Sleepers - Film (1996)

Sleepers
Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Da sempre Barry Levinson si cimenta col grande cinema hollywoodiano sfornando spesso lavori convenzionali e perlopiù salvabili solo grazie all'impegno degli attori impiegati (Cruise e Hoffman in RAIN MAN, Douglas e la Moore in RIVELAZIONI). Forse conscio dei propri limiti, Levinson quindi raccglie per la sua nuova fatica un cast all-stars: dal superbello Brad Pitt al suo collega Jason Patric; dall’onnipresente Dustin Hoffman all’habitué dei legal thriller Kevin Bacon fino ad arrivare a De Niro e al nostro Gassman. Il risultato però va al di sotto degli standard di...Leggi tutto Levinson, non è ben chiaro se per l’evanescenza complessiva del cast o per la poco felice sceneggiatura, vero e proprio concentrato di frasi fatte inserite in un contesto strettamente ruffiano volto ad attirare l'attenzione del pubblico più mainstream. Il tema della violenza nei riformatori sembra nato apposta per toccare la sensibilità degli americani, ma lo svolgimento manca totalmente di spontaneità e ogni sequenza suona ahinoi falsa: lacrime a comando, abbracci strappalacrime, traumi degni dello Stallone di SORVEGLIATO SPECIALE ma ancora meno credibili... Non parliamo poi della regia, men che anonima e incapace di coinvolgere, figlia di un sentimentalismo a orologeria. Si salva solo De Niro grazie alla sua straordinaria arte, ma pure lui è costretto a scontrarsi con un copione scialbo e logoro. Nessuna sostanza e troppa noia, dal momento che il film dura pure due ore e mezza!

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 1/03/07 23:28 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Visto a suo tempo al cinema e poi mai più, ho un bel ricordo di questo film. A parte il cast stellare, mi è molto piaciuta la storia (anche se ammetto che l'ho trovata un po' lenta in alcuni tratti ed approssimativa in altri). Kevin Bacon mi era piaciuto moltissimo, bravo nella parte del secondino viscido, veramente odioso. Voto positivo, senza dubbio.

Caesars 27/06/07 15:35 - 3766 commenti

I gusti di Caesars

Buon dramma capace di coinvolgere emotivamente anche grazie alla buona interpretazione da parte di tutto il cast di attori, Robert De Niro (anche se in una parte secondaria) su tutti. La storia racconta di un gruppo di amici adolescenti che finiscono in riformatorio a causa di una bravata; lì dentro verranno sottoposti ad abusi sessuali da parte di alcuni secondini. Cresciuti, avranno la possibilità di farsi vendetta. Non un capolavoro del genere ma un buon film che appassiona, anche se penalizzato da una lunghezza un po' eccessiva.

Galbo 23/11/07 06:04 - 12369 commenti

I gusti di Galbo

Tratto da un discreto romanzo di Lorenzo Carcaterra, dà l'impressione di un compitino realizzato con cura ma privo di spessore narrativo. Pur se interpretato da un cast all'altezza (e non poteva essere altrimenti visti i nomi coinvolti) il film manca di una vera partecipazione emotiva dei suoi autori risultando opera fredda, in cui anche le scene (in teoria) più coinvolgenti risultano retoriche e girate in maniera convenzionale. Il migliore del cast è sicuramente Bacon nei panni del perfido aguzzino.

Magnetti 18/12/07 18:14 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Sleepers è un buon film che tuttavia ha le pretese di essere un film d'autore. È questo il suo principale difetto. Troppo pomposo nella sua drammaticità, troppo lungo. Insomma il classico caso di opera che si accartoccia su se stessa per autocompiacimento. Gli attori sono sotto i loro soliti standard, a parte K. Bacon bravissimo in una parte scomoda. È comunque una buona pellicola che tutti dovrebbero guardare.

Gugly 24/01/08 21:54 - 1181 commenti

I gusti di Gugly

Film irrisolto, che vorrebbe denunciare orrori ma si perde nella gigioneria dei protagonisti (escluso Kevin Bacon, come al solito a suo agio nel tratteggiare personaggi negativi); se Hoffman è quasi insopportabile, Gassman si limita ad un cameo inconsistente, De Niro ripete i suoi vezzi. Il povero Brad Renfro non ha gli azzurri del personaggio adulto interpretato da Brad Pitt.

Redeyes 11/04/08 14:18 - 2440 commenti

I gusti di Redeyes

A me è sempre piaciuto questo film che sì, forse, visto il cast doveva dire qualcosa in più ma che è innegabile abbia un fascino nella tristissima sua storia! Fra i grandi nomi chi mi ha detto qualcosa in meno è De Niro che non è che offra questa gran parte; di contro mi è piaciuto Hoffman. Bacon è delirante e delizioso nel suo primo personaggio pedofilo della carriera. Impossibile non aver una certa rabbia alla fine in corpo. Non perfettamente riuscito ma assolutamente vedibile!

Cangaceiro 22/08/08 12:53 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Non ho molto capito se mi sia piaciuto o no. L'inizio è molto coinvolgente, con un fantastico De Niro prete di strada che cerca di proteggere i 4 ragazzi; finiranno in riformatorio, vittime di uno splendido Kevin Bacon sadico secondino maniaco. Tutta la parte del processo invece è troppo farraginosa e ingarbugliata, con il solo Hoffman avvocato finito a catturare l'attenzione. Non certo da ricordare la prova di Gassman. In generale tutto il nobilissimo cast a disposizione doveva essere sfruttato meglio.

Rickblaine 2/01/09 14:34 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Sleepers è il risveglio dei ricordi di quattro amici che dopo anni di molestie e violenze subite all'interno di un carcere minorile, ritornano in carreggiata vendicandosi dei loro usurpatori. Il cast parzialmente risulta in voglia. Bravo De Niro, Gassman, Bacon, Crudup e deludenti Patrick, Pitt e la Driver. Film a tratti noioso tenuto sveglio solo dalla presenza di attori di grande calibro e dai risvolti che si ritrovano durante lo svolgimento.

Enzus79 2/01/09 14:51 - 2848 commenti

I gusti di Enzus79

Uno dei peggiori film di Levinson, Pitt, De Niro, Hoffman e Gassman. Purtroppo i buoni ingredienti non fanno un buon piatto. Il film sembra voler prendere la strada di quel capolavoro di Quei bravi ragazzi e del sopravvalutato C'era una volta in America, ma non ci riesce. Lavoro fatto senza niente. Pesante, purtroppo.

Pigro 22/01/09 10:51 - 9607 commenti

I gusti di Pigro

Quattro ragazzi subiscono violenza in riformatorio; da adulti è in arrivo la vendetta. Drammone a tinte fosche, con tutti gli ingredienti per mettere a segno scene forti e emozionanti. Notevole la partecipazione di un cast di prim'ordine e tutto in gran splendore (in particolare Bacon), anche se forse attori più defilati avrebbero dato maggior spessore. La lunghezza del film è eccessiva, ma il ritmo è nel complesso buono, e spesso lo spettatore sente di trovarsi invischiato nella melma in cui i personaggi si dibattono. Un buon film, da vedere.

Brad Pitt HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina Thelma & LouiseSpazio vuotoLocandina Johnny SuedeSpazio vuotoLocandina KaliforniaSpazio vuotoLocandina Intervista col vampiro

Cotola 10/03/09 19:15 - 8980 commenti

I gusti di Cotola

Film decisamente brutto il cui regista, ormai a dir poco appannato, non sa far altro che concentrare sullo schermo una serie di luoghi comuni scopiazzati senza pudore da svariate pellicole. Inutile cercare un minimo di tensione drammatica. Pessimo e ridicolo il finale. Cast grandioso (con la presenza di Gassman puramente esornativa) solo sulla carta ma alla prova dei fatti abbastanza grigio e sottotono. In una parola: esiziale.

Ciavazzaro 12/03/09 15:56 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Nulla di troppo bello. Cast assortito, a partire da De Niro; poi Bacon pedofilo e c'e pure Vittorio Gassman che offre una buona interpretazione. La storia, dopo un inzio discretamente interessante, diventa abbastanza noiosa, con un finale giudiziario poco curato. Evitabile.

Daniela 13/03/09 09:04 - 12579 commenti

I gusti di Daniela

Piatto ricco: storia drammatica, sceneggiatura movimentata con colpi di scena ed agnizioni, tanti personaggi con un cast prestigioso. Eppure risulta di difficile digestione, troppo pesante. La parte migliore è quella ambientata in carcere, con i quattro ragazzini che devono sottostare alle violenze dei guardiani sadici. La parte processuale invece risulta piuttosto noiosa e anche gli attori offrono prestazioni dissonanti, non tutte all'altezza della rispettiva fama, così che il migliore a sorpresa si rivela Bacon in un ruolo fetentissimo.

Renato 7/05/09 14:31 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Una buona storia, molto drammatica, ed un bel gruppo di attori tra i quali il nostro Vittorio Gassman. Purtroppo la regìa di Barry Levinson non riesce a dare il giusto ritmo alla vicenda, ma senza esagerare si può dire che questo sia un buon film, tanto nella prima parte che in quella del processo. Tratto da un romanzo di grande successo, ha l'indubbio pregio di essere emozionante.

Rambo90 29/01/10 02:33 - 7633 commenti

I gusti di Rambo90

Bellissimo e commovente film che parla della discesa agli inferi di quattro ragazzini, prima condannati alla dura vita del riformatorio e poi (da grandi) al carcere per essersi vendicati del secondino che li violentava. Il film è di quelli che possono far stare male a vedere un campionario così vasto di crudeltà, ma è bello e non c'è un solo attimo di stanca in una sceneggiatura praticamente perfetta. Il cast all star fa il resto con De Niro sopra tutti nel ruolo del prete. Da vedere.

Nando 23/06/10 01:21 - 3802 commenti

I gusti di Nando

Ispirato da un romanzo di Carcaterra, il film narra la brutale adolescenza di quattro ragazzi incarcerati in una struttura minorile che subiscono angherie e violazioni di ogni tipo da parte dei preposti. Molto enfatico e caratterizzato, il film, presenta un cast eccelso, in cui, nonostante tutto, gli interpreti si comportano in maniera egregia. Bello il cameo del grande Gassman. Tuttavia, troppa maniera rende la narrazione non mirabile.

Qed 15/01/11 01:50 - 54 commenti

I gusti di Qed

Film bello tronfio e carico di buoni sentimenti a comando. Già l'aberrante difesa (con annessa benedizione) di una aggiornata legge del taglione made in USA non è proprio esaltante; se poi si aggiungono melensaggini e lungaggini varie francamente evitabili, omodiegesi accorata e media prevedibilità complessiva si potrebbe stroncare. Eppure il coinvolgimento è innegabile e pressoché costante, la vicenda fila più che bene e si fa seguire fino in fondo: è dopotutto l'unico vero pregio. Gradevolissimo l'avvocato imbranato Hoffman.

Jcvd 20/02/11 18:31 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Il film è divisibile in due parti. La prima con i protagonisti bambini e vittime di violenza è meritevole e gradevole (durata: 20 minuti). La seconda è noiosissima, con attoroni sprecati come non mai e con il solito interminabile processo. Durata: una eternità!

Piero68 17/10/11 09:41 - 2951 commenti

I gusti di Piero68

Levinson strizza un occhio al Leone di C'era una volta in America per la costruzione e allo Scorsese di Goodfellas per le parti narrate. Ne viene fuori una pellicola che, nonostante la fortissima denuncia sociale su quello che succede nei riformatori, risulta più un'opera algida con interpreti in completo distacco dal loro personaggio. E se questo può andare bene per i due "cattivi" non può funzionare per Patric e Pitt. Alla fine saranno i camei la vera chiave di volta del film (come Gassman, che dà lezioni di cinema anche in inglese e De Niro).

.luke. 30/03/12 10:08 - 89 commenti

I gusti di .luke.

L'argomento trattato è spinoso e interessante e il cast, formato da grandissimi (Bacon, De Niro, Gassman, Hoffman) e giovani divi in erba (Crudrup, Pitt) è stellare. Da queste ottime premesse, quello che ne esce è però un film scontato, retorico e poco coinvolgente se non nella prima parte. Colpa soprattutto di una sceneggiatura non all'altezza, che culmina in un finale pessimo.
MEMORABILE: La prossima volta ti batti con me. E non ti servirà il dottore quando avrò finito, ti ci vorrà il prete per darti l'estrema unzione.

Barry Levinson HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Rain man - L'uomo della pioggiaSpazio vuotoLocandina RivelazioniSpazio vuotoLocandina Sfera - SphereSpazio vuotoLocandina L'invidia del mio migliore amico

Rigoletto 13/07/12 21:40 - 1785 commenti

I gusti di Rigoletto

Con un cast di questo livello ci si aspetta sempre un prodotto da quattro pallini, ma in questo caso il target non è stato raggiunto. Il film ogni tanto scricchiola nel ritmo e non tutti gli attori sono in parte. Chi invece ha centrato l'obiettivo e alla grande è Kevin Bacon, perfettamente a suo agio in ruolo odioso. Gassman conosce la musica e i pochi assoli concessigli dal regista impreziosiscono la partitura. Nella parte anche De Niro, Pitt e Hoffmann. Bravi i ragazzini. Un buon film di denuncia un po' lunghetto ma che si può vedere. ***
MEMORABILE: Shakes: "Non sapevo ti piacessero gli uccelli!". King Benny: "Io amo tutte le cose che non parlano!"

Rullo 11/09/12 20:47 - 388 commenti

I gusti di Rullo

I protagonisti si ritrovano a dover assaporare la vendetta in modo piuttosto fine ed astuto e non improntato esclusivamente alla violenza. Sleepers si presenta con un discreto potenziale (dettato anche da un cast non certo indiffirente), ma dà l'impressione di non poter andare oltre alle aspettative. Sceneggiato bene e recitato discretamente, con diversi alti e bassi.

Il Dandi 5/09/13 02:36 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Trasposizione di un libro scandalo dello stesso Carcaterra (qui interpretato da Patric) che aveva già sollevato dubbi sul reale autobiografismo e critiche di sensazionalismo; il film è pure fastidiosamente ambizioso, dall'eccessiva lunghezza allo spreco di mostri sacri (De Niro, Hoffman e Gassman) impegnati a dare il peggio per non far sfigurare i più giovani. L'unico attore di classe è Bacon, che regge il ruolo più sgradevole. Film ruffiano, prevedibile, e per nulla coraggioso quanto vorrebbe.
MEMORABILE: Le torture dei secondini.

Mickes2 11/03/14 16:34 - 1670 commenti

I gusti di Mickes2

Tanto riuscito (ma non affonda mai) nella rappresentazione del “quartiere” e dell’adolescenza mascalzona che vi prende parte, animandolo, tra famiglie verso il baratro, chiesa e contatti col mondo della criminalità organizzata, quanto poco incalzante – al di là di qualche scena madre ben inserita (vedi parte carceraria) – nell’organizzazione della gelida vendetta e nella sceneggiatura di stampo puramente giudiziario. Alla fine, anche dal punto di vista etico, risulta molto debole, se non addirittura discutibile e ambiguo.
MEMORABILE: L'uccisione di Bacon.

Minitina80 21/02/15 10:39 - 2970 commenti

I gusti di Minitina80

Racconta il disagio giovanile delle periferie americane dove i ragazzi perduti invece di essere recuperati dalla società rischiano di finire inghiottiti in un baratro senza fine dove non tutti ce la fanno a sopravvivere. Ha una struttura narrativa che dà l'impressione di essere coinvolti nella melma in cui sono invischiati i protagonisti. La fotografia grigia e cupa trasmette il senso di inquietudine. Molto crudo, con un finale che lascia l'amaro in bocca perché alla fine la vita non si dimentica mai di chiedere il conto.

Parsifal68 10/02/16 09:43 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Da una storia vera, il racconto in due fasi di cinque ragazzini che prima vengono chiusi in un riformatorio subendo le violenze anche sessuali dei sadici secondini e poi, una volta cresciuti, si vendicano e affrontano il successivo lungo processo. Molta carne a cuocere, tanti nomi eccellenti, non tutti ben utilizzati, per un buon film che ha nella fase processuale il suo punto debole. Bacon è straordinario nella sua lucida crudezza, De Niro è un buon prete, Pitt inespressivo come sempre.

Trivex 18/03/16 09:39 - 1736 commenti

I gusti di Trivex

Indubbiamente molto drammatico e sostenuto da un ottimo cast di stelle del cinema, il film risulta notevole per la prima parte, per poi proseguire un poco zoppo e terminare in modo approssimativo e improbabile. Il tema molto forte e l'interpretazione più che adeguata dei protagonisti potevano essere finalizzate indubbiamente meglio, evitando non, a mio avviso, la durata (qualità, in prodotti del genere), bensì una sceneggiatura troppo favorevole a un finale costruito a tutti i costi con troppe casualità ed eventi di dubbio realismo.

Modo 16/07/18 00:31 - 947 commenti

I gusti di Modo

Bel film ricco d'azione, con un cast stellare; molto crudo ma sicuramente affascinante. Notevole l'impatto iniziale, un po' meno il finale. Forte denuncia a un carcere che non recupera i carcerati come invece dovrebbe. Problema oltretutto ancora attualissimo. Ottimo Kevin Bacon che ci sguazza, in queste parti riprovevoli. Non male nemmeno Brad Pitt e Dustin Hoffman. C'è pure un piccolo cameo di Vittorio Gassman. Merita sicuramente una visione, ma rivisto mantiene inalterata la sua attrazione.

Pessoa 31/12/18 15:38 - 2476 commenti

I gusti di Pessoa

Cast stellare per un gangster movie sui generis diretto con buona mano da un Levinson come al solito molto attento ai dettagli. Sceneggiatura discontinua con una prima parte (quella del riformatorio) molto interessante e coraggiosa mentre il finale (il processo) perde fluidità e risulta forse troppo verboso. Si sente l'influsso di Scorsese ma manca il tocco magico del regista italo-americano. Ottima la recitazione misurata di Gassman. Un bel film ma lontano dai capolavori del genere.
MEMORABILE: Tutta la scena del carretto degli hot dogs.

Rocchiola 12/11/21 10:21 - 947 commenti

I gusti di Rocchiola

Per una bravata finita male quattro ragazzini finiscono in riformatorio dove subiranno violenze ed abusi sessuali. Tredici anni dopo arriverà la vendetta. La prima parte che descrive la dura vita di quartiere dei protagonisti adolescenti è vivace e credibile, ma la parentesi carceraria è piuttosto pesante e la vendetta giudiziaria decisamente improbabile. Levinson aveva tutti gli elementi per un gran film, invece ha realizzato un polpettone moraleggiante, lento e verboso. Patric e Pitt belli ma inespressivi, De Niro e Hoffman di routine, alla fine il migliore è il malvagio Bacon.
MEMORABILE: Il carretto degli hot dog come la carrozzella della Corazzata Potemkin; La resa dei conti nella tavola calda.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Rosalba, la fanciulla di PompeiSpazio vuotoLocandina Motorcycle gangSpazio vuotoLocandina La piccola principessaSpazio vuotoLocandina Amanda

Katullo 13/11/21 09:45 - 324 commenti

I gusti di Katullo

Un' esca straordinaria per la critica anti americanista, "Sleepers" in realtà è un gran bel film che, se fosse stato affidato a una regia meno di parte e a interpreti più in sordina, avrebbe incassato poche vere stroncature. C'è persino da disgustarsi in riformatorio, dove chiunque ami un po' di crudeltà come si deve rischia di rimanere appagato. E se il De Niro da Bronx qualche rimpianto lo suscita, nemmeno tutto si può ricondurre in eterno sempre e solo ai fasti leoneschi. Senza rilassarsi, se ci si riesce, con i Levinson più pettinati e sacrificabili, forse, ma egregiamente pop.
MEMORABILE: La spensierata gioventù di quartiere e il carretto maledetto; Un avvocato difensore molto particolare; Il dilemma di padre Bobby.

Paulaster 21/01/22 09:55 - 4353 commenti

I gusti di Paulaster

Quattro ragazzini finiscono in riformatorio e vengono abusati. Storia che ricalca lo stile di C’era una volta in America e all’inizio non dispiace per le ricostruzioni, escluso il tributo alla carrozzella. Levinson non convince per un taglio che non va a fondo, sebbene il ruolo di un ottimo Bacon ne dia i presupposti. Il passaggio al tribunale allunga il film a dismisura, anche per mancanza di tensione emotiva. La conclusione insiste sui buoni sentimenti e non è recitata bene. Nel cast da urlo DeNiro è solo comprensivo, Hoffman ha qualche momento, Gassman dà prova di mestiere.
MEMORABILE: La partita a football; Bacon scoperto al ristorante; La matrice presentata dal prete.

Il ferrini 22/08/23 00:41 - 2326 commenti

I gusti di Il ferrini

Vengance movie con cast stellare diretto con mano sicura da Levinson, che ci regala anche alcune perle, tipo i ricordi proiettati come un film nella mano del protagonista. Bacon cattivo memorabile (scelta davvero coraggiosa accettare questo ruolo). In principio sicuramente giganteggiano di mestiere Gassman e soprattutto De Niro, ma in tutta la seconda parte - legal thriller - ruba spesso la scena un giovane ma già talentuoso Brad Pitt, deus ex machina del grande complotto giudiziario. Storia senza grandi sussulti ma certamente un prodotto solidissimo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Ciavazzaro • 24/07/09 12:12
    Scrivano - 5591 interventi
    A Devon Sawa venne offerto il ruolo di Michael Sullivan da giovane.
  • Discussione Buiomega71 • 14/01/11 19:56
    Consigliere - 25857 interventi
    Il fiacco Barry Levinson si crede Scorsese, ma Scorsese non è. E si vede , ahimè. Sopravvalutato e noiosissimo.
  • Discussione Galbo • 14/01/11 20:19
    Consigliere massimo - 3990 interventi
    Concordo, il film è deludente, il libro invece era molto piacevole.
  • Discussione Buiomega71 • 14/01/11 20:49
    Consigliere - 25857 interventi
    Già, magari in mano ad un altro regista sarebbe stato , se non un capolavoro, sicuramente un buon film. Ma Levinson è uno dei peggiori registi viventi. Non ne ha mai imbroccata una!
  • Discussione Gestarsh99 • 15/01/11 01:09
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il fiacco Barry Levinson si crede Scorsese, ma Scorsese non è. E si vede , ahimè. Sopravvalutato e noiosissimo.

    E dire che qualche annetto prima il buon allievo De Niro c'era riuscito in maniera egregia a mettere in pratica la lezione del maestro nel suo bellissimo Bronx (a parer mio un vero e proprio omaggio a Scorsese).
    Levinson purtroppo non riesce a fare altrettanto e finisce col creare un film poco coinvolgente e distante dallo spettatore, utilizzando turpi vicissitudini adolescenziali per giustificare la sadica piega giustizialista della seconda parte.
    Incommentabile poi l'assurdo atteggiamento del prete (sempre De Niro), che arriva a giurare il falso dinanzi alla corte solo per aderire all'occhioXocchio/denteXdente dei suoi giovani fedelissimi...Al di fuori di ogni logica e spiegazione!


    Buiomega71 ebbe a dire:
    ...Ma Levinson è uno dei peggiori registi viventi. Non ne ha mai imbroccata una!

    Beh, adesso non esageriamo... :)
    Stiamo pur sempre parlando del regista di opere importanti come Rain man- L'uomo della pioggia (ruffiano quanto si vuole ma impreziosito da un'interpretazione a dir poco superlativa da parte del grande Dustin Hoffman) e di pellicole caustiche ed azzeccate come Sesso e potere (un fanta-politico grottesco che fa un degno paio con il contemporaneo La seconda guerra civile americana di Joe Dante).
  • Discussione Buiomega71 • 15/01/11 11:12
    Consigliere - 25857 interventi
    No, no, non esagero. Per me Levinson rimane una pippa. Ruffiano Rain Man , inguardabili Sfera o Rivelazioni, bruttissimo A cena con gli amici, per non parlare di Good morning vietnam :(
  • Discussione Gestarsh99 • 15/01/11 12:07
    Vice capo scrivano - 21546 interventi
    In effetti gli altri titoli che hai citato non sono delle cime di bellezza...
    Però converrai che l'interpretazione di Hoffman in Rain man è una delle più realistiche nella storia del Cinema, fonte di ispirazione per tutti coloro che in seguito hanno voluto cimentarsi in parti analoghe (penso anche a personaggi di opere poco conosciute come Cube- Il cubo o Dead man's shoes).
  • Discussione Buiomega71 • 15/01/11 12:42
    Consigliere - 25857 interventi
    Perdonami Gesta, ma se trovo terribilmente noioso o ruffiano un film, non guardo l'attore principale. Sicuramente Hoffman è immenso in quel ruolo, ma ciò non toglie che Rain Man sia un film loffio e sopravvalutato.
  • Discussione Cangaceiro • 15/01/11 12:51
    Call center Davinotti - 740 interventi
    Per quel che riguarda Sleepers, riguardandolo un pò ieri sera e valutando ancora una volta il cast a disposizione la prima parola che viene in mente per giudicarlo è "incompiuta". Altro film bruttarello di Levinson è a mio avviso Bugsy, un gangster-movie ispirato ad una storia vera.
    Spezzo però una lancia in favore del regista: come ho segnalato nelle curiosità di Rain man Dustin Hoffman inizialmente faticò molto per entrare nella parte e ad un certo punto delle riprese voleva mollare tutto e andarsene. Fu Levinson a convincerlo a restare e a trovare il giusto modo di interpretare quel personaggio coi risultati che ancora oggi sono sotto gli occhi di tutti.
  • Discussione Etabeta • 9/01/24 16:23
    Disoccupato - 2 interventi
    Non trovo scandaloso che il prete eviti la punizione per una vendetta fatta "ex abrupto" da ragazzi che avevano subito violenze inenarrabili senza meritarle, e che si può dire quasi che abbiano pagato in anticipo la loro reazione.