LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Abbandonato lo spaghetti western, la coppia Bud Spencer/Terence Hill riprende l’ambientazione esotica di ...PIU’ FORTE, RAGAZZI! (qui siamo un po' più su, cioè nei Caraibi, vicino a Maracaibo e alla fine del 1800) per interpretare i due missionari Padre Pedro e Padre G., cattolici insoliti che preferiscono mantenere le credenze degli indigeni limitandosi a sfamarli e fargli conoscere una piccola porzione di civiltà. Ovviamente verranno presto in contrasto col signorotto della vicina cittadina, il “cattivo” Gonzaga (Robert Loggia) e come sempre saranno botte da orbi. Tratto da un racconto di Rodolfo Sonego e diretto da Franco Rossi è un tipico film alla Spencer/Hill, zeppo...Leggi tutto di buoni sentimenti, musiche finto-tropicali dei fratelli De Angelis, bei paesaggi naturali e una storia facile facile che possa soddisfare anche i giovanissimi. In realtà, pur se forse leggermente più ricercato del consueto, il soggetto non convince del tutto per via di un’aura un po' troppo seriosa che poco si addice ai due protagonisti. Certo, ogni cosa è relativa e la semplificazione della sceneggiatura è evidente, però si sente la mancanza di qualche spunto brillante. Spencer e Hill sono in forma e, nelle tre o quattro megascazzottate, si confermano gli unici a saper proporre cose del genere senza farle sembrare la solita rissa per riempire il metraggio. Spencer in particolare tira pugni e sberle con una convinzione totale e l'effetto è veramente quello di sganassoni apocalittici. Non mancano i prevedibili battibecchi tra i due (compresi tre o quattro “pugni proibiti”) in un film comunque privo del giusto mordente e tutto sommato piuttosto noioso, di qualità leggermente inferiore alla media del duo campione d’incassi del cinema italiano dei Settanta. Regia incolore, al contrario della fotografia.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 23/03/07 22:19 - 4746 commenti

I gusti di B. Legnani

Dimenticabilissimo. Anzi: è difficile, pur volendolo, che questo film, assai anonimo, resti impresso nella memoria. Le cose migliori (vale a dire le scazzottate) sono identiche a quelle di ogni altro film con Bud Spencer e Terence Hill. Ma non c'è nulla, ma proprio nulla, che permetta al film di distinguersi. Certo: si ride un po', ma ci mancherebbe altro.

Il Gobbo 18/01/08 09:06 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Che ci fa Franco Rossi alle prese con un film del genere? Ci vuole un po' di ritmo e di perizia (senza che siano richieste chissà quali doti tecniche) per assecondare le eterne scazzottate di Pedersoli e Girotti, ma qui il ritmo latita, e la pellicola finisce per essere uno dei più insignificanti capitoli di una gloriosa carriera.

Soga 16/04/09 00:33 - 125 commenti

I gusti di Soga

In generale è troppo serioso per essere classificato come uno dei "soliti" della premiata ditta Bud Spencer & Terence Hill. Oltre alle rituali botte da orbi contro il classico supercattivo e i suoi scagnozzi, il film tenta di fare una critica nei confronti del ruolo di "civilizzatore" assunto dall'uomo bianco (e della Chiesa) nell'America Latina. In questo contesto le solite scazzottate e situazioni comiche, pur sempre godibilissime, assumono un'aria quasi aliena. Gradevole ma mal amalgamato.

Ronax 28/04/09 20:59 - 912 commenti

I gusti di Ronax

Nei lontani Anni Settanta anche le più infantili favolette dovevano tingersi di "politically correct". Non ne resta immune neppure il veterano Franco Rossi, che mette la tonaca alla coppia di Trinità e la spedisce nei Caraibi di fine Ottocento a difendere, ovviamente a suon di pugni, i poveri indigeni contro gli sfruttatori bianchi. Naturalmente è solo un pretesto per la solita sciocca e noiosissima sequela di scazzotatture in stile vecchia comica, ma sul fatto che il film sia riuscito a far ridere anche un solo neonato c'è più di un punto interrogativo.
MEMORABILE: Il popolo che vive sugli alberi ricorda il famigerato Cannibal Holocaust e lo sceneggiatore Clerici ha collaborato a tutti e due i film.

Disorder 2/07/09 21:48 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Non è affatto male, in realtà, ma manca qualcosa: manca ritmo, ma soprattutto manca quella sana esagerazione che è poi il tratto distintivo dei due protagonisti: i personaggi, pur anticonvenzionali, non lasciano il segno. Poi la storia è buona e ci sono battute divertenti. Insomma, così-così...
MEMORABILE: "Avete incrociato due preti cattolici?". Bud e Terence: "Dice uno biondo con gli occhi azzurri? E l'altro grande e grosso con la barba? Mai visti"...

Fabbiu 10/10/10 18:44 - 1950 commenti

I gusti di Fabbiu

Strano a dirsi, ma dietro le scazzottature della coppia che mena c'è una storia piu seria del solito, una ricostruzione storica e scenica di tutto rispetto, una colonna sonora come vuole la tradizione ed un occhio critico verso il ruolo colonizzatore della chiesa conquistatrice. Gli attori sono bravissimi e il film non è scritto nemmeno male; le scazzotate non stufano e non son le solite, ma ciò che manca sono i momenti molto comici che tutti si aspettano dai due... Probabilmente è per questa strana ricetta che il film passa un po inosservato

Nando 27/12/10 17:52 - 3485 commenti

I gusti di Nando

Due religiosi s'impegnano affinché un signorotto locale non s'approfitti della popolazione utilizzando i loro metodi abbastanza pugnaci. La manesca coppia Hill-Spencer ripropone il solito clichè fatto di scazzottate e qualche, rara, battuta. Risibile nella trama ed insolitamente ripetitivo.

Mark70 22/01/11 13:57 - 118 commenti

I gusti di Mark70

Tentativo per la coppia Spencer-Hill di fare un film più serio del solito: qui i cattivi, invece delle solite macchiette, sono i colonizzatori bianchi affiancati dalla chiesa cattolica. Il risultato è comunque godibile, ma troppo lento e meno divertente del solito. Restano comunque in mente le splendide scenografie tropicali (come non ricordare gli ex-schiavi che vivono in un villaggio sugli alberi, come gli Ewoks de il ritorno dello jedi?) e le scazzottate, che diventano delle vere coreografie.
MEMORABILE: "Dio salvi la regina!" "E perché... sta male?" "No!" "E allora perché scomodare Dio?"

Belfagor 8/04/12 15:35 - 2624 commenti

I gusti di Belfagor

Due missionari spediti nei Caraibi aiutano la popolazione locale a difendersi dai coloni spagnoli. Nonostante la base storica, la trama è un canovaccio per l'ordinaria amministrazione, ovvero scazzottate a non finire. Peccato però che manchi il giusto ritmo comico tipico dei film migliori del duo Spencer-Hill. Il film non è sufficientemente movimentato e, anche se si ride, dopo un po' prevale la monotonia.

Galbo 26/02/12 10:07 - 11417 commenti

I gusti di Galbo

Uno dei film più ambiziosi della coppia Hill/Spencer dal punto di vista narrativo. Si punta sull'ambientazione caraibica che effettivamente è ben resa oltre che su una trama che tenta qualche incursione nella critica sociale (lo sfruttamento dei nativi da parte delle popolazioni bianche). Inevitabile quindi un certo "snaturamento" del genere e dei personaggi, il che rende il film meno divertente del solito e in definitiva uno dei meno riusciti tra quelli interpretati dai due simpatici attori.

Rogerone 18/12/12 12:38 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Non c'è niente da fare, il film non decolla. Qualche buona sequenza c'è ovviamente, tipica del duo, ma la sensazione è che non si spicchi mai il volo, la storia non è coinvolgente. Ho provato a considerare i punti positivi, ma è uno dei meno riusciti della coppia, se non il meno riuscito in assoluto. I sottovalutati Miami supercops e Botte di Natale non saranno dei gran film, ma avevano una loro logica, una loro personalità. Porgi l'altra guancia lo reputo inferiore anche a questi due. Forse sarò eccessivo, però...

Rambo90 17/01/13 16:36 - 6386 commenti

I gusti di Rambo90

A me questo film della coppia piace molto, sia per la volontà di raccontare una storia più seria e vicina alla realtà che per le splendide ambientazioni e le riuscite caratterizzazioni dei personaggi. Bud & Terence missionari dall'animo nobile funzionano molto bene, si sorride spesso e non mancano scazzottate come sempre ben orchestrate. Ottima la colonna sonora, simpatico il finale.

Rigoletto 9/06/13 17:18 - 1600 commenti

I gusti di Rigoletto

Nello stesso anno di Altrimenti ci arrabbiamo viene prodotto questo buon film in cui i nostri eroi sono dei sacerdoti in un Sud America in cui è ancora applicata la schiavitù. Bisogna battere il ferro finché è caldo, cavalcando il successo del precedente film, ma questa pellicola, sia pure assai divertente, riesce a metà lasciando freddini in un finale condotto senza la stessa maestria con cui viene narrata la storia. Resta però un film consigliatissimo in cui troviamo, tra i caratteristi, un bravo Mario Pilar. ***
MEMORABILE: Bud: "Ricordati, se ti danno uno schiaffo, porgi l'altra guancia! "; Terence: "Ma tu perché l'hai colpito?"; Bud: "perché ha sbagliato guancia!"

124c 23/05/14 18:56 - 2775 commenti

I gusti di 124c

Nuovo film in costume per il duo, dopo Il Corsaro Nero, ma il copione, fortunatamente, non cambia. Anche nei ruoli di padre Pedro e Padre G, Bud Spencer e Terence Hill continuano a radrizzare i torti, "elargendo" penitenze a suon di sganassoni. Terence Hill diverte nel ruolo di truffatore e falso sacerdote, lo segue a ruota Bud Spencer, che sacerdote lo è davvero ma brontolone come suo solito. Esilarante la cena a casa del marchese cattivo (Robert Loggia), piena di sacerdoti, che si trasforma in un digiuno, trasgredito solo da Terence Hill.
MEMORABILE: Terence Hill: "Aiuto Padre Pedro!" Bud Spencer: "San Clemente, San Clemente, fa che non perda la pazienza, perché se la perdo devo far penitenza!"

Saintgifts 11/07/14 00:00 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Le lunghe scazzottate, che rappresentano il fulcro nei film del famoso duo, non mancano nemmeno qui e sono bene gestite. Non mancano nemmeno le battute che fanno sorridere e, dopo le ambientazioni western in altre occasioni, queste caraibiche sono altrettanto apprezzabili. Apprezzabile pure la critica alla chiesa che appoggia i potenti e dimentica i poveri che dovrebbe proteggere, messa lì abbastanza disinvoltamente e con leggerezza, ma che lascia il segno. Accenni a Robin Hood e ad altri classici non stonano. A torto sottovalutato.

Brik94 1/08/15 07:32 - 68 commenti

I gusti di Brik94

Divertente film con la coppia Bud & Terence nel ruolo di due missionari dal cuore d'oro e dalle mani facili (vedi il titolo). I battibecchi tra i due sono sempre riuscitissimi e regalano scene divertenti in aggiunta a quelle delle scazzottate, più lunghe del solito. Nel cast anche Robert Loggia nel ruolo di antagonista.
MEMORABILE: La filastrocca di Terence sulla barca mentre Bud tenta di fare i conti.

Il Dandi 18/06/16 03:04 - 1817 commenti

I gusti di Il Dandi

Recita quasi a soggetto, che riprende dai due "Trinità" il tema dei religiosi contro i prepotenti di turno, con la variante di far indossare ai due la tonaca da preti missionari e di spostare l'azione nel Sud-America di fine '800, innestando anticolonialismo a buon mercato all'insegna dei buoni sentimenti. Uno dei meno memorabili del duo.
MEMORABILE: Padre G. vuol dire "galera"?

Modo 28/06/16 21:11 - 826 commenti

I gusti di Modo

Storia lodevole, più pretenziosa del solito. Non riuscitissima la ricerca della civilizzazione del sud America da parte della coppia, qui nelle parti di un vero e finto prete. Le scazzottate non mancano e sono sempre divertenti, come i battibecchi. Discrete colonna sonora e fotografia. Sicuramente non siamo all'apice della filmografia del duo comico, ma il prodotto resta accettabile.

Redeyes 5/01/17 11:15 - 2145 commenti

I gusti di Redeyes

Una delle pellicole più profonde per il duo, che amplificando il tema sociale finiscono per mettere da parte una buona dose di scazzottate. Rispetto agli altri lavori si sorride meno, lo stesso Hill è meno guascone del solito e di contro il bonaccione Bud ha un maggior spessore intellettuale; ma se da un lato gli integralisti del duo resteranno delusi dall'altro si apprezza una cura maggiore nella sceneggiatura. Ammetto che non sia il mio preferito, ma di certo è un buon film. I que viva Bud y Terence!

Puppigallo 12/02/18 09:13 - 4515 commenti

I gusti di Puppigallo

Non certo uno dei migliori Bud e Terence in circolazione, ma nonostante questo, la pellicola si lascia tranquillamente vedere, grazie al "pretone" non proprio affabile e alla sua spalla dal passato non certo immacolato. I due, naturalmente, non trattengono le scazzottate, trasformate poi in comica (con tanto di accelerazioni) nel finale. A salvare parzialmente il tutto ci pensa una certa naturalezza nella recitazione e un'ambientazione ben studiata, con annessa comunità che vive sugli alberi, cosa che a Bud proprio non va giù. Non male, dopotutto.
MEMORABILE: La pistola commestibile; Il piano per far salire Bud sugli alberi "Per alzare l'elefante con la caarucola ci vollero 2 ore; qui ne serviranno 4".

Domila1 25/07/19 17:42 - 55 commenti

I gusti di Domila1

Un film da riscoprire, assolutamente attuale, che vede i due sotto forma di inediti missionari in un 1890 schiavista, ma che allo stesso tempo (tra grandi scazzottate, gag e diatribe tra i due) contiene tutte le formule di un classico film di Spencer-Hill. Ritenuto uno dei loro peggiori degli anni ‘70, è invece uno dei loro migliori, che non sfigura affatto di fronte ai loro classici più noti.
MEMORABILE: “Settimo non rubare” (con cazzotto annesso); “Io non c’entro, sono un buon cristiano, padre” “e allora ti benedico” (con schiaffone annesso).

Victorvega 13/04/20 01:31 - 304 commenti

I gusti di Victorvega

Manca qualcosa a questo film della premiata coppia: un guizzo, un qualcosa che lo renda memorabile. Si sviluppa su di uno schema sganassoni-tutela degli oppressi celando in quest'ultima anche una certa morale che però rimane lì, forse poco sviluppata. Le cose migliori, oltre alla solita verve dei protagonisti e le pirotecniche scene di combattimento, sono ravvisabili nell'ambientazione esotica e nella notevole fotografia. Per il resto, cose trite e ritrite e un po' di noia.

Jdelarge 28/08/20 13:46 - 881 commenti

I gusti di Jdelarge

È innegabile che il film presenti qualche lacuna dal punto di vista della sceneggiatura, incapace di conferire un'azione degna del duo Bud Spencer-Terence Hill, ma i personaggi di Padre Pedro e Padre G. sono davvero fatti su misura per i due. Le ambientazioni bucoliche e marine sono davvero suggestive e ben fotografate. Belle le musiche. Oltre a essere piacevole riesce anche a offrire una critica alle derive monarchiche della chiesa cattolica.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.