LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo il clamoroso exploit di NATALE SUL NILO era praticamente impossibile che i produttori non riproponessero l'identica squadra per un'altra variante sul tema del Natale. Così ecco i nostri eroi in India, introdotti dal pezzo orientaleggiante dance che ha sbancato l’hit parade qualche mese prima. La storia questa volta prende in prestito una delle idee più abusate del cinema comico (lo scambio dei neonati) e la fonde con una vicenda di giudici (Boldi), intrallazzatori senza scrupoli (De Sica) con relativi avvocati (Biagio Izzo) e due acrobati da circo (i Fichi d'India) che inseguono un prezioso rubino rubato. Più a margine e non intrecciato con gli altri l'episodio del rapper...Leggi tutto Vomito (Enzo Salvi), in India per un nuovo videoclip “trasgressivo”. Colpiscono subito una regia stanca, una sciatteria diffusa, una confezione meno scintillante e la forma calante dei due protagonisti. Le gag a sfondo scatologico o comunque scurrili si fanno oltremodo imbarazzanti e l'impressione è quella di una volgarità eccessiva anche rispetto agli standard della coppia. C'è poco da divertirsi, insomma, con battute stravecchie riciclate senza pudore e l'affiatamento tra Boldi e De Sica a cementare una sceneggiatura purtroppo altamente deficitaria. Non si può sempre sperare che i due (non esattamente improvvisatori nati) spalleggiati dal buon Izzo riescano a fare tutto da soli ed è un fatto che i Fichi d'India - comicamente anche dotati - si trovino regolarmente a che fare con episodi di rara stupidità. Resta Enzo Salvi che, sempre uguale a se stesso, è l'unico a mostrare impegno (coatto) e energia da vendere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 22/10/07 13:43 - 1595 commenti

I gusti di Renato

Devo ammettere che negli ultimi anni ho iniziato a sopportare poco questo genere di film, ormai troppo ripetitivo... ma questo ho voluto vederlo ugualmente. La coppia Boldi-De Sica funziona ancora bene, mentre sui comprimari è meglio stendere un velo pietoso. Capisco che i due non possano stare in scena per 90 minuti filati, ma forse si poteva scegliere qualcuno di dignitoso al posto dei vari Salvi, Izzo e Conticini: misteri del cinema. Ad ogni modo un paio di sequenze sono davvero divertenti, e la stangona di turno, tale Giulia Montanarini, resta impressa per le sue "doti" notevolissime.
MEMORABILE: La sequenza dell'"abbacchietto indiano", la più divertente del film.

Galbo 24/10/07 05:30 - 11452 commenti

I gusti di Galbo

È sempre misteriso il motivo che porta (tanto) pubblico a vedere questi film fatti praticamente con lo stampino e cambiando solo l'ambientazione: si ripropongono da un anno all'altro le stesse gag (in genere di tipo triviale, meglio se a base di escrementi e secrezioni varie) collocate in una cornice più (come in questo caso) o meno esotica. Passi per i momenti in cui è presente la coppia Boldi-De Sica (almeno ci scappa qualche risata), il guaio sono gli attori (?) comprimari che anzichè far ridere fanno pena. Disastroso.

Plauto 19/01/08 01:34 - 119 commenti

I gusti di Plauto

Nonostante gli sceneggiatori ce l'abbiano messa tutta per essere osceni, sciocchi e ripetitivi, ecco che Boldi e De Sica riescono comunque a tenersi su e a regalarci qualche risata. Peccato che a parte loro due il resto sia veramente da dimenticare.

Cangaceiro 20/07/08 12:35 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Negli anni 2000 Parenti e De Laurentiis imboccano la deriva Natale a... con conseguente peggioramento della qualità dei loro film. La gita in India però ne è forse il prodotto meno disprezzabile, con gag e situazioni sì reciclate e parecchio volgari (spesso a sfondo anale e coprolitico) ma ancora divertenti e interpretate con impegno, più da De Sica e Izzo che da un Boldi che denota i primi segni di stanchezza. Deprimenti gli sketch con i Fichi d'India, mentre Salvi e Conticini svolgono a dovere il loro striminzito compito. Decoroso.

Lovejoy 9/10/08 18:47 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Mediocre cinepanettone che se non fosse per la coppia Boldi/De Sica che vivacizza in parte la situazione, sarebbe dimenticabile all'istante. Sono infatti i loro duetti a dare acqua al mulino di una pellicola fin dai titoli di testa prevedibile, scontata, volgare e con uno dei casting meno riusciti nella storia del cinema di genere. Tolti infatti i due mattatori e Izzo gli altri, a partire dall'insopportabile Conticini, sono da mani nei capelli. Mediocre.

Redeyes 24/01/09 14:29 - 2164 commenti

I gusti di Redeyes

Che dire? Potrei semplicemente dire che un film che includa l'inascoltabile-inguardabile Salvi, lo stucchevole Izzo e due fenomeni da baraccone che hanno fatto successo sfruttando la propria storpia immagine è difficilmente catalogabile, ma posso provarci. La trama è risicata e volgarotta, Boldi è come al solito triste e De Sica, che non disprezzo, fa l'ennesimo ruolo clone della sua carriera; il resto, per dirla con Silvestri: "Banalità, banalità...". Lasciate ogni speranza voi che guardate!

Disorder 15/09/09 13:27 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Orrore. Pensare che dopo i 'fasti 'di Villaggio, Spencer e Hill, Abatantuono, Milian, Banfi, ecc... (e non voglio citare Sordi, Benigni o Troisi in questa sede) il top della commedia all'italiana si sia ridotto a questo, viene da piangere. De Sica e Boldi sono comici di razza, il problema è tutto il resto: la solita baracconata con bellone televisive e seni siliconati in bella mostra, gag volgari e stupide, un minestrone di comici comprimari alla rinfusa, storditi da musiche da luna park. Non c'è rivalutazione che tenga, questo è solo pessimo cinema!

Belfagor 6/01/10 12:29 - 2627 commenti

I gusti di Belfagor

Bah. Se in Natale sul Nilo si poteva ancora salvare qualcosa, qui siamo ai minimi storici. Uno dei pochi film che riesca a declinare nel modo peggiore la fase orale (parolacce a go-go), anale (escrementi di mucca annusati con voluttà) e genitale (e qui non c'è nemmeno bisogno di spiegare). Più che ridere, a tratti fa quasi venir da piangere. Da evitare.

Rambo90 20/01/10 02:31 - 6440 commenti

I gusti di Rambo90

Pessimo film natalizio, nulla a che vedere con quello precedente: volgarità gratuita ed eccessiva, storie banali e poco interessanti, sceneggiatura sfilacciata che stenta a tenere collegati gli episodi e ritmo soporifero. Si salva giusto il finale con Boldi e De Sica (anche se richiama il film precedente) e il personaggio di Conticini. Pessimo Biagio Izzo e inqualificabili i Fichi d'India in una storia presa di peso da Natale sul Nilo. Da evitare anche per i fan.

Pinhead80 13/12/10 01:07 - 4005 commenti

I gusti di Pinhead80

Cambiano le ambientazioni (ma forse neppure di molto), ma non cambia né l'accoppiata (sempre vincente al botteghino) né la sceneggiatura (sembra che cambi ma in realtà è sempre lo stesso meccanismo). Risultato? Si confeziona lo stesso prodotto riciclando gag e personaggi sperando che la gente continui ad abboccare. Si percepisce che non c'è anima dietro a questo film e, a parte qualche risata più per inerzia che per altro, ci si diverte veramente poco.

Ale nkf 26/08/11 11:47 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Natale in India è uno di quei cinepanettoni mediocri, con una sceneggiatura poco curata, che si salva grazie alla bravura del cast (tra tutti De Sica e a seguire Boldi e Salvi) e che, nonostante alcune gag siano alquanto volgari, riesce a rimanere a galla. La trama, anche se semplice e non nuova, sembra funzionare. Certo il Vanzina del 2000 è quasi insuperabile ma, a mio avviso, a questo gli si può sicuramente dare un'occhiata.

Deepred89 29/12/11 00:13 - 3311 commenti

I gusti di Deepred89

Forse il più demenziale tra i vari "cinepanettoni", distante anni luce dalla sobrietà del modello vanziniano (nonostante un breve cameo dello stesso Vanzina). Gag e battute (spesso infantili o di cattivo gusto) in grandissima quantità: spesso qualche risata ci scappa pure, ma la confezione è più squallida del solito e il film, se non fosse per l'efficacia dei due protagonisti, sarebbe probabilmente da buttare. Pessima la parte "naturalista", ma perlomeno il ritmo è buono e la si supera in fretta. Ritorna, dopo 13 anni, Moira Orfei, as herself.

Didda23 12/07/12 11:00 - 2298 commenti

I gusti di Didda23

In un marasma di battute poco riuscite, gag stupidine e interpretazioni secondarie abbastanza fiacche, spicca (come sempre) la bravura di De Sica che stoicamente regge in groppa tutto il macigno di una produzione scadente. Christian si impegna, ma il compito è arduo pure per un genio della comicità come lui. Boldi abbastanza anonimo, si limita a spalleggiare l'attore romano. Disgustose le scene a sfondo coprofago.

Mark70 2/11/12 22:33 - 118 commenti

I gusti di Mark70

Visto al momento dell'uscita mi sembrò pessimo, rivisto oggi mi è sembrato se possibile ancora peggio. Uno sciatto canovaccio che cerca di tenere insieme storielle insulse, i soliti giochi degli equivoci, scenette a base di cacca e scurrilità varie. Qualche battuta fa anche sorridere, ma alla fine della visione è il senso di fastidio che prevale.

Piero68 5/11/12 08:47 - 2783 commenti

I gusti di Piero68

Ormai siamo al fondo del barile e il Natale è solo un pretesto nel titolo e nulla più. Il gruppo storico non ha più niente da dare e così si va avanti con le solite gag trite e ritrite: scambi di persona, sagra degli equivoci, volgarità e via dicendo. Eppure, nonostante l'oscena pochezza, questa rimane forse l'unica pellicola natalizia in cui Boldi riesce ad essere incisivo e non noioso. Inutile ed irritante come al solito il siparietto di Salvi mentre invece i Fichi d'India strappano qualche sorriso in più. Toh... c'è anche la Montanarini!

B. Legnani 7/11/12 01:12 - 4788 commenti

I gusti di B. Legnani

Con generosità arriva a *!. Bisogna però dimenticare un sacco di cose che non funzionano. Francamente terribili le battute de I Fichi d'India, mentre Salvi ripete il solito personaggio esagerato che dopo tre minuti viene a noia. Il tutto in mezzo a trivialità che è limitativo definire eccessive. Si salvano alcuni duetti fra i due protagonisti, con alcune trovatine. Certo, occorre sopportare di vedere cose vecchie e stravecchie. Curiosi camei (fra i quali la Orfei e Giorgino del TG1) nella parte di sé stessi.

Nando 7/11/12 17:27 - 3496 commenti

I gusti di Nando

Ennesimo cinepanettone dallo sviluppo narrativo scontato che tra scurrilità e volgarità gratuite arranca verso l'agognato finale. Difficilmente si sorride e i due protagonisti appaiono al minimo sindacale. I Fichi d'India sono inutili e Salvi ripete il solito cliché. Personalmente l'unico appropriato sembra Izzo.

Mco 11/11/12 19:02 - 2159 commenti

I gusti di Mco

Non so se prevalga l'imbarazzo di chi guarda ovvero quello di chi ha "recitato". Ogni due per tre scivola via un peto, una parolaccia o un ammiccamento sessuale. La sceneggiatura praticamente non esiste e tutto scorre in attesa di qualche invenzione che possa salvare la baracca. Naturalmente tale spes viene tradita. Il duo De Sica-Boldi è ai minimi storici, Izzo si barcamena come può e i Fichi d'India sono tremendi come le omologhe spine. Salvi, perlomeno, accontenta i fan con il triviale che lo contraddistingue. La Montanarini si spoglia...

Pumpkh75 18/04/13 17:42 - 1336 commenti

I gusti di Pumpkh75

Punto bassissimo, sottoterra, della coppia De Sica-Boldi, che nel mare di triviali sketch su pupù e pipì (spesso disgustose ben oltre il limite dello scorretto), riescono incredibilmente a risultare la cosa meno deprimente del film: I Fichi, Izzo e un catastrofico Conticini sono inguardabili e non fanno neanche sorridere, mentre dei peti e dei rutti di Salvi se ne ha francamente abbastanza. Inadatto e insopportabile il figlio di Boldi. Ma il Natale dov’è?

Gabrius79 21/07/13 20:18 - 1207 commenti

I gusti di Gabrius79

Scedente cinepanettone che non riesce a far divertire come il predecessore Natale sul Nilo. La recitazione piuttosto volgare e la sceneggiatura pessima ci regalano un risultato che fa acqua da tutte le parti. Poco possono fare Boldi e De Sica per salvare la baracca. Izzo e Fichi d'India scialbi, la Montanarini e la Burt belle e basta.

Ultimo 2/08/14 18:39 - 1384 commenti

I gusti di Ultimo

Dopo il successo di Natale sul Nilo non si sa come ma Parenti confeziona un film veramente scarso, da ogni punto di vista: storia, comicità e recitazione. Si salva la solita bravura dei due protagonisti che, quanto meno, lo rendono guardabile fino alla fine. Evitabile.

Graf 8/09/15 22:41 - 700 commenti

I gusti di Graf

Il giudice incorruttibile? L’ingegnere traffichino? Semplici micce per dare fuoco a un esplosivo di dinamite miscelato insieme a equivoci, doppi giochi, gag visive e sonore, sberle e capitomboli afferrati di peso dal cinema muto di Mack Sennet. Film dalla radici preistoriche, basato più sul ritmo che sulla storia ma letteralmente impestato da una villania di brutture e di trivialità che travalicano ogni limite di decenza. Ma c’è (c'era?) un Italia che, in tutto e in parte, si identifica (identificava?) con i personaggi e il loro retroterra esperienziale.

Gabigol 8/01/18 20:58 - 418 commenti

I gusti di Gabigol

Peggio di quanto ricordassi. Battute di bassissima tacca e classico assortimento dei soliti noti a dare la noiosa storiella di equivoci, doppi sensi e ammiccamenti triviali non sempre potabili. Solamente De Sica cerca di fare qualcosina con il solito personaggio copincollato dagli altri cinepanettoni; tutti gli altri, Salvi e Fichi d'India in primis, impresentabili.

Buiomega71 8/09/19 11:32 - 2298 commenti

I gusti di Buiomega71

Improntato principalmente su scatologie varie di dubbio gusto (da antologia la sequenza di coprofagia zoofila di Max Cavallari e Boldi che venera la cacca sulla suola delle scarpe) è uno dei cinepanettoni che fa della volgarità il suo portabandiera. I fichi d'India ripetono gli stanchi sketch di Merry Christmas, Salvi è insopportabile, mentre De Sica e Boldi regalano flebili attimi di irresistibile comicità (la moglie fasulla del primo, la scena della sauna del secondo). Terribile la gag con la tigre e freaksiano finale circense per il duo comico lombardo.
MEMORABILE: La ruota della fortuna modello Saw L'enigmista; Le poppe prorompenti di Giulia Montanarini; Boldi e De Sica chiusi in ascensore; Salvi e i bonzi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.