Grand Hotel - Film (1932)

Grand Hotel
Media utenti
Titolo originale: Grand Hotel
Anno: 1932
Genere: commedia (bianco e nero)
Note: Tratto dal testo teatrale di Vicki Baum e dlla commedia “Grand Hotel” di William A. Drake.
Lo trovi su

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/04/08 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 30/04/08 17:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

In un albergo di lusso nella Berlino degli Anni Venti si incrociano le storie di nobili decaduti, ballerine sul viale del tramonto, cinici industriali, brillanti dattilografe, uomini gravemente malati ma ebbri di vita... Diretto e confezionato con elegante professionalità, trae linfa dall'abbinamento di melodramma e commedia e da un grande cast dominato dai due fratelli Barrymore e dalla Garbo. Si respira un'aria di romanticismo, dissolutezza, amarezza, disillusione.
MEMORABILE: «Grand Hotel: gente che viene, gente che va: tutto senza scopo».

Tiz91 19/01/13 17:29 - 5 commenti

I gusti di Tiz91

Un hotel qualunque in cui si incrociano storie, vite, esperienze di persone e personaggi unici nel loro genere. La grande forza di questo film risiede nel carisma di ogni singolo interprete. Un cast di star brillantissime amalgamato in modo perfetto: una Garbo stella del ballet in declino, una Crawford stenografa giovane, divertente, ma matura, due Barrymore estremamente perfetti nei ruoli di ladro e malato terminale deciso a vivere appieno il presente e un Beery burbero, spietato e attaccato soltanto al vil denaro.
MEMORABILE: Dr. Otternschlag: "Believe me, Mr. Kringelein, a man who is not with a woman is a dead man".

Pigro 4/04/13 08:57 - 9671 commenti

I gusti di Pigro

Prototipo degli all-star-movie, il film raccoglie i divi del momento in un’orchestrazione di storie che s’intrecciano nel crocevia simbolico e assoluto di un hotel sineddoche del mondo, da cui non si esce mai (nel film) se non da morti. Il tono brillante della commedia è intriso di venature cupe e drammatiche, scandite dal violento contrasto tra lo sfarzo e la centralità dei soldi (spesso mancanti) che accomuna i protagonisti: la dattilografa, l’industriale tessile, l’impiegato malato, il barone spiantato, la ballerina. Arioso con magone.

Faggi 10/04/16 19:52 - 1549 commenti

I gusti di Faggi

Ammetto di avere un debole per questa pellicola amara, con solo una punta agrodolce e dagli esiti fatali. La Garbo, languida e decadente, è disfatta dalla ipersensibilità; la Crawford, felina e scafata, nasconde dolcezze imprevedibili. Tutto il cast restituisce belle interpretazioni di personaggi comuni o particolari, ognuno con una sua storia unica. Anche gli intrecci della vicenda mi convincono, tutti svolti nel microcosmo di un hotel che fa da specchio del mondo.
MEMORABILE: "Grand Hotel... gente che viene, gente che va, tutto senza scopo" (il militare in congedo, nel finale).

Daniela 17/07/16 09:46 - 12670 commenti

I gusti di Daniela

In un gran hotel di Berlino, si intrecciano le vite di una ballerina in crisi innamorata di un barone ladro, un industriale cafone che vuol farsi la procace segretaria, un povero contabile malato incurabile che vuol assaporare il gusto del lusso... Storie di varia umanità che Goulding orchestra abilmente, in un film la cui importanza nella storia del cinama si deve al fatto d'essere il primo all stars, formula che verrà replicata poi innumerevoli volte, ma raramente con esiti tanto felici. Grandi prestazioni attoriali (Galbo, Lionel Barrymore), indimenticabile finale di struggente romanticismo

Edmund Goulding HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Una notte all'OperaSpazio vuotoLocandina TramontoSpazio vuotoLocandina La fiera delle illusioniSpazio vuotoLocandina Il filo del rasoio
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Homevideo Mco • 20/02/13 00:07
    Risorse umane - 9970 interventi
    In BLU-RAY dal 21 Febbraio 2013 per Warner Home Video.