Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/11/17 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Gippal 15/11/17 09:19 - 89 commenti

I gusti di Gippal

Mary è un genio di bambina: a sette anni risolve problemi matematici accademici con una nonchalance invidiabile. Ma, a differenza di altri film simili, la scena è solo indirettamente calata su di lei, emergendo presto altri temi connessi ai vari personaggi del film. Ciò che preme e risalta più di ogni altra cosa è il diritto alla spensieratezza, al gioco. La vita è una sola e, per quanto dotati, per quanto di mente sopraffina, tali "diritti" non possono negarsi a nessuno.

Daniela 7/11/17 13:01 - 11756 commenti

I gusti di Daniela

La piccola Mary ha una mente prodigiosa. Lo zio cerca di allevarla come una bimba della sua età, mentre la nonna intende farle seguire le orme della madre suicida, anch'essa genio della matematica... Fra dramma e commedia, un film che non lesina sugli effetti lacrimevoli ma mantiene una propria dignità grazie alla prova del cast: inaspettatamente credibile Evans in un ruolo per lui poco abituale, meno uggiosa del previsto Mckenna, sempre identica a se stessa ma simpatica Spencer, la migliore è Duncan, mamma/nonna inaffettiva e divorata dall'ambizione.

Zio bacco 20/11/17 12:38 - 240 commenti

I gusti di Zio bacco

Una bambina baciata dal genio della matematica è contesa fra zio e nonna. Alla fine... Certo, detta così la vicenda è molto banale, ma di per sé il film non offre, a ben vedere, chissà quali spunti ulteriori. Molto buona la prova di recitazione del cast, ben assortito, nel quale brilla Lindsay Duncan. Meno buona la sceneggiatura, che a mio avviso scade spesso in dialoghi inutili o stucchevoli (specie quando la piccola formula elucubrazioni einsteiniane). Nel complesso è un film apprezzabile, ma condito da abbondante buonismo.

Muttl19741 27/09/18 20:17 - 146 commenti

I gusti di Muttl19741

Marc Webb, già regista di due capitoli del reboot di Spider-man, si accolla l'impresa di raccontare la storia di una bambina più che superdotata. La vicenda dell'abilità della fanciulla viene però iper-spettacolarizzata, come se si stesse raccontando una storia della Marvel e l'analisi, centrata in alcuni aspetti, rimane a livello superficiale e risulta a tratti posticcia. La liaison tra due dei protagonisti si intuisce dai primi frames e banalizza il racconto. Film più vicino a Ant-man che a Will hunting.

Didda23 9/09/19 09:27 - 2360 commenti

I gusti di Didda23

Il cinema americano non è nuovo a tematiche similari (basti pensare a Will Hunting), è originale - invece - l'approccio approntato dalla sceneggiatura: il fulcro dell'opera non è tanto il talento e le conseguenze che questo dono crea, quanto capire qual è l'ambiente migliore per coltivarlo. Più convincente nelle parti intime e umane, mentre la parte processuale rallenta il dinamico registro narrativo. Webb, dopo la parentesi marvelliana, torna con discreti esiti in un lido a lui congeniale. Evans sforna una prestazione credibile, sorretto da comprimari (la Spencer) all'altezza.
MEMORABILE: L'insegnante che scopre il talento della piccola; Il quesito sbagliato all'università; Le volontà della madre.

Maxx g 11/11/19 17:32 - 570 commenti

I gusti di Maxx g

La trama è invero banale e ricorda, per certi aspetti, Il mio piccolo genio, diretto da Jodie Foster nel 1991. Si tratta di una bambina prodigio che vive con lo zio. La madre si è suicidata mentre il padre non la conosce affatto. La nonna materna combatte con il figlio per chi debba tenerla. Al di là dei sentimenti per la bambina (invero assai poco sopportabile), il film non ha alcun sussulto e si trascina stancamente. Da vedere solo per curiosità.

Lou 9/04/20 19:52 - 1086 commenti

I gusti di Lou

A seguito della morte della sorella, Frank (Chris Evans) prova a crescere la piccola nipote, particolarmente dotata nella matematica. Qual è la scelta educativa corretta per un piccolo genio? Attorno a questo dilemma ruota una storia di tensioni familiari, con molti momenti melodrammatici e lacrimevoli. La confezione è buona e il cast se la cava egregiamente.

Puppigallo 27/04/20 19:30 - 4930 commenti

I gusti di Puppigallo

Se non fosse per la giovanissima protagonista, simpatica e naturale nel suo ruolo di genietto della matematica, felice di vivere con lo zio squattrinato, il film non avrebbe un suo perché. Seppur girato con un certo mestiere, infatti, presenta una serie di personaggi poco interessanti, impegnati nelle udienze per l’affidamento della piccola, che ha perso la madre e non ha mai visto il padre. Di tutti quelli che le ruotano attorno, la figura più riuscita è quella dell’amica di colore dello zio. L’ultima parte, eccessivamente lacrimevole, non aiuta. Comunque vedibile.
MEMORABILE: Dice dello zio: "E’ noioso, ma bravo perché mi ha preso quando ancora non ero intelligente"; Il docente sottopone alla bambina un problema sbagliato.

Capannelle 3/06/20 00:25 - 4098 commenti

I gusti di Capannelle

Per circa un'ora si comporta come il più classico dei film tv americani, tutto ordinato con abbonandati spruzzate di buonismo, gag prevedibili e un protagonista armato di buonissime intenzioni ma poco accorto che deve vedersela con la parente ricca e poco simpatica. Ma è proprio sul loro rapporto e su certe sfaccettature che si costruisce una convincente seconda parte che pur non raggiungendo vette memorabili dà senso e solidità alla storia. Aiuta un cast discretamente affiatato che ha nella Lindasy e nella Spencer le sue frecce migliori.

Anthonyvm 24/12/20 15:54 - 4142 commenti

I gusti di Anthonyvm

Will hunting incontra Kramer contro Kramer in questa delicata "dramedy" familiare. Quella che parrebbe all’inizio una storiella a base di matematica e di esaltazione della genialità si rivela tutt'altro: il "dono" del titolo è in realtà un aspetto marginale del plot, incentrato su una causa legale per l'affidamento di una bimba. Sebbene non racconti nulla di nuovo e si spinga un po' troppo sul sentimentale (pure visivamente, con le silhouette dei protagonisti stagliate su un tramonto da cartolina), i personaggi sono ben sfaccettati, i dialoghi ottimi e gli attori all'altezza. Buono.
MEMORABILE: I calcoli complicatissimi in classe tipo Matilda 6 mitica; Il problema alla lavagna sbagliato; L'addio presso i genitori adottivi; La foto del gatto.

Marc Webb HA DIRETTO ANCHE...

Galbo 21/03/21 07:52 - 11927 commenti

I gusti di Galbo

Una bambina incredibilmente dotata sotto l’ala protettiva di uno zio desideroso di preservarne la quotidianità. Marc Webb dirige un inedito e umanissimo Chris Evans in un ruolo per lui Inedito nel quale l’attore americano si dimostra a suo agio. Sebbene non eviti totalmente l’effetto ricattatorio strappalacrime, il film raramente eccede nel sentimentalismo, anche grazie alla varietà dei caratteri che alleggeriscono il racconto. Preziosa a questo proposito la partecipazione della Spencer. Nel complesso, non male. 

Silvestro 15/07/22 07:20 - 276 commenti

I gusti di Silvestro

Un film che ha dalla sua una storia interessante, un buon cast (capitanato da un Evans non nei panni del sex symbol o dell'eroe della Marvel ma in quelli insoliti dello zio premuroso) e un ritmo che per un'oretta buona procede spedito. Poi la pellicola si impantana un po' per arrivare piuttosto sgonfia nel finale. Nel complesso un film sufficiente, ma con qualche tocco in più poteva uscirne qualcosa di meglio.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.