Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE NEST (IL NIDO)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 11
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/8/19 DAL BENEMERITO RAMBO90

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 7/12/19 22:57 - 8481 commenti

Bimbo paralitico vive in una villa/prigione sotto la pesante ala della madre che impone severe regole di comportamento. L'arrivo di una ragazzina poco più grande suscita curiosità e scompiglio... Racconto gotico di buona fattura per quanto riguarda il comparto tecnico, ost compresa, la capacità di creare un'ambientazione claustrofobica ed un clima opprimente, le prove di quasi tutti gli attori. Convincono meno certi passaggi narrativi e anche l'epilogo shyamalaniano che appare non sufficientemente giustificato, per quanto di indubbio impatto. Film non del tutto compiuto ma fascinoso.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Matalo! 27/8/19 18:15 - 1366 commenti

Un film tiepido e derivativo, che sembra una promessa e invece è solo dignitosa digestione di modelli stranieri. La confezione è da grande occasione, il tono vuol essere sostenuto ma la "sprovincializzazione" passa per le vie battute da Shyamalan, Amenábar e Giappone. Non aiuta la recitazione, dignitosa ma teatrale. I ragazzi se la cavano meglio degli adulti. Qualche snodo narrativo è faticoso e un po' ci si annoia. Incredibile la somiglianza di Lombardi con Buster Keaton.
I gusti di Matalo! (Commedia - Gangster - Western)

Hackett 21/1/20 18:08 - 1658 commenti

Interessantissimo horror che ravviva la piattezza solita delle produzioni italiane ad ampia distribuzione, questo lavoro del bravo De Feo. Atmosfera raffinata, trama ben scritta e raccontata con eleganza, sfruttando al massimo una location molto suggestiva che ne rappresenta un interprete aggiunto. Formalmente estetizzante e con un apporto attoriale di livello. In tutto ciò, alla fine, delude leggermente la rivelazione finale, un po' troppo "già vista" e che tradisce un in piccola parte l'attesa di qualcosa di originale. Comunque riuscito.
I gusti di Hackett (Giallo - Horror - Thriller)

124c 27/8/19 14:42 - 2727 commenti

Pellicola ambientata tutta, o quasi, in una villa fuori città, dove una coppia cresce un ragazzino disabile con la passione del pianoforte. Tutto è vintege, finché non arriva una ragazzina moderna che invita il protagonista a uscire fuori dalla sua casa/prigione. Nel film vivacchiano i dottori pazzi con macchine per l'elettroahock al seguito, i guardiani perbertiti e matti, le madri severe e dagli sguardi sinistri e i padri malinconici e rassegnati, in un'atmossfera buia e claustrofobica che non promette nulla di buono. Finale scioccante.
I gusti di 124c (Commedia - Fantastico - Poliziesco)

Mco 7/12/19 16:19 - 2103 commenti

Stare al riparo da tutti e da tutto, vivere in una villa da sogno ma con le sbarre e le recinzioni. Crescere in questo modo non è il miglior modo di trascorrere l'adolescenza. Ma è il solo possibile. De Feo confeziona un prodotto elegante, suggellato da musiche calzanti e impreziosito da prestazioni attoriali di livello (Korovkin è sorprendente). Poco interessa della credibilità del plot, a noi basta guardare negli occhi quel bambino per ammirare la curiosità che vive in lui, digiuno com'è di ogni cosa. E per chiudere i nostri nel finale...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Un infetto che avanza verso la macchina come se fosse un ragno.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Rambo90 27/8/19 2:28 - 6018 commenti

De Feo azzecca in pieno le atmosfere di un film macabro fin da subito, con un'aria di claustrofobia che coglie lo spettatore insieme al piccolo protagonista, rinchiuso in una tenuta al riparo da chissà quale minaccia. Il ritmo è lento ma la storia procede inesorabile, con qualche incertezza nella seconda parte, ma aiutata da un'ottima fotografia, buone musiche e dal cast riuscito, in cui la Cavallin dimostra di saper sostenere un ruolo austero e difficile. Finale agghiacciante. Buono.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Il ferrini 8/12/19 23:53 - 1548 commenti

Attinge moltissimo da Shyamalan (c'è una scena praticamente clonata da The visit), ma anche dalla clinica di Verbinski e da altro ancora. Visto che i modelli cui si ispira sono alti non si può certo dire che sia un brutto film, ma certo non brilla per originalità. Intensa la Cavallin, ricorda la Mrs. Danvers di Rebecca la prima moglie e bravi anche i ragazzini. Curiose scelte di color grading, con forte prevalenza del verde, rendono l'atmosfera straniante, quasi lisergica. Sorprendente il finale, che lo riscatta dalla mediocrità.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'elettroshock.
I gusti di Il ferrini (Commedia - Thriller)

Taxius 29/12/19 20:34 - 1481 commenti

Affascinante horror made in Italy ambientato in una gigantesca villa situata all'interno di un infinito podere che sembra sospeso nel tempo e isolato dal resto del mondo. De Feo per il suo film si ispira chiaramente a Shyamalan e ai suoi The village e The visit, riuscendo benissimo a captarne atmosfera e senso claustrofobico. La trama è molto criptica e non lascia intendere allo spettatore dove voglia andare a parare, fino allo spiazzante (e bellissimo) finale rivelatore. Forse De Feo avrebbe dovuto osare un po' di più, ma va bene lo stesso.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Kinodrop 10/12/19 19:50 - 1203 commenti

Apprezzabile per l'eleganza delle sequenze nella sontuosa villa/teatro, il gioco di luci e ombre da fine '800 (con un certo gusto kitsch alla Mario Bava). Non pervenuto però il benché minimo sussulto orrorifico; anzi, si assiste a una messa in scena catatonica e bisbigliante dall'inizio al troppo lontano epilogo. Un guazzabuglio tra esangue gothic e soap opera, con attori dalla mimica e i movimenti ridotti all'osso. Farraginosità, lentezza e un finale posticcio da "brivido" tardivo. Provinciale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I concertini di Samuel; Dopo l'elettroshock, Denise più pimpante che mai; La donna che si accasciò due volte; Zombi a perdita d'occhio.
I gusti di Kinodrop (Commedia - Drammatico - Thriller)

Digital 27/8/19 11:11 - 1080 commenti

Ammantato da un’atmosfera lugubre e con una fotografia opportunamente desaturata, il film di De Feo è un horror che richiama a certo cinema inglese della Hammer e al gotico nostrano degli anni Sessanta. Ciò che più sorprende è la performance degli attori: da una Cavallin in formato Barbara Steele a Justin Korovkin, ragazzino paralitico alle prime pulsioni sessuali. Il ritmo è tendenzialmente lento, ma la pellicola si lascia seguire con estremo interesse, con la voglia sempre maggiore di sapere come andrà a finire (pregio non da poco).
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)

Bubobubo 28/8/19 11:07 - 936 commenti

Dogtooth matrilineare alla pummarola: una tenuta sterminata in mezzo a un bosco, una giovane vedova dal pugno di ferro, il di lei figlio (apparentemente) disabile in seguito a incidente, una serie di lacchè legati alla mater familias da terrore e riverenza. Finché non arriva la giovane cameriera Denise (Francesconi)... De Feo non si inventa nulla e, anzi, cavalca con mestiere i cliché del genere, ma a uscirne fuori è comunque un buon prodotto, dal fascino sinistro, ben recitato (brava la Cavallin) e con un bel twist ecopolitico finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)