Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Antonio Albanese torna sul lago, in quella Olginate (nel lecchese) dove è nato e cresciuto, per ambientarvi una cupa vicenda emblematica di un momento significativo della nostra storia recente. Antonio (non a caso l'attore mantiene il nome proprio) è divorziato, vive con la madre e, in prepensionamento, lavora da quarantacinque anni come operaio nella stessa fabbrica. Il matrimonio dell'unica figlia (Bottone) è l'occasione, per lui, di investire parte dei risparmi di una vita nell'organizzazione di un evento che ritiene straordinario e importantissimo. Si reca così in banca per ritirare il denaro necessario, ma qui il direttore gli consiglia non di disinvestire...Leggi tutto dalle azioni che, a suo dire, veleggiano col vento in poppa, ma di farsi concedere un prestito (per il matrimonio e l'apparecchio acustico per sua madre servono circa trentamila euro) da pagarsi proprio con gli interessi delle medesime.

Antonio si fida; nemmeno sapeva che qualcuno gli avesse convertito - chissà quando - in azioni i risparmi che aveva al tempo investito in obbligazioni, ma di fronte al fluente eloquio del nuovo direttore accetta di mettersi nelle sue mani. Non passa molto, però, prima che si spargano inquietante voci sul non felice andamento della banca. Da una parte c'è chi mette in allarme, dall'altra chi rassicura. Antonio, un po' per pigrizia, molto perché convinto che nulla di così grave possa accadere al suo capitale, sceglie di attendere...

Il racconto procede senza alcuna frenesia, anzi incagliandosi più volte in pause e rallentamenti che hanno sì, parzialmente, la forza di spingere alla riflessione, ma nello stesso tempo danno l'impressione di un'attesa eccessivamente prolungata per prepararci a ciò che facilmente si può prevedere. Perché Albanese in regia sceglie di soffermarsi a descrivere la normalità del quotidiano, di puntare a rendere prima di ogni cosa credibile il quadro in cui ci si muove, puntando a scavare nel dramma, preoccupandosi di non eccedere mai; lo scopo è quello di dare del suo Antonio il ritratto più vicino possibile a quello dell'uomo comune che si ritrova ad annaspare senza colpe vere in un gorgo che lo risucchia inesorabile verso il basso. Da rimproverarsi ha solo l'ingenuità di chi crede nel prossimo senza figurarsi le insidie di un mondo che ogni giorno di più non lascia scampo a chi non si premura d'informarsi sui rischi che si corrono in banca.

I casi di troppi risparmiatori subdolamente truffati da chi ha approfittato della loro candida, incolpevole (almeno in un mondo giusto) ignoranza trovano nel film una rappresentazione a suo modo esemplare, che l'Albanese attore conduce con la qualità nella recitazione che lo contraddistingue da sempre (e che similmente si era fatta apprezzare nel più riuscito GIORNI E NUVOLE). Bandita ogni battuta, l'attenzione è rivolta alla costruzione, intorno a lui, di una famiglia e di un mondo che per ogni componente trova la sua giusta collocazione, anche in personaggi che sembrano marginali e superflui come la donna sposata (Toffolatti) con cui ha da tempo una relazione.

Una Olginate plumbea fa da sfondo con qualche bello scorcio sul lago e altri “urbani” meno interessanti ma funzionali. Imperfetto, fin troppo attendista, a volte stanco come il suo protagonista, un film comunque sincero e vicino a un dramma comune che troppo facilmente la società ha dimenticato, così come le sue vittime. Tra gli amici della bocciofila l'ex collega di Gialappa's Bebo Storti.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/11/23 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 2/12/23 00:22 - 7633 commenti

I gusti di Rambo90

Albanese ci tiene a raccontare un ritratto che sia quanto più veritiero possibile di ciò che accade a tante persone comuni. In varie occasioni commuove, anche se il film si inceppa spesso in pause o sottotrame poco utili, soprattutto quando si capisce dopo pochi minuti quale saranno le evoluzioni della storia e del personaggio. Non si può comunque non apprezzare la sua interpretazione, così come alcuni momenti genuinamente dolorosi di un film cupo e sincero, ma imperfetto.

Markus 25/11/23 09:53 - 3674 commenti

I gusti di Markus

Probabilmente il film più sincero e per certi versi commovente di Albanese, che ritrae con genuinità il dramma di una persona qualunque che, a causa degli investimenti in una banca (contratti spesso firmati non mostrando attenzione), perde tutti i suoi risparmi per il fallimento della stessa. Cronache che ben conosciamo, ma che l'attore lecchese (il film è ambientato a Olginate, sua località d'origine prima del successo) disegna in tutta la sua squallida e triste realtà. Più che bello, un film importante e ben interpretato. E' proprio vero che i soldi non fanno la felicità.

Gabrius79 26/11/23 22:24 - 1418 commenti

I gusti di Gabrius79

Bel film di e con Antonio Albanese che con grandissima intensità interpreta un uomo semplice e ingenuo che viene depauperato in banca dei risparmi di una vita. Tratta da una storia vera, la pellicola sa essere un pugno allo stomaco. Parte in modo tranquillo fino ad arrivare a picchi che generano rabbia anche nello spettatore, che si immedesima nel protagonista. Attori di contorno non troppo messi a fuoco, ma va menzionata una brava Giulia Lazzarini nei panni dell’anziana madre. Coinvolgente.

Pinhead80 27/11/23 16:28 - 4707 commenti

I gusti di Pinhead80

Antonio è un uomo mite e sereno che, dopo una vita di lavoro e sacrifici, cerca di coronare il proprio sogno di realizzare un matrimonio perfetto per la figlia. Scoprirà sua malgrado che la banca gli ha portato via non solo il denaro ma anche tutti i sogni. Albanese è bravissimo a interpretare un personaggio in cui è facile immedesimarsi per l'onestà e per la sincerità che trasmette. L'opera è un durissimo atto di denuncia nei confronti di un sistema che si fa gioco dei più deboli dopo averli indotti a fidarsi di loro. Impossibile rimanere indifferenti di fronte a tutto questo.

Gordon 17/12/23 12:47 - 260 commenti

I gusti di Gordon

Sicuramente toccante per chi abita quei territori, il film è candido tanto quanto il suo protagonista, un Albanese a tratti scolastico ma via via più profondo, fino all'epilogo tragico ma ben studiato, per quanto un po' telefonato. Per il resto anche gli altri comprimari - complice la sceneggiatura - alternano momenti brillanti ad altri meno, ma ciò non stona con l'ambientazione di provincia vera. Particolarmente convincenti infatti le scene in esterna, che valgono bene qualche pausa narrativa.
MEMORABILE: Albanese alla Polizia: "Vi fidate più di lui (l'ex direttore della banca) che di me".

Caesars 10/01/24 16:18 - 3766 commenti

I gusti di Caesars

Il tema del film è, purtroppo, sempre attualissimo: risparmiatori che incautamente affidano tutti i loro risparmi a persone che credono degne di fiducia, col rischio di perdere tutto. Plauso va dato a Albanese per aver portato sullo schermo un personaggio assai credibile, che vede la sua vita in progressivo disfacimento. Il film ha però molti momenti di vuoto che, uniti al fatto che è facilmente prevedibile dove la storia vada a parare, appesantiscono inutilmente la visione. Sostanzialmente un film più importante che realmente riuscito.

Antonio Albanese HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Uomo d'acqua dolceSpazio vuotoLocandina La fame e la seteSpazio vuotoLocandina Il nostro matrimonio è in crisiSpazio vuotoLocandina Contromano
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.