La jena - L'uomo di mezzanotte - Film (1945)

La jena - L'uomo di mezzanotte
Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The body snatcher
Anno: 1945
Genere: horror (bianco e nero)
Note: Aka "La iena, l'uomo di mezzanotte".

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Tratto dalla novella di Robert Louis Stevenson “The body snatcher”, un gotico cupo nel quale aleggia il tocco del produttore Val Lewton (quello del BACIO DELLA PANTERA, per capirsi). Attraverso un'atmosfera opprimente, ma allo stesso tempo permeata di estremo realismo (tanto che il film veniva proiettato in America agli studenti di medicina come valido esempio di come si studiasse all’epoca anatomia), l'opera mantiene ancor oggi un fascino sinistro non comune che la splendida fotografia in bianco e nero di Robert De Grasse eleva a un livello decisamente superiore alla media. Il regista Robert Wise (tra i più longevi del cinema statunitense,...Leggi tutto con all'attivo classici come GLI INVASATI), che aveva esordito sempre con Val Lewton l'anno prima nel GIARDINO DELLE STREGHE (sorta di seguito del BACIO DELLA PANTERA) dimostra subito grande padronanza dei mezzi e ottimo senso dell'orrore, rifuggendo dalle banalità e creando (grazie alla sceneggiatura co-firmata dallo stesso Lewton sotto pseudonimo) personaggi di spessore: Boris Karloff, in particolare (la “jena” del titolo italiano), più sornione e sordido del consueto, offre una grande prova e uno splendido duetto con l'altro grande dell'horror Bela Lugosi (è il servitore ingobbito). Il film tarda un po' a decollare e forse non decolla mai veramente, ma regala alcuni momenti eccellenti e un finale di grande effetto (per l'epoca, s’intende) restando sempre su livelli decorosi. Il costante rincorrersi tra Bene e Male sembra non finire mai, cambiando spesso il modo col quale il regista dipinge i suoi protagonisti. Un’opera datata, certo, ma convincente ed egregiamente doppiata.

Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 7/06/07 15:32 - 3756 commenti

I gusti di Caesars

Pur con più di sessant'anni sulla schiena quest' horror diretto da Robert Wise rimane ancor oggi un ottimo prodotto che potrà appassionare i cultori del genere. Oltre alla buona prova dei due mostri sacri Karloff e Lugosi e alla regia sempre precisa di Robert Wise, bisogna assolutamente segnalare l'ottima fotografia in bianco e nero che riesce a donare alla pellicola un fascino del tutto particolare. Un piccolo grande classico della RKO.

Undying 7/09/07 19:06 - 3807 commenti

I gusti di Undying

Quando ancora, a fare paura, erano le ombre. La "jena" del titolo (un predatore di corpi esanimi) si aggirava con carrozza, nottetempo, presso desolanti cimiteri, ammantati da una coltre nebulosa. Gli attori sapevano esprimersi con gesti, con espressioni, con posture, amplificando il (già altissimo) livello della recitazione grazie a dialoghi sopraffini. Le sceneggiature incollavano alla poltrona ed il cinema diventava quel luogo "magico" -punto d'incontro tra sogno e incubo- nel quale la fantasia, sollecitata dal contesto, lavorava sfrenata.

Il Gobbo 30/03/08 18:00 - 3015 commenti

I gusti di Il Gobbo

Dalla celebre e realmente accaduta vicenda del temibile duo Burke&Hare, che ispirò Stevenson a scrivere il racconto su cui il film si basa, uno degli ultimi titoli esemplari dell'indimenticabile stagione RKO, che innestò felicemente i moduli espressivi del grande cinema espressionista tedesco sul corpo dei generi popolari della Settima arte. Wise, regista onesto ma grande operatore, lavora sui tagli di luce chiaroscurali specialità della casa, e per il resto si afida al collaudato istrionismo dei veterani dell'horror. Classico

Deepred89 20/12/08 13:55 - 3691 commenti

I gusti di Deepred89

Ottimo film, il migliore (insieme a Il bacio della pantera) tra i vari horror prodotti negli anni 40 dalla RKO. L'atmosfera che Wise riesce a creare è straordinaria, cupissima, macabra, inquietante e suggestiva e Boris Karloff interpreta alla perfezione un personaggio memorabile. Ben costruita la trama, che pecca solo per un finale leggermente tirato via; ottima la fotografia. Da non perdere.

Brainiac 4/07/09 17:17 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Robert Wise è il regista dei bambini. Non solo perché questi sono protagonisti delle sue fiabe macabre (Il giardino delle streghe, Audrey Rose), ma anche per la sua capacità di dirigere dei film che esulano dal piano della realtà e proiettano lo spettatore nella dimensione onirica della fanciullezza. Rispetto ai capolavori sopracitati La jena è un film più canonico, a tratti statico, ma sempre compatto e girato con innata classe (mirabile la fotografia). In definitiva una bella pellicola, ma se vi interessa il lavoro di Wise, cominciate da altri titoli.

Cotola 16/07/09 23:43 - 8970 commenti

I gusti di Cotola

Tratto da un racconto di Stevenson (che si ispirò ad un fatto vero) è un ottimo film che mantiene a quasi sessantacinque anni di distanza la sua bellezza e la sua forza in particolar modo da un punto di vista visivo, oltre che narrativo, grazie allo splendido lavoro del direttore della fotografia (Robert De Grasse). Interessanti anche le considerazioni sulla scienza.

Buiomega71 20/06/11 11:57 - 2891 commenti

I gusti di Buiomega71

Sicuramente, tra i film prodotti da Val Lewton, è il più terrorizzante. Angoscioso, tetro, pervaso da un'atmosfera macabra e opprimente, sfocia in un finale davvero spaventoso e agghiacciante (che potrebbe rivaleggiare, per forza visionaria e terrifica, con quello di Freaks). Wise si dimostra regista sensibile e attento ai meccanismi della paura, che nulla ha da invidiare all'altrettanto abile Tourneur. La vicenda della bimba bisognosa di cure si amalgama con l'avidità e la follia umana che si apre verso l'orrore. Ancor oggi sorprendente.
MEMORABILE: La carrozza; la tempesta; il morto nel sudario; la "mostruosità" inquietantissima di Karloff (altro che Frankenstein!); il viscido Lugosi.

Myvincent 3/10/11 19:06 - 3702 commenti

I gusti di Myvincent

Ispirato ad una storia vera accaduta nell'Inghilterra vittoriana, il film racconta di una lugubre storia di cadaveri trafugati e venduti ad un medico senza scrupoli per le sue lezioni di anatomia. Eccezionale l'accoppiata Boris Karloff-Bela Lugosi (quest'ultimo in piano minore), decisamente dark l'ambientazione e l'atmosfera generale, specie nelle risolutive scene finali, a dir poco spettrali. Autopsie solo immaginate e brividi assicurati.

Homesick 29/09/12 16:40 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Indipendentemente dal regista, le produzioni Val Lewton si riconoscono per un marchio di fabbrica che predilige le ombre all’oscurità e l’atmosfera all’orrore, che qui erompe solo negli ultimi minuti. Al centro, l’eterno contrasto tra scienza ed etica (ma anche tra la scienza perseguita con il freddo raziocinio e quella con il cuore), ben esemplificato dalla tormentata figura del medico Henry Daniell. Le due icone gotiche Karloff e Lugosi s’impadroniscono della scena, con i loro personaggi lugubri, viscidi, maligni e ricattatori.
MEMORABILE: L’uccisione della mendicante: il suo canto nel buio e poi all’improvviso… silenzio.

Rigoletto 29/10/12 17:33 - 1785 commenti

I gusti di Rigoletto

Bellissimo horror anni '40, mai noioso e sostenuto da interpretazioni notevoli: Henry Daniell ottimo nel ruolo del dottore diviso a metà tra le sue idee e le sue colpe, ma il vero mattatore è Karloff, assolutamente monumentale, nel ruolo di un vetturino malvagio; malvagio e malato di un male non dovuto a una follia, ma come fosse quintessenza dello stesso male assoluto. Davvero impressionante. Consigliatissimo anche ai non amanti del genere. ***1/2
MEMORABILE: Karloff: "(Non vado via)... perchè mi perderei il piacere di vederti venire qui a supplicarmi!".

Robert Wise HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il giardino delle stregheSpazio vuotoLocandina Ultimatum alla TerraSpazio vuotoLocandina Gli invasatiSpazio vuotoLocandina Andromeda

Tarabas 1/01/13 17:57 - 1878 commenti

I gusti di Tarabas

Agli studenti di medicina servono cadaveri per gli esercizi. Un medico è disposto a tutto pur di procurarsene, anche commissionarne la "fornitura" all'ambiguo vetturino John Gray, a cui è legato da un passato comune. Gioiello della Lewton, dominato dalla presenza fisicamente incombente di Karloff, la cui interpretazione tocca una gamma infinita di registri, dalla suadente piaggeria all'ironia macabra, alla crudeltà efferata. Cinema fatto con soldi 2 e grandi idee. La carrozza nella pioggia rimanda all'asilo infantile molti finali e sottofinali d'oggidì.

Ciavazzaro 11/02/13 21:18 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Un grande horror: Karloff nei panni del viscido Gray prima solo raccoglitore di cadaveri e poi omicida è superbo, il male in persona. Non sono però da meno Daniell rinomato dottore solo in apparenza (in realtà corrotto fino al midollo) e Wade giovane dottorino incapace di dire di no al "maestro"; c'è pure il caro Lugosi vittima. Per tutto il film si mantiene un'atmosfera malsana e il finale è terrorrizzante, un vero e proprio incubo (il contenuto del sudario). Stra-consigliato.
MEMORABILE: La profezia nel pre-finale; Il primo omicidio; Il finale.

Von Leppe 21/02/13 13:51 - 1248 commenti

I gusti di Von Leppe

Memorabile Boris Karloff che interpreta un personaggio sgradevole che emana puzzo di cadavere attraverso lo schermo. Peccato per un Bela Lugosi non più all'altezza, in un ruolo secondario. E' la storia di quando alla scienza e alla medicina servivano traffici con loschi personaggi per poter trovare corpi da studiare; il dottore e il commerciante di cadaveri sono irrimediabilmente legati. Fotografia cupa in bianco e nero tra ombre e nebbia.
MEMORABILE: Karloff invita Lugosi a fare coppia come Burke e Hare.

Saintgifts 10/01/14 08:20 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

L'anima di questo film è tutt'altro che horror. È di scienza medica che si parla: cosa è lecito fare e cosa no per arrivare a curare il corpo umano e come queste liceità possano cambiare nel tempo. Il dottor MacFarlane - Toddy per gli "amici" - ha superato personalmente ogni barriera legale ed etica e forse si è spinto ancora più in là, ma è riuscito a operare la bambina immobilizzata sulla carozzina. L'altro argomento riguarda il come professare la missione di medico: con freddezza scientifica o arricchendola con poetica umanità? Notevolissimo.

Daniela 31/01/14 09:13 - 12565 commenti

I gusti di Daniela

Le stelle sono Karloff e Lugosi, ma quest'ultimo ha il ruolo defilato del servo avido, mentre l'asse portante del racconto è costituito dal rapporto fra l'insinuante e minaccioso Karloff, che trova nel ricatto motivo di piacere e rivalsa sociale, e Daniell, stimato luminare della scienza al primo indissolubilmente legato. Come accade in Jekyll e Hyde, bene e male non possono essere scissi: Daniell è freddo di cuore e privo di compassione, mentre Karloff fa anche del bene senza pur perseguirlo. Piccolo capolavoro dell'ellissi, con l'horror tenuto fuori campo fino al travolgente epilogo.
MEMORABILE: L'assassinio della mendicante cieca, solo suggerito dal brusco interrompersi della canzone; la corsa in carrozza nel finale,

Rambo90 29/04/15 21:29 - 7627 commenti

I gusti di Rambo90

Film che ancora oggi riesce a conservare intatto il suo fascino grazie a un ottimo uso del bianco e nero e a una sceneggiatura che scandaglia alla perfezione la psicologia dei protagonisti. Karloff è semplicemente perfetto e canagliesco quanto basta per rendersi antipatico e mefistofelico: sicuramente uno dei suoi ruoli più riusciti. Wise dirige bene, senza sbavature né tempi morti. Ottimo il finale, molto stile Ai confini della realtà.

Rufus68 1/12/16 23:58 - 3803 commenti

I gusti di Rufus68

Un horror nella media del periodo. La storia e i personaggi "borghesi" sono, anzi, piuttosto banali. Il fondo sottaciuto della vicenda, però e i chiaroscuri che donano plasticità e forza ai corpi sono già un bel pregio. Ma è Karloff a valere il prezzo del biglietto: domina il film come un demonio a volte minaccioso, altre suadente; il suo ghigno canzonatorio, che muove anche da una vendetta sociale e che sino alla fine mai si spegne, è, di fatto, ciò che del film resta nella memoria.

Keyser3 25/06/20 23:20 - 444 commenti

I gusti di Keyser3

Grande horror della mitica RKO che, a partire da un racconto di Stevenson, concentra in un'ora e venti dialoghi brillanti e atmosfere cupe della Edinburgo del XIX secolo e riesce in pieno ad instillare inquietudine nello spettatore, senza ricorrere a effetti speciali o particolari artifici. Bela Lugosi è piuttosto defilato, mentre l'altro mostro sacro Karloff (in uno dei suoi ruoli migliori) imperversa, col suo ghigno e le sue battute sagaci, dando vita a scambi caustici con la sua vittima preferita, l'oscuro Dr. MacFarlane.
MEMORABILE: La canzoncina di Burke e Hare "Attenti a voi, un colpo e poi...".

Nicola81 5/07/22 13:15 - 2811 commenti

I gusti di Nicola81

Tratto da un racconto di Stevenson, un piccolo classico del cinema horror che, a onor del vero, di orrorifico ha ben poco (soltanto il finale, se vogliamo dirla tutta). A fronte di un budget risicato, Wise si concentra soprattutto sui chiaroscuri e sulle atmosfere, tratteggiando personaggi in cui il bene e il male si rincorrono continuamente. Ottimo tutto il cast, anche se la ribalta se la prende inevitabilmente Karloff, impagabile quando duetta con Daniell e con il più defilato Lugosi. Comunque, su tematiche simili John Gilling sfornerà un film assai più avvincente.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Von Leppe • 12/10/14 12:36
    Call center Davinotti - 1097 interventi
    Il dvd Sony cosa aveva che non andava?
  • Discussione Buiomega71 • 12/10/14 14:02
    Consigliere - 25838 interventi
    Von Leppe ebbe a dire:
    Il dvd Sony cosa aveva che non andava?

    Non saprei, Von, io ho la vhs della Edizioni Halley: Horror Collection

    Se può esserti d'aiuto ci sono tre recensioni clienti sul sito di Amazon:

    http://www.amazon.it/Jena-Boris-Karloff/dp/B002JL9EB4/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1413115164&sr=1-1&keywords=la+jena
  • Discussione Von Leppe • 12/10/14 16:36
    Call center Davinotti - 1097 interventi
    Grazie Buio, ho il dvd, ho chiesto solo perché si parlava di una futura uscita in dvd di questo film
  • Discussione Rebis • 12/10/14 18:03
    Compilatore d’emergenza - 4419 interventi
    Credo si riferissero a la jena di Londra, non al film di Wise, che non presenta problemi in dvd ;)
  • Discussione Buiomega71 • 12/10/14 18:04
    Consigliere - 25838 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Credo si riferissero a la jena di Londra, non al film di Wise, che non presenta problemi in dvd ;)

    Ah, Rebis, ne approfitto...E anche per me uno dei migliori horror "d'antan" :)
  • Discussione Rebis • 12/10/14 18:07
    Compilatore d’emergenza - 4419 interventi
    Si, davvero stupendo, lo rivedrò per commentarlo prima o poi.
  • Discussione Buiomega71 • 12/10/14 18:08
    Consigliere - 25838 interventi
    Rebis ebbe a dire:
    Si, davvero stupendo, lo rivedrò per commentarlo prima o poi.

    Infatti vedo che manca il tuo prezioso commento :(

    Spero che rimedi al più presto!
  • Discussione Rebis • 12/10/14 18:10
    Compilatore d’emergenza - 4419 interventi
    Eh, già, in verità mancano moltissimi miei commenti a visioni pre davinottiche, tra cui tutto il ciclo Rko di Lewton..
  • Discussione Caesars • 26/03/15 13:28
    Scrivano - 16788 interventi
    L'ho sempre visto in b&n e quindi è stato con grande stupore che su youtube ho scoperto una versione a colori:
    https://www.youtube.com/watch?v=16BgCWmEhJc&index=7&list=PL1ACA8F9E13B7142A
  • Discussione Zender • 26/03/15 18:00
    Capo scrivano - 47590 interventi
    Imdb lo dà in bianco e nero. Mi sa che è la solita versione colorizzata.