi fornisce una prova ottima e misurata in un ruolo a rischio caricatura e anche nel cast di contorno figura qualche buon nome. Discrete musiche di Mario Bertolazzi.

Pessoa 25/11/22 23:27 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Mafia movie di insolita ambientazione siracusana, che Vari gira un po' per il pane e un po' per la gloria e a scanso di equivoci si firma Al Pisani. La vicenda è piuttosto complicata (ma non impossibile) e aiuta a seguirla un cast di buon livello in cui spiccano nelle seconde linee la "romanaccia" De Santis e Freyberger ancora lontano dal soglio pontificio. Regia che riprende i canoni del filone con Vari che non disdegna qualche timida incursione nello splatter. Belle le location interne ed esterne, particolari abbastanza curati. Un gran bel film di genere, sicuramente da recuperare.

Manfred Freyberger HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Queste pazze, pazze donneSpazio vuotoLocandina Il comune senso del pudoreSpazio vuotoLocandina Poliziotto sprintSpazio vuotoLocandina Quel maledetto treno blindato
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Fauno • 27/06/14 21:00
    Contratto a progetto - 2738 interventi
    CONTIENE PIU' SPOILERS


    Oh...film eccellente, ma chi lo vede non scriva nel commento che la scena finale ricorda Il boss di Di Leo, perchè a parte l'arma, il contesto è agli antipodi...

    Ricorda moltissimo, ma è un anticipatore, di Luca il contrabbandiere, per l'analogia della resa dei conti fra padrini.

    Ma chi ha visto Terza ipotesi lo vede bene lo stile di Vari, che è un regista che come violenza non guarda in faccia a niente, e se in effetti in quel film tocca alla Loncar morire per le percosse subite qui tocca a un altra bellona passare per le mani e finire per la corda, mentre in un'altra eliminazione particolarmente efferata, mi ha vagamente ricordato il cult bianchiano Napoli...i 5 della squadra speciale.

    I miei complimenti vanno a Daidae, da sempre uno dei miei idoli del sito, per averlo inserito. Io però ho dato decisamente di più. FAUNO.
    Ultima modifica: 27/06/14 21:01 da Fauno
  • Homevideo Geppo • 27/06/14 21:30
    Call center Davinotti - 4268 interventi
    ...e direttamente dalla Geppo Collection... la VHS del film "La padrina" targata Cinelux.

    Ultima modifica: 28/06/14 07:41 da Zender
  • Discussione Didda23 • 27/06/14 22:37
    Contatti col mondo - 5798 interventi
    I tuoi commenti trasudano di passione pura, complimenti a te Fauno
  • Discussione Fauno • 9/07/14 21:59
    Contratto a progetto - 2738 interventi
    Altrimenti per che cosa si vive? Sai che noia e che tristezza...Ciao Didda. FAUNO.
  • Discussione Dusso • 14/03/21 14:54
    Archivista in seconda - 1818 interventi
    Sembra che per cancellare l'anno dai giornali abbiano usato una scolorina o qualcosa di simile...:

    Ultima modifica: 14/03/21 17:56 da Zender
  • Discussione Zender • 14/03/21 17:57
    Capo scrivano - 47585 interventi
    In effetti... Parecchio rozzo come sistema...