Il negoziatore

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The negotiator
Anno: 1998
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 23
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Uscito un po' in sordina ma meritevole di ben altro interesse,THE NEGOTIATOR è un thriller ricco di azione e colpi di scena, magistralmente interpretato dalla coppia Samuel Jackson/Kevin Spacey e che si giova di una sceneggiatura (di James De Monaco e Kevin Fox) davvero ben scritta con il solo difetto di non essere chiarissima in alcuni punti (ma forse la colpa è del doppiaggio italiano). Lo spunto è originale e focalizza fin da subito la figura del negoziatore, colui che è destinato, durante una rapina o una fuga con ostaggi, a passeggiare col bandito. Servono astuzia, forti conoscenze della psicologia umana e un cervello particolarmente agile. Tutte qualità che hanno entrambi i protagonisti, colleghi ma di distretti diversi. E quando...Leggi tutto uno dei due finisce nei guai tocca all'altro cercare di risolvere la situazione. Una guerra psicologica all'ultimo sangue quindi, ma non solo. Perché la storia prevede anche un losco affare tra poliziotti corrotti che sta all'origine di tutto. Nessun effetto speciale particolare, né niente che a prima vista vada al di là delle classiche scene d'azione alla Bruce Willis (vedi TRAPPOLA DI CRISTALLO, soprattutto). Invece la complessità dell'intreccio, l'ottima direzione degli attori, una regia (di F. Gary Gray) corretta, la tensione costante ottimamente orchestrata e alcune idee del soggetto finalmente originali consentono a THE NEGOTIATOR di essere annoverato tra i migliori action-thriller di fine millennio, intelligente e ben strutturato. La confezione non ha niente di particolarmente eclatante, ma ogni cosa sembra stare al posto giusto facendoci dimenticare le inevitabili concessioni al buonismo.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

ianlu 12/01/07 13:54 - 3 commenti

I gusti di ianlu

Uno dei miei preferiti di sempre. Centrale il rapporto Jackson-Spacey (grande prova recitativa per entrambi), che come nel più classico degli schemi ad albero svela la sua vera natura nei rapporti di Jackson con la sua ex-squadra (tutti fedeli all'infallibile -benchè incastrata- guida), e di Spacey con la sua famiglia (dove i ruoli si ribaltano e l'autorità dello sbirro viene meno di fronte alla figlia). Incipit tutt'altro che nuovo, colpi di scena orchestati al meglio. Ed è passato inosservato...

Galbo 13/10/07 20:06 - 11728 commenti

I gusti di Galbo

Buon film che non ha avuto il riscontro che meritava. Thriller di stampo realistico, basato su una sceneggiatura serrata, ricca di colpi di scena ed improntata sulla "teoria del complotto" non nuova nel recente cinema americano (vedi Nemico pubblico di Tony Scott). Vero pezzo forte del film è il confronto tra due ottimi attori come Kevin Spacey e Samuel Jackson, che si fronteggiano e si assecondano anche guidati da un'ottima regia.

Puppigallo 12/10/07 10:23 - 4715 commenti

I gusti di Puppigallo

Cosa decreta la riuscita di un film? Originalità della sceneggiatura, un cast affiatato e di livello e un bel colpo di scena finale, un qualcosa, tipo ciliegina sulla torta, che ti faccia dire: "Sì, mi ha soddisfatto". E qui gli ingredienti ci sono tutti: una trama originale (i protagonisti fanno spesso cose che non t'aspetti, anche se con uno scopo ben preciso), due attori in grande forma (Samuel L. Jackson e Spacey) e un epilogo che soddisfa, perchè decisamente non facile da prevedere (ben studiato). A tratti troppo verboso, ma notevole.
MEMORABILE: Nonostante si tenda a esagerare un po', gli scambi tra Jackson e Spacey rappresentano spesso il succo della pellicola.

Capannelle 21/11/07 09:02 - 3954 commenti

I gusti di Capannelle

Confermo la validità del film e la sorpresa su quanto sia poco conosciuto in generale. Trama avvincente, attori bravi, da Jackson e Spacey ai comprimari. L'alternanza di fatti e di angoli di visuale (tutti i ruoli sono messi perennemente in discussione) regge bene e mantiene il ritmo costante, senza inutili sensazionalismi. Jackson è un tipico family-man che resiste ad una situazione sempre più insostenibile, Spacey l'enigmatico ma cazzutissimo psicologo. Regia serrata, dialoghi ottimi, fotografia e ambientazioni un po' troppo da film tv.

Lovejoy 1/01/08 20:50 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Serrato, avvincente dramma come pochi se ne vedono. Ben diretto da Grey, è nel ricco parco d'attori che il film ha il suo punto di forza. Il film è ambientato quasi per intero in una stanza e vede il confronto tra un intenso Lee Jackson e un ipnotico Spacey, che calamitano l'attenzione su di loro. Non ci sono momenti di stanca o di noia, tutto fila alla perfezione. Ottimo anche il resto del cast. Menzione d'onore per l'indimenticato J. T. Walsh, qui al suo ultimo film prima della prematura scomparsa.

B. Legnani 10/04/08 00:08 - 5028 commenti

I gusti di B. Legnani

Ben recitato e spettacolare, ma assai retorico (tremende le apparizioni della consorte) e ingenuo, con due colpi di scena che non sorprendono nessuno e calo bruschissimo attorno al 100’. Restano l’originalità della figura negoziatrice e attori sopraffini. Fra i i negoziatori la vince Spacey. Grandi le facce di Morse, Rifkin e Spencer, mentre Giamatti (che stavolta non scatena la tempesta, ma ci finisce dentro) è un po’ troppo caricato. Dedicato a J.T. Walsh, deceduto prima dell’uscita del film. Dimenticabile (il film, non Walsh).
MEMORABILE: La negoziazione iniziale.

Pigro 15/10/09 09:49 - 8561 commenti

I gusti di Pigro

Negoziatore in caso di sequestro di persona è indagato dalla polizia e si trasforma in sequestratore, trovandosi a sua volta di fronte a un altro negoziatore. Ottimo thriller, ricco di azione e tensione. La fortunata combinazione di sceneggiatura (con la descrizione del passaggio del protagonista dall'altra parte della barricata, con tutti i risvolti psicologici e strategici del caso) e regia (spettacolare e incalzante) si sposa con due potenti interpreti come Jackson e Spacey. Sottilmente mozzafiato.

Saintgifts 30/10/09 23:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Buon thriller, ben interpretato e ben diretto. Grande dispiegamento di polizia nella città di Chicago per un poliziotto, specialista nel trattare con i banditi in situazioni pericolose (negoziatore), che improvvisamente si trova lui ad essere dall'altra parte della barricata e tenere in ostaggio persone per dimostrare la propria innocenza in un complotto ordito da alcuni suoi colleghi disonesti. La tensione rimane alta fino alla fine a riprova che la storia è ben condotta e ben calibrata. Un po' troppa di fretta nell'incriminare il protagonista.

Belfagor 27/05/10 09:24 - 2645 commenti

I gusti di Belfagor

Apprezzabile variazione sul tema della teoria del complotto, in cui la dinamica del protagonista in fuga viene sostituita da un'altrettanto avvincente staticità. Non privo di retorica o di prolissità, ha tuttavia il pregio di non debordare mai sopra le righe, avvalendosi di una recitazione adeguata al contesto. Jackson muove egregiamente i fili per tutto il film, affiancato da Spacey che, quando non gigioneggia e rimane con i piedi per terra, recita ottimamente. Ben studiato senza essere macchinoso.

Ale nkf 10/12/10 14:19 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Buon thriller che vanta un ottimo cast, è ricco di scene d'azione, colpi di scena e gode di una sceneggiatura ben scritta. La buona riuscita è da ricercare soprattutto nella notevole interpretazione di Jackson e Spacey, molto affiatati. La tensione è alta per tutta la durata e si ricorda il colpo di scena finale nel quale si scopre il vero negoziatore. Come sempre insospettabile.

F. Gary Gray HA DIRETTO ANCHE...

Deepred89 18/10/11 17:14 - 3428 commenti

I gusti di Deepred89

Thriller d'azione girato con classe e dotato di un notevole senso del ritmo, che regge ininterrottamente per oltre due ore senza cedimenti. La prevedibilità di quasi tutti i passaggi non inficia sul coinvolgimento, costante anche per merito di un protagonista carismatico e di un Kevin Spacey splendidamente ambiguo. Peccato per un forte calo coincidente con il cambio di location, che spezza l'effetto claustrofobico lasciando spazio ad un finale scontato. Un po' di cattiveria in più non avrebbe guastato, ma il film scorre che è un piacere.

Didda23 1/12/13 17:15 - 2327 commenti

I gusti di Didda23

L'elemento che attira subito l'attenzione è la direzione dell'intero cast; il dotato Gary Gray infatti, abbandonando inutili e superficiali effetti speciali, si concentra unicamente sul materiale umano a dispozione conferendogli una ottima dose di veridicità e di padronanza verbale. Per il resto, la buona sceneggiatura di DeMonaco (futuro regista di La notte del giudizio) e di Kevin Fox delinea dialoghi e situazioni interessante, nonostante la prevedibilità di qualche passaggio narrativo. Uno degli action-thriller più intensi dei nineties.

Rambo90 9/04/14 00:41 - 6923 commenti

I gusti di Rambo90

Solido action thriller (piuttosto dimenticato ma davvero emozionante) sia per il metodo poco ortodosso che il protagonista usa per proclamare la sua innocenza che per la svelta regia di Gray, qui a una delle sue prove migliori. Jackson e Spacey sono protagonisti perfetti, entrambi dotati di grande carisma ma che sanno anche far coppia senza rubarsi la scena. Ottimi i comprimari, da Giamatti al sempre mellifluo Walsh. Molta tensione, bel finale.

Cangaceiro 29/07/14 19:13 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Un film insignificante, con i due nomi da locandina costretti a ruoli non adatti a loro così che la figura dei pesci fuor d'acqua è bella che servita. Passi per Jackson, che già allora accettava qualsiasi tipo di copione in preda a una sorta di bulimia cinematografica... stupisce invece come Spacey sia finito in questo pseudo-action statico e macchinoso in cui succede davvero poco e quel poco è una brutta copia di cose precedenti e migliori. In ordine sparso si ruba dal primo Die Hard, Uno sbirro tuttofare, Léon e altro ancora. Né carne né pesce, un vero flop.

Piero68 29/07/14 13:11 - 2848 commenti

I gusti di Piero68

Ben architettato e sicuramente abbastanza originale nella sceneggiatura, ha però come limite alcune forzature sia per quanto riguarda il personaggio di Jackson sia per alcuni dialoghi troppo innaturali per essere credibili. Caratterizzazioni abbastanza classiche con una serie di personaggi che si incontrano sovente nei film di genere. Insomma, la pellicola non mi ha entusiasmato, seppur le va riconosciuta una buona confezione. Bravo come sempre Spacey e serie di caratteristi ben noti e collaudati nei polizieschi.

Daniela 31/07/14 11:51 - 10916 commenti

I gusti di Daniela

Incastrato da false accuse, poliziotto esperto in trattative per liberare ostaggi diventa a sua volta sequestratore e si barrica negli uffici del dipartimento di polizia. Un suo collega cerca di evitare che finisca male.. Anche se il plot non è il massimo e la regia risulta piuttosto anonima, il film si lascia seguire con interesse grazie alla buona prova del cast: convincente Jackson (in epoca in cui non era ancora in svendita), Spacey arricchisce il proprio ruolo con la sua tipica ambiguità post-sospettosa, Morse è caratterista di classe

Nicola81 5/01/15 14:32 - 2243 commenti

I gusti di Nicola81

Il merito principale di questo film è l'aver saputo ricoprire di una veste del tutto nuova (le figure dei negoziatori) uno spunto di partenza che di nuovo ha davvero poco (poliziotto onesto incastrato da colleghi corrotti). Molto convincente la prima parte, poi subentrano alcune lungaggini e, quando entra in scena l'azione, lo fa alla maniera tipicamente americana, cioè esagerata. Buono comunque il finale e ottima la prova dell'intero cast. Complessivamente promosso, ma troppo lungo (133 minuti) per quello che deve dire.

Jandileida 10/03/15 09:46 - 1353 commenti

I gusti di Jandileida

Insomma. Buona l'idea di ravvivare un argomento trito e ritrito come il poliziotto buono incastrato da colleghi puzzolenti e corrotti con l'idea del sequestratore (a fin di bene) e del negoziatore, ma c'era proprio bisogno di far durare il film uno sproposito? Inevitabilmente la noia finisce per far capolino. Per il genere l'ho trovato anche troppo verboso, qua e là confuso e con scene d'azione decisamente sotto la media. Solida la prova del cast (sopratutto i caratteristi), Spacey un po' troppo kaisersözeniamente autocompiaciuto. Guardabile ma nulla più.

Ultimo 2/04/15 19:20 - 1497 commenti

I gusti di Ultimo

Un film d'azione coi fiocchi di fine anni 90, parecchio lungo (oltre due ore) ma talmente ricco di colpi di scena da non annoiare mai. Leader assoluto è Samuel L. Jackson, che si avvale di una spalla di lusso come Kevin Spacey, a cui spetta nella seconda parte il ruolo di co-protagonista a tutti gli effetti. Difficile dire chi tra i due sia il più bravo. Non mancano buone scene d'azione, per un grande esempio di cinema americano.

Il ferrini 27/11/15 01:24 - 1919 commenti

I gusti di Il ferrini

Buona idea, ritmo notevole, più di un colpo di scena, personaggi ben caratterizzati. Jackson e Spacey sono quello che sono e non c'è molto da aggiungere sulla loro bravura; spenderei invece una parola per Ron Rifkin (il perfido Arvin Sloane di Alias) e per Morse (il Brutal del Miglio verde) che completano un cast di tutto rispetto, in cui c'è perfino spazio per Dean Norris (Hank di Breaking bad). Il film scorre che è un piacere nonostante la lunghezza e alla fine vincono i buoni. Cosa volere di più?
MEMORABILE: Quando gli amici ti tradiscono, gli unici di cui ti puoi fidare sono gli estranei.

David Morse HA RECITATO ANCHE IN...

Thedude94 18/11/16 16:54 - 749 commenti

I gusti di Thedude94

Non ho trovato il film molto esaltante dal punto di vista della sceneggiatura e dei colpi di scena; gli avvenimenti mi sono apparsi un po' scontati e i personaggi di contorno alquanto distaccati. Positiva invece la regia di Gray, che riesce a migliorare quelle parti di azione a mio avviso abbastanza prevedibili. Un altro buon aspetto del film riguarda i due attori Jackson e Spacey, che devono fronteggiarsi in una sfida a colpi di mestiere e risultano relativamente credibili. Insomma un film non male, ma migliorabile con qualche colpo di scena.

Ryo 6/11/17 23:46 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Affascinante thriller urbano in cui il ruolo di due negoziatori (professionisti addestrati appunto a negoziare con criminali) si intreccia dando vita a un'accattivante sceneggiatura basata su menzogne, bluff e controbluff. Due grandi interpreti in forma smagliante si dividono la scena in maniera equa, interpretando un buddie-movie al contrario. Qualcosa è scontato al giorno d'oggi, ma resta pur sempre godibile, nella sua modestia.

Minitina80 17/10/21 19:44 - 2644 commenti

I gusti di Minitina80

Un insieme di fattori consente al film di svettare oltre le aspettative dovute alla prima tiepida impressione. Punta di diamante è l’intrigante sceneggiatura, che fa del doppio gioco e dei ribaltamenti di fronte il proprio cavallo di battaglia. Influente il contributo degli attori, anche quelli in seconda linea, che facilitano il lavoro dietro la macchina da presa di Gray. Roboante quanto basta e morigerato nella spettacolarizzazione della componente visiva che non prende il sopravvento. Aspetti che non fanno pesare il lungo minutaggio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.