Cerca per genere
Attori/registi più presenti

SALON KITTY

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 20
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 15/3/08 DAL BENEMERITO COTOLA

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Undying 10/8/09 3:27 - 3875 commenti

Un Brass insolito, ancora distante dai temi giocosi che distingueranno le opere seguenti. Dopo una manciata di titoli grotteschi, surreali e rivoluzionari il cineasta propone, con Salon Kitty, una pellicola intrisa d'erotismo malato, decadente, simbolo dell'incomunicabilità tra i due sessi. Concepito, in concomitanza con una serie di fortuite circostanze, il film propone un cast in parte clonato dal più celebrato lavoro di Visconti: La caduta degli dei. La cupa angoscia che predomina nella sceneggiatura grava in tutto il film, ma la valida regia impone popolarità mondiale al nome di Brass.
I gusti di Undying (Horror - Poliziesco - Thriller)

Il Gobbo 1/5/12 15:20 - 3011 commenti

Esaurita la vena nouvelle-vauguiste e sessantottina (la migliore) con questo fumettone Brass entra nel suo tunnel mona-maniacale inaugurando e codificando al contempo, insieme a Pasolini, il nazi-exploitation con tutti gli elementi del caso. Declamatorio, enfatico, ridondante, più spesso ridicolo che grottesco. Certo gli estimatori degli articoli femminili, copiosamente esibiti fronte-retro, non hanno di che lamentarsi.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Pigro 26/9/11 22:11 - 7173 commenti

Un buon casting, un'estrosa accuratezza nei costumi, un ottimo trucco: il resto è da dimenticare. Dalla vera storia del bordello di spie naziste Brass prende ispirazione per un filmetto erotico che si compiace di nudità eccentriche, buttando in caricatura il Nazismo, trasformato in covo di pervertiti e sessuomani. La stessa regia, accecata dalla quantità di chiappe e genitali d'ogni sorta (nonché di grotteschi accoppiamenti), non si rende conto che il tempo passa e, anche per la pretestuosità della vicenda, l'attenzione del pubblico scema.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Homesick 13/7/08 17:53 - 5737 commenti

Fin dalla scelta della coppia protagonista (Berger e Thulin) appare chiaro il collegamento della pellicola brassiana con l’immaginario visconteo de La caduta degli dei: intrighi tra sesso e politica e degradazioni nel Terzo Reich, che l’autore enfatizza con una netta propensione per il luridume (nudi integrali ben poco erotici, orge folkloristiche, coiti con freaks anticipatori dei nazi-porno). Comunque l’aspetto più riuscito resta quello scenografico, a partire dalla performance iniziale di una Thulin in versione uomo-donna.
I gusti di Homesick (Giallo - Horror - Western)

Renato 5/6/10 17:23 - 1495 commenti

Lungo e noioso, non ha particolari pregi se non la presenza dei soliti caratteristi in grande abbondanza (ci sono persino Tom Felleghy e John Bartha insieme, come uomini della Gestapo!). Girato quasi tutto in interni e con delle orrende finte musiche d'epoca, riesce anche a banalizzare il nazional-socialismo: e che dire della rappresentazione funerea del sesso, che Brass ha sempre attaccato contrapponendola alla sua, gioiosa e porcellona? Più funerea di quella che si vede qui, non si può proprio.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Cotola 15/3/08 22:57 - 6849 commenti

Estenuante ed eccessivo (specie nella lunghezza) pasticcio erotico di marca brassiana che sprizza cattivo gusto da tutti i pori. Il “merito”, si fa per dire, è da dividere a metà tra regia e sceneggiatura. Il plot è solo una scusa per mostrare nudità e perversioni assortite oltre che per assecondare il voyeurismo del regista. La rappresentazione dei nazisti poi è oltre modo macchiettistica ed inverosimile. A tratti poi, come spesso accade nei lavori di questo regista, il film è inutilmente volgare e sopra le righe.
I gusti di Cotola (Drammatico - Gangster - Giallo)

Tarabas 10/3/09 12:04 - 1567 commenti

Terrificante porcheria pseudo-cinefila, con un campionario di idiozie e volgarità raramente assommate in un film pensato per una distribuzione ordinaria. La materia era delicatissima e Brass non ha nemmeno vagamente idea di come approcciarla, quindi ci dà dentro con il suo solito bric-a-brac di sesso e voyeurismo, qui particolarmente morboso e malsano, sfruttando i più stolti luoghi comuni su aguzzini e vittime. Per di più, il film ha il "merito" di aver dato la stura a un deprecabile filone. Ignobile.
I gusti di Tarabas (Commedia - Gangster - Western)

Daniela 13/2/09 15:41 - 7614 commenti

Orgia di kitsch, feticismo d'accatto e perversioni nazi-sado-maso da banco dei remainders cucite addosso a una trama inconsistente, che diventa risibile quando vuol mostrare la presa di coscienza della puttana innamorata e la conseguente vendetta. Una caduta degli dei for dummies sporcaccioni, in cui sono coinvolti purtroppo attori come Berger e Thulin, anche se è a quest'ultima che si deve l'unico momento da salvare (il ballo double-face) in questa pellicola di rara bruttezza e volgarità.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Ciavazzaro 17/10/10 14:20 - 4703 commenti

Non mi è dispiaciuto. Un Brass abbastanza misurato (pur con alcune cadute di stile, come gli accopiamenti nelle celle per selezionare le ragazze più adatte) dirige una buona pellicola che può rientrare nel filone dei nazi-porno. Cast strepitoso dalla Thulin regina alla sensuale e fragile Savoy, con il meglio delle attrici anni settanta (Senatore, Webley etc.) e molti amati generici. Berger riesce a non essere eccessivo, decadente in modo giusto la Aumont, non male il finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il finale sotto i bombardamenti.
I gusti di Ciavazzaro (Giallo - Horror - Thriller)

Deepred89 1/10/11 12:30 - 3070 commenti

Cult dell'erotico anni 70, nel complesso piuttosto riuscito. Al di là della buona quantità di scene di sesso e perversioni (nulla di eccessivo in questo caso, a parte quelle che coinvolgono veri freaks) il film risulta ben fatto, raffinato nelle inquaadrature e abbastanza efficace anche nella pur esile trama. Peccato per alcune evitabili lungaggini, come le interminabili scene "musicali", tentativi malriusciti di conferire al film un tocco in più di autorialità. Salvatore Baccaro, nella sua breve comparsa, fa le prove per La bestia in calore.
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Capannelle 13/8/17 23:52 - 3511 commenti

Zoommate e controzoommate in serie sono la summa dell'isterismo brassiano, mentre la durata spropositata, alcuni dialoghi pretenziosi e la scelta delle musiche non fanno che appesantire l'opera. Si salvano alcuni caratteristi, l'ambientazione di interni e l'assenza di quegli effettacci che il genere proporrà nelle sue diramazioni più aberranti. Dei tre protagonisti solo la Thulin regge alla distanza, gli altri due diventano stucchevoli.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Alcune giacche indossate da Berger sembrano rubate dal guardaroba di Freddy Mercury.
I gusti di Capannelle (Commedia - Sentimentale - Thriller)

Pol 1/1/13 21:01 - 589 commenti

Brass firma un'opera di grande impatto visivo avvalendosi di scenografie, costumi e fotografia di prim'ordine per mettere in scena un'allegoria (in bilico tra dramma, eros e spionaggio) del rapporto tra potere e sesso, quest'ultimo privato della sua spinta vitale per diventare strumento di controllo, esercizio ginnico, umiliazione: l'erotismo permea la pellicola dall'inizio alla fine sia nei suoi aspetti più morbosi e grotteschi che in quelli più sensuali. Azzeccato il cast, dal vampiresco Berger all'abbagliante Savoy.
I gusti di Pol (Comico - Gangster - Thriller)

Lucius  9/5/14 20:48 - 2690 commenti

Molto tempo prima della sua deriva pornografica Brass firma questo gioiellino di film, ricco di preziose inquadrature, giochi di specchi e dramma. Le nudità una volta tanto non sono gratuite ma parti integranti e irrinunciabili di una storia veramente appassionante. Flm d'ambiente ricco di atmosfera, in cui primeggiano due attrici strepitose e non solo fascinose, in connubio con forti sentimenti contrastati da un regime delinquenziale, in un macabro, impietoso affresco storico. Benvenuti al Salon Kitty.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Myvincent 25/11/18 7:36 - 2206 commenti

Speculare al contemporaneo Salò di Pasolini, "Salon Kitty" è senza dubbio il capolavoro di un nuovo Tinto Brass che, forte di un budget decoroso, raduna sceneggiatori, coreografi, costumisti di grande livello, per sviluppare tutto il suo talento visionario e surreale. Il periodo storico in esame è solo un pretesto per raccontare i vizi privati e le inclinazioni sessuali più disparate, il potere come suscitatore di Eros e Thanatos. Bellissima la fotografia a scandire il ritmo incalzante e ipnotico, piatto forte dell'opera.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La bellezza mozzafiato di Teresa Ann Savoy, perfetta nel ruolo di protagonista.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Luchi78 4/1/12 11:44 - 1521 commenti

Un Brass che accenna alla virata verso l'espletazione del sesso come attrazione in forme voyeuristiche e stravaganti. Parliamoci chiaro, è ancora un Brass lontano dai giochetti di Monella o altri lavori più recenti: la cura nelle scenografia, nel trucco e nei costumi lo avvicinano molto alla Caduta degli Dei di Visconti. Ci sono lungaggini insopportabili e scene inopportune, ma il film ha un suo significato preciso, connotato da una forte sarcasmo "nero" nei confronti degli orrori del terzo reich.
I gusti di Luchi78 (Comico - Fantastico - Guerra)

Faggi 19/11/18 17:23 - 1344 commenti

Nazi-exploitation da assorbire arrendendosi alla vena di un Brass desideroso di smaltare con toni torbidi e decadenti e incensare di sensualità perversa, gli intrighi, l'erotismo e la morte ai tempi del Terzo Reich. La dedizione all'apparato figurativo (all'artificio) e la cura degli orpelli (sopra le righe, secondo lo stile del Maestro) sono superiori alla capacità di approfondire il materiale metaforico, ma tant'è; l'oggetto sortisce i suoi effetti. Buona la prova dei duellanti Berger e Savoy. Inevitabile pensare a La caduta degli dei.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La teoria di depravazioni e mostruosità; Il ballo; Il finale.
I gusti di Faggi (Fantascienza - Giallo - Poliziesco)

Jurgen77 13/10/15 8:22 - 582 commenti

Primordiale nazi erotico svastica di Brass, con attori di un certo livello. La storia è forse un po' pretestuosa, ma le rappresentazioni sadico-grottesche sono ben fatte. Geniali alcune trovare erotiche degne del maestro Brass, come pure tutte le presenze femminili. Trama forse debole, ma credo che chi si accosta a un film così non ci faccia troppo caso.
I gusti di Jurgen77 (Fantascienza - Guerra - Horror)

Enricottta 26/8/09 13:07 - 507 commenti

Brass conn il complesso d'inferiorità nei confronti di Visconti? Non ci credo. Il nostro regista è un egocentrico fuori controllo, prende un cast di tutto rispetto, una scenografia ad effetto e crea un filmaccio senza possibiltà di riabiltazione. Quando il cinema incontra Brass il cinema se ne va. Il vero peccato è che Brass è sempre un personaggio intelligente, preparato e originale. Quanto talento sprecato!
I gusti di Enricottta (Erotico - Giallo - Musicale)

Samdalmas 1/6/17 17:46 - 274 commenti

La follia del Terzo Reich secondo Brass si consuma in un bordello per nazisti in cui si mescolano sesso e potere con ragazze assoldate al piacere. Film ricco, con scenografie di Ken Adam reduce da Barry Lyndon, rappresenta la guerra come uno spietato gioco erotico. Efficaci Helmut Berger, gerarca spietato quanto impotente e la statuaria Savoy, che si offre in tutta la sua bellezza.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'orgia nella palestra; Il finale.
I gusti di Samdalmas (Musicale - Poliziesco - Thriller)

Bullseye 9/3/13 3:01 - 24 commenti

Forse il vero capolavoro di Brass, con un cast da urlo. Una memorabile odissea negli orrori nazisti filtrati attraverso la lente grottesca e caustica del grande regista venezian,o che rende il tutto ancora più crudo e doloroso. Il potere come unico scopo dell'esistenza e trionfo della malvagità umana, al di là dei simboli e delle bandiere che lasciano sempre il tempo che trovano. Le citazioni da Visconti, Chaplin, Browning e Kubrick impreziosiscono ancora di più il racconto. Sottovalutatissimo.
I gusti di Bullseye (Comico - Erotico - Sentimentale)