Cerca per genere
Attori/registi più presenti

BLUE NUDE

All'interno del forum, per questo film:
Blue nude
Dati:Anno: 1977Genere: drammatico (colore)
Regia:Luigi Scattini
Cast:Gerardo Amato, Susan Elliott, Giacomo Rossi Stuart, Renato Romano, Mona Sands, Jill Turner, Hugo Pratt, Monica Scattini, Italo Spinelli, Joe Neri, Robert Kerman (n.c.), Roger Caine (n.c.)
Visite:1499
Filmati:
M. MJ DAVINOTTI JR: MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 9
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Propagandato come il primo film italiano a trattare lo scottante tema del mondo del cinema a luci rosse, in realtà il lavoro di Luigi Scattini (tra i padri dei cosiddetti “mondo-movies”), affronta l'argomento piuttosto marginalmente. Sembra invece una versione povera di TAXI DRIVER, con il fratello di Michele Placido, Gerardo Amato (che doveva essere lanciato con questo film), sulle orme di Robert De Niro (anche nella finzione cinematografica, visto che la camera in cui vive Rocco Spinoni è tappezzata da poster dei vari Pacino, Stallone, De Niro...). Ambientato anche questo a New York, racconta di Rocco, giunto negli Stati Uniti con la speranza di sfondare come attore. Purtroppo i soldi mancano, così si deve adattare a fare il dog-sitter, lo spogliarellista, lo gigolò e, ad un certo punto, perfino l'attore porno. Sul set di uno di questi filmacci (ricostruito presumibilmente con una certa cura), conosce Lilly (Susan Elliott) e ben presto se ne innamora. Ma la sua vita da macho italiano continua ad essere sregolata, priva di punti fissi: finisce persino in carcere per abuso di minorenni, maltrattato dal poliziotto corrotto Donovan (Giacomo Rossi Stuart). Il finale è drammatico (ma meno di quanto si voglia far credere: il famoso tema dello “snuff-movie” è solo accennato e inserito quasi casualmente). Girato da Scattini con una certa passione ma mezzi miseri, BLUE NUDE si ferma troppo alla superficie, anche per colpa del protagonista che non può ovviamente competere con il De Niro di TAXI DRIVER. Alcuni ambienti sono ricreati bene, ma una fotografia povera incapace di valorizzare le scenografie e un'evidente sciatteria di fondo finiscono per penalizzare BLUE NUDE, la cui valenza maggiore resta forse quella pseudo documentaristica. Tra le attrci una giovane Monica Scattini (figlia del regista).
il DAVINOTTI

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

ORDINA COMMENTI PER:

Undying 2/9/09 19:28 - 3875 commenti

Italo-americano si ritrova a New York barcamenandosi tra un lavoro precario e un altro, almeno fintanto che non entra nel giro dei film porno. Conosce una ragazza dell'ambiente e se ne innamora ma... Protagonista il fratello del più noto Michele, ovvero Gerardo Amato Placido, al fianco del celebre Hugo Pratt (attivo scenografo nel periodo). Il film si sviluppa in maniera modesta, anche a causa del budget, nel tema dello snuff movie, in questo apparendo quasi come predecessore di film realizzati solo molti anni più tardi (8 mm - Delitto a luci rosse). Uscito in VHS, nel ciclo Sex & Violence.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Homesick 11/10/10 8:17 - 5737 commenti

La New York sordida, degradata e razzista immortalata in Taxi Driver, è riproposta su piccola scala da Scattini per una rappresentazione semidocumentaristica – l'ottica è quella dei mondo-movies - del lato oscuro del sogno americano vissuta sulla pelle di un immigrato e per una pioneristica esplorazione di un sottobosco porno che cela ricatti e snuff. Meno cura è riservata agli attori, sebbene il giovane Amato sappia suggerire le illusioni, lo smarrimento e le speranze frustrate dell’emigrante. Nel finale sulle scale è chiamato ancora in causa il capolavoro di Scorsese.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La scena snuff, cruda e insistita.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 1/7/07 22:00 - 1495 commenti

Tutto sommato ne ho un buon ricordo. Presi la vhs appena uscì in edicola... certo i riferimenti a Taxi Driver sono talmente espliciti da invocare quasi il plagio, ma c'è un buon utilizzo del mondo dell'hard come sfondo alle vicende del protagonista, tra l'altro davvero inadatto alla parte. Scattini mi ha sempre dato l'idea di un buon talento rimasto sostanzialmente inespresso e non è che questo film possa farmi cambiare idea... In ogni caso un prodotto dignitoso.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Deepred89 19/11/08 16:59 - 3115 commenti

Curioso film che affronta tematiche forti (il degrado urbano, il cinema hard, la criminalità, il tutto visto da un immigrato italiano negli Usa) con un tono insolitamente rilassato e senza scene particolarmente estreme, grazie ad una regia piuttosto misurata ed alle leggere ed orecchiabilissime musiche di Umiliani in colonna sonora (una serie di canzoni alla Oliver Onions). Il tutto crolla con il finale tragico, gratuito e improbabile, ma il resto, nonostante una certa piattezza di fondo, è tutto sommato accettabile. Mediocre il protagonista.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Markus 1/5/12 18:12 - 2952 commenti

Scattini probabilmente era convinto di girare il film della svolta, un film “impegnato”; in realtà - forse per via del magro budget a disposizione - siamo ai confini del trash. La pornografia come mezzo di sopravvivenza (in una NY accennata nella formula "passeggiata di un ragazzo tra le insegne luminose”) è a mio avviso un trucco per mostrarci qualche nudità che, in fin dei conti, è il vero valore della pellicola. Ritmo lento, tuttavia qualche buon momento e una discreta tecnica di ripresa vanno fatti notare.
I gusti di Markus (Commedia - Erotico - Giallo)

Herrkinski 27/8/08 19:36 - 4475 commenti

Dignitoso dramma che affronta vari temi: l'italiano a New York in cerca di fama sulla scia dei suoi idoli, gli snuff-movie, la penosa realtà del cinema a luci rosse e via dicendo. La vicenda è tenuta insieme abbastanza bene e tutto sommato Gerardo Amato non se la cava male (peccato non abbia mai avuto modo di crescere artisticamente in seguito). Scattini dirige con passione nonostante una messinscena a basso costo e il film non risulta scandaloso o brutale quanto vorrebbe essere, finendo per essere "solo" un buon dramma metropolitano.
I gusti di Herrkinski (Azione - Drammatico - Horror)

Fauno 12/1/11 15:54 - 1828 commenti

Non zoppicherebbe neanche troppo, sulle false illusioni date dalla Grande Mela o sui contratti capestro dell'industria e dell'ambiente porno. Il pugno nello stomaco che rimbomba fino alle tempie lo si subisce quando si sentono le magnifiche musiche di Umiliani, già usate nei mondo-movie, rispetto ai quali questo film non è neanche un escremento di pulce, cioè sangue coagulato. Molto brava la povera Elliott...
I gusti di Fauno (Drammatico - Poliziesco - Thriller)

Luchi78 11/2/11 9:01 - 1521 commenti

Film che riceve una scossa solo nel finale, dopo un inizio davvero blando. Un povero sfigato (Gerardo Amato, fratello di Michele Placido) gira per le vie di New York e finisce a fare film porno, ma cerca di uscirne al più presto per non rovinarsi la futura carriera da attore stile Al Pacino. Piuttosto patetico, per non parlare della bassissima recitazione degli interpreti. Alla fine la trama che quasi si trasforma in uno snuff ravviva l'interesse. Salvato in corner.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Gmriccard 26/7/18 19:25 - 75 commenti

Coraggioso tentativo di espatrio nel dramma di un ottimo documentarista. Molti riferimenti, non solo nelle ambientazioni ma anche nella descrizione delle asettiche interazioni metropolitane, al tassinaro scorsesiano. Trovo un retaggio della passata esperienza registica nel racconto della condizione dell'emigrato e dei compromessi per mantenere l'indipendenza economica giovanile. Bello il personaggio della Elliott, una Maddalena che paga dazio pur essendo l'unica provvista di umani sentimenti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il (basso) valore di una vita nella megalopoli.
I gusti di Gmriccard (Commedia - Drammatico - Poliziesco)