Sesso e volentieri - Film (1982)

Sesso e volentieri
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Anno: 1982
Genere: commedia (colore)
Regia: [+e] Dino Risi
Note: I 10 episodi: "Domenica-in", "La nuova Marisa", "Radio taxi", "Rasoio all'antica", "Il macho", "Lady Jane", "Armanda e il violinista", "L'avventura", "Luna di miele", "La principessa e il cameriere".

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

La cosa migliore è il titolo, che gioca ironicamente su un’abusata espressione colloquiale eliminando una "p" e piazzandoci in mezzo il sesso, che attira sempre. Sono dieci episodi che vedono Johnny Dorelli affiancato di volta in volta da donne bellissime (quasi sempre Gloria Guida o Laura Antonelli) per trame minime talora risolte come semplici barzellette in cui conta solo il finale "a sorpresa".

In DOMENICA-IN due focosi amanti (Dorelli e la Guida) si divertono ad amoreggiare di fronte alla televisione mentre lei zappa furiosamente col telecomando in una sorta di "Blob" ante-litteram. Si ferma di fronte a Giucas Casella che promette di legare insieme...Leggi tutto le mani giunte di chi voglia tentare l'esperimento. La giovane invita il suo uomo, scettico, a farlo ed entrambi, causa black-out improvviso in tutto l'isolato, non potranno assistere in diretta al messaggio di sblocco del mago col risultato di restare con le mani intrecciate. Idea simpatica, svolta però puerilmente senza alcuna sorpresa. Colpisce tuttavia già qui la straordinaria avvenenza di una Guida al top della forma, gratificata (lo sarà per tutto il film) da insistiti primi piani e look diversi particolarmente attenti alle diverse messe in piega.

Si continua con LA NUOVA MARISA, in cui una dattilografa (Antonelli) va a vivere nella casa di una prostituta (tale Marisa, per l'appunto) ricevendo incessantemente le telefonate di chi le chiede prestazioni sessuali credendo di parlare ancora con la vecchia inquilina. Dorelli si riserva i panni dell'ultimo cliente, che farà capire alla donna (incuriosita anche sessualmente dalla prospettiva) quanto il denaro incassato col mestiere di Marisa sia ben di più di quello che guadagna come dattilografa. In parte la Antonelli, meno centrato Dorelli, ma un episodio sostanzialmente anonimo. RADIO TAXI è un velocissimo sketch con la Guida che parla meccanicamente al marito nello stesso modo con cui risponde alle chiamate al centralino del taxi dove lavora. Freddi bisticci, finale buffo, ma niente più che una barzelletta stiracchiata.

RASOIO ALL'ANTICA è quasi un one-man show di Pippo Santonastaso che, nella parte di un focoso barbiere, si accanisce col rasoio sul volto indifeso di un cliente (Dorelli) mentre offende le abitudini sessualmente provocanti della donna che lavora per lui e ammicca a fianco della sedia. Dorelli agisce qui da spalla limitandosi a subire le rasoiate di Santonastaso. Dialoghi più volgari della media ma divertimento pressoché nullo, con annesso finale patetico. Ne IL MACHO un uomo apparentemente normale (Dorelli) è turbato dalle avance silenziose di un altro (Voyagis) che lo fissa con sguardo profondo e gli fa capire quanto sia interessato a lui. Si sorride alla prima comparsa del bruno focoso in seguito a un tamponamento stradale, ma il resto prosegue ripetendo la stessa situazione senza sosta né inventiva. Dura troppo, per quel che deve dire.

In LADY JANE si passa letteralmente alla commedia scoreggiona, con una splendida Margaret Lee la quale, nel ruolo del titolo, si paga un accompagnatore di professione (Dorelli) che possa accettare la sua condizione disperata di "petomane" (ipse dixit). Peti in abbondanza, quindi, per scatenare la risata grassa che, effettivamente, in alcuni frangenti non manca. E’ l’episodio più genuinamente (e volgarmente) comico del lotto in un buffo gioco a due tutto girato al Cavalieri Hilton di Roma. Con ARMANDA E IL VIOLINISTA le durate si allungano, ma Dorelli playboy finito in disgrazia che da violinista che chiede l'elemosina nei ristoranti cerca di riconquistare una sua vecchia fiamma (Guida) in piena forma proprio non convince: più povera del protagonista la sceneggiatura, con un finale prevedibile e scarsissimo.

L'AVVENTURA vede una Antonelli ninfomane che si fa avvicinare da un Dorelli che la segue, la corteggia e la toglie dalle grinfie di chi al cinema la palpeggia pesantemente prima di un colpo di scena conclusivo che non risolleva le sorti dell'episodio più insignificante tra tutti. Anche LUNA DI MIELE non scherza, comunque, con una coppia in luna di miele (Dorelli e Guida) al mare fuori stagione. Passa di lì lo yacht dell'uomo più ricco del mondo (chiara parodia di Khashoggi) che si fermerà poi nello stesso albergo. Episodio noioso e lungo senza un perché, visto che vive tutto in funzione del prevedibile colpo di scena in coda...

Chiusura ingloriosa con LA PRINCIPESSA E IL CAMERIERE, in cui la Antonelli ricchissima dama che parla mille lingue diverse si porta a letto un suo cameriere (Dorelli) mentre gli uomini della sicurezza controllano la stanza infischiandosene della privacy (a cui nemmeno la donna fa caso). Da Risi è inutile dire che uno scivolone simile non lo si attendeva... SESSOMATTO di nove anni prima era di tutt'altra pasta, anche se il sex-appeal della Antonelli resta intatto e la Guida è incantevole in tutti i tanti look sfoggiati.

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/03/08 DAL BENEMERITO UNDYING POI DAVINOTTATO IL GIORNO 22/04/24
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 20/03/08 23:08 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Sacro (Giuliana Calandra) e profano (Giucas Casella) viaggiano assieme, all'interno di una frammentata pellicola (qualcosa come ben 10 episodi) alla cui sceneggiatura contribuiscono sia Bernardino Zapponi che Enrico Vanzina (non a caso Carlo Vanzina torna sul tema, nel 2001, firmando una rivisitazione attualizzata dal titolo E Adesso Sesso). Non è paragonabile ad un titolo come I Mostri, ma il buon garbo di Risi predomina su tutti i segmenti, sostenuto dalle belle presenze (Gloria Guida, Laura Antonelli) e da attori raffinati (Johnny Dorelli).

B. Legnani 27/12/08 18:24 - 5554 commenti

I gusti di B. Legnani

Lodato da Morandini, salvato da Farinotti, stroncato da Giusti e Mereghetti. Dopotutto hanno forse ragione questi ultimi, perché la scrittura degli episodi è o superficiale o prevedibile o sgradevole. Si guarda fino in fondo solo perché la direzione non fa una grinza, Dorelli è garbatissimo, la Guida e l’Antonelli bellissime. Manca, purtroppo, quel che più conta, qualcosa di originale, o di sorprendente o, almeno,di fluente.

Homesick 9/03/10 18:06 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Un tempo sapida e accorta, la commedia di costume di Risi si svuota sbriciolandosi in raccontini poco spiritosi e troppo inclini alla volgarità scatologica – persino la distinta Margaret Lee si umilia con la petomania - di certo sotto l’influsso del cinema-barzelletta senza pretese di marca pierinesca. Denominatore comune di tutti i miroepisodi è Dorelli, che esce a testa alta reggendo ogni situazione con consueta professionalità e ammirevole garbo. Antesignano dei collages di “Blob” lo zapping iniziale.

Galbo 11/03/10 20:06 - 12422 commenti

I gusti di Galbo

Una decina di episodi a soggetto erotico-sentimentale (più il primo che il secondo). Tranne che per qualche momento, il film non funziona granchè: la sceneggiatura degli episodi è piuttosto superficiale e alla lunga prevale la sensazione del ripetitivo. Discreta la prova degli attori.

Saintgifts 8/01/11 17:52 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Premetto che Dorelli proprio non mi piace. So che chi ha la pretesa di commentare film non dovrebbe nutrire antipatie a priori, ma sono pur sempre un essere umano e come tale il meglio che posso fare è essere sincero. Detto questo il film non mi è dispiaciuto, alcuni episodi sono divertenti, altri stuzzicanti come promette il titolo e senza nemmeno un nudo (pregevole, ma un peccato essendoci gran belle donne). Certo è un film minore di Risi, ma la classe emerge sempre anche con poco materiale e, nel suo genere, funziona.
MEMORABILE: I peti di Margaret Lee sono peti di marca.

Stefania 19/06/11 03:12 - 1599 commenti

I gusti di Stefania

Otto micro-episodi di sesso in pillole. Di sonnifero, data l'estrema piattezza delle situazioni e la quasi generale assenza di sale (spunti satirici) e di pepe (risvolti veramente piccanti). E' evidente che Risi vuole trattare l'argomento con i guanti, ma se schiva la trappola della volgarità casca dritto in quella della superficialità. Dorelli è un interprete adeguato: blandamente, ragionevolmente simpatico, come il film nel suo insieme. Evitabile, comunque.

Dusso 19/09/11 12:20 - 1566 commenti

I gusti di Dusso

Tantissimi episodi e Dorelli compare in tutti! Tremendo quello con Margaret Lee; qualche storia funziona ma nessuna brilla di luce particolare. Nel complesso un film che si dimentica presto. Sempre un belvedere la Guida e la Antonelli, mentre Dorelli è al solito adorabile.

Graf 11/04/12 02:34 - 708 commenti

I gusti di Graf

Un Dino Risi imbarazzante. Non so se valutare questa bieca operazione commerciale come una pura goliardata o come un tentativo di Risi di parodiare i film sexy di Cicero e Laurenti. Comunque siamo al riciclo dei fondi di magszzino, alla rifrittura degli avanzi di sceneggiatura nell'olio vecchio. Su 10 episodi se ne salvano un paio; sugli altri regnano solo una volgarità adiposa e un maleducato cattivo gusto. I mostri sono lontanissimi così come la feconda e vitalistica ispirazione degli anni '60. Ci salva dalla nausea l'incantevole fata Gloria Guida.
MEMORABILE: L'episodio "Radio Taxi" é l'unico degno della magistrale sintesi e del cinismo disincantato del Risi di venti anni prima.

Markus 3/08/12 10:23 - 3696 commenti

I gusti di Markus

Dino Risi attinge alla buona vecchia commedia a episodi italica adattandola al periodo del girato, ma complessivamente le vicende proposte sono alquanto sonnacchiose perché teatrali e con tempi comici un po' loffi. L'intento è quello della commedia di costume con vaghi cenni alle "sofisticate" di fine Settanta. Dorelli sempre a suo agio nel suo personaggio brillante e sempre vittima innocente di traversie altrui, ma il cast - oltre a lui - è ben nutrito. Operazione commerciale parzialmente riuscita, ma oggi decisamente sorpassata.

Gabrius79 27/01/14 22:35 - 1430 commenti

I gusti di Gabrius79

Un film a episodi (di valore modesto) diretto da un Dino Risi non particolarmente in forma e interpretato da un buon Johnny Dorelli coadiuvato da una bella e candida Gloria Guida e una pur sempre ammaliante Laura Antonelli. Episodio da dimenticare quello con Margaret Lee colpita da flatulenze, mentre i migliori sono "Domenica In" e "Radio Taxi".

Giucas Casella HA RECITATO ANCHE IN...

Spazio vuotoLocandina L'esercito più pazzo del mondoSpazio vuotoLocandina Fracchia contro DraculaSpazio vuotoLocandina Parentesi tondeSpazio vuotoLocandina Orrore: Sabani o della crisi d'identità

Motorship 4/02/14 23:02 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Film a episodi piuttosto deludente con protagonista Johnny Dorelli, diretto da un Dino Risi di certo non in forma. Cominciamo a dire che l'episodio con Margaret Lee è quantomeno imbarazzante ed è sicuramente il peggiore del lotto; gli altri funzionano e il migliore è "Radio taxi", che perlomeno si avvicina di più al cinismo del Risi degli anni d'oro. Splendide come al loro solito la Guida e l'Antonelli, mentre Dorelli si dimostra piuttosto bravo. Due pallini.

Il Dandi 27/02/15 14:02 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Deludente tentativo di Risi di ripetere i fasti di Sessomatto: tanto per cominciare gli episodi appaiono tutti un po' prolissi, senza quella felicità di sintesi che i prodotti analoghi, pur improntati a un certo bozzettismo, di solito hanno. Ma soprattutto Dorelli, pur essendo un interprete gradevole nelle commedie brillanti, non ha le doti trasformistiche di un Gassman e di un Giannini che qui sarebbero servite. Si sorride,a tratti, ma non di più.
MEMORABILE: Pippo Santonastaso nel ruolo del barbiere.

Deepred89 24/11/15 22:23 - 3720 commenti

I gusti di Deepred89

Commediola a episodi (pure bilanciati nella loro mediocrità) piuttosto scialba, salvata praticamente dal solo cast, con un Dorelli bravo e misurato anche nei momenti più squallidi e un gineceo di gran classe. Le storielle nel complesso non annoiano (anche grazie alla loro brevità) ma non c'è una sola idea originale (tranne, forse, quella dell'incantesimo di Giucas Casella) e, se si ride, questo avviene soltanto nei frangenti più volgari (i peti al ristorante, che forse hanno ispirato una scena di Cotechiño). Tutto sommato trascurabile.

Pinhead80 10/02/17 18:12 - 4819 commenti

I gusti di Pinhead80

Dieci episodi che dovrebbero scandagliare l'argomento sesso e i suoi tabù e che invece propongono un campionario di situazioni paradossali, alcune riuscite, altre insufficienti. Dorelli è il mattatore di ogni episodio mentre gli altri interpreti si alternano disimpegnandosi più o meno bene sul set. La bellezza di Laura Antonelli e quella della Guida abbagliano nascondendo evidenti lacune interpretative. L'episodio migliore per distacco è Lady Jane.
MEMORABILE: Lady Jane, che fa letteralmente esplodere un bicchiere dopo una tremenda flatulenza.

Il ferrini 2/10/17 00:36 - 2378 commenti

I gusti di Il ferrini

Dopo Vedo nudo e Sessomatto Risi torna sul luogo del delitto e realizza un'altra commedia a episodi con tema il sesso (o meglio, le relazioni). Il risultato è fortemente diseguale, alcune gag vanno decisamente a segno (la moglie con la voce monocorde, la nuova Marisa, la coppia seguita dal terapista) altre sono imbarazzanti (Dorelli stalkerato dal gay, Giucas Casella). Nel complesso raggiunge la sufficienza.

Zoltan 15/07/20 14:49 - 201 commenti

I gusti di Zoltan

Si va di quantità, perché la qualità è bassa, con giusto un paio di momenti interessanti: sono episodi con mezza idea in croce tirata per le lunghe. Ci sono anche momenti di notevole bassezza tra omosessuali per forza effeminati o un episodio intero di peti. Il resto sono episodi sfilacciati e noiosi, tanto che ci si stanca dopo un'ora. Abituati a vederla ragazzina, Gloria Guida qui sembra in versione matura, nonostante avesse appena 27 anni: la vera curiosità della pellicola è che questo è il suo ultimo film per il cinema.
MEMORABILE: Gloria Guida che parla con la voce da Radio Taxi anche a casa col marito.

Nando 4/02/21 10:05 - 3827 commenti

I gusti di Nando

Dieci episodi su situazioni boccaccesche agli inizi degli anni 80, nonostante il titolo il sesso è vagamente immaginato e latitante nelle immagini benché si possa contare su due strabilianti bellezze come la Guida e la Antonelli, particolarmente sensuali.  Dorelli cavalca la narrazione con garbo e mestiere ma purtroppo è la sceneggiatura ad essere blanda, non raggiungendo importanti picchi di brillantezza.

Paulaster 22/12/21 09:40 - 4462 commenti

I gusti di Paulaster

Commedia a episodi tra lo sketch e la barzelletta che cerca di attirare pubblico col titolo, anche se al sesso si ammicca soltanto. I soggetti son poveri e datati tra peti, tradimenti matrimoniali, approcci al cinema e case d’appuntamenti. L’errore più grave è l’aver scelto la coppia Dorelli/Guida (già compagni nella vita), che fa scattare solo l’aspetto voyeuristico; la Antonelli serve da terzo incomodo e le toccano le situazioni più modeste. Dorelli riesce comunque a non cadere nel volgare grazie alla sua riconosciuta eleganza.
MEMORABILE: Giucas Casella che imprigiona le mani a un intero palazzo causa blackout; La Guida al centralino dei taxi; L’emiro truffatore con gli smeraldi.

Rambo90 11/08/23 10:23 - 7707 commenti

I gusti di Rambo90

Un Risi poco ispirato dirige dieci storielle al limite della barzelletta, sceneggiate con poca verve e che offrono scarse risate. Dorelli ce la mette tutta e risolleva con la simpatia molte situazioni, ben spalleggiato dalla Antonelli e un po' meno dalla Guida, ma l'impressione è che proprio manchino vere idee dietro ogni segmento. Il più comico rimane il primo con Giucas Casella e con il sagace zapping televisivo iniziale. Mediocre.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Curiosità Undying • 5/09/09 08:42
    Risorse umane - 7574 interventi
    I titoli degli episodi contenuti nel film:

    La principessa e il cameriere
    Lady Jane
    Domenica In
    La nuova Marisa
    Radio Taxi
    Amanda e il violinista
    L'avventura
    Luna di miele
  • Homevideo Dusso • 19/09/11 12:12
    Archivista in seconda - 1843 interventi
    Il dvd come la vhs Domovideo e i passaggi televisivi degli ultimi anni sono privi di un intero episodio con Dorelli e la Antonelli ambientato su una nave
  • Homevideo Markus • 19/09/11 12:34
    Scrivano - 4775 interventi
    Questa mi giunge nuova! Non l'ho mai visto questo episodio. Dunque long-version.
  • Homevideo Zender • 19/09/11 12:37
    Capo scrivano - 47905 interventi
    Non ne sapevo nulla nemmeno io. Sarebbe da capire come uscì il film al cinema. Se con o senza questo fantomatico episodio...
  • Homevideo Trivex • 19/09/11 14:04
    Archivista in seconda - 1317 interventi
    Mi avete fatto ricordare di aver acquistato da tempo il dvd..e di essermi scordato di vederlo!!! :(
  • Homevideo Dusso • 19/09/11 14:15
    Archivista in seconda - 1843 interventi
    Penso che al cinema usci con questo episodio(che saranno al max 10 minuti),tralaltro nel dvd sui titoli di coda c'è un immagine proprio di questo episodio...
    Comunque la versione uncut con questo episodio gira tra i collezionisti da Odeon tv
  • Homevideo Dusso • 19/09/11 14:15
    Archivista in seconda - 1843 interventi
    Dusso ebbe a dire:
    Penso che al cinema usci con questo episodio(che saranno al max 10 minuti),tralaltro nel dvd sui titoli di coda c'è un immagine proprio di questo episodio...
    Comunque la versione uncut con questo episodio gira tra i collezionisti da Odeon tv


    Dimenticavo di dire che nei primi passaggi tv questo episodio c'era poi non si sa' perchè è sparito...
  • Homevideo Markus • 19/09/11 16:59
    Scrivano - 4775 interventi
    Adesso che so dell'esistenza della long-version, il dvd non lo comprerò ed è già strano che non l'abbia già fatto, visto che in genere i film con Johnny Dorelli li prendo sempre e soprattutto subito... un segno del destino a mio favore!