Il pavone nero

Media utenti
Anno: 1975
Genere: erotico (colore)
Note: Ne esiste un'edizione hard.
Numero commenti presenti: 11

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/04/08 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 29/04/08 17:55 - 4692 commenti

I gusti di B. Legnani

Schubertiano, perché senza Karin sarebbe inguardabile. Operina assai modesta, ma forte per l’epoca, pure nell’edizione soft, che ho visto. Schubert stupenda. Trama pretestuosa (Karin rinuncia a stare in un hotel per vivere in una baracca...), con bamboline voodoo che saltano fuori da tutte le parti, al punto che quando appare un JB si prova quasi sollievo. Si cerca di valorizzare il poco che di cui si dispone (il mare, il ventilatore...). Involontariamente umoristico il personaggio di Don Powell.

Iochisono 8/05/08 23:21 - 133 commenti

I gusti di Iochisono

Terrificante copia de Il dio serpente, però con un fascino cinefilo accumulatosi nel tempo. Su tutto l'esistenza di una versione hard, realizzata girando con "attori" dominicani scene hard da insertare nel film e saltando completamente i primi 15 minuti (ma la storia non ne soffre!). La Schubert indossa una parrucca poiché era previsto che anche lei fosse controfigurata in alcuni inserti hard e così la sua controfigura, indossando la medesima parrucca, appare molto simile. La storia è sempre quella di una coppia in crisi insidiata dal voodoo.

Homesick 4/02/10 18:14 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Sulla falsariga de Il dio serpente, un erotico-esotico che adopera folklore caraibico (bamboline e frenetiche danze) ed un debole pretesto ecologista per dilungarsi sugli amplessi della Schubert, concedendosi qualche impennata orrorifica alla Massaccesi (la ragazza scorticata) e verniciature psichedeliche. Powell esibisce minaccioso il proprio orgoglio autoctono (nonché virile) e Ressel fa capolino come ingegnere ubriacone e pazzoide. Trama irrilevante, film poverissimo.

Trivex 7/03/10 16:15 - 1480 commenti

I gusti di Trivex

Dunque, ho visionato una versione senza le scene hard, con durata di 80 minuti circa. Il film è chiaramente falciato in maniera insostenibile, dimostrando chiaramente la sua inutilità in versione erotica. Complice il tremendo doppiaggio italiano, il prodotto perde infatti la sua indipendenza rispetto al progetto di ambito pornografico. Comunque l'ambientazione è carina e la Schubert porta con estrema dignità anni e fisico, proponendosi senza veli in scene d'erotismo senza arte, ma molto pesanti. I riti magici sono girati banalmente, ma sono molto morbosi.

Undying 25/04/10 02:51 - 3841 commenti

I gusti di Undying

Ingegnere italiano (Chris Avram) al seguito della moglie (Karin Schubert), si ritrova a Santo Domingo per supervisionare la realizzazione di una diga. La coppia si trova presto coinvolta in misteriosi rituali voodoo compiuti dal capo-religioso haitiano contrario ai lavori. Esotico, erotico e un tantino psichedelico, il film percorre lo stesso plot narrativo de Il dio serpente e quindi è -anch'esso- caratterizzato dal vuoto assoluto in termini di sceneggiatura. Qualche interessante ripresa, la scenografia naturale e una manciata di inserti hard non sono sufficienti a renderlo memorabile.

Luchi78 1/07/11 09:48 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Neanche le grazie di una Schubert in perfetta forma riescono a risollevare questo filmaccio dalla mediocrità totale. Gli inserti hard sono un inutile disturbo alla continuità del film, che comunque non propone niente di interessante né dal punto di vista della trama né da quello erotico.

Daidae 8/04/12 07:43 - 2730 commenti

I gusti di Daidae

Banale film di Civirani, regista che a mio avviso non ha lasciato una grande impronta nel cinema italiano. E banale anche il cast: la Schubert è sempre bella quanto mediocre nella recitazione. La trama? Il solito mix esotico-erotico. Non un filmaccio ma siamo sotto la sufficienza.

Fauno 22/09/12 22:27 - 1908 commenti

I gusti di Fauno

Civirani è un regista valido per immagini e tecnica cinematografica: qui negli stati di trance dovuti al ritmo voodoo usa bene gli effetti psichedelici; anche la bambola nera non è male, ma i suoi film sono talmente poveri di messaggi e discorsi che si dimenticano dopo neanche un giorno dalla visione. E sì che i titoli e le locandine prometterebbero davvero bene. Se ne salvano davvero pochi dei suoi fllm e questo prende una gran paga da qualsiasi esotic-movie. A meno che lo spettatore non sia in trance a sua volta, ma una trance davvero profonda...

Saintgifts 28/10/13 16:43 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Sotto il ventilatore da soffitto le scene che fanno guadagnare l'esclamativo. Il pallino invece, è per tutto il resto. Con il massimo rispetto per tutti coloro che hanno lavorato a questa pellicola, il giudizio tiene conto solo del prodotto finale, un'ammucchiata di tecniche e di argomenti (problemi di coppia, grandi lavori e conseguenti reazioni locali, riti voodoo con onnipresenti bamboline cangianti, un po' di gore, ecc.) legati assieme da quello che è lo scopo principale, il blando erotismo di quegli anni (l'edizione hard sarà forse più congrua).

Rufus68 17/03/18 00:08 - 3050 commenti

I gusti di Rufus68

Forse non proprio infimo, anche se è difficile giustificare (al netto delle interpolazioni hard, assolutamente inutili) tale filmino dallo svolgimento pedestre e, alla fin fine, nemmeno troppo morboso. A favore della mezza palla in più: il fisico della Schubert, davvero in gran forma, il (debole) sottotesto anticoloniale e il mestiere di Civirani (apprezzabile la scena psichedelica). Per una volta abbondiamo in generosità.

Zardoz35 19/03/20 14:03 - 246 commenti

I gusti di Zardoz35

Una trama non certo originale, specie nel periodo, un inserto hard del tutto inutile. Per il resto non si nega un'atmosfera decisamente morbosa e psichedelica, con la protagonista irretita prima cerebralmente e poi fisicamente dal santone di turno. La Schubert al massimo del suo splendore, anche se con orrende parrucche, Don Powell ci mette il fisico e un'espressione sempre indecifrabile. Alla fine, davvero poca cosa.
MEMORABILE: Il ventilatore non basta a eliminare il caldo soffocante e allora la Schubert si scatena in una scena lesbo con l'indigena.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Trivex • 25/04/10 10:27
    Segretario - 1292 interventi
    C'è anche una versione in italiano soft.
    Cercherò di fare un confronto con quella X-francese,poichè non ricordo bene il particolare dell'inizio e della colonna sonora..ma quest'ultima mi sembrava la stessa.
    Farò sapere!
  • Homevideo B. Legnani • 25/04/10 10:30
    Consigliere - 13720 interventi
    Se ben ricordo, gli inserti sono con attori estranei a film, ma fatti con una certa cura. E, sempre se ben rammento, ci dovrebbe essere una scena di auto-erotismo della Schubert (viste foto inequivocabili).
    Ultima modifica: 25/04/10 10:31 da B. Legnani
  • Curiosità Trivex • 25/04/10 10:30
    Segretario - 1292 interventi
    Undying ebbe a dire:
    L'ingegnere Marco (Chris Avram) è doppiato da Michele Kalamera, celebre alter ego vocale di Martin Landau in Spazio 1999.

    Da notate come, Il pavone nero, sia un rifacimento in senso stretto e non ufficiale de Il dio serpente (Piero Vivarelli, 1970) e come, Aristide Massaccesi, con Orgasmo nero (1980) riprenda, in parte, una buona dose di elementi da questi due film.

    A dir poco sfacciata - per quanto poco plausibile considerata la location - la pubblicità del J&B...



    Non fa troppo caldo per bere sempre whisky,in quei posti?:)
  • Homevideo B. Legnani • 25/04/10 10:32
    Consigliere - 13720 interventi
    Undying ebbe a dire:
    l'interessante commento di Iochisono

    Che oggi compie gli anni: http://www.imdb.com/name/nm2562167/
  • Homevideo Trivex • 25/04/10 10:47
    Segretario - 1292 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Se ben ricordo, gli inserti sono con attori estranei a film, ma fatti con una certa cura. E, sempre se ben rammento, ci dovrebbe essere una scena di auto-erotismo della Schubert (viste foto inequivocabili).

    La scena citata c'è!
    E nella versione X, effettivamente ci sono anche altri attori.
    Inoltre,pur rimanendo nel "soft",nella X la Schubert ha un lungo rapporto lesbo con la ragazza indigena presente nella casa,appena accennato nell'altra versione.
    Ultima modifica: 25/04/10 10:47 da Trivex
  • Homevideo B. Legnani • 25/04/10 11:07
    Consigliere - 13720 interventi
    Trivex ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Se ben ricordo, gli inserti sono con attori estranei a film, ma fatti con una certa cura. E, sempre se ben rammento, ci dovrebbe essere una scena di auto-erotismo della Schubert (viste foto inequivocabili).

    La scena citata c'è!
    E nella versione X, effettivamente ci sono anche altri attori.
    Inoltre,pur rimanendo nel "soft",nella X la Schubert ha un lungo rapporto lesbo con la ragazza indigena presente nella casa,appena accennato nell'altra versione.



    La Schubert aveva fatto hard ben prima di https://www.davinotti.com/film/morbosamente-vostra/14269
    Ultima modifica: 25/04/10 11:08 da B. Legnani
  • Homevideo Undying • 25/04/10 19:19
    Scrivano - 7633 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Undying ebbe a dire:
    l'interessante commento di Iochisono

    Che oggi compie gli anni: http://www.imdb.com/name/nm2562167/


    Se mai passasse da queste... colgo l'occasione per fare gli auguri di buon compleanno al simpaticissimo Luca...
  • Discussione Undying • 25/04/10 19:29
    Scrivano - 7633 interventi
    Trivex ebbe a dire nella SEZIONE CURIOSITA':
    Undying ebbe a dire:
    (...)

    A dir poco sfacciata - per quanto poco plausibile considerata la location - la pubblicità del J&B...



    Non fa troppo caldo per bere sempre whisky,in quei posti?:)


    Oltre a caldo, che rende quantomeno improbabile l'uso di tale prodotto, bisogna considerare che avrebbero dovuto riempire l'aereo di casse di J&B nel trasloco Italia/Santo Domingo, visto che bottiglie dello stesso appaiono un pò ovunque nel film...
    Ultima modifica: 25/04/10 19:33 da Undying
  • Discussione Trivex • 25/04/10 19:31
    Segretario - 1292 interventi
    Undying ebbe a dire:
    Trivex ebbe a dire nella SEZIONE CURIOSITA':
    Undying ebbe a dire:
    (...)

    A dir poco sfacciata - per quanto poco plausibile considerata la location - la pubblicità del J&B...



    Non fa troppo caldo per bere sempre whisky,in quei posti?:)


    Oltre a caldo, che rende quantomeno improbabile l'uso di tale prodotto, bisogna conisderare che avrebbero dovuto riempire l'aereo di casse di J&B nel trasloco Italia/Santo Domingo, visto che bottiglie dello stesso appaiono un pò ovunque nel film...


    Ah! Ah! E'vero..
  • Discussione Didda23 • 1/04/14 14:35
    Comunicazione esterna - 5712 interventi
    Da cambiare l'anno in 1975.

    Visto censura del 06/03/1975

    Distribuito nelle sale a metà giugno 1975