The night flier - Il volatore notturno

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The night flier
Anno: 1996
Genere: horror (colore)
Regia: Mark Pavia
Note: Tratto da Stephen King. E non "The night flyer".
Numero commenti presenti: 23
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dalle ultime riduzioni cinematografiche tratte da romanzi e racconti di Stephen King sono usciti prodotti mediocri (da TOMMYKNOCKERS a I SONNAMBULI); era quindi lecito attendersi dallo sconosciuto regista Mark Pavia un film concepito sulla medesima falsariga e invece... Invece THE NIGHT FLIER si propone come horror a tratti suggestivo, complice anche l'affascinante figura del nero antieroe del titolo, una sorta di Olandese Volante dell'aria che compare e scompare negli aeroporti col suo piccolo Cessna lasciando dietro di sé morte e orrore. Vestito di mantello nero e cappello napoleonico, l’infernale...Leggi tutto Dwight Renfield (e qui i draculologi capiranno la provenienza del nome) non sa però di avere sulle sue tracce un mastino come Richard Dees (Ferrer), giornalista di cronaca nerissima sempre alla ricerca del colpo da prima pagina. Il lungo duello tra i due, che invero si protrae stancamente fino a oltre metà film tra minacce reciproche, trova inaspettatamente la sua degna conclusione nel finale all'aeroporto, immaginifico sprazzo di talento visionario del regista, che lo vira in un bianco e nero da incubo immergendolo in fumi sulfurei che salgono dal pavimento assieme a torme di zombi vendicativi. Se non fosse per la ridicola maschera dell' “aviatore notturno”, poco inserita in un contesto in fondo quasi credibile e degna piuttosto dei peggiori film di lupi mannari, THE NIGHT FLIER riuscirebbe forse a paralizzarci in quello stato di ansietà caratteristico degli horror più coinvolgenti, finendo anche con lo stupirci grazie all'ultimo colpo di scena. Passiamo però ai punti dolenti: detto di una regia difettosa che trasforma l'intera prima parte in un piccolo condensato del peggior Stephen King (ricerca di un inesistente “sense of wonder”, primi piani su volti attoniti e apparentemente “posseduti”, flashback canonici di personaggi canonici come il vecchietto dell'aeroporto, tipico esemplare di matrice “kinghiana”...), stupisce l’incredibile numero di particolari abbozzati e mal chiariti, di eventi che non hanno ragion d'essere... Sembra di assistere a una delle tipiche riduzioni da King in cui la concentrazione del troppo materiale di partenza costringe i registi a troncare sottintesi importanti o a non concludere le troppe situazioni lasciate in sospeso. Ma non dimentichiamo che THE NIGHT FLIER era solo un racconto, non il solito romanzo da mille pagine! Perché allora non curare di più la sceneggiatura? Consoliamoci quindi con il finale e le belle musiche di impronta classica, cornice intrigante di un film controverso come gli attori che vi recitano: a volte sembrano dei virtuosi, altre impressionano per una pochezza espressiva tremenda. Buone dosi di gore!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 24/02/07 14:56 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Uscito un po' in sordina nel 1996 e poco pubblicizzato, questo film secondo me è piuttosto godibile. Non ci troviamo di fronte a un capolavoro, per carità, però secondo me fa bene il suo dovere dando un senso di inquietudine in chi lo guarda. Molto bello il finale, che definirei apocalittico. Il cast è completamente anonimo, a parte Miguel Ferrer.

Deepred89 4/05/07 19:09 - 3408 commenti

I gusti di Deepred89

Grande film ingiustamente dimenticato. Incredibilmente crudele e disperato, rappresenta dei personaggi così cinici e sgradevoli da mettere in ombra lo stesso Night Flier. La storia è veloce e interessante e la regia è sorprendentemente abile nel costruire tensione, senza lesinare in scene splatter (abbondanti e ben realizzate). Anche gli attori se la cavano bene (sopreattutto l'ottimo Ferrer) e le musiche sono sicuramente funzionali. C'è qualche incertezza narrativa nella parte centrale, ma il film rimane validissimo.

Undying 6/05/07 18:13 - 3819 commenti

I gusti di Undying

Senz'altro ben diretto, ottimamente interpretato e reso interessante dai buoni effetti speciali. Per contro vittima di un soggetto trito e ri-trito (uffa, questi vampiri!) indebolito dal tentativo, quasi risibile, di rendere il succhiasangue anche pilota d'aereo. Funziona meglio sulla carta, insomma, che non sullo schermo, anche se tra le trasposizioni cinematografiche di King questa si colloca a metà strada tra il peggio (Brivido) ed il meglio (Shining). Alato.

Caesars 26/07/07 09:10 - 3045 commenti

I gusti di Caesars

Le atmosfere sono buone e interessante è anche il tentativo da parte di King di modernizzare il personaggio del "vampiro" facendolo spostare a bordo di un piccolo aeroplano. Pavia riesce a creare momenti di buona suspense... eppure non tutto funziona, soprattutto a livello di sceneggiatura; sono infatti troppi i nodi che non vengono al pettine facendo sì che il risultato finale sia decisamente inferiore a quanto ipotizzabile fino a 2/3 della pellicola. Comunque un discreto adattamento da King, ben lontano dai migliori ma anche dai peggiori.

El topo 12/05/08 20:21 - 6 commenti

I gusti di El topo

Trasposizione kinghiana (ennesima) con elementi di indubbia presa: il fascino dei voli notturni in cesna da parte del vampiro è restituito in toto, la notturnità (interiore ed esteriore) della lotta tra uomo e monstrum è dipinta grazie a un'atmosfera sonnanbolica che sa però dosare squarci di dissanguata ferinità. Assolutamente da recuperare.

Ciavazzaro 15/03/09 12:34 - 4771 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Bello. Molto d'atmosfera, con un crescendo notevole che arriva a un finale che non mostra moltissimo e che per questo è molto più inquietante (la scena nel bagno dell'aereoporto dove il succhiasangue ha compiuto una strage, con il protagonista che osserva il vampiro da uno specchio). Buoni attori, ottima tensione. Un piccolo gioiellino.

Brainiac 20/03/09 13:04 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Non capisco il motivo per cui questo film sia rimasto quasi "invisibile". Si tratta di un vero gioiello: inannanzi tutto perché riesce nell'impresa di non rovinare un racconto di Stephen King (sport nazionale dei registi americani, Kubrick e Reiner esclusi, ovviamente). Un'altra freccia al suo arco è il finale, beffardo come se ne vorrebberro molti. C'è anche una lucida critica al sensazionalismo mediatico e non è poco. Infine gli effetti speciali, semplici e cruenti. Gran film, che polverizza il 90 per cento dell'horror contemporaneo. Sarà un cult futuro.

Daniela 21/03/09 23:23 - 10781 commenti

I gusti di Daniela

Horrorino che dilata un racconto di King aggiungendovi un finale emoglobinico, che fa perdonare le incertezze di sceneggiatura.I vampiri moderni si devono essere impigriti, perchè qui ne abbiamo uno che, invece di trasformarsi in pipistrello e sbattere le alucce, vola a caccia di prede pilotando un Cesna. Sulle sue tracce si mette il giornalista di una rivista scandalistica, un tipo cinico e baro capace di prendere a calci una lapide tombale per renderla più fotogenica. Convincente il protagonista Miguel Ferrer, che sembra il clone del babbo José.
MEMORABILE: La scena nella toilette, il finale

Puppigallo 7/11/09 09:46 - 4685 commenti

I gusti di Puppigallo

Soddisfacente horror, che riesce a creare una giusta, malsana atmosfera partendo dal peggio della carta stampata (la classica rivista spazzatura sul paranormale, sui mostri) e arrivando proprio dove qualunque reporter di pseudoboiate vorrebbe giungere (al mostro vero, che va oltre le più rosee e giustamente disincantate aspettative). La confezione è dignitosa, i dialoghi, la ricerca e i vari contatti danno il giusto quantitativo di linfa vitale alla pellicola; e gli attori, soprattutto il protagonista, se la cavano bene. Consigliabile come buona variante vampiresca.
MEMORABILE: Il reporter al testimone: "Conosce il mio giornale?". E lui: "Sì, ci fodero la cassetta del gatto; assorbe la pipì che è una bellezza".

Greymouser 2/05/10 13:53 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Horror solido, molto sottovalutato e misconosciuto, e sicuramente fra le migliori produzioni tratte da uno scritto di Stephen King, sempre molto maltrattato (anche per sua colpa) dalla cinematografia di genere. Il "volatore notturno" si giova di una sceneggiatura senza fronzoli, una regia ispirata e capace di allestire scene da incubo con un certo talento visionario (che fine avrà fatto 'sto Pavia?), nonchè di mantenere il giusto mistero sulla figura del sinistro aviatore. La sequenza del massacro finale è memorabile.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Rebis 19/08/11 23:06 - 2149 commenti

I gusti di Rebis

"Non credere a ciò che scrivi e non scrivere ciò in cui credi": regola number one per lo sciacallaggio giornalistico dove il predatore è a sua volta predato… Pur non riservando grosse sorprese e muovendosi su coordinate usuali, il vampire-movie di Pavia riesce a generare un fitto clima di attesa e mistero, e a trascendere il Volatore Notturno in figura allegorica (la morte? il destino? la colpa?). Il racconto di King offriva già materiale buono e inedito: l'adattamento ne rispetta l'estroso aggiornamento iconografico, senza evitare qualche grossolanità. Efficace il bogartiano Ferrer.
MEMORABILE: La pipì rosso sangue...

Galbo 22/08/11 05:58 - 11702 commenti

I gusti di Galbo

L’idea del killer-pilota che vola nei celi delle piccole città d’America, seminando sangue e morti è intrigante, e l’ha avuta infatti Stephen King che ci ha scritto un racconto. Il film che ne è stato tratto è un onesto prodotto artigianale, realizzato con lo spirito del b-movie. Buona caratterizzazione ambientale, effetti semplici ma efficaci. Magari la psicologia dei personaggi (in primis il rude giornalista/investigatore) è stereotipata e segue troppi clichè ma il film è in fondo godibile e si lascia vedere con piacere.

Rambo90 5/07/12 14:15 - 6876 commenti

I gusti di Rambo90

Trasposizione molto fedele del bel racconto di King; ben diretta, con un'ottima atmosfera e una tensione crescente. Notevole colonna sonora e qualche effetto sanguinolento non disprezzabile. Bravi Ferrer e Monahan (irriconoscibile rispetto ai tempi di Porky's), sorprendente il finale beffardo, diverso dal racconto e più cinico. Un film da rivalutare.

Cotola 4/04/13 23:53 - 8056 commenti

I gusti di Cotola

Si respira una sana aria di horror d'altri tempi (anni Ottanta) in questa "piccola" ma gustosa pellicola firmata da Mark Pavia. La trama non è il massimo dell'originalità per temi e sviluppi (compreso il finale "cattivo") ma il lavoro si rivela ben fatto e può contare su delle atmosfere molto azzeccate, degli effetti speciali piacevolmente splatterosi e delle musiche, a tratti, funzionali al resto del film. Bravo anche il protagonista Ferrer. Non male eppure una delle migliori trasposizioni da un libro (per la precisione un racconto) di King.

Lucius 19/12/13 12:20 - 2940 commenti

I gusti di Lucius

Un horror di tutto rispetto, con una regia professionale in grado di dosare la giusta suspense nei momenti in cui è richiesta e con un comparto tecnico valido. Tra stranianti atmosfere e voli pindarici: la paura è di casa. Una volta tanto un vampiro non sui generis. Un lavoro che non può che lasciare soddisfatti i cultori del genere. L'eccellente "Floating into the night" di Julee Cruise sarebbe stato indicatissimo anche per questa pellicola.

Myvincent 16/04/14 20:29 - 2958 commenti

I gusti di Myvincent

L'inventiva fervida di Stephen King non si smentisce in questo racconto horror che ha come protagonista un misterioso, terrificante vampiro a bordo del suo sinistro velivolo. Miguel Ferrer ha la faccia giusta per affrontare con bravura il ruolo di contraltare al male, portando valore a una pellicola dal ritmo lento e dallo scorrimento un po' annodato. Non tra le migliori trasposizioni dal geniale scrittore...

Rigoletto 7/03/15 10:07 - 1665 commenti

I gusti di Rigoletto

A volte la vita è strana; tu programmi la visualizzazione di un film e ci riesci 18 anni dopo, ma a parte la lungaggine è un film che vale la pena vedere e tutto sommato l'attesa è stata ben ripagata. Un prodotto che guarda al passato, costruito in maniera artigianale, con pochi attori (di cui solo uno abbastanza conosciuto) e capace di dare libero sfogo alla fantasia. Pavia segue il libro di King ed è abile nel creare un horror ricco di attesa e di tensione che, oltretutto, dona allo spettatore un finale (era ora) non convenzionale.

Minitina80 11/03/15 00:26 - 2632 commenti

I gusti di Minitina80

Vale la pena vederlo anche solo per lo splendido finale, onirico e con colpetto di scena a chiudere. L’omicida, inseguito e braccato da un bravo Ferrer, è un chiaro omaggio al più celebre conte descritto da Stoker ed è caratterizzato ed esasperato al punto da renderlo poco credibile, sopratutto quando si mostra nei particolari. Nonostante tutto una buona trasposizione cinematografica, con un'atmosfera cupa e malsana che tiene in sospeso fino al finale rivelatore.

Taxius 2/11/15 16:44 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Interessante e originale horror anni 90 ingiustamente dimenticato dai più, il che è un vero peccato. Tratto da un racconto di King è un film riuscito e, anche se girato con stampo televisivo, riesce a creare tensione grazie soprattutto all'atmosfera cupa che trasmette. L'andamento, pur non essendo molto veloce, tiene incollati alla poltrona fino al tremendo epilogo finale; eh si, perché gli ultimi 5 minuti sono veramente allucinanti e geniali e fanno riconsiderare tutto il film sotto una luce diversa.
MEMORABILE: Non credere a ciò che scrivi e non scrivere ciò in cui credi.

Rufus68 26/03/17 00:39 - 3394 commenti

I gusti di Rufus68

Uno dei rari horror americani dell'ultimo ventennio che rifuggono dalle mode, dall'effettistica da quattro soldi e, soprattutto, da adolescenti e mocciosi. Lineare, solido e con un finale di bella tensione (anche se - era difficile resistere alla tentazione - mostra troppo). Non tutto funziona: i caratteri sono risaputi così come la metafora giornalismo/vampirismo: le vittime che risorgono grazie alla forza dei rimorsi, però, sono una bella trovata. Apprezzabile il cinismo diffuso.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Vito 29/03/17 05:20 - 686 commenti

I gusti di Vito

Lo sconosciuto Mark Pavia (poi praticamente sparito) sforna un ottimo horror, gustoso e raccapricciante. Da un raccontino di King esce fuori una bella pellicola del terrore oscura e allucinata. L'indagine del cinico giornalista Miguel Ferrer su un vampiro che uccide nei piccoli aeroporti è lenta ma appassiona, fino alla festa finale splatter che colpisce forte. Consigliatissimo.

Siska80 9/06/20 12:10 - 1605 commenti

I gusti di Siska80

La spaventosa atmosfera del racconto di King viene riprodotta ad arte da Pavia, il quale realizza un piccolo gioiello supportato ottimamente dalle inquietanti musiche di Keane. Raggelante l'idea del vampiro che si aggira nei cieli con un velivolo nero, così come la domanda che sorge spontanea dopo la visione: il mostro è uno solo, oppure i due reporter protagonisti (disposti a scannarsi per lo scoop del secolo) gli fanno degna concorrenza? Discreto il cast,  bellissimo il finale splatter.

Trivex 5/02/21 10:39 - 1590 commenti

I gusti di Trivex

Notevole scuro e angosciante delirio di sangue, con una succulenta atmosfera “retrò” ascrivibile al decennio precedente e con momenti piuttosto violenti e disturbanti. Il viaggiatore notturno è un mistero di vita e di morte e quando si scatena i risultati sono solo massacri. Il regista porta bene il “fantasy horror” in scena, facendolo viaggiare in parallelo con un altro orrore, quello credibile e reale della spregiudicatezza giornalistica che diventa uno spietato strumento di lavoro, senza regole e ritegno. Molto bravo il protagonista, ma oltre la media tutti i partecipanti.
MEMORABILE: L'incidente stradale; L'aereo, nero fuori e "rosso" dentro; Il terribile finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Mco • 19/08/11 16:44
    Scrivano - 9873 interventi
    Confermo, indirettamente, il suesposto di Rebis e, direttamente, le presunzioni del grande Buio.
    La durata della versione vhs Medusa in mio possesso: 93 minuti ca.
  • Discussione Buiomega71 • 19/08/11 17:51
    Pianificazione e progetti - 23209 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    Il fatto è che il film passa spesso anche in seconda serata e in fascia notturna (e pare sia passato pure alla Notte Horror), tra cui un passaggio recente a notte fonda su mediaset. A questo punto mi viene da ipotizzare che per la seconda serata abbiamo mantenuto il master per il passaggio delle 20.45.

    Mha...per me molti si confondono con la prime time della prima visione. Non credo facciano passare il film cut anche dopo le 22.30. Di solito la versione "seconda serata vm 14" è intonsa. Però tutto può essere...
    Ultima modifica: 19/08/11 17:59 da Buiomega71
  • Discussione Rebis • 19/08/11 18:56
    Contatti col mondo - 4320 interventi
    Comunque non sarebbe il primo caso di VM 14 tagliato in seconda serata: un esempio è Splatters di Jackson passato cut in una Notte Horror di anni or sono e pure, di recente La Terza Madre di Argento su Iris.

    Confermo anch'io la coincidenza tra vhs e dvd medusa con la sola differenza che quest'ultimo è stato restaurato e ha il formato corretto mentre la vhs è un pan&scan.
    Ultima modifica: 19/08/11 23:48 da Rebis
  • Discussione Buiomega71 • 19/08/11 19:02
    Pianificazione e progetti - 23209 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Comunque non sarebbe il primo caso di VM 14 tagliato in seconda serata: un esempio è Splatters di Jackson passato cut in una Notte Horror di anni or sono e pure, di recente La Terza Madre di Argento su Iris.

    Confermo anch'io la coincidenza tra vhs e dvd medusa con la sola differenza che quest'ultimo è stata restaurato e ha il formato corretto mentre la vhs è un pan&scan.


    Mi è nuova questa "arte censoria" sui vm 14. Sapevo sì dei 18, ma non dei 14...Mha...
  • Discussione Rebis • 19/08/11 19:07
    Contatti col mondo - 4320 interventi
    Credo proprio che i censori tv se ne sbattano il giusto... Né arte nè parte :)
  • Discussione Buiomega71 • 19/08/11 19:11
    Pianificazione e progetti - 23209 interventi
    Allora le regole della famigerata "legge mammì" vanno un pò a farsi friggere...
  • Discussione Deepred89 • 19/08/11 19:27
    Comunicazione esterna - 1449 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Comunque non sarebbe il primo caso di VM 14 tagliato in seconda serata: un esempio è Splatters di Jackson passato cut in una Notte Horror di anni or sono e pure, di recente La Terza Madre di Argento su Iris.

    Confermo anch'io la coincidenza tra vhs e dvd medusa con la sola differenza che quest'ultimo è stata restaurato e ha il formato corretto mentre la vhs è un pan&scan.


    Non sapevo de La terza madre. Ma aggiungo Profondo rosso, Cannibal Ferox, Roma violenta e Arancia meccanica in seconda serata e terza serata, e Lo squalo e Final Destination in prima serata, tutti tagliati. Sono pur sempre eccezioni (così come esistono rari casi di VM18 uncut in tv) ma ogni tanto capita.
    Ultima modifica: 19/08/11 19:28 da Deepred89
  • Homevideo M.shannon • 7/02/14 14:53
    Disoccupato - 310 interventi
    la durata della Vhs Medusa è 1:33:04

    (fotogramma minuto 24:31)

    Ultima modifica: 7/02/14 17:56 da Zender
  • Homevideo Buiomega71 • 24/09/16 11:08
    Pianificazione e progetti - 23209 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Medusa:

    Ultima modifica: 24/09/16 13:34 da Zender
  • Curiosità Siska80 • 10/06/20 13:18
    Archivista in seconda - 468 interventi
    Parecchie foto presenti nell'ufficio stampa immortalano veri delitti, (inclusa quella della prostituta orribilmente mutilata).Questi scatti appartenevano ad un detective attivo a Los Angeles tra il 1930 e il 1950, e vennero successivamente pubblicati in una raccolta dal titolo "Scene del crimine".

    Fonte: Imdb
    https://www.imdb.com/title/tt0119784/trivia