LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/03/09 DAL BENEMERITO UNDYING
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 23/03/09 03:17 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Egitto, zona archeologica in prossimità delle Piramidi. Intrecci e passioni amorose si sviluppano all'interno d'una variegata comitiva, composta da: fotografo, modella, attore del cinema muto al seguito di amante e relative figlie, nonché un santone che catalizza le attenzioni delle "signore". Il successo di Emanuelle/Laura Gemser, lanciata da Adalberto (Bitti) Albertini non poteva non essere rincorso. Assieme a Massaccesi ci provò anche Rondi dirigendo un apocrifo dal ritmo insolitamente sincopato causa sceneggiatura (sviluppata da un soggetto di Ferdinando Baldi) concretamente tediosa.

Fauno 9/05/09 13:05 - 1908 commenti

I gusti di Fauno

Il film procede melenso nei deserti nordafricani tra vizi, smanie, libidini e sclerate dei protagonisti, finché non dà impatto Annie Belle ed è tutta un'altra storia. Qualcuno afferra il senso della vita in età giovanissima ed è illuminato, mentre i più per tutta la loro vita usano gli espedienti e i mezzucci più svariati per celare dietro un filo d'erba la loro mediocrità. Signore e signori, ecco la Perla Nera di Brunello Rondi!!!
MEMORABILE: "Ho 20 anni e sai quanti uomini ho avuto?" "Nessuno, se non hai goduto" "Dài mamma: bùttati che i tuoi sostenitori applaudiranno".

Homesick 23/05/09 08:06 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’Emanuelle Nera della Gemser da fotografa diventa modella in questo gorgo esotico-erotico-mistico-esistenziale diretto da Rondi. Nella sceneggiatura, confusa e inconcludente, si ricordano sequenze forti come le sessions fotografiche tra cadaveri ed escrementi imposte dall’aguzzino Tinti alla Gemser e l’orgia con tanto di sacrificio animale. La Scott rifulge in tutta la sua matura bellezza, mentre la Zanger giocherella con il proprio pube; assai ridicoli i santoni Cliver e Chaliapin. Encomio a Baldan Bembo per la colonna sonora.

Mco 17/12/09 23:54 - 2138 commenti

I gusti di Mco

Emanuelle si reca in Egitto per far da modella ad un cinico fotoreporter sino a che arriva la bella Laure a sconvolgere i già fragili equilibri. Sulle note di Baldan Bembo, in un contesto spettacolare come solo l'Egitto classico sa essere, la bizzarria cinematografica di Rondi diviene ancor più mitica. Tutto è sensazione, dalle nudità delle attrici, alle ritualità mostrate, ai dialoghi al limite della paranoia. Lasciatevi trasportare in questo viaggio rondiano...

B. Legnani 7/05/10 00:22 - 4693 commenti

I gusti di B. Legnani

Goffo, pretestuoso. Personaggi non solo di rara antipatia, ma pure di scarsissimo interesse, si trascinano per 90'. La storia cerca il sensuale col macabro, colla violenza, col turpiloquio, ma non lo trova mai. Recitazioni mediocri, con Tinti che fa un Oliviero Toscani e sbraca fastidiosamente (ma la Belle è stupenda). Per me è il Rondi peggiore, inferiore pure a Racconti, che almeno è simpaticamente ribaldo. La crisi esistenziale la disegnò meno peggio ne I prosseneti e il ruolo del sesso lo evidenziò più credibilmente in Tecnica di un amore (anche lì c’è il sacrificio ovino!), che non sono neppure le sue cose migliori. Chi cerca erotismo, non lo cerchi nel Velluto.

Luchi78 20/03/12 15:19 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Lento, dialoghi insulsi, situazioni a dir poco assurde, con il cult delle violenze subite dalla Gemser durante i set fotografici, con esclamazioni di Tinti al limite del comico. Di erotico c'è giusto un balletto della Zanger che stuzzica il suo schiavo con un "tanto non te la do" ma poi gliela dà (e ho detto tutto...). Nel finale abbacchio per tutti. Trashissimo.

Cotola 15/04/12 00:23 - 7459 commenti

I gusti di Cotola

Stupisce, ma non più di tanto conoscendo il regista, per la pretenziosità dell'insieme. Ancora una volta Rondi mira in alto, con risultati men che modesti. Nudi femminili a profusione, diversi momenti trash, svariate citazioni di grandi autori che risultano però gratuite ed inopportune. non male ma troppo leccato il vuoto "contenitore"; scarsa se non assente la sostanza. Musiche di Baldan Bembo.

Capannelle 16/04/12 09:01 - 3702 commenti

I gusti di Capannelle

Rondi dilapida quella cifra di credibilità che mi era rimasta dalle precedenti visioni, almeno per due terzi di film che scorrono annoiando, da quanto sono stereotipati e facendo ridere: il fotografo cresciuto a Oxford, il servo stuzzicato, il santone che inonda la contessa di "rugiada", alcune massime pretenziose degne del periodo. Per fortuna c'è lo score musicale di DBB a tenerci compagnia e questo, insieme a qualche passaggio del finale (che però rimane di marca trash), vale una bonaria palla in più. Erotismo e dialoghi imbarazzanti.
MEMORABILE: "Ti faccio dono della luce benedetta dalla rugiada della terra".

Gugly 10/06/12 03:55 - 1013 commenti

I gusti di Gugly

Ecco un altro "borghesi annoiati-movies"; stavolta siamo in Egitto ma la sostanza non cambia: i ricchi non sanno come passare le giornate e allora via a dialoghi pretenziosi, sesso (omo ed etero) a volontà e, già che ci siamo, foto tra morti ed escrementi; la trama non esiste, è solo un susseguirsi di scene accompagnate da uno score affascinante, ma giusto quello. Un film che dà ragione a chi definisce un certo intellettualismo di epoche passate masturbatorio...
MEMORABILE: Il santone biondo mica tanto ascetico...

Markus 11/06/12 08:46 - 3258 commenti

I gusti di Markus

Emanuelle nera versione Brunello Rondi, ovverosia la Gemser (perennemente nuda come sempre) inserita nell'involontariamente spassoso cinema dei borghesi annoiati, che si trascinano fiaccamente da un luogo all'altro tra riti, folli manie e disquisendo (con terminologie negli intenti auliche) del nulla per far passare la giornata. Da splendida cornice all'usurante tedio dei signori c'è uno stereotipato Egitto sabbioso e palmizio. Il film è a dir poco lento e si può francamente guardare solo in chiave trash.

Lucius 22/09/12 01:44 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Una sceneggiatura approssimativa per un contesto esotico dove donne bellissime e paesaggi desertici sono il punte forte del film, mentre dialoghi e recitazione quello debole. Un viaggio fantastico nella carne e nello spirito tra antichi templi egizi e paesaggi mozzafiato, reso ancor più suggestivo dalle bellissime partiture della soundtrack firmata Baldambembo. Un sotfcore che non ha una vera e propria trama ma che si concretizza in un completo abbandono con la natura, in questo caso desertica, in un connubio di sensazioni carnali, ma anche mistiche.

Blutarsky 19/11/13 17:27 - 353 commenti

I gusti di Blutarsky

Delirio filmico di Brunello Rondi; la trama se c'è non si vede e la pellicola è costruita più come una serie di bozzetti incentrati su un'umanità di ordinaria follia e nevrosi. L'ambientazione esotica molto suggestiva fa da palcoscenico ai tormenti interiori e alle borghesi vite dei personaggi con il loro filosofeggiare sui massimi sistemi retorico e artificioso. Peccato che a una messa in scena di tutto rispetto non corrisponda una narrazione adeguata e anche le scene in teoria erotiche risultino fredde e non trasmettano nessuna emozione.
MEMORABILE: I servizi fotografici "particolari" di Emanuelle.

Quietcrash 13/06/15 15:05 - 83 commenti

I gusti di Quietcrash

Lo si può definire un film senza senso. Centrato solo su scene di nudo, come se fossero l'unico motivo per il quale è stato girato, con la presenza di stucchevoli frasi epiche e di finto pseudointellettualismo buttate lì come se volessero colpire lo spettatore e dare insegnamenti di morale e di vita. L'unico aspetto interessante sono le belle ragazze nude, il resto è scarso.

Alexpi94 15/02/18 20:35 - 186 commenti

I gusti di Alexpi94

Trasferta egiziana per la bella Emanuelle nera (ovviamente si tratta di un capitolo apocrifo della saga) diretta per l'occasione (nientemeno che) da Brunello Rondi. Ci troviamo dinanzi a una mediocre (e noiosissima) pellicola erotica i cui unici pregi stanno nei bei nudi delle protagoniste, nelle suggestive location (egiziane) e nell'apprezzabile OST di Baldan Bembo. Da menzionare i dialoghi (involontariamente) spassosissimi.
MEMORABILE: "Tu non sei nemmeno un pederasta, sei la mummia di un pederasta!"; "Sono ancora giovane, ma già puzzo di cadavere".

Gmriccard 17/07/18 17:55 - 116 commenti

I gusti di Gmriccard

Film inconsuetamente esotico nella filmografia di Rondi. Le vicende narrate trattano il traumatico ritorno a casa di una studentessa sullo sfondo di una fotografia fiabesca e di una colonna sonora onirica che aiutano a dimenticare alcune manchevolezze di sceneggiatura. Purtroppo per il regista (e anche per noi) non è più l'epoca dei film sui ragazzi di strada ma di Emanuelle (anche se il film in narrativa si stacca notevolmente da quelli della saga massaccesiana).
MEMORABILE: Le pose pretese dal fotografo.

Rufus68 23/06/19 23:32 - 3050 commenti

I gusti di Rufus68

Rondi mette tutto nel pentolone: lounge, erotismo colonialista, la macchina fotografica come agente di pornografia capitalista, la decadenza dell'attore fallito, scorci da cartolina terzomondista, la new age. Il risultato risulta necessariamente frammentario e va apprezzato nei singoli momenti. Se certi dialoghi e personaggi sono triti sino al ridicolo (Tinti, Cliver) è indubbio che l'atmosfera generale si faccia apprezzare per il rovente empito kitsch. Furbesca ma efficace la composizione del poker di bellezze femminili.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 21/05/09 19:01
    Capo scrivano - 1381 interventi
    Il dvd Severin è in realtà zona 0, benchè sulla fascetta sia erroneamente riportata la zona 1.
    I sottotitoli inglesi sono forzati sulla traccia audio italiana.
  • Curiosità B. Legnani • 7/05/10 00:26
    Consigliere - 13720 interventi
    Come detto nel commento, il sacrificio ovino è presente pure in Tecnica di un amore dello stesso Rondi.
  • Discussione B. Legnani • 26/11/10 17:58
    Consigliere - 13720 interventi
    Abbiamo un po' di caos nelle filmografie di Susan Scott/Nieves Navarro.
    Come la chiamiamo, una volta per tutte?
  • Discussione Zender • 26/11/10 18:15
    Consigliere - 43440 interventi
    Come Imdb, naturalmente, Nieves Navarro. Poi se qualcuno ha voglia di scrivere Nieves Navarro (Susan Scott) o Susan Scott (Nieves Navarro) faccia come vuole, sono corrette entrambe. L'importante è che Nieves Navarro ci sia sempre.
  • Curiosità B. Legnani • 4/08/11 00:55
    Consigliere - 13720 interventi
    "Brunello Rondi era la persona più noiosa che abbia mai visto".
    (Nieves Navarro a Stracult 2010: http://www.youtube.com/watch?v=cXoHsm79fO0 minuto 7)
  • Musiche Capannelle • 15/04/12 23:39
    Scrivano - 2496 interventi
    Un grande a Dario Baldan Bembo, musiche pregevoli.

    Main theme
    Ultima modifica: 25/04/12 23:07 da Capannelle
  • Discussione Gugly • 10/06/12 12:01
    Segretario - 4678 interventi
    Ecco un altro film dei cosidetti "ricchi ed annoiati anni 70" con in più, stavolta, l'innesto del filone Emmanuelle...niente da dire, la noia regna sovrana per esplicita ammissione dei protagonisti stessi e allora, che si fa? Si organizza una gita lungo il Nilo, si invita la propria figlioletta a passare una vacanza insieme alla mamma, si invitano gli amici ad una festa...peccato che gli amici siano tutti, chi più chi meno, affetti da qualche turba, di solito di carattere sessuale, la figlioletta è una ninfomane, e per di più il santone (biondo e con la kefia), che si chiama Antonio e predica nel deserto sia costantemente (e felicemente) concupito e mantenuto da tutte le donne (tranne da Emmannuelle, a pensarci). Applausi a scena aperta sulle cotonature possibili anche in pieno deserto e sui ridottissimi shorts e camicie trasparenti notoriamente ben accette nei templi dei faraoni in un paese islamico.
  • Musiche Markus • 28/06/12 19:29
    Scrivano - 4789 interventi
    Uno dei brani composti da Dario Baldan Bembo per questo film:

    http://www.youtube.com/watch?v=SPyPWt_MEZY&list=UU0SFw5YSBWqN4bkTNro9rBQ&index=5&feature=plcp
  • Discussione Lucius • 22/08/13 21:21
    Scrivano - 8335 interventi
    In questo film c'è un'altra location molto interessante:il sito archeologico che visitano i protagonisti.
  • Discussione Fauno • 17/02/18 19:38
    Compilatore d’emergenza - 2528 interventi
    Leggendo un po' di commenti devo solo dire che non l'ho trovato né mediocre né noioso, e l'intellettualismo di quell'epoca era masturbatorio, quello di oggi è talmente opzionale che non esiste neanche più...