Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MOLLY'S GAME

All'interno del forum, per questo film:
Molly's game
Titolo originale:Molly's Game
Dati:Anno: 2017Genere: biografico (colore)
Regia:Aaron Sorkin
Cast:Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner, Michael Cera, Jeremy Strong, Chris O'Dowd, J.C. MacKenzie, Brian d'Arcy James, Bill Camp, Graham Greene, Justin Kirk, Angela Gots, Natalie Krill, Stephanie Herfield, Madison McKinley
Note:Il film è basato sulle memorie dell'imprenditrice statunitense Molly Bloom.
Visite:482
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/1/18 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 30/10/18
Mainstream hollywoodiano dei più classicamente intesi al giorno d'oggi, costruito senza un solo attimo di pausa; col risultato però di ottenere un film freddo, sempre uguale a se stesso almeno quanto ricercatamente monoespressiva è la sua protagonista, una Jessica Chastain che in prodotti simili sguazza a meraviglia. Nei panni della Molly del titolo, narratrice in prima persona, ci stupisce forse davvero solo nel lungo prologo sulla neve, concluso chiosando come di fatto assolutamente nulla c'entri con la storia se non per la definizione del suo personaggio; che abbandona lo sci professionistico dopo una rovinosa caduta per diventare presto segretaria di un uomo d'affari foderato di soldi extra guadagnati organizzando partite di poker ricchissime con noti personaggi del mondo dello spettacolo e non solo. A Molly, sveglia e iperattiva come poche, poco ci vuole per imparare i meccanismi e per aprire in proprio, una volta licenziata dall'uomo, un giro di partite di livello ancor più alto, stando sempre molto attenta a rispettare le regole e soprattutto la legge. Ma allora perché la storia si apre sul suo arresto da parte dell'FBI? Lo scopriamo attraverso le parole della stessa Molly all'avvocato (Elba) a cui ha chiesto di essere difesa al processo stabilendo con lui un rapporto importante, forse l'unico del film ad avere un gradiente umano capace di superare la barriera di impersonalità che caratterizza gli altri. Per Molly non esiste amore, né sesso, né alcuna relazione che possa andare al di là di un superficiale sentimento di occasionale amicizia. E nella ricostruzione di una vicenda che in fondo si ripete ciclicamente lavorando in gran parte sui diversi ospiti che si alternano al tavolo verde, veniamo subissati da un fiume inarrestabile di parole, di microepisodi che insieme concorrono a tratteggiare una realtà precisa, quella del gioco d'azzardo svolto in bische private dove conta l'appeal del vip al tavolo, da “vendere” agli invitati come valore aggiunto. Ma nemmeno questo si coglie così bene in fondo, così come il poker giocato resta sullo sfondo: al di là di qualche mano decisiva che non poteva mancare, l'attenzione va tutta a ciò che ruota intorno alle partite, alle problematiche legate al guadagno di chi organizza, alla dimostrazione di come la protagonista rispettando rigorosamente la legge riesca a guadagnare cifre iperboliche a veloce rischio di volatilizzazione. E tenere il crimine organizzato al di fuori di business così voluminosi non sarà facile, come si può immaginare. Parabola di vita (da fatti realmente accaduti) costruita bene ma priva di fantasia o personalità, che per due ore e venti ripercorre mille volte lo stesso nastro con scarse variazioni, provando vanamente a staccare con flashback di gioventù brevi quanto superflui (quelli con Costner che fa il padre di Molly) e il medesimo atteggiamento della protagonista mantenuto dalla prima all'ultima scena: risoluta, algida, calcolatrice, la Chastain è quasi robotica, nella sua programmaticità; brava e adeguata, per carità, ma fin troppo sintetica e “asettica”.
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 10/9/18 7:04 - 10673 commenti

Film che ha i suoi punti di forza nella sceneggiatura (scritta dal regista), che non perde un colpo ed è capace di non rendere gravosi i tecnicismi inevitabilmente presenti visto che parla (tra l'altro) di professionisti del poker, e la bella interpretazione della Chastain, credibile in tutte le parti del film e affiancata da un ottimo Idris Elba. Un plauso anche al montaggio serrato, che rende il film godibile nonostante la lunghezza non indifferente.
I gusti di Galbo (Commedia - Drammatico)

Daniela 20/4/18 13:12 - 7419 commenti

Ascesa, caduta, nuova ascesa e nuova caduta per Molly Bloom, prima campionessa di sci bloccata da un incidente, poi organizzatrice di partite di poker finita nei guai per aver infranto la legge sul gioco d'azzardo. Bel Film biografico su una personalità borderline che non chiede la nostra empatia ma suscita rispetto per la propria coerenza nel seguire principi per lei irrinunciabili. Ottima la prova di Chastain, ben supportata da Elba e Costner, ma il vero punto di forza della pellicola sono monologhi e dialoghi incisivi, anche se talvolta troppo inclini alla captatio benevolentiae.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Deepred89 14/7/18 15:00 - 3040 commenti

Film interessante, dall'incipit accattivante e in grado di offrire un ritratto femminile tutto sommato non scontato, che scansa abilmente buona parte dei cliché. La narrazione - in cui le dinamiche tra i personaggi risultano molto più interessanti di quelle delle partite a Poker messe in scena - risulta però a tratti faticosa, soprattutto per chi ignora le regole del gioco, per quanto la sceneggiatura faccia il possibile per rendere il tutto dinamico e intrigante. Confezione e cast di tutto rispetto, trascurabili i flashback con Costner.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 28/2/18 14:53 - 3462 commenti

L'inizio fa già capire come Sorkin, già sceneggiatore di film di successo, sfrutti la sua esperienza puntando su ritmo serrato e dialoghi pungenti. Nel prosieguo prende forma la bravura della Chastain nel condurre il gioco di questa singolare biografia, coadiuvata da validi interpreti e trovate anche divertenti. Può non tornare tutto o apparire troppo ammiccante come racconto ma energia e stile non mancano.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Herrkinski 23/1/18 11:09 - 3941 commenti

Basato sulla vera storia di Molly Bloom, ex-sciatrice olimpica diventata regina dei salotti di poker americani. Approvato dalla vera Bloom, il film è quindi il più possibile aderente alla realtà, con grande attenzione ai dettagli; la regia dell'esordiente Sorkin è spigliata, aiutata da un montaggio rapido (ottimo l'incipit) e lo script include buoni dialoghi messi in bocca a un cast di professionisti. Il limite del film, a parte una durata un po' eccessiva, è il tema in sé: se non interessati al poker può risultare a tratti un po' ripetitivo.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Rambo90 5/5/18 23:27 - 5367 commenti

Un film non facile, perché la storia di questa principessa dei giri del poker è di per sé non troppo interessante; ma la sceneggiatura veloce, ritmata e ironica riesce a renderla coinvolgente e accattivante fin dai primi minuti. Non c'è un momento di pausa, il montaggio è serrato, l'andirvieni di flashback e presente astuto. E su tutto regna la performance riuscita della Chastain, affascinante e con una personalità forte capace di reggere anche le scene meno riuscite. Bene anche Elba e Costner, per un biopic messo in piedi con gusto.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Didda23 6/10/18 19:53 - 1966 commenti

Per certi versi similare al coevo Tonya, l'opera di Sorkin si eleva da quest'ultimo soprattutto per l'assoluta qualità della scrittura (con tanto di dialoghi scritti meravigliosamente), che sa rendere interessantissima una vicenda che sulla carta non aveva troppe carte vincenti. L'adrenalinico prologo permette di entrare subito nella vicenda, che nonostante la durata non indifferente mantiene una uniformità per tutta la pellicola. Eccellente la prova della Chastain in un ruolo non semplicissimo, mentre Kostner cresce con il crescere dell'importanza del personaggio.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il maledetto rametto; La semplice spiegazione del gioco utile per i neofiti; Padre e figlia sulla panchina.
I gusti di Didda23 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Ryo 16/6/18 0:23 - 1712 commenti

Un film decisamente interessante, tratto da un libro biografico dell'autrice stessa; zeppo di nozioni e regole sul poker che, se non vengono assimilate, risulta difficile in alcuni momenti seguire la trama. Superato questo piccolo ostacolo è una storia molto interessante quella di Molly, che ritiene di aver conosciuto star quotatissime di Hollywood ma che, ahinoi, non vengono esplicitamente menzionate nel film. Davvero convincente il personaggio dell'avvocato.
I gusti di Ryo (Comico - Fantastico - Horror)

Dusso 23/4/18 9:06 - 1532 commenti

Il film di Aaron Sorkin ha il grandissimo pregio di essere molto interessante pur trattando un tema che personalmente non conosco (il gioco del poker) e svariando poi in direzione di qualche altra strada; inoltre la lunga durata non inficia sul buonissimo giudizio. Ottima la scelta del variegato cast mentre Jessica Chastain ha una presenza fisica e non solo di notevole impatto.
I gusti di Dusso (Commedia - Giallo - Poliziesco)