LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Rumoroso spettacolo paracircense che poco ha a che vedere coi ritmi cadenzati e l'atmosfera fiabesca del numero uno. Meglio, si dirà, in un oceano di sequel che si limitano a replicare quanto detto nel modello per esser certi di non sbagliare. Purtroppo, come noto, cambiare non significa necessariamente migliorare. In questo caso si recupera parzialmente in simpatia ma si affolla la scena di talmente tanti gremlins impazziti che l'effetto è quello delle più caotiche e meno divertenti sequenze dei muppets in cui i celebri pupazzi urlavano e sbraitavano in gruppo facendo tutti un po' quel che capitava. E dire che i primi minuti sembravano riprendere in pieno lo spirito del prototipo...Leggi tutto, con il cinese (Luke) custode di Gizmo che resiste con saggezza a chi pretende di comprargli il negozio per far spazio a un gigantesco palazzo. Il palazzo si farà lo stesso, naturalmente (a cinese morto), e nel laboratorio ai piani alti in cui si studiano la clonazione e molto altro (diretto nientemeno che da Christopher Lee!) finirà proprio Gizmo, tenero come sempre, con le sue orecchione basse e gli occhi enormi. Billy (Galligan) e Kate (Cates), che nel grattacielo lavorano e recuperano il loro piccolo amico, ricordano bene che non va bagnato e che non gli va dato da mangiare dopo la mezzanotte, ma a farlo ci pensa uno degli inservienti (Astin): nel fallito tentativo di riparare un rubinetto schizzerà Gizmo il quale, contorcendosi, sparerà dal proprio corpo le malefiche uova pelose contenenti gli odiosissimi mostriciattoli suoi simili. Il danno è fatto e da qui prende l'avvio quasi un altro film, dapprima con gli orsetti pelosi e dispettosi che iniziano a far danni, poi con i mostri veri e propri, neri e più grandi, che si moltiplicheranno a dismisura distruggendo tutto e tutti in un imprevedibile crescendo catastrofico che purtroppo presto stanca. Dante, come già nel numero uno, gioca la carta del citazionismo spinto infilando una miriade di omaggi e riferimenti al cinema e al mondo che al cinema gira intorno (in una scontatissima meta-gag c'è pure il celebre critico Leonard Maltin che spara a zero sul primo Gremlins mostrandone la videocassetta) mandando in sollucchero gli appassionati che amano divertirsi a riconoscerli; non può però essere solo questo a giustificare una simile accozzaglia indiscriminata di dispetti infantili, numeri musicali da muppet show (per l'appunto), scherzi da cartoni animati (non un caso che il film si apra e si chiuda su una divertita presa in giro dei Looney toones) e gag spesso più elementari di quanto non si voglia far credere. Perché nel film non c'è altro, sia chiaro. La trama non esiste, i dialoghi sono anonimi quanto il cast (Galligan e Cates sembravano molto più indicati alle atmosfere sognanti del primo capitolo che al rutilante bailamme di questo sequel), il gremlin che straparla con terminologia forbita e occhialini (doppiato da Gammino) non ha ragion d'essere, la gremlin in abito da sposa fa pensare a Miss Piggy e Gizmo continua imperterrito a intenerire con sguardi languidi e tristi (ma quando cammina mette in mostra un'animazione assai deficitaria). Stereotipati tutti i personaggi negativi, scialbi quelli positivi per una sorta di cartoon mascherato che se non fosse per la solita messe di citazioni si potrebbe credere indirizzato esclusivamente a un pubblico di ragazzini; che però preferiscono i cartoni "veri" (e non a caso gli incassi hanno deluso ampiamente).
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/06/07 DAL BENEMERITO PUPPIGALLO POI DAVINOTTATO IL GIORNO 19/11/19
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 28/07/07 19:32 - 1932 commenti

I gusti di Fabbiu

Nonostante fossero già validi, gli effetti speciali sono migliorati e anche di molto; i Gremlins (questa nuova stirpe) sono anche più incattiviti e pericolosi e fanno veramente di tutto... il problema è che Joe Dante decide di abbandonare quella atmosfera horrorifica e semiseria di prima per far affogare il tutto nella pura demenzialità. Forse è per questo che, nonostante sia fatto meglio, il film sembra essere inferiore al primo. E dal secondo tempo in poi tutto diventa una gran baracconata, in un certo senso un grande spreco di idee...

Puppigallo 8/06/07 09:10 - 4508 commenti

I gusti di Puppigallo

Gremlins 2 nasce sull’onda dei primi esperimenti genetici. Quasi tutto ambientato al chiuso, in un palazzone di una multinazionale con annesso laboratorio di esperimenti (gestito da Christopher Lee: la vera nota lieta della pellicola, che mentre osserva il gremlin pipistrello solleva il labbro mostrando i canini, memore del suo passato cinematografico vampiresco). In generale, il film è un guazzabuglio con molti pupazzi, effetti (stop motion compresa) e qua e là uno humor più passabile del primo episodio. Vedibile con allegrezza e leggerezza.

Galbo 2/11/07 07:29 - 11379 commenti

I gusti di Galbo

Dopo qualche anno dalla realizzazione del primo episodio, il regista Dante ripropone le vicende dei piccoli mostri spostando il registro narrativo da quello intimistico familiare ad un contesto più ampio ma anche più dispersivo (i mostri questa volta si impadroniscono di un intero edificio e non manca il solito scienziato pazzo). Benché tecnicamente meglio realizzato però, il film appare troppo dispersivo e manca l'umorismo graffiante, che fa qui posto ad una sorta di commedia horror demenziale. Non molto riuscito.

Undying 3/11/07 19:40 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Non si sentiva la necessità di un sequel: già il primo capitolo aveva, a suo modo, scritto la parola fine. Di certo il maggior utilizzo di effetti speciali è l'unico motivo che sta alla base dell'intera operazione, resa sufficiente grazie all'inserimento, nel cast, dell'icona horror per eccellenza (Christopher Lee) ed impreziosita dalla rimarcata presenza di una Phoebe Cates lontana dall'adolescenza, quindi ancora più appetibile. Da visionare -in carenza di meglio- nel clima invernale, limitrofo alla vigilia di Natale...

Cotola 22/01/08 13:15 - 7513 commenti

I gusti di Cotola

Sei anni dopo tornano sullo schermo gli scatenati mostriciattoli ancora più vispi e dispettosi che mai. Il risultato è solo di poco inferiore al primo capitolo. Merito di una sceneggiatura ancor più frenetica che infarcisce la pellicola, ancora una volta, di citazioni cinefile raffinate e divertenti e di un umorismo di grande presa che spesso sfocia nel grottesco. Ancora una volta il divertimento è più che assicurato.

Ciavazzaro 16/06/08 11:44 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Scanzonatissimo e coloratissimo secondo capitolo della serie dei Gremlins, con ottime trovate comiche. Anche gli effetti speciali funzionano. Grande parata di star: John Astin, Lee, la Freeman, la partecipazione di Daffy Duck e Roger Rabbit nei titoli di testa e di coda! Ben riuscito.

Lovejoy 7/09/08 13:29 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Divertente seguito di un film culto degli anni '80. Più ironico e meno lugubre, con tre quattro momenti da mandare a memoria. Tra gli altri: i Gremlins che si vendicano del critico Leonard Maltin, colpevole di aver stroncato il primo film; i Gremlins che cantano New York New York. Bella regia di Dante, ritmo implacabile e ottimo cast. Con menzione particolare per i sempre grandi Christopher Lee e Dick Miller. Bella colonna sonora.

Homesick 18/10/08 18:04 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Dante bissa il successo della pellicola da lui diretta sei anni prima: la formula è la medesima (horror, favola, ironia), ma il ritmo molto più forsennato e per questo certamente debitore della caoticità degli anni Novanta. Anche la propensione cinefila è ancora più marcata (si va dai film ai cartoni animati e si mette a contratto l’immenso Christopher Lee), così come le concessioni al grottesco: indimenticabile a tal proposito il Gremlin tuttologo. Pirotecnico.

Herrkinski 27/04/09 15:42 - 5123 commenti

I gusti di Herrkinski

Incredibile baracconata, che sancisce il passaggio dei gremlins dagli anni '80 ai '90. Gli elementi horror vengono ulteriormente diluiti a favore di quelli comico-demenziali e il numero di citazioni cinefile aumentano a dismisura, insieme a svariati siparietti metacinematografici di dubbio gusto stilistico (anche se la gag dei Gremlins che distruggono la pellicola del film al cinema deve esser stato divertente). SPFX ottimi, ma il film è troppo stupido per esser guardato con serietà: forse l'intento era quello parodistico, ma spesso si esagera.

Daidae 10/05/09 23:40 - 2737 commenti

I gusti di Daidae

Non è all'altezza del primo ma diciamo che se la cava. Questa volta i mostriciattoli si prendono un intero edificio e vogliono una sorta di riconoscimento. Tutto sommato piacevole, anche se chi ha visto il primo episodio non lo apprezzerà troppo.

Vstringer 15/03/10 02:22 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Dopo il buon successo del primo capitolo, Joe Dante abbandona ogni velleità "seria" e punta tutto su un umorismo talvolta demenziale, talvolta sufficientemente colto (con svolazzi cinefili inclusi, oltre a Lee c'è un cameo di John Astin) da catturare l'interesse dei grandi: tuttavia, il film rimane soprattutto film per ragazzi, dalla struttura esile e dall'incedere abbastanza prevedibile. Poco da dire sul cast, la regia è attenta e ben ritmata, gli effetti speciali adeguati. Si ride quanto basta.

Tomastich 6/06/13 11:25 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Il primo capitolo era un gioiellino natalizio, dove horror, ironia e malinconia da villaggio si univano in un fantastico mix, riflesso dell'anno 1984. Questo sequel del 1990 punta tutto sulla tecnologia contenuta in un grande grattacielo newyorkese (un po' troppo alla Demoni 2) da dove i gremlins minacciano tutta la città. Più demenziale ma peggio curato.

Digital 29/12/14 19:39 - 1119 commenti

I gusti di Digital

Nel cinema vige una regola secondo cui i seguiti non son mai all'altezza del capostipite. Gremlins 2 direi che la segue scrupolosamente. Colpa di una regia che, dopo un inizio tutto sommato decoroso, sbraca completamente, alzando di molto l’asticella della demenzialità con situazioni deliranti e dialoghi sopra le righe (teoricamente pensati per smuovere il sorriso, ma che praticamente lasciano indifferenti). Un mezzo disastro, in buona sostanza.

Schramm 28/09/17 16:17 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Anche col carico da 180, tutto il potenziale del franchise dirotta in zona injokes, in una massa critica applicata a tutto lo scibile filmico e culturale, convogliante citazioni e rimandi in un entropico e quantistico dedalo che ha l'incalcolabile per password. Dove perde in vera cattiveria, ne guadagna la qualità e la quantità delle trovate, tutte irresistibili, e un integrativo pizzico di orripilatio spezia ancor più il gioco, sin da farne ideale incubo di Muppets e Banana Splits, ma non dello spettatore e meno ancora del cultore horror, per cui un terzo goremlins resterà un sogno bagnato.
MEMORABILE: La genialissima irruzione metafilmica che cortocircuita e fagocita carpenterianamente tutto, risolta da Hulk Hoogan!

Il ferrini 29/12/17 23:38 - 1680 commenti

I gusti di Il ferrini

Se già il primo capitolo era folle qui siamo al delirio (geniale la gremlin innamorata ma anche l'intellettuale occhialuto). Gli effetti speciali segnano un deciso passo in avanti e l'azione è ancora frenetica. Spassosi il cameo del wrestler Hulk Hogan e in generale l'ironia - talvolta macabra, come nel caso del tritacarta - che pervade la pellicola. Operazione surreale e forse anche un po' ruffiana, però decisamente riuscita.

Minitina80 6/01/19 10:14 - 2336 commenti

I gusti di Minitina80

Dante è un regista tutt’altro che banale e anche in un contesto apparentemente disincantato come quello dei Gremlins riesce a esprimere qualcosa di pungente. Dai titoli di testa si intuisce subito che l’approccio è ancora più orientato verso la satira e l’irrisione, tralasciando ogni rimando all’horror. Si svolge quasi completamente all’interno di quella Clamp Tower che sembra fare il verso alla più celebre Trump Tower e al suo proprietario, simboli di una certa classe sociale americana. Chi ama i Gremlins avrà modo di divertirsi.

Lupus73 24/06/20 14:00 - 587 commenti

I gusti di Lupus73

Sequel che sposta i protagonisti dal paesino semi-rurale alla grande metropoli: tutto avviene in un enorme grattacielo commerciale/direzionale (e ricompare il peluche Gizmo). Joe Dante non si limita a riproporre un "seguito" della storia ma sviluppa e carica gli elementi contenuti in embrione nel predecessore: il sarcasmo macabro, la caratterizzazione e diversificazione dei gremlins, i loro travestimenti macchiettistici, esperimenti di innesti in un laboratorio genetico con esiti bizzarri e divertenti, esasperazione di metacinema e cinefilia. Riuscito ma inferiore al primo.
MEMORABILE: Il cameo di Christopher Lee; I gremlins che escono dal grande schermo; Il gremlin volante (che diventa gargoyle); Il gremlin intellettuale logorroico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 19/06/09 09:04
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    Per dare la voce al gremlin sapiente venne considerato Tim Curry.
  • Discussione Ruber • 3/03/10 02:08
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Lo sceneggiatore Chris Colombus nella stessa intervista per il sequel dei Goonies, ha parlato anche di un possibile ritorno sullo schermo dei mostriciattoli verdi, star della fine anni '80, lasciando almeno per il momento nessuno spazio ad un possibile "Gremlins 3" che si sono rincorse negli ultimi 2 anni; Il problema da quello che ho potuto leggere e capire e totalmente diverso da quello dei Goonies; Qui il problema non e' buttare giu un nuovo copione ma il fatto che ormai le case di produzione questo tipo di film li faranno solo in 3D che ormai e' lo standard per film di animazione anche perche' permette maggiori incassi e genera un business di diversi mioni di $; Colombus ha detto che la realizzazione in CGI (per l'appunto la grafica digitale in 3D), farebbe perdere ai mostriciattoli quella vena di "cattiveria" che li aveva resi celebri nel primi due capitoli della saga.

    Quindi al momento non se ne parla vedremo se la Warner Bros riuscira' a convencere Spielberg e Colombus;

    Ilmio parere e che Colombus dovrebbe lasciarsi alle spalle quel tipo di lavorazioni anni'80 che ora non sono piu possibili, ormai da anni la computer grafica ha preso il sopravvento per questo tipo di film, econ l'avvento del 3D tutti i film di questo genre saranno realizzati cosi, non si puo rimenre ancorati su vecchie idee bisogna guardare al presente anzi al futuro e realizzare un DEGNO sequel di questo cult certamente se ben fatto riuscirebbe a bissare i successi quanto meno del primo.

    Mi piacerebbe conoscere le opinioni di altri davinottici su questo tema.
  • Discussione Zender • 3/03/10 07:49
    Consigliere - 43496 interventi
    Non capisco perché Clumbus e Spielberg... E il povero Joe Dante, egista di entrambi? Non sarebbe anche lui a dover dare un parere? O non contava nulla? Comunque sono per il pupazzamento senza Cgi anch'io: i Gremlins in Cgi non me lil vedo proprio.
  • Discussione Ruber • 3/03/10 15:02
    Compilatore d’emergenza - 8959 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Non capisco perché Clumbus e Spielberg... E il povero Joe Dante, egista di entrambi? Non sarebbe anche lui a dover dare un parere? O non contava nulla? Comunque sono per il pupazzamento senza Cgi anch'io: i Gremlins in Cgi non me lil vedo proprio.

    Semplicemnte perchè Joe Dante non sara' qualora ci fosse un sequel il regista, visto che propio con il secondo capitolo non ha saputo bissare i successi del primo, quindi ci sara' un nuov regista. Per quanto riguarda il discorso sul CGI io sono d'accordo al 50% se e' vero da una prte quello che dice Columbus e che condividi anche tu Zender, dall altra penso che bisogna andare avanti, e cercare di crearei mostriciattoli in CGI cercnado magari di non fargli appunto perdere quella "cattiveria" o come dice lo stesso Columbus l'anarchia che gli ha resi celebri credo che le nuove tecnolgie in 3D possanocertamente venire incontro a queste esigenze.
  • Discussione Gestarsh99 • 19/12/10 16:43
    Scrivano - 14433 interventi
    Lo spassoso TRAILER ORIGINALE
  • Discussione Ciavazzaro • 19/12/10 20:40
    Vice capo scrivano - 5599 interventi
    Carino.
  • Homevideo Schramm • 28/09/17 14:23
    Risorse umane - 6710 interventi
    Dei circa 25' di scene tagliate, meritano di essere segnalate (e sospirate in quanto mancanti):

    - L'intro animato con Duffy e BugsBunny, più lungo di qualche minuto; Duffy insiste per avere il totale controllo sul film e si reca con Bunny a una centralina elettronica di controllo. BB gli detta il titolo, Gremlins Two. Duffy capisce e scrive Gremlin's Stew (stew significa stufato ma anche insalata, e uno stufato è quanto sta preparando la cuoca che verrà aggredita durante la registrazione del programma, mentre uno dei gremlin-mutanti sarà appunto un'accozzaglia di ortaggi, un'insalata ambulante). BB gli fa notare il refuso e Duffy reinventa il titolo in Duffy Duck vs Gremlins part VI

    - Durante l'assalto alla cuoca, un gremlin le catapulta in faccia due uova al tegamino, che finiranno per coprirle gli occhi e parte degli zigomi, rendendola una sorta di versione gastronomica dell'Urlo di Munch.

    - Nelle scene di massa, alcuni gremlins giocano a pentolaccia usando uno di loro; vediamo fugacemente un gremlin lanciarsi contro l'obiettivo vestito come Freddy Krueger; il gremlin-insalata si fa una doppia flebo di ketchup e maionese; fuggendo la cuoca si ferma allo snackbar per prendersi di volata un Martini e stacca un'oliva dal gremlin-insalata: quando realizza da dove l'ha presa caccia un urlo e fugge fuori campo.

    - Durante l'esecuzione di New York New York il capo-banda storpia l'intro cantando I'm melting away, dando un indizio sull'ecatombe finale che avverrà da lì a poco; l'orchestra inizia a darsele di santa ragione usando come armi gli strumenti musicali, rievocando e parodizzando i bisticci di quella dei Muppets.

    - Le scene finali di melting sono molto più cruente, ripugnanti e prolungate.

    Il maggior numero di takes venne richiesto dal momento in cui un gremlin apre una delle gabbie del laboratorio: le scimmie erano così spaventate dalla creatura che non volevano saperne di uscire. Lo si può vedere nella duck-zone degli extra.

    (Fonte: extra del Dvd-WB)
    Ultima modifica: 28/09/17 17:12 da Schramm
  • Homevideo Schramm • 1/10/17 15:57
    Risorse umane - 6710 interventi
    * Il Dr. Catheter nell’esaminare un pipistrello dice a Wally "mi è stato riferito che a volte si nutrono di sangue"; un injoke alle numerose performance di Christopher Lee come Dracula nelle produzioni della Hammer

    * Daniel Clamp è una caricatura di Donald Trump e della sua Trump Tower. In una scena viene detto "Sai, ho sempre pensato che Mr. Clamp sarebbe un grandissimo presidente". Questa scena non venne inclusa nel final cut ma è recuperabile tra gli extra del dvd.

    * La versione originale del film era molto più lunga, ma dopo la prima Spielberg trovò la presenza di troppi gremlins ingombrante e innecessaria, e come risultato molte scene vennero tagliate.

    * Quando il film fece la sua prima avanscoperta home-video, gli autori modificarono la scena della cortocircuitazione del film, con effetti creati all’uopo per far sembrare che i gremlins avessero danneggiato il videoregistratore dall'interno. In questa versione è John Wayne (in un passaggio di Chisum) che intima i gremlins a far continuare il film. La voce per doppiare il segmento emulando alla perfezione Wayne è quella di Chad Everett, raccomandato alla produzione dallo stesso figlio di John, Michael Wayne. Inoltre, un estratto di Falling Hare con Bugs Bunny e un gremlin-cartone animato appaiono nel film.

    (Fonte: Imdb)
    Ultima modifica: 1/10/17 16:01 da Schramm
  • Musiche Schramm • 1/10/17 16:04
    Risorse umane - 6710 interventi
    * La scena in cui Gizmo balla sulle note di "I'm Ready" dei Fats Domino avrebbe dovuto avere come score "Dancing With Myself" di Billy Idol, che negò però l’autorizzazione dell’uso agli autori.

    * Quando il bat-gremlin vola dalla Clamp Tower lo score usato è un sample de L'erba del vicino, sempre diretto da Joe Dante e musicato da Jerry Goldsmith.

    (Fonte: Imdb)
  • Curiosità Schramm • 1/10/17 16:29
    Risorse umane - 6710 interventi
    * Nella versione italiana del film, la voce del gremlin-cervellone è del critico d’arte Vittorio Sgarbi.

    * L’edificante video sulla fine del mondo venne incluso dai realizzatori quando scoprirono che uno dei network delle news disponevano realmente di un video simile per indurre l’audience a scappare senza farsi prendere dal panico in caso di calamità apocalittiche. Questo video è tuttora esistente e pronto a essere utilizzato in caso scocchi l’ultima ora per tutti.

    * Nella parte centrale del film, Joe Dante intendeva coinvolgere il pubblico in sala in tempo reale facendogli credere che la proiezione era stata interrotta per via di una reale invasion di veri gremlins. Il gimmick si ispira a quello usato da William Castle per Il mostro di sangue.

    * Quando Christopher Lee venne ingaggiato, una delle prime cose che fece fu scusarsi con Joe Dante per essere apparso in Howling II - L'ululato.

    * La ripresa aerea iniziale della città di New York è materiale di scarto di Superman IV.

    * Nell’intro, Daffy Duck dice a Bugs "direi che cinquant’anni con te sempre sotto i riflettori sono abbastanza!”. Il film uscì per il cinquantenario della nascita di Bugs Bunny.

    * La madre che rimprovera la maschera del cinema facendogli notare che il tono del film è inappropriato per i minori è una scena ispirata a un fatto realmente accaduto durante la proiezione di Gremlins, dove lo stesso Joe Dante venne realmente aggredito da una madre che lo prese a graffiate mentre lasciava la sala con la figlia durante la sequenza del massacro in cucina. La figlia supplicò di poter rientrare, per poi liberarsi con uno strattone dalla presa materna e nascondersi in sala per guardare il resto del film.

    * Il film che Grandpa Fred presenta nel suo show televisivo come The Attack of the Octopus People è in effetti Octaman, dove Rick Baker disegnò il suo primo costume.

    * Nello script originale, dopo che i gremlins vengono tutti uccisi Randall Peltzer torna per dare a Gizmo la sua nuova invenzione che lo avrebbe reso sia impermeabile all’acqua che impossibilitato a mangiare dopo mezzanotte: la scena era pronta a esser girata e Hoyt Axton disposto a farla. Ma gli autori avevano già decretato come eccessivamente lungo il film, e non essendoci all’orizzonte un terzo capitolo, trovarono superfluo girarla.

    * Oltre Mohawk, gli altri tre Mogwai dispettosi si chiamano George, Lenny e Daffy (i primi due in riferimento alla novella Uomini e topi di John Steinbeck, l’ultimo a Daffy Duck).

    * Il personaggio di Grandpa Fred è basato su quello di Grandpa Munster creato da Al Lewis nella serie-tv I mostri.

    * Per gli f/x, Dante si rivolse a Rick Baker quando Chris Walas e Rob Bottin non diedero disponibilità. Inizialmente, Baker non era interessato al lavoro perché non lo sentiva suo ma di Walas, del quale non voleva essere visto come successore. Fu persuaso ad accettarlo quando gli fu detto che poteva rimodellare a piacimento sia Gizmo che i Gremlins. Chris Walas, creatore responsabile dei Gremlins del primo film, declinò l’opportunità di rimetterci mano, preferendo curare gli effetti speciali e la regia per La mosca 2.

    * Quando Mohawk beve la pozione che lo trasforma in un ragno centauroide, si sentono le medesime pulsazioni sonore usate per Tarantola, che vennero originariamente registrate per le macchine da guerra marziane de La guerra dei mondi.

    * Il film che i gremlins George e Lenny stanno guardando nel centro di controllo è Il risveglio del dinosauro.

    * La faccia del Gremlins che imposta il micro-onde è modellata sul Kraken de Scontro di titani.

    * Quando Gizmo vede per la prima volta il bidello, interpretato da John Astin, dice "Gomez!" in riferimento al personaggio da lui reso noto nella serie La famiglia Addams

    * Gizmo si rivolge a Mr. Wing come "Keye Luke", che è il vero nome dell’attore.

    * In un corridoio della Clamp Tower, una targhetta riporta "Vectorscope Labs". È un riferimento a Salto nel buio, anch’esso diretto da Joe Dante. In un’altra leggiamo invece "Dr. Quatermass". Quatermass è il principale personaggio di film e serie-tv inglesi, incluso L'astronave atomica del Dr. Quatermass.

    * Quando Kate arriva nell’ufficio di Billy e cerca Gizmo, trova Daffy in cima a un modello della Clamp Tower che gioca con alcuni modellini di aereoplani. È un omaggio a King Kong.

    * Il suono delle porte automatiche dell’ufficio di Clamp è lo stesso delle porte dell’Enterprise di Star Trek .

    * Chris Columbus fu indisponibile alla stesura dello script per via degli impegni registici con Mamma, ho perso l'aereo.

    * Kenneth Tobey e Christopher Lee sono stati entrambi in diversi adattamenti della novella di John W. Campbell Jr. Who Goes There?: Toey fu il Capitano Patrick Hendry in La cosa da un altro mondo; Lee il Professor Sir Alexander Saxton in Horror Express.

    * Il figlio di John Astin, Sean, era apparso ne I Goonies, anch’esso prodotto da Spielberg. Nel primo Gremlins c’era un altro Goonie, Corey Feldman, ed era sempre scritto da Chris Columbus.

    * Nel film i gremlins prendono d’assalto l’intero grattacielo. Attaccandoli, Gizmo imita John Rambo. Sylvester Stallone rifiutò il ruolo di John McClane in Trappola di cristallo, un film dove i villain si impossessavano di tutto lo stabile. Jerry Goldsmith aveva scritto le musiche per Rambo 2

    * Gremlins 2 divenne il secondo progetto di Spielberg a coinvolgere personaggi della Looney Tunes. Il primo è stato Chi ha incastrato Roger Rabbit, e il terzo Tiny Toons.

    * Una delle prime idee per il finale vedeva Daniel Clamp come sterminatore di tutti i gremlins, che uccideva riempendo l’edificio di cemento a presa rapida. Venne tenuta finché gli animatori non scoprirono che era possibile creare il gremlin elettrico, che viene usato come arma per il finale.

    (Fonte: Imdb)