La regina d'Africa

Media utenti
Titolo originale: The African Queen
Anno: 1951
Genere: avventura (bianco e nero)
Numero commenti presenti: 5

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/09/07 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 23/09/07 09:57 - 11724 commenti

I gusti di Galbo

Diretto dal grande John Huston, è la storia di una folle (nelle intenzioni) missione bellica condotta da un avventuriero alcolizzato e una zitella a bordo di un'imbarcazione che percorre un grande fiume africano. Prototipo del classico film d'avventura, presta però molta attenzione alla psicologia (e all'atipica love story) dei due personaggi interpretati da due attori di grande spessore (Bogart e la Hepburn); il continente africano sullo sfondo viene utilizzando evitando i clichè da cartolina e questo è un ulteriore merito del film.

Stefania 12/03/10 23:25 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

L'espediente drammatico è quello, sempreverde e di sicuro effetto: due estranei caratterialmente incompatibili, una situazione di forzata promiscuità, pericoli esterni a gogò, prove da superare... divertimento assicurato! La convivenza dell'etilico lupo di fiume Charlie e della puritana Rose, a bordo della bagnarola Regina d'Africa, in fuga dal piombo tedesco tra coccodrilli, insetti, cascate e sabbie mobili è foriera di una guerra privata e di un romantico armistizio. Un'avventura sotto costante minaccia di morte, eppure... quanto humor!
MEMORABILE: Quando, finalmente, l'odiosa nave da guerra degli odiosi tedeschi esplode schiantandosi contro il relitto della Regina d'Africa! E vaiii...

Jandileida 1/02/11 09:22 - 1353 commenti

I gusti di Jandileida

I tedeschi non lasciano in pace Bogey nemmeno nel cuore profondo dell'Africa nera: stavolta Houston lo tramuta in un marinaio d'acqua dolce, con un debole per Mr. Gordon, che prova a sfuggire ai sudditi del Keiser. Lo accompagna la Hepburn con la quale nascerà un gioco risaputo, ma non per questo meno gentile, che sfocerà nell'amore. L'ottima mano di Houston si vede sempre e i due attori danno vita ad interpretazioni in linea con i parametri del tempo: e sì perché 60 anni per un film non sono pochi ma "La regina" si fa sempre guardare con piacere.
MEMORABILE: La Hepburn chiede a Bogey di voltarsi perché sta uscendo dall'acqua... in vestaglia: che classe!

Daniela 24/04/16 09:14 - 10896 commenti

I gusti di Daniela

Nel 1914, in una colonia africana sotto il dominio tedesco, la sorella di un missionario inglese si mette in testa di dare il proprio contributo allo sforzo bellico, coinvolgendo nell'impresa il riluttante proprietario di uno scalcinato battello... In un mix fra avventura e romantismo, la zitella bacchettona Rose e l'ubriacone zozzo Charlie declinano l'assioma dell'attrazione degli opposti con umorismo e tenerezza, resi indimenticabili dai loro splendidi interpreti. Grande divertimento e un epilogo in chiave favolistica che stampa il sorriso sul volto anche all'ennesima visione.
MEMORABILE: Rose versa nel fiume il contenuto delle bottiglie

Myvincent 26/10/21 08:53 - 2987 commenti

I gusti di Myvincent

Due anime sole e sperdute in Africa si incrociano e ne attraversano di cotte e di crude, proprio come succede a chiunque di noi, con l'aggravante di una guerra che non conosce pietà alcuna. John Huston dirige un film che sarà leggendario, mescolando sapientemente humour e tragedia, buone maniere e selvaticume, riuscendo a trovare un incontro e un equilibrio perfetti; proprio come lo sono Bogie e la Hepburn. Classico senza tempo.
MEMORABILE: L'attacco delle sanguisughe e il loro distacco grazie al sale sparso sulla pelle.

John Huston HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Patrick78 • 11/01/12 13:49
    Magazziniere - 546 interventi
    DVD FLAMINGO VIDEO in uscita il 20/03/2012.
  • Discussione Daniela • 24/04/16 09:37
    Gran Burattinaio - 5678 interventi
    La lavorazione del film, resa assai complicata dal fatto di essere girato in Africa in difficile condizioni ambientali, è stata descritta liberamente da Peter Viertel, che aveva collaborato con John Huston e James Agee alla sceneggiatura. Nel romanzo Cacciatore bianco, cuore nero vengono infatti raccontate le riprese di un film girato in Africa, durante le quali il regista sembra però più interessato alla caccia all'elefante che a portare a termine l'opera.
    Il romanzo di Viertel è stato a sua volta portato sullo schermo da Clint Eastwood nel 1990 nel film omonimo.
  • Curiosità Schramm • 5/07/18 19:08
    Controllo di gestione - 6966 interventi
    * Durante le riprese, un Bogart alticcio e irascibile venne spesso alle mani col regista, uscendone regolarmente sconfitto in una mossa data la stazza e la forza di quest'ultimo.

    * Tutta la troupe e l'intero cast, a eccezione di Bogart e Houston, si ammalò di una tremenda dissenteria, e dovette recitare ammalato e indebolito. La Hepburn fece mettere un secchio appena fuori dal campo visivo della mdp e tra un ciak e l'altro correva a dare di stomaco.

    (Fonte: Justin Bowyer, Comversazioni con Jack Cardiff all'interno del volume Art, Light and Direction in Cinema)