Paradise

Media utenti
Titolo originale: Paradise
Anno: 1982
Genere: avventura (colore)
Numero commenti presenti: 20

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/01/08 DAL BENEMERITO DEEPRED89
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 14/02/08 05:56 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

Terrificante scopiazzata di Laguna blu,di per sè film già non memorabile. La storiella dell'amore tra l'inglese e l'americano in un oasi dove è tutto vistosamente e clamorosamente fino è ridicola fin dalle premesse. A partire dalla storia, fino alla sceneggiatura (ma in questo caso è una parola grossa) e alla pseudorecitazione degli attori (?) tutto sa di posticcio e plastificato. Orrendo.

Deepred89 18/01/08 21:41 - 3306 commenti

I gusti di Deepred89

Filmaccio sciatto e derivativo. Dopo la prima noiosissima mezz'ora da film avventuroso, diventa un brutta copia del già non memorabile Laguna blu. L'ambientazione è squallida e decisamente poco affascinante, le situazioni imbarazzanti non si contano e l'estenuante attesa della liberatoria scena di sesso ricorda le dinamiche delle peggiori commedie sexy nostrane. Impresentabile Aames, leggermente meglio la Cates. Si salvano solo qualche scena di nudo (anche integrale) e la bella colonna sonora, degna di migliori occasioni. Pessimo.

Undying 23/01/08 18:37 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Dolce, bella, innocua Phoebe. Sogno ricorrente di ogni (all'epoca) adolescente, di militari avviliti che fantasticavano su quell'Isola del piacere - dislocata nel limbo dell'Utopia - e sulla finezza dell'aggraziata fanciulla. Quel che si dice una cotta, insomma, alla "When I'm with you... it's Paradise", dolcissimo motivo musicale (cantato dalla mielosa vocetta della "verginale" attrice). Che poi il film, rivisto oggi e con occhi maturi, diventa un mattone di raro peso e difficilmente digeribile. Se avete, però, 14 anni il vostro cuore è rischio!

Lovejoy 25/01/08 17:34 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Di questa pellicola ricordo sopratutto le scene di nudo della Cates nel deserto e la splendida canzone omonima. Il resto si dimentica facilmente dopo la visione. Tentativo di bissare il successo di Laguna Blu, peraltro anch'esso molto brutto. Non c'è emozione, né pathos, né ironia. Tutto davvero patetico.

Homesick 9/02/08 17:03 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Noioso, datatissimo esotico derivato da Laguna blu. È ricordato essenzialmente per la canzone omonima interpretata dalla graziosa Cates in uno dei rari ruoli da protagonista nella sua ridotta filmografia e per le scene di sesso subacqueo con l’inespressivo Aames. Sceneggiatura vuota, piatta e disseminata di situazioni e dialoghi patetici.

Cotola 25/02/08 23:44 - 7603 commenti

I gusti di Cotola

Quando lo vidi all’epoca, da ragazzino, sembrava un gran film e la scena di sesso tra i due protagonisti un qualcosa di proibitissimo (quasi da film porno) che andava, infatti, vista di nascosto dai genitori. Rivisto negli anni successivi, con occhi adulti e maturi, risulta davvero sciocco ed insostenibile. Terrificante e nauseabonda la canzone che all’epoca spopolò.

R.f.e. 9/08/09 08:57 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

La "maturità" non c'entra affatto. Se vi è piaciuto da adolescenti, perché rinnegarlo oggi? In effetti Phoebe Cates era una lolitina terribilmente sexy! A mio avviso "Paradise" non va considerato semplicemente una scopiazzatura di Laguna blu: l'ambientazione, l'esotismo, alcune astuzie della sceneggiatura, lo rendono diverso e, a mio avviso, perfino leggermente superiore, più piacevole da vedere. Il cd con la canzoncina - non mi vergogno affatto a dirlo - l'ho acquistato anni fa e ogni tanto lo riascolto...

Daidae 17/04/09 04:39 - 2761 commenti

I gusti di Daidae

Orribile filmaccio adolescenziale che è praticamente una scopiazzatura di Laguna Blu. Attori, scenografia, sceneggiatura orripilanti... Non si salva davvero niente, inclusa la mielosa canzonetta che provoca il nervoso solo a pensarci. Brutto, girato male e recitato peggio. Siamo sul mezzo pallino...

Lucius 20/07/09 10:17 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Non si può negare che questo film all'epoca fece scalpore ed ebbe successo, un po' come Il tempo delle mele. Resta un film per adolescenti, incorniciato in paesaggi desertici suggestivi, ma gli va riconosciuta una sua valenza cinematografica, una sorta di carta d'identità. Da riscoprire. che fine ha fatto la bella Cates?

Renato 14/02/10 12:42 - 1590 commenti

I gusti di Renato

Visto da bambino in tv, mi prese tantissimo e da allora non ho più ritenuto opportuno affrontarlo: preferisco serbare il ricordo così com'è, almeno per ora. La Cates, all'epoca diciassettenne, era qualcosa di incredibile, di una bellezza conturbante; in pratica valeva il film da sola, e come se non bastasse era sempre lei a cantare l'omonima canzone, hit della colonna sonora e tuttora presente sul mio lettore mp3. Ognuno ha i suoi feticci, che vi devo dire...

Giacomovie 15/07/10 23:59 - 1354 commenti

I gusti di Giacomovie

Il tanto bistrattato film gemello, Laguna blu, vince ai punti il confronto con questo sterile ed inutile plagio per il quale l'unico scopo sembra quello di mostrare i glutei di una bellissima Phoebe Cates. Nel gioco dei più e dei meno, confrontando i due film, qui c'è più ritmo ma ancor meno romanticismo, più nudità ma meno attrattiva naturalistica dei paesaggi. Da cestinare. *!
MEMORABILE: "Se una cosa è bella non può essere peccato guardarla".

Markus 17/08/10 11:00 - 3327 commenti

I gusti di Markus

In Italia è più ricordato del film da cui è tratto (o per meglio dire copiato) e cioè Laguna blu. In questo senso, il tema musicale e la scena piccante di sesso tra i due giovinastri ha fatto storia, almeno tra chi a quel tempo era un bambino o adolescente ed ha potuto perciò assistere alle messe in onda televisive nella metà degli Anni ‘80. Phoebe Cates rimase imprigionata nel personaggio ma la sua bellezza esotica, il suo sguardo dolce e perverso nello stesso qual tempo, provocò non pochi iniziali pruriti a infinità di ragazzini.

Disorder 27/09/10 20:20 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Quasi un rifacimento soft-core di Laguna blu: le uniche differenze sono appunto qualche scena erotica in più e maggiore azione, col protagonista che dovrà anche lottare per difendere la sua bella. Incredibilmente ingenuo tanto per le soluzioni narrative (i predoni che compaiono con regolarità ogni 15 minuti circa) quanto per le ambientazioni (i fondali sembrano quelli del presepe...); eppure il risultato è migliore rispetto al capostipite: qui almeno succede qualcosa e non ci si annoia troppo. Phoebe Cates valore aggiunto di livello assoluto.

Nando 24/10/10 14:59 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Pellicola epocale dei primi anni 80 che turbò turbe di adolescenti, me compreso, con le sue nudità e l'ambientazione esotica ed accattivante. Rivisto con occhi diversi, il film mostra le sue magagne narrative ed interpretative pur tuttavia rimanendo in una sorta di limbo in cui un qualcosa che piacque circa 30 anni fa ora non può essere diventato un film pessimo, al limite mediocre.

Faggi 22/02/16 17:05 - 1508 commenti

I gusti di Faggi

Fatale come il filtro d'amore di "Tristano e Isotta" se si ha un'età compresa tra gli undici e i quattordici anni; altrimenti un prodotto derivativo ipercommerciale tutto miele sciolto nell'acqua di rose. Come gli omogeneizzati è mangiabile e digeribile solo in tenera età, ma come non lasciarsi affascinare dalla gatta che fa le fusa? (Intendo Phoebe Cates, ovviamente).

Parsifal68 15/04/16 09:08 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

Sulle onde del successo di Laguna blu, uscito appena due anni prima, questo film ne è la brutta copia, superandolo in pochezza e banalità. La bellissima Cates non è un'attrice, ma almeno ci mostra le sue notevoli grazie, mentre Aames è terrificante nel non saper recitare una parte non trascendentale. La canzone omonima ebbe un successo strepitoso. I due scimpanzé sono senza dubbio gli attori migliori della pellicola.
MEMORABILE: Cates fa la doccia nuda tra le rocce.

Il ferrini 20/04/17 19:43 - 1727 commenti

I gusti di Il ferrini

Imbarazzante storiella adolescenziale che trova nelle location il suo punto di maggior forza e nella coppia di scimpanzé i migliori momenti di recitazione. Phoebe Cates è straordinariamente sensuale ma non può certo salvare la baracca, costruita su uno script tanto esile quanto prevedibile, Willie Aimes invece è letteralmente tremendo (la sua carriera si esaurì immediatamente). La regia che indugia - comprensibilmente - sul corpo della Cates e su alcuni suggestivi scorci acquatici è una delle poche ragioni per la visione.

Buiomega71 15/07/18 14:24 - 2296 commenti

I gusti di Buiomega71

Non ci sono squali assassini, perché la vera "assassina" di cuori è Phoebe Cates. Abbaccicante, magico, seducente "esotic movie" al quadrato, dove l'ambientazione nature (con i suoi pericoli e le sue meraviglie) fa da sfondo a una fiaba ora delicata ora intensa, con Aames che nuota nudo, la Cates con quel vestitino bianco tutto bagnato che scatena pruderie, i tendaggi come talami d'amore, il mito di Robinson Crosue filtrato da bagliori giovanilistici. Nettamente superiore a Laguna blu. Magnifica la canzone omonima, Gillard mai più così ispirato. (In)colpevole guilty pleasure.
MEMORABILE: Le nozze tra i due naufraghi: sa di ritualità pagana; Nell'antro delle meravigliose grotte; Aames come Jon Voight in Un tranquillo weekend di paura.

Claudius 23/06/19 18:10 - 430 commenti

I gusti di Claudius

Noioso film d'avventura appartenente al filone inaugurato da Laguna blu; se però il film di Kleiser raggiungeva la piena sufficienza, qui sembra tutto di seconda mano e anche le scene di nudo acchiappa-adolescenti sono meno giustificate. Nonostante un maggior ritmo è dura salvare qualcosa; forse la canzone e la protagonista, discreta nella recitazione. Da vedere solo per curiosità.

Siska80 25/08/20 18:00 - 826 commenti

I gusti di Siska80

Il migliore tra gli esotic movie girati all'epoca: la Cates non è Brooke Shield, ma si mostra generosamente per la gioia dei maschietti e il tormentone da lei cantato è diventato giustamente celebre, regalando mezzo pallino in più a un film che ha una trama più corposa rispetto a Laguna blu; qui il vero nemico non è la natura bensì un pericoloso mercante (il movente passionale è comunque traballante, non giustificando siffatta ferocia). Paesaggi stupendi, un po' di azione, erotismo e un finale appassionante incorniciano il tutto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche R.f.e. • 26/01/10 09:54
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Lp italiano relativo alla soundtrack del film:

    Ultima modifica: 15/08/10 10:48 da Zender
  • Musiche Lucius • 26/01/10 13:03
    Scrivano - 8308 interventi
    Stessa copertina per il 45 giri.
  • Discussione R.f.e. • 8/04/10 10:53
    Call center Davinotti - 854 interventi
    G.Godardi ebbe a dire:
    Mamma mia come siete stati cattivi con questo filmetto...e dire che è un film che "ha dato molto" a tutti noi...eh eh;)

    Non è vero, scusa! Renato, Lucius, Ciuvildo e il sottoscritto ne parliamo, in fondo, in modo abbastanza positivo...
    Ultima modifica: 8/04/10 10:55 da R.f.e.
  • Homevideo R.f.e. • 8/04/10 10:57
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Certo dispiace che mentre quella cagata di Laguna Blu si trova in dvd in ogni negozietto, questo - secondo me migliore - Paradise non sia ancora uscito in dvd nel nostro paese!
  • Musiche Lucius • 3/06/10 20:19
    Scrivano - 8308 interventi
    La colonna sonora è composta da Paul Hoffert, ed il tema principale del film Paradise è cantato da Phoebe Cates.
    I brani memorabili del testo cantato:

    Could it be the little things you do to me
    Like walking up beside you it's so new to me
    Life can be so full of danger in the dark
    there lurks a stranger
    I just can't
    Imagine what he wants of me

    When I'm with you it's paradise
    No place on earth could be so nice
    Throught the crystal waterfall
    I hear you call
    Just take my hand it's paradise
    You kiss me once
    I'll kiss you twice
    And as I gaze in to your eyes
    I realize it's paradise

    It's right out of something from a fairy tate
    A te'ribly exciting and a scary tale
    It's nothing I could evermake up
    Am I dreaming will I wake up
    Just to find out this is true reality
    Ultima modifica: 3/06/10 20:20 da Lucius
  • Musiche Undying • 1/08/10 20:49
    Scrivano - 7630 interventi
    Attenzione: i davinottiani in fase pre-puberale sono avvisati che l'utilizzo di tale link potrebbe creare dipendenza....

    Phoebe Cates canta Paradise
  • Musiche R.f.e. • 15/08/10 09:32
    Call center Davinotti - 854 interventi
    Undying ebbe a dire:
    Attenzione: i davinottiani in fase pre-puberale sono avvisati che l'utilizzo di tale link potrebbe creare dipendenza....

    Phoebe Cates canta Paradise


    Proprio vero. Una delizia. A proposito: non sò se avete avuto modo di vedere foto recenti di Phoebe. Purtroppo, sta invecchiando piuttosto male...


    Phoebe nel 2009! Aiuto!!
    Vi ho distrutto un mito, nevvero?
    Ultima modifica: 15/08/10 09:42 da R.f.e.
  • Musiche Lucius • 15/08/10 14:39
    Scrivano - 8308 interventi
    Mi sa che è una buona forchetta...
    Ultima modifica: 15/08/10 22:13 da Lucius
  • Curiosità Buiomega71 • 1/08/16 11:05
    Pianificazione e progetti - 22088 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (venerdì 27 aprile 1984) di Paradise:

  • Homevideo Buiomega71 • 15/09/16 19:30
    Pianificazione e progetti - 22088 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Domovideo:

    Ultima modifica: 15/09/16 20:11 da Zender