LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/07/16 DAL BENEMERITO DEEPRED89
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 19/07/16 16:40 - 3239 commenti

I gusti di Deepred89

Bizzarria australiana in perenne bilico tra genialità e senso di rigetto, in cui commedia dal sapore indie e thriller ultraviolento confluiscono nel grottesco (tale solo dei contenuti, essendo confezione e recitazione complessivamente sobrie) più nero e ripugnante. Jackson spernacchia il concetto di pietas e getta tonnellate di acido sui suoi personaggi e sull'intero universo giocando con lo splatter, i mattacchioni alla Lars e una ragazza tutta sua, Cronenberg e gli animalisti. Non per tutti gli stomaci, ma estroso e imprevedibile.

Bubobubo 8/09/18 00:20 - 1108 commenti

I gusti di Bubobubo

Che sia l'occasione buona per verificare se davvero i gatti abbiano sette vite? Risponde a modo suo questo indie horror completamente sui generis, nello sviluppo narrativo, nella realizzazione e nella caratterizzazione dello psicopatico villain: sempre a un passo dal grottesco e dal camp, con almeno una zampa e mezza nello stivale di Rolf de Heer. I risultati però sono buoni e non manca qualche finezza in corso d'opera (la lunga sequenza onirica). Vale la pena ripescarlo e goderselo in una serata libera.
MEMORABILE: La protagonista femminile, costretta a bere sangue umano via imbuto, dimostra di non reggere al meglio le conseguenze...

Jdelarge 24/10/18 13:32 - 828 commenti

I gusti di Jdelarge

La volontà di sorprendere, disgustando a tutti i costi lo spettatore, rovina un film che, invece, sarebbe stato un discreto slasher con il solito sociopatico come protagonista, qui in fissa con il suo defunto gatto Patrick. Le sequenze domestiche che immortalano la follia dello sporco e flaccido psicopatico ricordano per certi versi il Maniac di Lustig. La critica al mondo del web che crea dei veri e propri mostri riesce a rendere il film ancora più malsano. Qualche bella sequenza, ma anche troppe scempiaggini.

Schramm 26/11/18 17:30 - 2411 commenti

I gusti di Schramm

In 120 anni di cinema (e di Krafft-Ebing) mancava giusto alla conta dei peggio spostati un omicida epilettico naturalizzato felino, dal motivazionale bodycount di 9. Jackson rivoluziona il sk-movie da incattivito stilnovista e da deragliato neologista, inumando sotto sabbia agglomerante Lustig, Kargl, Buttgereit e Wakamatsu dei quali pure si abbevera, con un'ingestibile arma d’altri tempi e mondi. Miaolatissimo come rari, vanta 15’ finali di psico-branding che ridefiniscono l’aggettivo disturbante. Un tir addosso a 180 km/h: dopo, le gattocentriche pagine fb non vi sembreranno più le stesse.

Hackett 17/04/19 07:41 - 1717 commenti

I gusti di Hackett

Cinema indipendente di gran classe che utilizza i suoi mezzi fino all'osso e riesce a regalare un piccolo cult di efferatezza e nostalgia. La regia è asciutta e nel suo spiare la follia del protagonista (ma anche di chi gli sta intorno) pare impietosa e senza scrupoli. Tra ironia, follia e disperazione viviamo l'elaborazione di un lutto personale che sfocia nel desiderio folle di un sacrificio rituale. Situazioni al limite e un finale che ci regalerà un'emozione in più.

Kinodrop 21/07/19 21:11 - 1387 commenti

I gusti di Kinodrop

Nel mondo della psicopatologia tutto è plausibile o ha un senso e perfino una sua possibile "razionalità". Unire una tipologia di serial killer col suo folle disegno che ha a che vedere con la diceria delle vite multiple dei gatti e le mostruosità distribuite nel mondo del web, la dice tutta sulla confusione di una trama raffazzonata, verniciata di impegno "indie". Si oscilla tra il cartoon-splatter e il B-movie (che vuole mascherare la pochezza dei mezzi con un messaggio altro). Solo qualche secondo di discreta messa a fuoco, ma non vale la pena.
MEMORABILE: Alcune buone trovate a livello di colonna sonora.

Leukimara 8/07/19 17:26 - 16 commenti

I gusti di Leukimara

Un film che non si può raccontare perché a raccontarlo sembrerebbe sciocco, ma invece sciocco non è affatto. E' la storia di Ted e di Claire, entrambi molto legati ai loro gatti Patrick e Imelda, ed entrambi scioccati dalla loro perdita... Ognuno di loro cercherà di elaborare il lutto in maniera completamente diversa e devastante! Crudo, spietato, onirico, sanguinolento, grottesco e chi più ne ha più ne metta; un film che sconvolge e fa male. Astenersi i deboli di stomaco!
MEMORABILE: La visita di Ted al dormitorio femminile di un ostello sulle note di "Repulsion" di Mistabishi: una vera e propria danza di morte!

Taxius 22/10/19 11:59 - 1634 commenti

I gusti di Taxius

Un serial killer deve uccidere nove donne per raccogliere il loro sangue e usarlo per riportare in vita il proprio gatto. Horror indipendente australiano molto particolare che, oltre a mettere in mostra una lunga sequenza di omicidi, vuole essere una critica al mondo virtuale, un mondo popolato da mostri ancora più terribili di quelli reali. Purtroppo il film tende più a disgustare che a sconvolgere e questo è un vero peccato, perché a fine visione resterà solo un normalissimo splatter simile a molti altri. Ottimi colonna sonora ed effetti speciali.

Cotola 31/01/20 23:29 - 7330 commenti

I gusti di Cotola

Thriller a tratti sfociante nello splatter, la cui regia e sceneggiatura hanno il merito di saper creare un'atmosfera morbosa e disturbante, ma soprattutto un protagonista che lo è ancor di più. A tratti si avventura nei territori della "commedia" nera, raggiungendo punte di grottesco assoluto tanto da rendere quasi logico, pur nella sua follia, l'agire apparentemente casuale del protagonista. Imprevedibile e non banale, ma non per tutti i gusti: chi non ama gli eccessi è meglio che eviti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 12/09/18 20:50
    Pianificazione e progetti - 21564 interventi
    A dicembre esce in dvd per Spasmo Video (Home Movies)
  • Discussione Schramm • 26/11/18 18:00
    Risorse umane - 6694 interventi
    il fatto che si chiami jackson e venga dall'australia dovrebbe in sé trasformarvi l'orecchio in un rave-party di pulci. perché come fece un certo omonimo con lo splatter, qua viene fatto con longitudini e latitudini del serial killer-movies: una rivoluzione copernicana che manda a casa a capo chino i grandi classici della malattia mentale e della psychopathia sexualis (i signori frank zito, lothar schramm, john lucker, peter winter, juro kara, erwin leder, patrick bateman, ezra cobb possono accomodarsi all'uscita) che vengono riprocessati per un'affiliazazione che dà luogo a una genetica della malattia mentale nuova, deviante, inafferrabile, e a un'arma filmica a tutto degrado e delirio di quelle che ormai ci si era rassegnati a credere che non se ne sarebbero fatte mai più (qualche speranza nel domani ce la diede a dire il vero cullipher), che pare venire da un takashi miike che ci è rimasto sotto con krafft-ebing e con l'atlante di medicina legale, che lascia il più insanabile marcio nelle arterie e nell'anima anche ore dopo la visione e che si consente derapate allucinatorie spiazzanti, capaci di restarci dentro come un kriss malese, che ridiscutono la parola disturbante per come l'abbiamo finora usata e intesa. pietà, innocenza, speranza: qui non si salva nessuno, il domino atterra tutti e l'ultima pedina sei tu spettatore che hai innescato la prima. attenti, che non sempre la curiosità uccide il gatto. qua è più vero che è lui a uccidere i curiosi. e venitemi a dire come vi sembrano, dopo questo, i gattini su facebook. (...buio, questo ti farà ballare il tuca tuca. prima o poi dovrai assolutamente affrontarlo. tanto whiskas al cianuro).
    Ultima modifica: 26/11/18 18:01 da Schramm
  • Discussione Mco • 26/11/18 22:08
    Scrivano - 9612 interventi
    Questo titolo mi ispira non poco... Grazie amico per la dritta.
  • Discussione Schramm • 27/11/18 15:28
    Risorse umane - 6694 interventi
    sì, il recupero è doveroso, specie se si cerca qualcosa nuovamente capace di disturbare alla radice. non già per le esagerazioni torturepornare, che non vengono certo economizzate, ma per l'altissimo potenziale perturbativo sfruttato senza buttare via niente, codici visivi inclusi, qui scompaginati in una costellazione della patologia che guarda al passato con gli occhi del futuro. davvero tanto di catpello.
  • Discussione Deepred89 • 27/11/18 22:09
    Comunicazione esterna - 1426 interventi
    Confermo il parere positivo sul film, visto totalmente alla cieca su grande schermo al Fantafestival di un paio d'anni fa (X Schramm: forse proprio la stessa sera in cui vidi anche The Blind King). Sarcastico e politicamente scorrettissimo ma mai scontato.
  • Discussione Schramm • 28/11/18 15:40
    Risorse umane - 6694 interventi
    occacchio! su grande schermo! tantissima invidia, ma probabilmente sarei uscito dalla sala con l'ausilio di due barellieri. gli ultimi 15' mi hanno davvero lasciato addosso un forte senso di disturbo pari al malessere che ti prnde quando uno spinello si trasforma da piacevole in trip sempre più paranoide. curioso tra l'altro di sapere, se le ricordi, le reazioni avute quando SPOILCAT a babbo morto, e un po' alla funny games, gli opening credits vengono sommersi da uno score harsh come pochi che spacca membrane delle casse e dei timpani FINE SPOILCAT.
  • Discussione Deepred89 • 1/12/18 02:26
    Comunicazione esterna - 1426 interventi
    Schramm ebbe a dire: occacchio! su grande schermo! tantissima invidia, ma probabilmente sarei uscito dalla sala con l'ausilio di due barellieri. gli ultimi 15' mi hanno davvero lasciato addosso un forte senso di disturbo pari al malessere che ti prnde quando uno spinello si trasforma da piacevole in trip sempre più paranoide. curioso tra l'altro di sapere, se le ricordi, le reazioni avute quando SPOILCAT a babbo morto, e un po' alla funny games, gli opening credits vengono sommersi da uno score harsh come pochi che spacca membrane delle casse e dei timpani FINE SPOILCAT. Ricordo che pensai proprio a Funny Games. Il resto del film lo trovai sgradevole ma in senso buono, caustico all'inverosimile e pieno di inventiva.
  • Discussione Schramm • 1/12/18 13:55
    Risorse umane - 6694 interventi
    Deepred89 ebbe a dire: caustico all'inverosimile e pieno di inventiva. si è davvero una svecchiata radicale al maniac-movie. ce ne fossero.
  • Homevideo Taxius • 28/02/19 19:43
    Portaborse - 168 interventi
    Appena uscito il bluray sempre per Spasmo Video
  • Discussione Leukimara • 9/07/19 15:52
    Galoppino - 8 interventi
    Ma l'attore principale che faccia ha??? Secondo me è assolutamente fantastico, disturbante, un nuovo Anthony Perkins, ma con molto meno fascino...che dite?